Discussione:
Ma chi crede in dio...
(troppo vecchio per rispondere)
Lallo©
2004-07-25 14:49:03 UTC
Permalink
...ci crede agli alieni ?

Insomma, si tratta sempre di qualcosa di cui non
abbiamo prova della sua esistenza...
...che non abbiamo mai visto...
..ma che molti danno per scontato esistano...

..proprio come il vostro dio...

...sbaglio qualcosa in questo ragionamento ?


--
Lallo©
Amadeus
2004-07-25 16:33:37 UTC
Permalink
Ma chi crede in dio...
...ci crede agli alieni ?
No, è proibito dalla religione.
Io, di nascosto e senza dirlo a nessuno, ci credo.
Insomma, si tratta sempre di qualcosa di cui non
abbiamo prova della sua esistenza...
...che non abbiamo mai visto...
..ma che molti danno per scontato esistano...
Infatti...
Ma gli alieni crederanno in dio, quindi...
..si chiederanno se anche noi crediamo in un dio.
Quando, ogni tanto, sbarcano in Italia, pensano che il
nostro dio sia berlusconi (è il più bestemmiato).
..proprio come il vostro dio...
Tu non ne hai nemmeno uno?
Azz.., impossibile.
...sbaglio qualcosa in questo ragionamento ?
Lo sa solo iddio.

Amadeus
======
Shahruz Rouholfada
2004-07-25 17:08:29 UTC
Permalink
Post by Amadeus
No, è proibito dalla religione.
Io, di nascosto e senza dirlo a nessuno, ci credo.
Non è vero,
io ci credo anche per conferme religiose:-)

E i Testi Bahà'ì confermano che noi crediamo nello stesso Dio degli
alieni.

Ciao

Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Amadeus
2004-07-25 17:11:57 UTC
Permalink
"Shahruz Rouholfada" <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio
news:ce0ped$qd2
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
No, è proibito dalla religione.
Io, di nascosto e senza dirlo a nessuno, ci credo.
Non è vero,
io ci credo anche per conferme religiose:-)
Vallo a dire al Parroco in chiesa durante la messa.
Post by Shahruz Rouholfada
E i Testi Bahà'ì...
Edizioni Mondadori?

Amadeus
======
Shahruz Rouholfada
2004-07-25 18:36:14 UTC
Permalink
Post by Amadeus
Vallo a dire al Parroco in chiesa durante la messa.
Non mi riguarda...
anzi direi che riguarda solo il Parroco.
Post by Amadeus
Edizioni Mondadori?
Edizione Casa Editrice Bahà'ì

Ma li trovi gratis anche su www.bahai.it nella biblioteca digitale in
quanto non c'è il copyright sui libri Sacri.
Post by Amadeus
Amadeus
Saluti
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Amadeus
2004-07-25 18:43:17 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
Edizioni Mondadori?
Edizione Casa Editrice Bahà'ì
Ma li trovi gratis anche su www.bahai.it nella biblioteca digitale in
quanto non c'è il copyright sui libri Sacri.
Ma siete per caso quelli col camicione arancione?
...maronna....!
(tipo Verdone nel film, per intendersi..)

Amadeus
======
Shahruz Rouholfada
2004-07-25 19:50:53 UTC
Permalink
Post by Amadeus
Ma siete per caso quelli col camicione arancione?
....maronna....!
Assolutamente no:-))
Non abbiamo un costume nè lo avremo mai.
Post by Amadeus
(tipo Verdone nel film, per intendersi..)
Ieri ho visto gallo cedrone, tu a che film ti riferisci?
Post by Amadeus
Amadeus
======
Ciao
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Amadeus
2004-07-25 20:23:04 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
Ma siete per caso quelli col camicione arancione?
....maronna....!
Assolutamente no:-))
Non abbiamo un costume nè lo avremo mai.
E come fate a distinguervi dagli altri?
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
(tipo Verdone nel film, per intendersi..)
Ieri ho visto gallo cedrone, tu a che film ti riferisci?
Ahem.., Gallo Cedrone.., no.
C'entra niente.

A "Rosso, Bianco, Verdone", mi riferisco.

Amadeus
======
Shahruz Rouholfada
2004-07-25 21:32:51 UTC
Permalink
Post by Amadeus
E come fate a distinguervi dagli altri?
Essendo una religione "mondiale" non ammette costumi settari.
In teoria l'unico modo che ci è consentito per distinguerci è il
comportamento(si spera in senso positivo).
In Italia siamo poco conosciuti oltre i politici e gli amici personali
(siamo circa 3000 nel suolo italiano), all'estero tipo negli USA è molto
più facile che uno ti osservi nelle cose di tutti i giorni e ti chieda:"Ma
tu sei Bahà'ì?"
Post by Amadeus
A "Rosso, Bianco, Verdone", mi riferisco.
Ah, vedrò di rimediare...
:-)
Post by Amadeus
Amadeus
======
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Amadeus
2004-07-25 22:32:23 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
E come fate a distinguervi dagli altri?
Essendo una religione "mondiale" non ammette costumi settari.
In teoria l'unico modo che ci è consentito per distinguerci è il
comportamento(si spera in senso positivo).
Mi hai incuriosito.
Post by Shahruz Rouholfada
In Italia siamo poco conosciuti oltre i politici ....
Azz...., politici?!?
Post by Shahruz Rouholfada
e gli amici personali
(siamo circa 3000 nel suolo italiano), all'estero tipo negli USA è molto
più facile che uno ti osservi nelle cose di tutti i giorni e ti chieda:"Ma
tu sei Bahà'ì?"
Pensavo aveste una sorta di distintivo.
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
A "Rosso, Bianco, Verdone", mi riferisco.
Ah, vedrò di rimediare...
:-)
'notte.
Post by Shahruz Rouholfada
Shahruz
Amadeus
======
Shahruz Rouholfada
2004-07-26 09:56:11 UTC
Permalink
Post by Amadeus
Azz...., politici?!?
ehm, intendevo dire che siamo molto conosciuti dai politici italiani per
via delle continue comunicazioni tra loro e i nostri uffici di relazioni
esterne.
Svolgiamo continue attività sul territorio italiano quali conferenze,
incontri per promuovere i diritti delle donne, serate di preghiera
inter-religiosa con credenti di tutte le religioni che pregano nella
"stessa stanza".

