Discussione:
E l'eterno Verbo-Figlio di Dio si fece Uomo e Altro ancora!
(troppo vecchio per rispondere)
Lori
2010-06-07 06:50:58 UTC
Permalink
Cari amici credenti e non credenti, ma tutti di buona volontà come
spero, ieri è stata la grande Festa del Carpus Domini e questa mattina
cerco di fare quanto mi è stato impossibile ieri.
Eccomi perciò a postare almeno qualcosa sul divino sublime Mistero
dell'Eucaristia in cui è la nostra Vita.

In http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua/Eucaristia.html

anni fa raccolsi delle mie povere riflessioni e iniziai così:

\\Provare a riflettere su un fatto tanto grande quanto affascinante è
avvertire sensazioni quasi di vertigini. Provare a raccogliere qualche
riflessione sull'Eucaristia è come porsi a guardare negli occhi Colui
che, dopo aver rinunciato al fulgore della sua Divinità ed essersi fatto
come uno di noi per metterci nelle condizioni di amarlo con semplicità e
naturalezza come amico, maestro, fratello maggiore, non ancora
soddisfatto del suo annichilimento, si è spinto oltre ogni
immaginazione. Il giorno prima di lasciarsi immolare sulla croce,
infatti, con la sua onnipotente Parola su un po' di pane e su un po' di
vino ha regalato all'umanità la sua presenza fisica viva e palpitante
che nel suo mistero è stata davvero meravigliosa in questi due mila anni
e che tale rimarrà fino al giorno del suo Ritorno. Ovvia la mia
sensazione di vertigini!\\

E poichè con questo post mi rivolgo agli amici di buona volontà e cioè a
quanti si rendono disponibili ad accogliere la Verità tutta intera su
Dio sull'uomo e sul mondo che Dio Stesso ci ha svelato per renderci Suoi
figli veri e quindi Suoi attivi collaboratori nella realizzazione dei
Suoi meravigliosi eterni progetti su noi, spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.

Con affetto in Gesù e nella sua e nostra Madre. Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Karman
2010-06-07 11:07:07 UTC
Permalink
"Lori" <***@zirakzigil.org> ha scritto nel messaggio news:hui8f1> avvertire
accogliere la Verità tutta intera su
Post by Lori
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo da dieci anni!Sempre la stessa!
(Sob.povere piattoline mie.,..non piangete.., che ora vi faccio una
grattatina..)))

Mimi'

( A rikill file)



,>
Gigio
2010-06-07 12:09:46 UTC
Permalink
 >
  accogliere la Verità tutta intera su
Post by Lori
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo  da dieci anni!Sempre la stessa!
 (Sob.povere piattoline mie.,..non piangete.., che ora vi faccio una
grattatina..)))
                                 Mimi'
( A rikill file)
,>
Ma caro Mimmo, invece di sbatterla nel killfile, perche' non provi,
come faccio io, a tentare di farla ragionare e dirle di impiegare
diversamente almeno un po' del tempo che spreca blaterando a vanvera?
Anche se aiutare il prossimo e' certamente piu' faticoso che pregare,
ingoiare ostie e pucciare la mano nell'acquasantiera, cio' e' molto
piu' gratificante. Dille anche che il dio tanto amato da lei, sarebbe
estremamente felice di questa sua inedita attivita'. Prova a dirglielo
tu, perche' con me ha gia' troncato tutti i rapporti. Lei sa che io
sono la voce pulita della sua coscienza sporca..
Ciao!
Gigio c'e'
Karman
2010-06-07 14:16:53 UTC
Permalink
Post by Lori
accogliere la Verità tutta intera su
Post by Lori
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo da dieci anni!Sempre la stessa!
(Sob.povere piattoline mie.,..non piangete.., che ora vi faccio una
grattatina..)))
Mimi'
( A rikill file)
,>
Ma caro Mimmo, invece di sbatterla nel killfile, perche' non provi,
come faccio io, a tentare di farla ragionare e dirle di impiegare
diversamente almeno un po' del tempo che spreca blaterando a vanvera?
Anche se aiutare il prossimo e' certamente piu' faticoso che pregare,
ingoiare ostie e pucciare la mano nell'acquasantiera, cio' e' molto
piu' gratificante. Dille anche che il dio tanto amato da lei, sarebbe
estremamente felice di questa sua inedita attivita'. Prova a dirglielo
tu, perche' con me ha gia' troncato tutti i rapporti. Lei sa che io
sono la voce pulita della sua coscienza sporca..
Ciao!
Gigio c'e'

Caro Gigio.
se non risponde a me che fui suo compagno di fede ....come faccio a
comunicare?
lasciamola nel Kil file..magari convertira Benzi .))) ahahahaha... e
portera' un'anima a Dio!
Certo che aiutare il prossimo e molto piu faticoso che pregare solamente..!
Basterebbe anche che andasse a dare da mangiare ai gattini randagi!Se sai
come mi aspettano.! .Qui a Sanremo ne han censiti migliaia..che crepan sotto
le auto.!Io sono impegnato anche su quel fronte!...

Ciao
Gigio
2010-06-07 14:50:38 UTC
Permalink
Post by Gigio
accogliere la Verit tutta intera su
Post by Lori
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo da dieci anni!Sempre la stessa!
(Sob.povere piattoline mie.,..non piangete.., che ora vi faccio una
grattatina..)))
Mimi'
( A rikill file)
,>
Ma caro Mimmo, invece di sbatterla nel killfile, perche' non provi,
come faccio io, a tentare di farla ragionare e dirle di impiegare
diversamente almeno un po' del tempo che spreca blaterando a vanvera?
Anche se aiutare il prossimo e' certamente piu' faticoso che pregare,
ingoiare ostie e pucciare la mano nell'acquasantiera, cio' e' molto
piu' gratificante. Dille anche che il dio tanto amato da lei, sarebbe
estremamente felice di questa sua inedita attivita'. Prova a dirglielo
tu, perche' con me ha gia' troncato tutti i rapporti. Lei sa che io
sono la voce pulita della sua coscienza sporca..
Ciao!
Gigio c'e'
Caro Gigio.
se non  risponde a me che fui suo compagno di fede ....come faccio a
comunicare?
lasciamola nel Kil file..magari convertira Benzi .))) ahahahaha... e
portera' un'anima a Dio!
Certo che aiutare il prossimo e molto piu faticoso che  pregare solamente..!
Basterebbe anche che andasse a dare da mangiare ai gattini randagi!Se sai
come mi aspettano.! .Qui a Sanremo ne han censiti migliaia..che crepan sotto
le auto.!Io sono impegnato anche su  quel fronte!...
                                  Ciao-
Bravo, Mimmo!
Se non altro, i micetti randagi di Sanremo hanno "adottato" un papa'
umano.. ;-)
Buon lavoro!!
P.S.
Non provartici nemmeno a far loro bere del Tavernello, mi
raccomando.... Hehehehe...
Ciao
Gigio c'e'
Lori
2010-06-08 06:26:39 UTC
Permalink
Post by Karman
Post by Lori
accogliere la Verità tutta intera su
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo da dieci anni!Sempre la stessa!
E da quando la frase "2+2 fa 4" la leggi, la senti dire e l'hai ripetuta
tu stesso e magari continui a ripeterla con insistenza ?
Non da dieci anni soltanto, da una vita!
E mi sai dire perchè non ti dà il fastidio che invece è capace di darti
la frase relativa non ad una nozioncina di aritmetica, ma a quanto c'è
di più importante e prezioso e cioè alla Verità per cui siamo fatti?!
Solo perché non ti impegna a rivedere la tua vita e a passarla al vaglio
della Parola di Dio in cui è la nostra vita nel tempo e nell'eterno?!

Mimmo, credimi, non ti serve chiedere scusa a Gesù!
Gesù ha fondato la sua Chiesa in cui e attraverso cui Lui continua a
tempo pieno la sua preziosa Opera di salvezza dell'uomo e del mondo.

Karman, ascoltami, ti conviene lasciare la tua fede "fai da te"!
Te lo consiglio con affetto di amica e sorella.
Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Raffaele Benzi
2010-06-08 12:43:03 UTC
Permalink
Post by Lori
Karman, ascoltami, ti conviene lasciare la tua fede "fai da te"!
Te lo consiglio con affetto di amica e sorella.
Lori
Il bue dice cornuto all'asino.
Senti chi parla di fede fai da te... ( aiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiai....)

Sarebbe la TUA la vera religione cristiana????????




Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] Figlio di Giuseppe) da Binet-Sanglé (1915) in base ai dati
forniti dagli Evangelisti canonici:
...La follia di Yeschuah Bar-Yosef si fonda principalmente sulle idee
che si riferiscono all'Essere supremo, agli angeli, al misticismo, ai
miracoli, alla predizione degli avvenimenti futuri. Egli dice di
ricevere ispirazioni divine [...]. Egli si crede chiamato a riformare
la religione del popolo d'Israele. È cosi che egli dispensa i suoi
discepoli dal digiuno, dai riti di purezza e dall'osservazione del
sabato, che egli scaccia i mercanti ed i cambiavalute del tempio [...].
Egli si crede chiamato a stabilire una religione universale di cui era
il dio [...]. Egli si diceva l'inviato di Iahvé [...] (Giov. VII,
28-29), un grande profeta [...] (Matteo XII, 41) ed aveva la pretesa di
essere immortale [...] (Marco VIII, 31). Egli si crede abbastanza
potente da resuscitare i morti [...] (Giov. V, 21), da lanciare l'ira
di Dio sulla terra [...] (Giov. III, 36), da affrettare la fine del
mondo [...] (Marco XIII, 24). Egli sente la voce di Dio nelle nuvole al
momento in cui Giovanni il Battista l'immergeva nel Giordano. Nel
deserto di Giudea ed a Getsemani egli si trova faccia a faccia con gli
angeli. Egli detta ai suoi discepoli un codice morale [...] ed il
vangelo del Regno dei cieli [...]. Il firmamento si squarcia davanti ai
suoi occhi [...] (Matteo III, 16) e, a Getsemani, egli contempla lo
splendore di un cherubino del paradiso. [...]. Egli era in contrasto
con le credenze religiose del suo paese (egli si diceva il Messia,
quantunque non presentasse alcuno dei segni tradizionali della
messianicità, non osservava il sabato e non considerava come
obbligatorio il digiuno ed i riti di purificazione), ed è soprattutto
ai ministri del sacerdozio che s'indirizza il suo odio ed il furore
della sua vendetta (egli ingiuria, egli maledice gli scribi ed, al suo
interrogatorio, risponde al sacerdote Hanan Ben-Scheth con una tale
insolenza che uno degli scribi presenti gli da uno schiaffo). [...].
L'estasi fu una delle complicazioni della sua follia. Egli avverte
spesso lo spirito di Dio parlare nel suo petto [...] (Giov. XIV, 10-11)
e allora improvvisava con più o meno calore ("parlava con autorità")
(Luca IV, 32). Questo accidente, conosciuto sotto il nome di
automatismo verbale, conferma [...] la grazia di cui è divenuto
possessore [...] (Giov. XII, 49-50). [...]. Nei suoi antenati vi sono
presenti forti predisposizioni alla follia religiosa. In un ambiente
saturo di idee mistiche, egli ha ricevuto un'educazione che
surriscalda, in certi momenti, le esaltazioni del sentimento naturale.
La sua follia non era altro che l'ipertrofia del suo carattere normale,
di cui la passione dominante era l'orgoglio (si può dire che egli si
crede "la Luce del mondo" [Giov. VIII, 12] prima di credersi il Figlio
di Iahvé ed il Messia). Egli nacque da genitori religiosi (che "si
recavano tutti gli anni a Gerusalemme per la Pasqua" [Luca II, 41])
[...]. All'età della pubertà (dodici anni) [...] egli fa una fuga [...]
e si dichiara il figlio del dio dei Giudei ("Io mi devo occupare delle
cose di mio padre" [Luca II, 49]) [...]. Più tardi egli ha delle
allucinazioni della vista, delle visioni celesti (il cielo si squarcia,
Satana precipita dal cielo, un angelo compare nel cielo). Le
allucinazioni dell'udito vengono corroborate con quelle della vista
(dal cielo avverte una voce: "Tu sei mio figlio, il bene amato, dal
quale io prendo piacere" [Marco I, 11]). La sua malattia attraversa un
periodo d'incubazione molto lungo (18 anni). [...]. I disturbi diversi
del sistema nervoso si combinano in sintomi di questo stato vesanico.
Gli accidenti isteroidi, in particolare un attacco di estasi con il
fenomeno catalettico della trasformazione [...] e dodici accessi di
tristezza. In lui, una profonda incapacità di lavoro si sposa ad una
inquieta attività. Egli frequentava assiduamente gli esercizi religiosi
delle sinagoghe e del tempio, ascoltava i sermoni, seguiva la missione
di Giovanni il Battista, divorava i libri di pietà (Bibbia ed apocrifi
dell'A.T., che egli cita) e non lasciava le sue pratiche di devozione
che per prolungarsi nelle meditazioni profonde, alla montagna o al
deserto.
Per una conseguenza inevitabile, egli abbandona la sua carriera, lascia
la sua famiglia e diviene un membro inutile della società. [...]. Il
secondo parossismo coincide con una astinenza prolungata (il digiuno di
quaranta giorni nel deserto). Egli fu provocato dalla missione di
Giovanni il Battista, i suoi sermoni veementi, le sue predicazioni, che
testimoniano in vivi colori le calamità del giudaismo. Una epidemia
mistica si manifesta, in Giudea, in seguito a queste predicazioni,
destinate a suscitare un risveglio religioso, e Yeschuah Bar-Yosef fu
una delle sue vittime. Il diavolo gioca un grande ruolo nelle
preoccupazione di questi alienati. Egli si trova in lotta con lui nel
deserto di Giudea. [...]. La sua vittoria si allea alle idee ambiziose
del delirio di grandezza. Egli è riformatore [...]. Egli è Messia
[...], profeta [...]. Il periodo di stato della sua follia fu il regno
dell'allucinazione.
Egli al momento della sua immersione nel Giordano da parte di Giovanni
il Battista, vede il cielo squarciarsi (Marco I, 10). Nel deserto di
Giudea, delle creature angeliche si affollarono intorno a lui [...]
(Marco I, 13), quando non era assalito da Satana, il capo degli spiriti
infernali. Le allucinazioni dell'udito completano il suo delirio
dandogli un carattere di precisione. [...]. Ben presto non si contenta
più del ruolo di predicatore, crede di dover passare all'azione (lo
vediamo allora abbandonarsi alle violenze contro i mercanti ed i
cambiavalute del tempio di Gerusalemme). Egli ha idee di mutilazione,
idee di castrazione [...]. Era dunque un malato pericoloso e sembrò
opportuno al gran sinedrio metterlo nell'impossibilità di nuocere. Al
meglio della sua carriera trionfale [...] arriva a provare degli
accessi violenti di dubbio e di disperazione [...]. Il periodo di stato
della sua follia dura almeno tre anni e non fu interrotto che per la
sua condanna a morte. A volte dissimula il suo delirio in modo da dare
l'illusione di una remissione temporanea, di un riconoscimento almeno
parziale dei suoi errori [...]. In Yeschuah Bar-Yosef si osservano
periodi di depressione marcati (come quello che accompagna la sua fuga
nel deserto) [...]. Egli sente e sa che Dio lo ha scelto per essere il
suo inviato ("Io sono venuto a nome di mio padre") (Giov. V, 43), per
essere il Messia ("Io sono il Messia") (Matteo XXIV, 5). [...]. Tutto
prende a suo gioco un significato simbolico, gli alimenti (nel pane e
nel vino che egli distribuisce ai suoi discepoli vede la carne ed il
sangue della vittima scelta per rinnovare l'alleanza tra Iahvé ed i
Giudei, cioè la sua propria carne ed il suo proprio sangue), le minime
azioni delle persone che lo circondavano (una prostituta lo ha
profumato con la mirra ed egli vede in ciò il preludio dell'unzione del
proprio cadavere [...]) (Marco XIV, 8). [...]. Egli è il tabernacolo
divino ("Padre tu sei in me") (Giov. XVII, 21). Egli dovrà soffrire
[...], ma da lui il mondo sarà salvato [...] (Giov. VI, 51). Queste
concezioni ambiziose, questa esaltazione della personalità, accettate
come certezze, si impossessano del malato. A trenta anni, con un umore
espansivo, con un abbandono gioioso (che si manifesta con le
"Beatitudini"), egli obbedisce alle sue idee.[...]. Nel linguaggio
iperbolico, egli celebra la grazia divina [...] (Giov. III, 16)[...].
La marcia della sua malattia si avanza per accessi ripetentesi
periodicamente. Infine un ultimo accesso (marcato da sette atti
vesanici e da anomalie del linguaggio) si prolunga fino alla fine della
sua esistenza. Questa marcia fu complicata da idee di persecuzione, il
malato essendo più che d'ordinario irritabile, collerico e diffidente.
Infine la depressione rimpiazza definitivamente l'espansione primitiva
di "Beatitudine". La sua malattia diviene cronica, con parossismi acuti
di allucinazione (come quelle del deserto del Giordano e come l'estasi
della montagna). [...]. Nel deserto di Giudea [...] rifiuta ogni
alimento e lo vediamo restare mutacico davanti al gran Sinedrio e
davanti a Ponzio Pilato. Egli si abbandona a violenze contro i mercanti
del Tempio, per la più grande gloria di Dio (per purificare la casa di
Iahvé suo padre). Egli è pericoloso per sé e per gli altri. Egli ha
delle idee di automutilazione, di cui una riguarda i testicoli ed il
pene. Un'altra, riguardante la mano, fa supporre in lui abitudini di
onanismo. La sua eccitabilità sessuale ci è rivelata da un attacco di
angoscia. Il suo delirio imprime un marchio sempre più profondo alle
sue idee e alla sua mimica e si traduce un giorno nel fenomeno
catalettico della trasfigurazione. [...].
Spesso dissimula con cura tutto per custodire una profonda convinzione,
la sua missione divina nel mondo ampio che lo circonda; allora
momentaneamente, egli rinuncia alla lotta e si contenta di possedere il
suo dono misterioso. [...]. La sua tara ereditaria è pesante (conta
nella sua famiglia sette mistici su tredici membri, di cui due
semifolli). Aveva un'intelligenza disarmonica, ancora quell'entusiasmo
esaltato della giovinezza [...]. Il periodo attivo della sua follia,
precede una depressione (segnalata dalla sua fuga nel deserto di
Giudea), [...] debutta bruscamente con una solennità religiosa [...],
al seguito della predicazione missionaria di Giovanni il Battista.
[...] si proclama eletto da Dio, si richiama allo spirito interiore (il
Soffio del Temuto), che lo possiede e gli dà ordini, si abbandona a dei
ragionamenti sottili e ad un atto delittuoso [...] (le vie di fatto
contro i mercanti ed i cambiavalute del tempio). Si crede il solo in
possesso della verità ("Io sono il cammino, la verità e la vita")
(Giov. XIV, 6). Tutto il resto è opera di Satana.[...]. Le sue parole
erano imperiose ("insegnava come avente autorità") (Matteo VII, 29).
Aveva bisogno di movimento, di attività (lo testimonia il suo
vagabondaggio perpetuo). Le funzioni di assimilazione si compiono in
lui abitualmente con regolarità (si merita così l'epiteto di "grande
mangione") (Matteo XI, 19). In questo malato, la sensibilità morale ed
affettiva erano profondamente pervertite. Non solamente egli era
irritabile, violento non sopportava opposizione alle sue idee fisse
("Se voi non credete chi sono io, morirete nei vostri peccati") (Giov.
VIII, 21), ma egli era pronto a sacrificare i suoi prossimi ai compiti
della sua missione. In lui rimarchiamo la perversione dei sentimenti
affettivi. Sotto l'influenza dell'esaltazione speciale che lo dominava,
la voce della natura non era capita. Tutte le affettività erano
sacrificate a questo sentimento esclusivo. Avendo abbandonato suo padre
e sua madre, durante un pellegrinaggio a Gerusalemme, dà loro questa
spiegazione: "Io mi devo occupare delle cose di mio padre" (Luca II,
49). Più tardi, dirà a sua madre: "Che c'è, femmina, tra me e te?"
(Giov. II, 4). Poi rifiuterà di ricevere anche i suoi fratelli. Egli si
crede profeta [...] (Giov. XIV, 29). Egli si crede il Messia inviato
per salvare il mondo ("Io sono il Messia") (Matteo XXIV, 5). [...].
Egli aveva ricevuto la missione di predicare nel mondo, nell'universo
intero [...]; egli predice gli avvenimenti futuri (la rovina di
Gerusalemme e del suo tempio, l'avvento del regno del Temuto) ed
impiega lo stile biblico (cita 33 volte la Bibbia). Il suo delirio
corre principalmente sulle idee che si rapportano all'Essere supremo
(Iahvé), agli angeli (maléakim), alla mistica, ai miracoli [...], alla
predizione degli avvenimenti futuri [...]. Pretende di avere ricevuto
le ispirazioni divine ("Tutto ciò che ho appreso da mio padre ve lo
farò conoscere") (Giov. XV, 15), si crede chiamato a riformare la
religione del popolo d'Israele, a stabilire una religione universale
[...]. Egli era immortale [...] e poteva fare miracoli ("[I ciechi
riacquistano la vista e gli zoppi camminano, i lebbrosi sono mondati ed
i sordi odono], i morti risorgono") [Matteo XI, 5] diceva dei suoi
curati affetti da letargia). Ovunque lo credevano un eretico che voleva
convertire [la gente] alla sua nuova religione. Egli cita i Salmi (13
volte) ed altri passi biblici in maniera più o meno intempestiva [...].
Egli era soggetto ad allucinazioni dell'udito e della vista in rapporto
con le sue concezioni deliranti. Egli si appoggia sulle sue pretese
testimonianze che gli forniscono certe allucinazioni (in particolare le
sue audizioni di Iahvé) [...]. Sovente una voce interiore gli mostra
chiaramente che Dio era in lui ("Chi vede me, vede colui che mi ha
mandato") (Giov. XII, 45). È lui che dirige tutti i suoi atti [...].
L'estasi fu una delle complicazioni della sua follia. La sua fisionomia
rivela allora la più viva espressione dell'idea che predomina al
momento in cui l'accesso era iniziato [...], la sua figura era
illuminata da un raggio di felicità indicibile ("Il suo viso
risplendeva come il sole") (Matteo XVII, 2). In questo stato estatico
egli era in preda alle allucinazioni più vive e più dolci [...]. Un
giorno, egli avvertì nuovamente partire una voce con queste parole:
"Questo è il mio figlio diletto" (Marco IX, 7). Egli si mette a
profetizzare e si abbandona ad ispirazioni a volte eloquenti [...].
Altre volte, improvvisamente, si esprimeva con un linguaggio
incomprensibile [...] (Giov. VI, 60). Si osserva in lui qualche idea di
natura melanconica che rivela la sua infelicità o le sue idee
ambiziose, il malato versa delle lacrime [...]. Egli vuole riscattare
il mondo [...] (Marco X, 45). Egli ha delle idee di automutilazione. La
durata della sua follia fu lunga (ventuno anni, da 12 a 33 anni, essa
non fu interrotta che dal suo supplizio). Questo malato era pericoloso,
riuniva le più spiacevoli anomalie psichiche. La perversione dei suoi
sentimenti, l'esaltazione delle sue idee, il fanatismo religioso (la
più temibile delle passioni), le allucinazioni di cui era preda ed il
carattere d'irresistibilità degli impulsi [...] quali dovevano fare
prendere a suo riguardo le misure che reclamavano la prudenza. A volte
si produceva, in lui, un'agitazione maniacale violenta (come quella che
si tradusse nelle vie di fatto contro i mercanti ed i cambiavalute del
tempio di Gerusalemme). Al di fuori delle cause abituali che vengono a
predisporre allo sviluppo di diverse forme di alienazione, fra cui si
deve includere il misticismo, le pratiche di una devozione esagerata ed
inintelligente (assiduità ai pellegrinaggi di Gerusalemme), la lettura
di opere astratte (Bibbia, Apocrifi del V.T.) e la frequenza abusiva
delle conferenze religiose (nelle sinagoghe) sono altrettante cause
provocatrici che favoriscono l'esplosione di questo delirio. [...]. Gli
antenati di Yeschuah Bar-Yosef indicano nettamente una predisposizione
alle malattie psichiche ed in particolare alla paranoia religiosa. La
sua malattia non era che il seguito dello sviluppo di un aspetto
religioso, bizzarro ed eccessivo del carattere, che esisteva in lui fin
dall'infanzia [...]. Ciò era dunque, per così dire, una ipertrofia del
carattere. [...]. Con la tristezza e la pigrizia intellettuale degli
imbecilli, si getta esclusivamente nella pratica dei comandamenti
religiosi da cui il suo titolo di Figlio del Temuto non lo dispensano
[...] (Matteo XIX, 17). [...]. In questo malato, che più tardi diviene
una preda per la paranoia religiosa, si produce, già nel periodo della
pubertà (dodici anni), uno stato di emozione psichica, che si manifesta
sotto forma di entusiasmo religioso (egli abbandona i suoi parenti, si
reca al tempio, nella sala degli scribi, e si mischia in una
discussione teologica). [...] (Luca II, 49). L'esplosione della
malattia sembra provenire da un affaticamento fisico causato dal
digiuno di lunga durata in cui si è abbandonato nel deserto. Fra gli
elementi psichici che agiscono come cause, notiamo i sermoni infiammati
di Giovanni il Battista e gli uffici delle sinagoghe a cui Yeschuah
Bar-Yosef assiste. Lo stadio d'incubazione di questa malattia dura
dodici anni. Si osservano in lui delle velleità ipocondriache (dodici
accessi di tristezza). Gli sussisteva inoltre un'anomalia dell'istinto
genitale (omosessualità), che era di una intensità anormale (così che
lo dimostrano le sue idee di castrazione) e lo induceva probabilmente
alla masturbazione (da cui le sue idee di amputazione della mano). Egli
perde il piacere del lavoro (abbandonando il suo mestiere di
carpentiere); permane a lungo nei suoi pensieri (soprattutto durante il
suo ritiro nel deserto), legge di preferenza la sacra Scrittura, i
trattati religiosi (33 citazioni della Bibbia e delle Apocalissi del
V.T.), era in tutti i pelligrinagi, seguiva l'ufficio della missione di
Giovanni il Battista e trascurava i suoi doveri sociali. Con
l'esaltazione religiosa, che a momenti si accentuava nettamente (ritiro
nel deserto, sermone sulla montagna, discorso di Gerusalemme) andavano
i fenomeni di erotismo e di onanismo (idee di castrazione e di
amputazione della mano). L'inizio dello stadio conclamato della
