Discussione:
A nome di Bahà'u'llàh: La vera differenza fra chi crede in Dio e chi no.
(troppo vecchio per rispondere)
m***@iol.it
2009-01-18 10:16:32 UTC
Permalink
Chi crede in Dio SA che non può assolutamente sbagliare.

Egli non si chiede se sia Vero, perché SA GIA' che è Vero.

Partendo da questo semplice presupposto, chi non è d'accordo con un
credente risulta sempre contro la Verità, contro la Giustizia, contro
Dio stesso...

Se date del cretino ad un credente... ai suoi occhi apparite come un
bestemmiatore di Dio...

Ciao
Vito
ivanatwork
2009-01-18 10:31:37 UTC
Permalink
Post by m***@iol.it
Chi crede in Dio SA che non può assolutamente sbagliare.
Sa che Dio non si può comandare, né indurre a far qualcosa. Dio E'.
Sa ad esempio che il credente in questione è un mortale, un poveraccio come
tanti altri.
Sa, il credente in Dio, che egli è tutto tranne che la perfezione.
Sa, il credente, che dirsi perfetto è dichiararsi Dio quindi bestemmia.
Post by m***@iol.it
Egli non si chiede se sia Vero, perché SA GIA' che è Vero.
Egli sa ciò che è vero. Però mai smette di porsi dubbi, anzi.
Più la fede è vissuta come vita, più dubbi si hanno.
E magari è anche più difficile avercela, la fede.
Ripeto: piantala di bestemmiare, se credi in Dio.
Non sostituirti a Dio. Non parlare per "voce" di Dio!
Post by m***@iol.it
Partendo da questo semplice presupposto, chi non è d'accordo con un
credente risulta sempre contro la Verità, contro la Giustizia, contro
Dio stesso...
Chi non è d'accordo al limite sarà "perseguitato" per un po' dalla mia voce
e dalla mia presenza.
Mi adopererò per dare qualcosa, magari senza avere in cambio molto.
Però vale sempre la pena provarci.
Post by m***@iol.it
Se date del cretino ad un credente... ai suoi occhi apparite come un
bestemmiatore di Dio...
Scusa Vito ma se io ti dessi del coglione, cavoli, tu mi denunceresti altro
che!
Piantala con queste discriminazioni.
Questo tipo di discriminazioni ha portato all'intolleranza, alla chiusura
totale e alle guerre di religione.

Fossi in te - e so che sei uno che sa pensare - ci rifletterei un attimo:
vale di più costruire o è meglio
fare tabula rasa? Entrambe le tesi hanno avuto molti sostenitori, ben
inteso...

Ivan.
m***@iol.it
2009-01-18 11:00:44 UTC
Permalink
Post by ivanatwork
Scusa Vito ma se io ti dessi del coglione, cavoli, tu mi denunceresti altro
che!
No!
Per ché se dici il Vero non potrei negarlo. Se dici il Falso non mi
toccherebbe!
Post by ivanatwork
Piantala con queste discriminazioni.
Questo tipo di discriminazioni ha portato all'intolleranza, alla chiusura
totale e alle guerre di religione.
Ivan.
Caro Ivan, ripeto anche a te: le cose sono sempre come sono, ma non
sempre come le immaginiamo. Solo chi conosce vede la reale differenza.

Non siamo d'accordo, am proprio di fondo, su ciò che ha portato
all'intolleranza ed alle guerre. Chi vuol far euna guerra trova il
modo di farla, poiché l'ha nel cuore. Chi non la vuole fare non la fa
in oghni caso.

Io non distinguo in buoni e cattivi, bianchi e neri, ricchi e poveri,
credenti e non credenti... io GIUDICO solo in Vero e Falso.

Se ti vedo Vero, sei mio amico; se ti vedo Falso, sei mio nemico.
Chi ha creatoi veri problemi nella storia umana è il Falso spacciato o
creduto per Vero.