malattia fu marcato dalla comparsa delle allucinazioni (l'allucinazione
del Giordano e le quattro allucinazioni del deserto), come fenomeni
parziali di uno stato di eccitazione psichica che si accentua fino
all'estasi di pari passo con l'insonnia (notti consacrate alla
preghiera). In questi stati, la sublime sensazione che il suo corpo era
attraversato dal soffio divino penetra nella sua coscienza [...] e gli
cancella tutti gli interessi e le preoccupazioni terrestri [...]
(Matteo VI, 25). Un sentimeno di beatitudine (che si manifesta nelle
"Beatitudini") invade il malato, come se lo Spirito Santo si fosse
diffuso in lui [...] ed egli accusa coloro che lo dicono posseduto da
Baalzeboub di bestemmiare contro il Soffio del Temuto [Lo Spirito
Santo]. Yeschuah Bar-Yosef ha soprattutto delle visioni. Egli vede il
cielo squarciato [...]. Egli avverte delle voci [...]. Egli avverte le
profezie [...]. Queste allucinazioni durano fino alla sua esecuzione.
[...]. La base delle idee deliranti era la Salvezza del mondo ("Il
Temuto ha inviato suo figlio [...] affinché il mondo sarà salvato da
lui") (Giov. III, 17). La sua personalità, abitualmente bizzarra
all'origine (come prova l'accesso che egli ha avuto a dodici anni),
perde ben presto i suoi ultimi resti di riflessione [...]. A fianco dei
deliri primordiali e delle allucinazioni si ha in lui un'altra sorgente
importante di idee deliranti; questa è la paralogia di questo malato,
grazie alla quale egli interpreta falsamente ed in un modo veramente
insensato dei passi della Sacra Scrittura e li rapporta alla sua
propria persona. [...] questo malato agisce in conformità delle sue
idee, sia nel ruolo inoffensivo del predicatore nel deserto, in quello
di riformatore e di Salvatore del mondo, ciò che lo rende ridicolo
nella società, sia nel ruolo più pericoloso del campione della fede
divina il quale non esita ad infierire contro i mercanti [...], ad
majorem Dei gloriam (per purificare la casa di suo padre), alla maniera
di certi fanatici (nébiim) di epoche passate. Si possono, in lui,
distinguere due stadi patologici. Il primo, quello della passività (da
dodici a trenta anni), in cui si comporta semplicemente come
osservatore e recettore di sentimenti sublimi che germinano in lui e si
trova in presenza di allucinazioni. Il secondo stadio è quello
dell'attività dove il delirio perfetto cerca di farsi valere, quello
che provoca dei conflitti con il mondo reale ([...] erodiani, farisei,
scribi, sadducei, Gran Sinedrio, procuratore). [...] a fianco del
periodo di entusiasmo (come quello delle "Beatitudini") Matteo V, da 3
a 11) che arrivava fino all'estasi, egli aveva dei momenti in cui era
in preda a dei parossismi di contrizione profonda, di periodi di dubbio
sulla sua dignità per adempiere la missione divina [...] (Matteo IV,
3), dei periodi durante i quali egli rifiutava il nutrimento, aveva
delle idee di mutilazione e, in conseguenza delle visioni diaboliche,
si crede egli stesso minacciato da Satana [...]. La casa di famiglia
appariva a Yeschuah Bar-Yosef come un luogo di martirio, una stazione
di prova, , ma egli si consolava, sia con l'idea della sua prossima
missione messianica [...], sia della convinzione che il suo tempo non
era ancora venuto [...] (Giov. VII, 6). Egli si affidava costantemente
al proselitismo ed aveva delle esplosioni di fanatismo contro i
profani, gli scettici e gli increduli [...] (Matteo XI, 21; XXIII, da
13 a 29). In uno dei suoi parossismi depressivi, quando fu in lotta
contro le tentazioni del diavolo, si astiene dal nutrirsi per molti
giorni. Questo malato era pericoloso per lui stesso in ragione delle
sue idee di automutilazione. Egli era pericoloso per gli altri, come lo
prova l'atto di fanatismo in cui interpreta in maniera insensata un
passo della Bibbia ("La mia casa sarà chiamata casa di preghiera per
tutte le genti") (Isaia LVI, 7) scaccia, a colpi di corda, i mercanti
ed i cambiavalute del tempio di Gerusalemme. Ieschuah Bar-Yosef era un
soggetto intaccato da eredità patologica (genitori devoti, un fratello
ed un cugino germano semifolli, sette mistici su tredici membri della
famiglia). L'influenza dell'educazione e dell'ambiente sembra avere
avuto un'azione preponderante sull'orientamento del suo delirio in
senso religioso. Questo delirio in effetti colpisce un soggetto che,
dopo l'infanzia, presentava un gusto marcato per le pratiche della
religione, l'abitudine di ragionare su i dogmi ed un'autentica
esaltazione mistica [...].
Il suo delirio non fu realmente che l'amplificazione patologica delle
tendenze anteriori, quale un'ipertrofia del carattere in un soggetto
eccitabile [...]. Questo delirio religioso presenta nella sua
evoluzione tre periodi: periodo di preparazione, periodo di stato,
periodo di declino. Il periodo di preparazione o d'incubazione risale
alla pubertà. Essa era caratterizzata da un'attitudine alle emozioni
religiose e da un autentico entusiasmo per le cerimonie del culto
[...]. Egli progettava di evangelizzare la tribù giudaica e sognava il
martirio [...]. Queste preoccupazioni elevate coesistevano in lui con
una viva eccitabilità genitale (idee di castrazione) che si
soddisfaceva probabilmente con la masturbazione (idee di amputazione
della mano). [...] perde il gusto e l'abitudine del lavoro (e finisce
per abbandonare il suo mestiere) [...]. Il debutto del periodo di stato
del delirio caratteristico fu provocato dalle influenze depressive,
fisiche e morali. Fra le cause morali, si possono annoverare la fatica
del viaggio a Béthabara e al deserto, ma fa insistere sull'influenza
particolare che esercitarono i sermoni di un predicatore veemente,
Giovanni il Battista, il quale dipingeva con troppo compiacimento e
vivacità i tormenti dell'inferno [...] e le difficoltà di salute.
Agendo su un cervello in stato di imminente morbosità, queste
preoccupazioni turbanti trascinano lo schiudersi del delirio che appare
nel mezzo di una fase di eccitazione intensa (reclutamento dei primi
apostoli, fuga nel deserto, accessi di sitofobia, accessi di
demonomania esterna). Una volta costituito, questo delirio si
caratterizza da idee deliranti multiple e da allucinazioni. Le idee
deliranti religiose seguono lo sviluppo di quelle che esistevano già
nel periodo d'incubazione (filiazione divina). Le allucinazioni le
fissano e le precisano sempre più ("Tu sei il mio figlio diletto, in te
mi sono compiaciuto" (Marco I, 11). Il malato raddoppia le sue pratiche
religiose e vuole imporle intorno a lui è così che prescrive ai suoi
apostoli di praticare l'immersione battesimale). Passa il suo tempo in
preghiera (preghiere notturne sulle montagne) e non tarda a comunicare
con Dio (Iahvé) e con profeti (Mosè, Elia). Egli ha delle apparizioni
più frequenti, cielo squarciato, personaggi importanti (Mosè, Elia).
Egli interpreta e cerca di trovare in loro delle regole di condotta
("Come il padre mi ha ordinato, così agisco" (Giov. XIV, 31). Egli
avverte delle voci che lo rassicurano ("gli apparve un angelo dal cielo
per confortarlo" (Luca XXII, 43), gli fanno delle promesse [...] (Giov.
V, 20-21), gli danno degli ordini ("sono disceso dal cielo non per fare
la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato" (Giov. VI,
38), gli assegnano una missione particolare [...]. Le allucinazioni
della vista sono predominanti. Un giorno, le visioni e le voci si
manifestano al malato durante una crisi di estasi che si accompagna ad
un fenomeno catalettico, la trasfigurazione. Egli crede alla presenza
divina ("colui che mi ha mandato è con me e non mi lascia mai solo"
(Giov. VIII, 29), ad un soffio celeste (il Soffio del Temuto), che lo
penetra e lo trasforma. Egli ha un periodo depressivo (demonomania),
accusa l'azione diabolica.
Le turbe psico-motorie consistono in una sensazione di dislocamento del
corpo, di sollevamento ("il diavolo lo trasporta nella città santa e lo
pone sul pinnacolo del tempio [...] di nuovo il diavolo lo trasporta su
un monte altissimo e gli mostra tutti i regni del mondo" (Matteo IV, 5
e 8). Le allucinazioni verbali motrici (voci interiori) erano consuete
("Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso ma dal padre che
abita in me" (Giov. XIV, 10). [...]. Il malato è profeta [...]; Egli è
il rappresentante diretto di Dio sulla terra ("Io sono venuto nel nome
del padre mio" (Giov. V, 43).
Egli deve assicurare il trionfo della sua religione nell'universo, egli
è il salvatore del mondo [...]. A queste idee di grandezza si mescolano
delle idee di persecuzione. Ogni volta che deve lottare contro il
Demonio e le sue tentazioni, ha contemporaneamente dei nemici
(erodiani, farisei e scribi) che si oppongono alla sua missione, che
rinnegano la sua grandezza e si adoperano a suscitargli ostacoli. Ma
nell'insieme del delirio, queste idee di persecuzione, secondarie nel
loro sviluppo, sono ugualmente importanti [...]. Questo delirante
religioso era animato da un vivo spirito di proselitismo. [...]. Egli
diviene così il punto di partenza di un'autentica epidemia di delirio
mistico dando luogo, dopo la sua morte, non solo a delle stravaganze,
ma anche a degli accessi gravissimi e pericolosissimi (crociate,
inquisizioni, guerre degli Albigesi). Egli presentava una tendenza
particolare alle mutilazioni [...], specialmente quella degli organi
genitali (poiché ne parla in due riprese), cioè la castrazione. Le sue
sofferenze e la sua morte [...] assicurano la sua salute eterna ("Dopo
che sarà messo a morte, risorgerà dopo tre giorni" (Marco IX, 31).
[...]. Le sue idee di automutilazione passa ad applicarle su gli altri
(mercanti e cambiavalute del tempio) [...] consigliando loro di
castrarsi [...] e di amputarsi la mano. Negli ultimi giorni di
Gerusalemme, le sue idee deliranti sono stereotipate, senza varietà e
senza splendore. Il malato si immobilizza nelle formule monotone,
ripete sempre le stesse parole ("Io sono il Figlio del Temuto", "Io
sono disceso dal cielo", "Il Padre mi ha inviato", "Io resusciterò al
terzo giorno"). Egli adotta una condotta conforme alla sua missione
immaginaria (esegue nella capitale giudea l'entrata solenne del Messia.
Egli si interessa che si discuta con lui delle questioni religiose
[...]. Egli presenta un sintomo di catalessia, la famosa
trasfigurazione. Yeschuah Bar-Yosef era un Semita, un Giudeo, un
operaio carpentiere. La sua eredità era tarata (egli contava nella sua
famiglia, composta di tredici membri, sette mistici e due semifolli).
Egli comparve in un paese di buon vino, in un'epoca in cui l'alcolismo
incombeva sulla popolazione giudea. Costui era un degenerato fisico,
debole di costituzione e probabilmente tubercoloso. Si osservano in lui
una sitofobia di lunga durata, delle idee di castrazione rivelanti
l'erotismo e dei sintomi di omosessualità. [...] il suo temperamento
mistico, il suo interesse per il soprannaturale (egli non parla che di
Iahvé, degli angeli, dei demoni, del paradiso e dell'inferno) [...]. Il
sentimento che dominava in lui era l'orgoglio. Indifferente allo
sguardo della sua famiglia [...] egli si affeziona esclusivamente a
quelli che lo riconoscono per il figlio ed il prescelto di Dio [...].
Il suo altruismo si riduce alla pietà. Triste (12 accessi di tristezza
contro 4 accessi di gioia), timoroso, incline all'ansietà, avendo
presentato un attacco di angoscia, egli dissimulava ordinariamente il
suo delirio e fuggiva davanti ai suoi nemici. Odioso ed irritabile,
egli ingiuriava, malediceva o colpiva chi gli sembrava opporre ostacolo
al compimento della sua missione divina [...]. Il suo delirio non fu
che il risultato dell'animazione esercitata sulle immagini e sulle idee
dai sentimenti che lo dominavano, l'orgoglio ed il misticismo. Egli si
era basato sull'errore primordiale di essere il figlio di Dio ("Io sono
nato dal Temuto"). l'inviato di Dio ("Tu mi hai inviato nel mondo"),
l'inspirato da Dio ("Il mio insegnamento non è da me, ma da colui che
mi ha mandato"), Dio lui stesso ("Chi mi ha visto a visto il padre") e
di partecipare degli attributi della divinità: L'immortalità ("Al terzo
giorno resusciterà") ed il potere su tutte le cose, ivi compresi gli
elementi (Egli dice al mare:"Calmati e mantieniti tranquillo") e la
morte [...]. Questo delirio, comparso nell'infanzia, si sviluppa dalla
gemmazione dell'errore primordiale [...]. Esso era sistematizzato, le
idee componenti procedevano le une dalle altre per induzione o
deduzione. Allorché questa vegetazione fu terminata, verso l'età di
trenta anni, il delirio si fissa nella sua forma e dura quanto la vita.
Nel primo periodo esso si proietta sotto forma di allucinazioni:
allucinazioni visive, uditive verbali (la voce proveniene dal cielo. le
proposte di Satana e dell'angelo consolatore), endouditive verbali,
cinestesiche verbali con automatismo [...], cinestesiche di trasporto
("Il diavolo lo trasporta sul pinnacolo del tempio", poi "verso una
montagna altissima") (Matteo IV, 5 e 8).
Più frequenti erano le allucinazioni visive. Per lo più erano alte (il
cielo squarciato e la colomba, Satana precipitante dal cielo, l'angelo
consolatore). Altre luminose (Satana precipitante dal cielo come un
lampo). Una di queste si accompagna ad un'attacco di estasi con
trasfigurazione. Il malato vede dei personaggi divini o demoniaci
(Iahvé, gli angeli, Satana), avverte la loro voce, li sente presso di
lui ("Io non sono solo, stante il padre in me" (Giov. XVI, 32) [...],
lo sente parlare attraverso la sua bocca ("Le parole che vi dico non
sono da me, ma dal padre che abita in me" (Giov. XIV, 10). In lui le
allucinazioni dei diversi sensi si combinano tra loro, soprattutto le
visive con le verbali. [...]. Era un immaginativo ed un contemplativo.
[...] fissava affettivamente le immagini, la metafora, l'allegoria ed
il parlare in parabole. La sua facoltà di osservazione era debole, la
sua intelligenza gretta [?!], il suo ragionamento vizioso, entimemico
[ragionamento in forma sillogistico-deduttiva in cui è taciuta una
delle due premesse], esclusivamente giustificatore, il malato non ha
altra mira che formulare dei sillogismi dimostranti il giusto
fondamento delle sue convinzioni deliranti. Allorché il delirio fu
completamente edificato, si tradusse negli atti. Il malato, persuaso
che aveva una missione da compiere, volle rinnovare la religione,
riformare la morale giudea [...], rigenerare la società e, alla fine
dei conti, trasformare l'universo (con l'istituzione del Regno del
Temuto) secondo i fini del suo orgoglio. Per questo suo obbiettivo,
egli abbandona il suo mestiere di carpentiere, la sua famiglia, il suo
paese, e intraprende una vita di vagabondaggio dove alterna la marcia
al trionfo (verso Gerusalemme) con la fuga (a Cesarea di Filippo, a
Tiro, ad Efraim) davanti agli agenti del potere, farisei ed erodiani.
Egli eseguì sette atti strani, assurdi o pericolosi, ebbe delle idee di
automutilazione sessuale e si abbandonò a violenze verso i mercanti del
tempio di Gerusalemme. Gli evangelisti osservarono in lui il monologo
nella solitudine, il monologo in pubblico, il dialogo con la divinità,
la logorrea, la paralogia tematica, l'embolalia, l'auto-ecolalia,
l'abuso dei pronomi io e me, l'auto-designazione in terza persona, la
parola autoritaria, l'incoerenza, le esplosioni verbali ed un accesso
di mutismo. La sua attività era irregolare. Procedeva per accessi e
stati frammezzati da lunghi periodi di riposo. Egli era soggetto a
delle insonnie allucinatorie (trascorreva delle notti sulle montagne
intrattenendosi con Iahvé, suo padre), e si osservò in lui un accesso
di sonno parossistico. Nel corso della sua missione divina, egli si
scontra con il culto ufficiale (rappresentato dai farisei e dal Gran
Sinedrio) e con il governo costituito (rappresentato da Erode Antipa e
Ponzio Pilato) e fu oggetto di inquietudine, di persecuzione e di
misure repressive che suscitarono in lui delle idee, accessorie ed
episodiche, di persecuzione. Infine, per sfuggire agli inquisitori, ai
politici ed ai magistrati, egli dissimula il suo delirio. ma ben presto
l'orgoglio lo conduce al timore ed egli si abbandona ad un atto
antisociale (le vie di fatto contro i mercanti ed i cambiavalute del
tempio), che determina la sua condanna a morte.
Grazie alla forza della sua convinzione e all'energia del suo
linguaggio, egli trasmise il suo delirio al fratello Yaakob Bar Yosef,
fece impressione sugli ignoranti (pescatori del lago di Tiberiade), sui
deboli mentali e sui nevropatici (Maria la Magdalena) e, per innesti
successivi dei suoi errori, determinò questa epidemia mentale che
Lori
2010-06-08 13:10:40 UTC
Permalink
Lori wrote:
--------
\\Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.\\
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di
Raffaele, e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità
di ogni tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano
ancora bestemmiare, pietà di noi!
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Porfirio
2010-06-08 16:34:05 UTC
Permalink
Post by Lori
--------
\\Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.\\
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di Raffaele,
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il suo
ardire blasfemo !!


Itzcoatl
Post by Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Gigio
2010-06-09 01:46:46 UTC
Permalink
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
\\Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.\\
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di Raffaele,
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il suo
ardire blasfemo !!
Itzcoatl
Si', ma le piangera' circondato da diavolesse ciuccia-ciuccia anziche'
piangere recitando preghiere da mane a sera: vuoi mettere?
Ciao
Gigio c'e'
Aanselm
2010-06-09 06:18:12 UTC
Permalink
Post by Gigio
Si', ma le piangera' circondato da diavolesse ciuccia-ciuccia anziche'
piangere recitando preghiere da mane a sera: vuoi mettere?
Ciao
Gigio c'e'
Le frustrazioni sessuali e i turbamenti psico-emotivi
di certi individui traspaiono con una certa evidenza
in quasi ogni msg. Essi pensano che la loro vita stressata
possa ricevere un po' di sollievo proiettando sugli altri
le proprie fantasie subliminali. Ma i fatti sono evidenti:
certi personaggi intasano il ng di religione con argomenti
che di religione non hanno nulla a che vedere.
Un minimo di senso civico, che però probabilmente è del tutto
assente in questi poveri personaggi, dovrebbe indirizzarli
verso ng più adeguati ai loro bisogni psicologici.
Interessante sarebbe esplicitare il bisogno di pseudotrasgressioni
connesso alle interazioni virtuali. Questi personaggi
perdono facilmente il senso della realtà, credono di vivere davvero
in modo virtuale e non tengono conto dei sani meccanismi
di controllo che generalmente regolano le persone equilibrate.
Abitudini di questo genere finiscono con incidere
pesantemente sulla vita reale. Ma non escludo che il rapporto
di causa ed effetto possa essere inverso,
ovvero sono le frustrazioni della vita reale
che generano le proiezioni subcoscienti dei turbamenti
di base della psiche. In ogni caso si evidenziano
comportamenti di personaggi inequivocabilmente squilibrati.
--
A
Gigio
2010-06-09 06:43:17 UTC
Permalink
Post by Aanselm
Post by Gigio
Si', ma le piangera' circondato da diavolesse ciuccia-ciuccia anziche'
piangere recitando preghiere da mane a sera: vuoi mettere?
Ciao
Gigio c'e'
Le frustrazioni sessuali e i turbamenti psico-emotivi
di certi individui traspaiono con una certa evidenza
in quasi ogni msg. Essi pensano che la loro vita stressata
possa ricevere un po' di sollievo proiettando sugli altri
certi personaggi intasano il ng di religione con argomenti
che di religione non hanno nulla a che vedere.
Un minimo di senso civico, che però probabilmente è del tutto
assente in questi poveri personaggi, dovrebbe indirizzarli
verso ng più adeguati ai loro bisogni psicologici.
Interessante sarebbe esplicitare il bisogno di pseudotrasgressioni
connesso alle interazioni virtuali. Questi personaggi
perdono facilmente il senso della realtà, credono di vivere davvero
in modo virtuale e non tengono conto dei sani meccanismi
di controllo che generalmente regolano le persone equilibrate.
Abitudini di questo genere finiscono con incidere
pesantemente sulla vita reale. Ma non escludo che il rapporto
di causa ed effetto possa essere inverso,
ovvero sono le frustrazioni della vita reale
che generano le proiezioni subcoscienti dei turbamenti
di base della psiche. In ogni caso si evidenziano
comportamenti di personaggi inequivocabilmente squilibrati.
--
A
Ma caro Aanselmuccio, mi meraviglio di te!
Uno della tua grande levatura socio-culturale, abbassarsi a fare il
trolletto di merda! Suvvia! Non e' da te...
Chi non ti conosce potrebbe inoltre pensare che sei tu ad avere gravi
turbe psichiche, lo sai?
Un giorno forse ti raccontero' la storia di Vito...
Baci ed abbracci
Gigio c'e'
Aanselm
2010-06-09 06:56:05 UTC
Permalink
Post by Gigio
Chi non ti conosce potrebbe inoltre pensare che sei tu ad avere gravi
turbe psichiche, lo sai?
QED!!!
Non avevo dubbi sulla tua tipica risposta da mirroring
(priva di fatti oggettivi).
Per fortuna ci sono diverse persone, a cui mando i saluti,
che sanno, a differenza di te, leggere e comprendere,
a vari livelli di comunicazione,
quello che si scrive.
--
A
Gigio
2010-06-09 12:14:55 UTC
Permalink
Gigio:> Chi non ti conosce potrebbe inoltre pensare che sei tu ad avere gravi
Post by Gigio
turbe psichiche, lo sai?
Per fortuna ci sono diverse persone, a cui mando i saluti,
che sanno, a differenza di te, leggere e comprendere,
a vari livelli di comunicazione,
quello che si scrive.
--
A
Sai come mi piace immaginarti? Sdraiato sul lettino dello psichiatra e
TU che analizzi lui.... ;-)
Stai attento a salire troppo in alto, caro mio. E' facile crollare e
farsi tanto male..
Umilta' ci vuole, umilta'. Sai cos'e'? No, vero?
Ciao
Gigio c'e'
Lori
2010-06-09 06:23:26 UTC
Permalink
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
\\Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.\\
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di Raffaele,
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il suo
ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.

Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.

Sempre con affetto in Gesù, Unico Salvatore dell'uomo e del mondo,
Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Porfirio
2010-06-09 08:58:05 UTC
Permalink
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
\\Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.\\
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di
Raffaele, e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità
di ogni tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano
ancora bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il
suo ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Bene grazie....ma sai, ilmondo e il NG abbondano di incalliti peccatori.
Speriamo che la misericordia divina non infierisca piu' di tanto su di loro,
e che si limiti solo a funzioni pedagogiche, affinche' il giorno della
risurrezione della carne possano anch'essi glorificare l'Altissimo con inni
e salmi e con maggior intensita' di quella che ora usano per proferire
bestemmie, e offendere la SS trinita' ( Dio li perdoni)
Post by Lori
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate dette
e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante disgrazia lo
colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo tempo prezioso a
difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli servirà
assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui non sapeva e
che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Vero, occorre almeno nell'ultimo respiro un sentimento di sincera penitenza,
il che sara' sufficiente a salvare la loro anima , oggi purtroppo avvolta in
catene e reti di lussuria e peccato. Ma sai, Lori, l'essere umano e' cosi'
fatto. Cede alle lusinghe della carne, delle comodita', pensa all'oggi e mai
al dopo....ma non e' eterno, e piu' prima che poi dovra' fare i conti col
Clemente e Misericordioso. Allora vedremo tanti superbi che infestano il NG
chinare il capo di fronte al Giudice ultimo che emette sentenze
irrevocabili, chiederanno perdono,riconosceranno le loro trasgressioni,ma
sara' troppo tardi.
Pentitevi, varii Raffaele, Porfirio, si', anch'io mi metto tra i peccatori,
anzi ne sono il primo....ricorda, Lori, laddove abbondo' il peccato, la'
abbondera' la Grazia.