Ciao
Vito
m***@iol.it
2009-01-18 11:25:46 UTC
Permalink
Post by m***@iol.it
Post by ivanatwork
Piantala con queste discriminazioni.
Questo tipo di discriminazioni ha portato all'intolleranza, alla chiusura
totale e alle guerre di religione.
Ivan.
Io non distinguo in buoni e cattivi, bianchi e neri, ricchi e poveri,
credenti e non credenti... io GIUDICO solo in Vero e Falso.
Se ti vedo Vero, sei mio amico; se ti vedo Falso, sei mio nemico.
Ciao
Vito
Ti faccio un semplice esempio, Ivan.
Supponi che Giovanni affermi che due più due fa tre, mentre Andrea
afferma che due più due fa quattro...
Secondo te, faccio discriminazione razzista se dico che Giovanni per
me dice il Falso mentre Andrea dice il Vero.

Devo davvero dire per forza che tutti e due hanno ragione ai miei
occhi?

Se faccio questo, in realtà compio un'ingiustizia (nego il Vero), ed
allora sì genero motivi di contrasto e di guerra.

Ciao
Vito
ivanatwork
2009-01-18 11:27:36 UTC
Permalink
Vito

Sul fatto che la guerra sia nel cuore di chi la fa, è verissimo.
Specialmente quando, chi la dichiara, non scende fisicamente in campo.
Con questo penso di essere stato chiaro: la guerra di per sé è sempre un
atto di violenza e sottomissione. Quindi Male.

Se mi vedi Vero allora sono tuo amico. Io dico che, al di la delle opinioni,
delle ideologie quindi (e la religione lo è) io non posso fare a meno di
ammirare l'onestà intellettuale. Cioè considero Vero colui che segue i suoi
principi e che, a modo suo, è trasparente.
Considero Falso colui che invece usa gli altri, o si ammanta di maschere e
sotterfugi, per evitare di apparire. Si perché alcuni preferiscono sfruttare
che essere. Quando - succede - li peschi al di fuori dei loro contesti
lavorativi ad esempio, ad una sagra, in discoteca, in biblioteca... zac! Si
vergognano perfino di guardarti negli occhi. Io no, e li saluto.

Come vedi, siamo d'accordo su alcune cose anche se, come ti ho spiegato, io
evito di etichettare le persone. Corro il rischio di far diventare un
individuo un "appartenente ad una data categoria" quindi corro il rischi di
discriminare in base a pregiudizi.
E credimi, non è facile per niente svincolarsi, delle volte. Ci vuole un po'
di forza d'animo.


Ivan
m***@iol.it
2009-01-18 11:34:31 UTC
Permalink
Post by ivanatwork
Vito
Sul fatto che la guerra sia nel cuore di chi la fa, è verissimo.
Specialmente quando, chi la dichiara, non scende fisicamente in campo.
Con questo penso di essere stato chiaro: la guerra di per sé è sempre un
atto di violenza e sottomissione. Quindi Male.
Se mi vedi Vero allora sono tuo amico. Io dico che, al di la delle opinioni,
delle ideologie quindi (e la religione lo è) io non posso fare a meno di
ammirare l'onestà intellettuale. Cioè considero Vero colui che segue i suoi
principi e che, a modo suo, è trasparente.
Considero Falso colui che invece usa gli altri, o si ammanta di maschere e
sotterfugi, per evitare di apparire. Si perché alcuni preferiscono sfruttare
che essere. Quando - succede - li peschi al di fuori dei loro contesti
lavorativi ad esempio, ad una sagra, in discoteca, in biblioteca... zac! Si
vergognano perfino di guardarti negli occhi. Io no, e li saluto.
Come vedi, siamo d'accordo su alcune cose anche se, come ti ho spiegato, io
evito di etichettare le persone. Corro il rischio di far diventare un
individuo un "appartenente ad una data categoria" quindi corro il rischi di
discriminare in base a pregiudizi.
E credimi, non è facile per niente svincolarsi, delle volte. Ci vuole un po'
di forza d'animo.
Ivan
Apprezzo molto quanto hai scritto. Procedere per il cammino della
crescita interiore e della Conoscenza con occhi aperti è il meglio che
riesca ad augurarti.