pace e bene

Itzcoatl
Post by Lori
Sempre con affetto in Gesù, Unico Salvatore dell'uomo e del mondo,
Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Lori
2010-06-09 16:45:10 UTC
Permalink
Post by Porfirio
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
\\Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.\\
...
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di
Raffaele, e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità
di ogni tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano
ancora bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il
suo ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Bene grazie....ma sai, ilmondo e il NG abbondano di incalliti peccatori.
Siamo tutti peccatori, ma grazie a Dio non tutti "incalliti".
Post by Porfirio
Speriamo che la misericordia divina non infierisca piu' di tanto su di loro,
e che si limiti solo a funzioni pedagogiche, affinche' il giorno della
risurrezione della carne possano anch'essi glorificare l'Altissimo con inni
e salmi e con maggior intensita' di quella che ora usano per proferire
bestemmie, e offendere la SS trinita' ( Dio li perdoni)
Mi piace questo tuo nuovo linguaggio anche se devo dirti che la
misericordia di Dio è infinito amore vero e puro e non infierisce mai
contro nessuno; idem dicasi per la giustizia infinita di Dio!
Post by Porfirio
Post by Lori
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate dette
e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante disgrazia lo
colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo tempo prezioso a
difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli servirà
assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui non sapeva e
che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Vero, occorre almeno nell'ultimo respiro un sentimento di sincera penitenza,
il che sara' sufficiente a salvare la loro anima , oggi purtroppo avvolta in
catene e reti di lussuria e peccato. Ma sai, Lori, l'essere umano e' cosi'
fatto. Cede alle lusinghe della carne, delle comodita', pensa all'oggi e mai
al dopo....ma non e' eterno, e piu' prima che poi dovra' fare i conti col
Clemente e Misericordioso. Allora vedremo tanti superbi che infestano il NG
chinare il capo di fronte al Giudice ultimo che emette sentenze
irrevocabili, chiederanno perdono,riconosceranno le loro trasgressioni,ma
sara' troppo tardi.
Pentitevi, varii Raffaele, Porfirio, si', anch'io mi metto tra i peccatori,
anzi ne sono il primo....ricorda, Lori, laddove abbondo' il peccato, la'
abbondera' la Grazia.
pace e bene
Devo preparare la cena per i miei e per ora non posso soffermarmi a
dirti quello che sento di dirti.
Una cosa però te la chiedo, questa: il cambiamento che rilevo nel tuo
linguaggio è proprio vero e cioè sei veramente in cammino verso la
Verità tutta intera su Dio, sull'uomo e sul mondo che Dio Stesso ci ha
rivelato per farci suoi veri figli intelligenti e attivi nel collaborare
con Lui alla realizzazione del suo progetto d'amore sulla sua creazione?
sappi che non pretendo la risposta a voce alta.
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
mitrafrancesco
2010-06-09 19:26:38 UTC
Permalink
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di Raffaele,
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il suo
ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Post by Lori
Sempre con affetto in Gesù, Unico Salvatore dell'uomo e del mondo,
Lori
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Lori
2010-06-10 06:26:22 UTC
Permalink
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di Raffaele,
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il suo
ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.

Da questa precisazione molto logica la deduzione:
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.

Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
mitrafrancesco
2010-06-10 16:52:36 UTC
Permalink
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di Raffaele,
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il suo
ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.
Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
Altro che, Lori, direi che il mio ateismo ha un sacco di giustificazioni.
Nel momento in cui verrò giudicato dal padreterno, a cui non credo, ma non
si sa mai, presenterò la tessera del PCI di mio padre, che ha condizionato
gravemente il mio rapporto con la verità, proprio perchè lui riteneva che
fossero tutte balle.
Era un brav'uomo, che ricordo con affetto, e quindi il suo "influsso" non
è stato certo sminuito dalla sua mancanza.
Speriamo che basti, ma nel frattempo mi preparo altri supporti
giustificativi, visto che non sono certo le condizioni per non credere
quelle che mancano.
Anzi, la maggior parte le crea la chiesa stessa.
Ma non voglio essere polemico, che poi magari mi rovino da solo...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Maab
2010-06-10 17:18:49 UTC
Permalink
Post by Lori
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di
Raffaele,
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il
suo
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula
correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.
Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
Altro che, Lori, direi che il mio ateismo ha un sacco di giustificazioni.
Nel momento in cui verrò giudicato dal padreterno, a cui non credo, ma non
si sa mai, presenterò la tessera del PCI di mio padre, che ha condizionato
gravemente il mio rapporto con la verità, proprio perchè lui riteneva che
fossero tutte balle.
Era un brav'uomo, che ricordo con affetto, e quindi il suo "influsso" non
è stato certo sminuito dalla sua mancanza.
Speriamo che basti, ma nel frattempo mi preparo altri supporti
giustificativi, visto che non sono certo le condizioni per non credere
quelle che mancano.
Anzi, la maggior parte le crea la chiesa stessa.
Ma non voglio essere polemico, che poi magari mi rovino da solo...
A nessuno è dato di sapere se e come ci sarà un'aldilà.Quello che sfugge ai
credenti di ogni religione è,che tutto ciò che si dice in merito è sempre
STATO SCRITTO DA UOMINI,più o meno illuminati , nessuno dei quali è riuscito
a dare dimostrazioni concrete rispetto a tutti i bei discorsi che ci sono
stati tramandati!Una cosa certa è la vita,quella che viviamo giorno dopo
giorno,un'altra cosa certa è la morte, che arriva inesorabilmente per tutti,
il dopo .......non è mai tornato nessuno a raccontarcelo...Questo non esime
nessuno dallo scegliere per se stesso,una strada che lo appaghi,anche sotto
il profilo delle aspettative future....ma da qui a voler imporre le proprie
convinzioni agli altri ce ne passa!!!:-)


Saluti liberi

°Maab°
karman
2010-06-12 11:55:34 UTC
Permalink
Post by Maab
Post by Lori
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
Post by Raffaele Benzi
Post by Karman
news:hui8f1>
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di
Raffaele,
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
Post by Lori
e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni
tempo e di ogni luogo, anche Raffaele e quanti come lui osano ancora
bestemmiare, pietà di noi!
Raffaele e' dannato per l'eternita'.....piangera' lacrime amare per il
suo
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Porfirio
ardire blasfemo !!
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula
correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.
Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
Altro che, Lori, direi che il mio ateismo ha un sacco di giustificazioni.
Nel momento in cui verrò giudicato dal padreterno, a cui non credo, ma non
si sa mai, presenterò la tessera del PCI di mio padre, che ha condizionato
gravemente il mio rapporto con la verità, proprio perchè lui riteneva che
fossero tutte balle.
Era un brav'uomo, che ricordo con affetto, e quindi il suo "influsso" non
è stato certo sminuito dalla sua mancanza.
Speriamo che basti, ma nel frattempo mi preparo altri supporti
giustificativi, visto che non sono certo le condizioni per non credere
quelle che mancano.
Anzi, la maggior parte le crea la chiesa stessa.
Ma non voglio essere polemico, che poi magari mi rovino da solo...
A nessuno è dato di sapere se e come ci sarà un'aldilà.
1)Questo lo dici tu ma tu non fai testo.Uno puo anche dire di avere il culo
a mandolino..e di suonare concerti (petàli)..quanto emette scorregge dopo
aver
rmangito fagioli e cotiche!

.Quello che sfugge ai
Post by Maab
credenti di ogni religione è,che tutto ciò che si dice in merito è sempre
STATO SCRITTO DA UOMINI,più o meno illuminati , nessuno dei quali è
riuscito a dare dimostrazioni concrete
1)Non esiste una dimostrazione concreta perche se la gente non ha creduto
alle telecamere che non si suggestionano al proposito della "danza del
Sole",se io gli facessi apparire,a quaklcuno che fa lo sopaccunciello.. la
buonanima della sua donna (magari
suicidatasi per amore..o per una lite..(gran bella donna direi)
risponderebbe che si tratta di allucinazione!



rispetto a tutti i bei discorsi che ci sono
Post by Maab
stati tramandati!Una cosa certa è la vita,quella che viviamo giorno dopo
giorno,un'altra cosa certa è la morte, che arriva inesorabilmente per
tutti, il dopo .......non è mai tornato nessuno a raccontarcelo.
Questa e' una balla unica che nasce dalla totale ignoranza della
fenomenologia paranormale.
Gli atei san solo negare, negare, negare(mentre i cedenti non doverbbero
aver dubbi).ma senza una prova o un riscontro
oggettivo di cio che negano"
Insomma un cane e molto piu dotto di loro!"!
Post by Maab
nessuno dallo scegliere per se stesso,una strada che lo appaghi,anche
sotto il profilo delle aspettative future....ma da qui a voler imporre le
proprie convinzioni agli altri ce ne passa!!!:-)
Questa e un'altra scemata!Chi ritiene che le opinieni diverse degli altri
,solo perche esternate, sieno "imposte" dovrebbe andare a discutere.
con gente che la pensa"Esattamente" come loro.Io non conosco nel mio
vocabolario la
parola "imposizione" ma il termine" Confronto fra opinioni diverse o
contrastanti"
E se difendo le mie lo faccio dopo aver sperimentato per anni certe cose,.ma
lascio liberi i "poveri" uditori"di tapparsi le orecchie se temono che
l'espressione del libero pensiero sia una "Imposizione"
Che fregnacce !

karman

(che vi ha mollato,.ma che ogni tanto si fa una capatina tanto per
scompisciarsi dalle risate nel leggere i post di quei due, o tre figuri
imbecilli (tu non c'entri nulla) che hanno "culturalmente" affossato ICR.
Ed ai quali suggeriso di moderarsi perche'se debordano dai limiti (come un
farabbutto ha fatto e fa co me) li sbatto in galera,,ma non solo
per tre o 4 giorni)
Niente piu abuse.(a che serve? Dopo una settimana ne hai uno nuovo...)

Ciao Mahab!

.
Post by Maab
Saluti liberi
°Maab°
Lori
2010-06-11 09:24:37 UTC
Permalink
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
-------
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
....
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.
Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
Altro che, Lori, direi che il mio ateismo ha un sacco di giustificazioni.
E tutte le tue giustificazioni su cosa poggiano, su quanto ritieni vero
giusto e santo e cioè degno di ogni essere umano immortale quindi anche
di te, oppure soltanto su quanto ti piace e cioè su quanto può in
qualche modo soddisfare i nostri istinti passeggeri della sosta terrena?
Post by mitrafrancesco
Nel momento in cui verrò giudicato dal padreterno, a cui non credo, ma non
si sa mai, presenterò la tessera del PCI di mio padre, che ha condizionato
gravemente il mio rapporto con la verità, proprio perchè lui riteneva che
fossero tutte balle.
E vuoi far credere al buon Dio e anche a me che la povera tessera di tuo
padre sia riuscita a condizionarti così tanto da privarti della libertà
di pensare volere e decidere per sempre della tua vita?
Puoi anche convincere me, ma non Dio!
Post by mitrafrancesco
Era un brav'uomo, che ricordo con affetto, e quindi il suo "influsso" non
è stato certo sminuito dalla sua mancanza.
Lo credo e credo pure che lui sia salvo.
Sai, ieri in Italia non tutti avevano la possibilità oggettiva che
abbiamo oggi di spaziare qua e là e di approfondire così la conoscenza
dell'errore e della verità, del bene e del male!
Post by mitrafrancesco
Speriamo che basti, ma nel frattempo mi preparo altri supporti
giustificativi, visto che non sono certo le condizioni per non credere
quelle che mancano.
Parli di condizioni oggettive o soggettive?!
Post by mitrafrancesco
Anzi, la maggior parte le crea la chiesa stessa.
E tu puoi dire almeno a te stesso di sapere veramente cos'è la Chiesa?!
Post by mitrafrancesco
Ma non voglio essere polemico, che poi magari mi rovino da solo...
Caro Francesco, perché non ti impegni almeno un po' a pensare sul senso
vero della vita umana, della nostra vita sulla terra?!
Fallo, dai, che ti costa?
Con affetto Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Gigio
2010-06-11 11:40:34 UTC
Permalink
Post by Lori
Fallo, dai, che ti costa?
Con affetto Lori
Su', Francesco: fallo... FALLO!!!
Ooops.. Scusate, non volevo...
Ciao
Gigio c'e'
mitrafrancesco
2010-06-11 16:18:27 UTC
Permalink
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
-------
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
....
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.
Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
Altro che, Lori, direi che il mio ateismo ha un sacco di giustificazioni.
E tutte le tue giustificazioni su cosa poggiano, su quanto ritieni vero
giusto e santo e cioè degno di ogni essere umano immortale quindi anche
di te, oppure soltanto su quanto ti piace e cioè su quanto può in
qualche modo soddisfare i nostri istinti passeggeri della sosta terrena?
Post by mitrafrancesco
Nel momento in cui verrò giudicato dal padreterno, a cui non credo, ma non
si sa mai, presenterò la tessera del PCI di mio padre, che ha condizionato
gravemente il mio rapporto con la verità, proprio perchè lui riteneva che
fossero tutte balle.
E vuoi far credere al buon Dio e anche a me che la povera tessera di tuo
padre sia riuscita a condizionarti così tanto da privarti della libertà
di pensare volere e decidere per sempre della tua vita?
Puoi anche convincere me, ma non Dio!
Post by mitrafrancesco
Era un brav'uomo, che ricordo con affetto, e quindi il suo "influsso" non
è stato certo sminuito dalla sua mancanza.
Lo credo e credo pure che lui sia salvo.
Sai, ieri in Italia non tutti avevano la possibilità oggettiva che
abbiamo oggi di spaziare qua e là e di approfondire così la conoscenza
dell'errore e della verità, del bene e del male!
Post by mitrafrancesco
Speriamo che basti, ma nel frattempo mi preparo altri supporti
giustificativi, visto che non sono certo le condizioni per non credere
quelle che mancano.
Parli di condizioni oggettive o soggettive?!
Post by mitrafrancesco
Anzi, la maggior parte le crea la chiesa stessa.
E tu puoi dire almeno a te stesso di sapere veramente cos'è la Chiesa?!
Post by mitrafrancesco
Ma non voglio essere polemico, che poi magari mi rovino da solo...
Caro Francesco, perché non ti impegni almeno un po' a pensare sul senso
vero della vita umana, della nostra vita sulla terra?!
Fallo, dai, che ti costa?
Con affetto Lori
Se penso a mio padre, lo paragono idealmente a te.
Era un brav'uomo, ed è stato anche il mio migliore amico. E' morto quasi
trentanni fa, ed in un certo senso è bene che sia successo allora.
Era stato partigiano, ed era iscritto al PCI dal 1944, quando avere la
tessera significava rischiare di essere messi al muro.
Ecco, è morto quando il suo paradiso esisteva ancora, perchè per lui,
persona peraltro molto intelligente e volitiva, l'URSS era il paradiso dei
lavoratori. Ogni opinione diversa in proposito era pura propaganda
capitalista, e non aveva dubbi che prima o dopo il comunismo avrebbe
trionfato globalmente.
Ed allora sarebbe cominciata la salvezza per tutti, almeno in terra.
Insomma, il classico trinaricciuto, come ce n'erano tanti allora tra
l'aristocrazia operaia milanese.
Direi che il suo può essere stato condizionamento ambientale, magari
dovuto anche alla sua intima necessità di maggiore giustizia sociale, ma
anche a quanto accadeva nel mondo in cui viveva, dove l'Unità era l'unico
giornale degno di essere letto, ed i giusti stavano da una parte sola.

Ha avuto torto, ahime, nel credere che le cose fossero solo bianche o
nere, e forse, se fosse vissuto, lo avrebbe anche riconosciuto, anche se
gli avrebbe fatto male autodistruggere le illusioni di una vita.

Non voglio andare oltre, sia perchè le conclusioni ognuno le deve tirare
per se, sia perchè il ricordarlo mi commuove ancora un po'.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Lori
2010-06-11 19:25:25 UTC
Permalink
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by mitrafrancesco
Post by Lori
Post by Lori
--------
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno.
-------
Porfirio, sono contenta di ritrovarmi di fronte a te.
Come stai? Tu parli di Raffaele e di te che mi dici?!
Ora però pensiamo a quanto hai scritto e se puoi ascoltami con serietà.
Toglimi l'indicativo - mettimi il condizionale - riformula correttamente
il tuo pensiero sottolineando che, se disgraziatamete non si dovessero
verificare in un essere umano, almeno prima del suo ultimo respiro nella
breve sosta terrena, le concrete condizion di un sincero pentimento e di
un'umile richiesta di perdono a Gesù per tutte le bestemmie pensate
dette e scritte, purtroppo la più grave, la più raccapricciante
disgrazia lo colpirà inesorabilmente per aver perso e sciutato il suo
tempo prezioso a difendere l'errore e a combattere la Verità e non gli
servirà assolutamente protestare per tutta l'eternità dicendo che lui
non sapeva e che perciò la condanna avuta è troppo ingiusta.
....
Quindi i musulmani avranno buon gioco, se proporranno l'alibi di essere
stati ingannati da falsi profeti.
Pensi che basti per evitargli il peggio?
Per i musulmani vale quanto ho già detto e ripetuto tante volte per
tutti gli esseri umani e cioè per i credenti, i non credenti e i
diversamente credenti, compresi coloro che si dicono cristiani e invece
veri cristiani non sono, e cioè questo: nella coscienza dell'uomo solo
Dio può entrare a vedere le reali personali responsabilità.
Precisato questo possiamo solo aggiungere che Dio ci ha fatti a sua
immagine e somiglianza e cioè ha immesso nel comsposto corporeo l'anima
spirituale che ci rende immortali e capaci, nella sosta terrena, di
essere liberamente suoi figli veri e quindi Suoi collaboratori nel
realizzare i progetti d'amore da Lui pensati su noi e sul mondo.
chi non liberamente ma solo per seri gravi condizionamenti umani
ambientali sociali culturali si ritrova a ritenere sinceramente che la
sua non verità è la Verità di fronte a Dio può trovarsi in migliori
condizioni di chi è nato cresciuto e pasciuto nella Verità e liberamente
si è sempre rifiutato di approfondirla e di viverla con coerenza.
Tutto almeno un po' più chiaro, Francesco?!
Lo spero.
Con affetto Lori
Altro che, Lori, direi che il mio ateismo ha un sacco di giustificazioni.
E tutte le tue giustificazioni su cosa poggiano, su quanto ritieni vero
giusto e santo e cioè degno di ogni essere umano immortale quindi anche
di te, oppure soltanto su quanto ti piace e cioè su quanto può in
qualche modo soddisfare i nostri istinti passeggeri della sosta terrena?
Post by mitrafrancesco
Nel momento in cui verrò giudicato dal padreterno, a cui non credo, ma non
si sa mai, presenterò la tessera del PCI di mio padre, che ha condizionato
gravemente il mio rapporto con la verità, proprio perchè lui riteneva che
fossero tutte balle.
E vuoi far credere al buon Dio e anche a me che la povera tessera di tuo
padre sia riuscita a condizionarti così tanto da privarti della libertà
di pensare volere e decidere per sempre della tua vita?
Puoi anche convincere me, ma non Dio!
Post by mitrafrancesco
Era un brav'uomo, che ricordo con affetto, e quindi il suo "influsso" non
è stato certo sminuito dalla sua mancanza.
Lo credo e credo pure che lui sia salvo.
Sai, ieri in Italia non tutti avevano la possibilità oggettiva che
abbiamo oggi di spaziare qua e là e di approfondire così la conoscenza
dell'errore e della verità, del bene e del male!
Post by mitrafrancesco
Speriamo che basti, ma nel frattempo mi preparo altri supporti
giustificativi, visto che non sono certo le condizioni per non credere
quelle che mancano.
Parli di condizioni oggettive o soggettive?!
Post by mitrafrancesco
Anzi, la maggior parte le crea la chiesa stessa.
E tu puoi dire almeno a te stesso di sapere veramente cos'è la Chiesa?!
Post by mitrafrancesco
Ma non voglio essere polemico, che poi magari mi rovino da solo...
Caro Francesco, perché non ti impegni almeno un po' a pensare sul senso
vero della vita umana, della nostra vita sulla terra?!
Fallo, dai, che ti costa?
Con affetto Lori
Se penso a mio padre, lo paragono idealmente a te.
Oh, grazie!
Vedermi paragonata a tuo padre che ami tanto non può che farmi piacere
.
Post by mitrafrancesco
Era un brav'uomo, ed è stato anche il mio migliore amico. E' morto quasi
trentanni fa, ed in un certo senso è bene che sia successo allora.
Era stato partigiano, ed era iscritto al PCI dal 1944, quando avere la
tessera significava rischiare di essere messi al muro.
Ecco, è morto quando il suo paradiso esisteva ancora, perchè per lui,
persona peraltro molto intelligente e volitiva, l'URSS era il paradiso dei
lavoratori. Ogni opinione diversa in proposito era pura propaganda
capitalista, e non aveva dubbi che prima o dopo il comunismo avrebbe
trionfato globalmente.
Ed allora sarebbe cominciata la salvezza per tutti, almeno in terra.
Insomma, il classico trinaricciuto, come ce n'erano tanti allora tra
l'aristocrazia operaia milanese.
Direi che il suo può essere stato condizionamento ambientale, magari
dovuto anche alla sua intima necessità di maggiore giustizia sociale,
Io toglierei "magari" e direi,"certamente".
Da quanto dici infatti penso si possa dedurre che tuo padre era una
persona giusta e di carattere.
Post by mitrafrancesco
ma anche a quanto accadeva nel mondo in cui viveva, dove l'Unità era l'unico
giornale degno di essere letto, ed i giusti stavano da una parte sola.
Ha avuto torto, ahime, nel credere che le cose fossero solo bianche o
nere, e forse, se fosse vissuto, lo avrebbe anche riconosciuto, anche se
gli avrebbe fatto male autodistruggere le illusioni di una vita.
Non voglio andare oltre, sia perchè le conclusioni ognuno le deve tirare
per se, sia perchè il ricordarlo mi commuove ancora un po'.
Stai facendo commuovere anche me e mi stai facendo pensare a mio padre
di cui purtroppo non ricordo neppure il volto: avevo infatti solo 5 anni
quando è morto e mio fratello aveva pochi mesi e noi due eravamo gli
ultimi di 6 figli e la morte è stata provocata da una banale ulcera allo
stomaco che il medico di base non fu in grado di guarire dopo che si era
rifiutato di farlo ricoverare in ospedale.