Le cose appaiono poi al momento giusto. Noi possiamo solo cercare di
creare le migliori condizioni che riconosciamo...

Ciao
Vito
socrate
2009-01-18 18:19:09 UTC
Permalink
Post by ivanatwork
Ripeto: piantala di bestemmiare, se credi in Dio.
Non sostituirti a Dio. Non parlare per "voce" di Dio!
Grazie Ivan,
quoto.

Con stima nei tuoi confronti
s.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
euforik_2008
2009-01-18 10:35:55 UTC
Permalink
Post by m***@iol.it
Partendo da questo semplice presupposto, chi non è d'accordo con un
credente risulta sempre contro la Verità, contro la Giustizia, contro
Dio stesso...
Ti sbagli di grosso. Ci sono delle parole precisissime a riguardo:"Non di
chi dice Signore Signore, ma di chi compie le opere del Padre Mio, è il
Regno dei CIeli". E di atei e agnostici che senza supporlo, ritenendolo solo
nobile spirito sociale, hanno agito per le Opere del Padre ce ne son stati e
ce ne sono.
Cordialmente. eu
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
m***@iol.it
2009-01-18 10:55:17 UTC
Permalink
Post by euforik_2008
Ti sbagli di grosso.
 Cordialmente. eu
Non è che mi sbaglio di grosso, è semplicemente che c'è chi crede nel
Vero e chi crede nel Falso.

Ecco perchè a me interessa ciò che è e non ciò che sembra.

Ciao
Vito
euforik_2008
2009-01-18 13:13:53 UTC
Permalink
Post by m***@iol.it
Non è che mi sbaglio di grosso, è semplicemente che c'è chi crede nel
Vero e chi crede nel Falso.
Sì, ma questo non significa che siano condicio sine qua non per salvarsi o
condannarsi.
Post by m***@iol.it
Ecco perchè a me interessa ciò che è e non ciò che sembra.
E' quello che appunto andavo dicendo

cordialmente eu
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
m***@iol.it
2009-01-18 14:42:57 UTC
Permalink
Post by euforik_2008
Sì, ma questo non significa che siano condicio sine qua non per salvarsi o
condannarsi.
Bisogna vedere poi che cosa intenda ciascuno per salvarsi o dannarsi,
essendo due concetti a valore variabile, inevitabilmente.

Certo, comunque, che credere Vera una cosa o il suo contrario non è
indifferente, e non è indifferente nemmeno quello che ne consegue.

Per fare un esempio concreto e facile: se credi che per togliere la
sete bisogni bere della sabbia non è come se credi che si debba bere
dell'acqua! :-) Che poi può anche essere pura o inquinata...

Un esempio, ancora concreto, ma forse meno facile: se credi di
risolvere certi problemi servendoti della guerra quando la cosa non
corrsiponde al Vero... :-)

Comunque, credo che sostanzialmente ci siamo intesi.

Come diceva Maab, è molto più semplice di quanto non sembri a prima
vista...

Moltri non "vedono" perché sono accecatui dal disordine interiore,
cioò da quel "famoso" groviglio Vero-Falso che il mondo ci regala da
quando nasciamo in poi.

Ciao
Vito
socrate
2009-01-18 17:29:27 UTC
Permalink
***@iol.it ha scritto:



Commette gravissimo abuso ad intitolare il tread "A nome di Baha'ù'llàh"
Non è baha'i.
s.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
socrate
2009-01-18 17:31:02 UTC
Permalink
***@iol.it ha scritto:

Commette gravissimo abuso ad intitolare il tread "A nome di Baha'ù'llàh"
Non è baha'i.
s.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Continua a leggere su narkive:
Loading...