Sono contenta che tuo padre hai avuto modo di conoscerlo bene.
Ma io non mi lamento.
Ormai so piuttosto bene che quanto permette il nostro Dio-Amore è solo
per ricavarne un bene oggettivo di gran lunga superiore al bene che ci è
stato tolto magari ingiustamente, come nel caso mio.
Sì, è vero, io ho sofferto e non poco; ricordo che quando mi trovavo in
casa di alcune mie amichette e vedevo comparire alla porta il loro papà
immediatamente senza dir niente a nessuno fuggivo via a casa mia come se
io non dovessi e non potessi vedere nessun papà, come se mi sentissi
fortemente in colpa per la morte del mio papà.

Presto però. molto presto, il Padre è intervenuto concretamente nella
mia vita come il più meraviglioso e il più dolce Papà del mondo e vi è
rimasto e mi ha dato Gesù e la Madre e mi ha fatto conoscere il suo
Spirito di Verità e di Amore e mi ha resa felice, veramente felice.

E ora non i resta che dire e ripetere sino al mio ultimo respiro: sia
sempre benedetto amato adorato dall'umanità di ogni tempo e di ogni
luogo il nostro meraviglioso Dio-Amore che è Padre, che è Gesù, che è
Spirito Santo! Amen!

Caro Francesco, scusami la confidenza.
Che scherzo è capace di fare una semplice commozione!

Sempre con lo stesso affetto in Gesù e nella sua e nostra Madre. Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Gigio
2010-06-09 06:35:17 UTC
Permalink
Post by Lori
--------
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo, anche di
Raffaele, e per amore ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità
di ogni tempo e di ogni luogo,
... anche di quelle centinaia di migliaia di haitiani?
Domandare e' lecito...
Ciao
Gigio c'e'
Aanselm
2010-06-08 16:34:15 UTC
Permalink
Raffaele Benzi:
[...]
Post by Raffaele Benzi
Il bue dice cornuto all'asino.
... detto da un selvaggio suona proprio ridicolo.
--
A
Porfirio
2010-06-08 16:31:49 UTC
Permalink
Post by Lori
Post by Karman
Post by Lori
accogliere la Verità tutta intera su
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo da dieci anni!Sempre la stessa!
E da quando la frase "2+2 fa 4" la leggi, la senti dire e l'hai ripetuta
tu stesso e magari continui a ripeterla con insistenza ?
Non da dieci anni soltanto, da una vita!
E mi sai dire perchè non ti dà il fastidio che invece è capace di darti la
frase relativa non ad una nozioncina di aritmetica, ma a quanto c'è di più
importante e prezioso e cioè alla Verità per cui siamo fatti?!
Solo perché non ti impegna a rivedere la tua vita e a passarla al vaglio
della Parola di Dio in cui è la nostra vita nel tempo e nell'eterno?!
Mimmo, credimi, non ti serve chiedere scusa a Gesù!
Gesù ha fondato la sua Chiesa in cui e attraverso cui Lui continua a tempo
pieno la sua preziosa Opera di salvezza dell'uomo e del mondo.
Karman, ascoltami, ti conviene lasciare la tua fede "fai da te"!
Te lo consiglio con affetto di amica e sorella.
Sta abbandonando la retta via.....e' sicuramente un 'emanazione del
Maligno. A nulla servono le preghiere. Sicuramente e' gia' posseduto da
Legioni di demoni.

Itzcoatl
Post by Lori
Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
karman
2010-06-18 10:15:24 UTC
Permalink
Post by Porfirio
Post by Lori
Post by Karman
Post by Lori
accogliere la Verità tutta intera su
Dio sull'uomo e sul mondo
E' na frase che leggo da dieci anni!Sempre la stessa!
E da quando la frase "2+2 fa 4" la leggi, la senti dire e l'hai ripetuta
tu stesso e magari continui a ripeterla con insistenza ?
Non da dieci anni soltanto, da una vita!
2 + 2 per me fa 22!
Post by Porfirio
Post by Lori
Mimmo, credimi, non ti serve chiedere scusa a Gesù!
Ma lo ha detto Lui direttamente a te questo?
Post by Porfirio
Post by Lori
Gesù ha fondato la sua Chiesa in cui e attraverso cui Lui continua a
tempo pieno la sua preziosa Opera di salvezza dell'uomo e del mondo.
Karman, ascoltami, ti conviene lasciare la tua fede "fai da te"!
Te lo consiglio con affetto di amica e sorella.
Grazie del coniglio..(opps..del consiglio) ..ma della mia anima il padrone
sono mi!.))
Mai sentito parlare della Chiesa di Gesu' dei Santi degli ultimi giorni?
Sara' quella la mia nuova Chiesa!
"Chi non lascia suo padre, sua madre, suo figlio, sua sorella per seguire
me, non e degno di me"!
Ecco il Gesu che adoro!Il quale, se
venisse lui ora "FISICAMENTE", i calci nel posteriore che darebbe a certi
Cattolici sarebbero davvero megagalattici!Tu, che dai a me dei consigli,
riesci ad amare financo una piccola piantina..a parlarle,a scusarti con lei
se l'hai fatta inavvertitamente soffrire.?.Riesci a cogliere il Volto di
Dio nel dolcissimi colori della livrea di un pesciolino, (e nella sua anima
meravigliosa) o nelle variopinte
ali di una Vanessa.?Riesci a "sentire" Dio in un piccolo Fotone? In un
Quark? In un vermetto dell'umus del tuo giardino? Riesci a capire che anche
lui..e' una creatura prefetta del Padre..ed un nostro fratellino? Ecco,
.quando ti convincerai che ogni atomo HA UNA COSCIENZA",allora e solo allora
vieni a parlarmi di Dio!
Ed ora scusami ma sorellina micetta reclama le crocchette!Non voglio farla
soffrire!
Te capio...Sorella?
Gesu e la Sua dolcissima Madre sono sempre con me!
Se non lo fossero non potrei parlarti cosi..lo capisci questo?
Fidate!

karman..

.
Post by Porfirio
Sta abbandonando la retta via.....e' sicuramente un 'emanazione del
Maligno. A nulla servono le preghiere. Sicuramente e' gia' posseduto da
Legioni di demoni.
Itzcoatl
Ciao Porfiriaccio..mi faro' Esorcicciare...))

Ciao...)))

Mimmo
Post by Porfirio
Post by Lori
Lori
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Lori
2010-06-08 13:16:08 UTC
Permalink
Lori wrote:
Cari amici credenti e non credenti, .....

...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni più belle e più profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
è solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno. ....
--------
Post by Raffaele Benzi
Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Gesù [il
"Cristo"] .....
Signore Gesù, Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo e solo per amore
ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanità di ogni tempo e di
ogni luogo, anche quanti osano ancora bestemmiarti, pietà di noi! Amen!
--
HOME PAGE : http://www.zirakzigil.org/domusmeadomustua
Gigio
2010-06-08 14:46:49 UTC
Permalink
Post by Lori
Cari amici credenti e non credenti, .....
...spero tanto che le mie povere
riflessioni riescano a promuovere riflessioni pi belle e pi profonde
capaci di farci capire sempre meglio quanto ci ama il nostro Dio, il
nostro Creatore, il nostro Salvatore e il nostro Santificatore e quanto
solo giusto che Lui sia da tutti noi amato nel tempo e nell'eterno. ....
--------
 > Sintomi psicopatologici rilevati in Yeschuah Bar-Yosef (Ges [il
 > "Cristo"] .....
Signore Ges , Dio-Amore fatto Uomo per amore dell'uomo e solo per amore
ti sei lasciato crocifiggere per salvare l'umanit di ogni tempo e di
ogni luogo, anche quanti osano ancora bestemmiarti, piet di noi! Amen!
--
E tu, che col tuo menefreghismo verso il prossimo fai sanguinare il
cuore del Figlio-della-Luce-Amore-fatto-Uomo?
Lori, spendi un po' del tuo inutile tempo facendo un po' di
autocritica, e chiediti se cio' che fai e' veramente cio' che la-Luce-
Abbagliante-Amore-infinito-Bonta'-estrema desidera tu faccia. Finita
l'autocritica, vatti a nascondere e vergognati!
Saluti a quella bella pollastrella di TUA madre.
A-men
Gigio c'e'
Aanselm
2010-06-08 16:27:28 UTC
Permalink
Gigio:

[...]
Post by Gigio
Gigio c'e'
.. c'è e fa sempre interventi da perfetto underdog.
Come a voler dimostrare e a mostrare agli altri che lui
esiste e che fa sempre le stesse banalità.
Che scriva cose dal contenuto irrisorio,
non meraviglia nessuno,
il gigio c'è e ci fa. Lo deve sottolineare sempre.
Ha bisogno di sentirsi confermato nella sua esistenza,
altrimenti cessa di essere.
No, non è superfluo per lui ribadirlo ad ogni messaggio.
Non si sottovaluti questo indizio.
Che poi perseveri a scrivere
su un ng di religione quando
non sa proprio nulla di religione
fa capire qualcosa sulla
sua superficiale esistenza
confermata verbalmente ad ogni pie' sospinto.
(Non fa un passo senza la tremenda paura del non-essere).
Nulla è casuale per un comportamento umano.
--
A
Gigio
2010-06-09 01:43:14 UTC
Permalink
Post by Aanselm
[...]
Post by Gigio
Gigio c'e'
.. c'è e fa sempre interventi da perfetto underdog.
Come a voler dimostrare e a mostrare agli altri che lui
esiste e che fa sempre le stesse banalità.
Che scriva cose dal contenuto irrisorio,
non meraviglia nessuno,
il gigio c'è e ci fa. Lo deve sottolineare sempre.
Ha bisogno di sentirsi confermato nella sua esistenza,
altrimenti cessa di essere.
No, non è superfluo per lui ribadirlo ad ogni messaggio.
Non si sottovaluti questo indizio.
Che poi perseveri a scrivere
su un ng di religione quando
non sa proprio nulla di religione
fa capire qualcosa sulla
sua superficiale esistenza
confermata verbalmente ad ogni pie' sospinto.
(Non fa un passo senza la tremenda paura del non-essere).
Nulla è casuale per un comportamento umano.
--
A
E' tornato!! Donne, buttate giu' la pasta! Aanselm e' tornato!!
Il sociolg-psicolog-analizz-psichiatr. del NG e' tornato!!
NON abbiamo sentito la tua mancanza, tranquillo!
Bacini bacini
Gigio c'e'
Continua a leggere su narkive:
Loading...