Attualmente i Bahà'ì non possono fare politica "partitica" in quanto
interferisce coi principi stessi della Fede Bahà'ì che vieta la disputa ma
insegna la consultazione pacifica in cui chi propone un'idea non si
impunta per farla valere a tutti i costi ma è disposto a offrirla agli
altri come arricchimento collettivo.
Post by Amadeus
Pensavo aveste una sorta di distintivo.
Non c'è un distintivo che si espone, tuttavia ci sono dei simboli sacri
come la stella a 9 punte.
Il 9 ha un significato particolare per i Bahà'ì: rappresenta il più alto
numero ad una cifra, cioè completezza; sono i 9 Messaggeri di Dio
storicamente documentati fino ad oggi, infine 9 è il valore numerico del
"Più Grande Nome", quello che nelle religioni del passato era sempre
annunciato ma sempre tenuto segreto fino alla fine dei tempi. (Bahà ha
valore numerico pari a 9 secondo il metodo inventato dai fenici e molto
usato in Oriente).
Post by Amadeus
Amadeus
======
Ciao
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Amadeus
2004-07-26 10:54:45 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
Azz...., politici?!?
ehm, intendevo dire che siamo molto conosciuti dai politici italiani per
via delle continue comunicazioni tra loro e i nostri uffici di relazioni
esterne.
Cercano di accappararsi voti, immagino.
Oppure la vs. filosofia accomuna in qualcosa alcuni partiti.
Post by Shahruz Rouholfada
Svolgiamo continue attività sul territorio italiano quali conferenze,
incontri per promuovere i diritti delle donne, serate di preghiera
inter-religiosa con credenti di tutte le religioni che pregano nella
"stessa stanza".
Attualmente i Bahà'ì non possono fare politica "partitica" in quanto
interferisce coi principi stessi della Fede Bahà'ì che vieta la disputa ma
insegna la consultazione pacifica in cui chi propone un'idea non si
impunta per farla valere a tutti i costi ma è disposto a offrirla agli
altri come arricchimento collettivo.
Ripeto, la cosa mi ha incuriosito.
Post by Shahruz Rouholfada
Post by Amadeus
Pensavo aveste una sorta di distintivo.
Non c'è un distintivo che si espone, tuttavia ci sono dei simboli sacri
come la stella a 9 punte.
Il 9 ha un significato particolare per i Bahà'ì: rappresenta il più alto
numero ad una cifra, cioè completezza; sono i 9 Messaggeri di Dio
storicamente documentati fino ad oggi, infine 9 è il valore numerico del
"Più Grande Nome", quello che nelle religioni del passato era sempre
annunciato ma sempre tenuto segreto fino alla fine dei tempi. (Bahà ha
valore numerico pari a 9 secondo il metodo inventato dai fenici e molto
usato in Oriente).
Interessante.
Il mio numero preferito è sempre stato l'8...
Vedrò di aggiungere una unità.

Amadeus
======
Shahruz Rouholfada
2004-07-26 12:37:21 UTC
Permalink
Post by Amadeus
Cercano di accappararsi voti, immagino.
No è improbabile visto che siamo molto pochi.
Post by Amadeus
Oppure la vs. filosofia accomuna in qualcosa alcuni partiti.
In pratica siamo noi che cerchiamo di collaborare in maniera
disinteressata nel sociale.
Tieni presente che la "politica" Bahà'ì anche in un futuro in cui ci
saranno molti Bahà'ì non sarà mai di tipo partitico.
Per cui non esisterà mai ilpartito Bahà'ì come ora ci sono i
"democristiani".
La nostra filosofia politica (che ricordo proviene dai Testi rivelati e
non è una elaborazione a posteriori) accomuna questo e quel partito come
idee ma di fatto non si accosta a nessuno in particolare.
Ho conosciuto una ragazza cinese il cui padre di 79 anni è diventato
Bahà'ì circa due mesi fa in Cina, e lui era un attivo comunista e riteneva
di aver trovato molte idee comuni coi Bahà'ì. Ma la stessa cosa potrebbe
fare un uomo di destra.

Per assurdo ci sono cose in comune anche con la lega nord in quanto i
Bahà'ì sono pure federalisti fin dal principio.

Il lavoro e la ricchezza non sono demomizzati ma sono scoraggiati gli
accumuli da una generazione all'altra in modo da favorire un'equa
spartizione delle ricchezze.
Quindi sono consentite le differenze di stato economico a patto che si
rispettino alcuni canoni.
Esiste anche un imposta volontaria e non soggetta a controlli sugli utili
del 19% che viene mandato al centro mondiale il quale si occupa di
ridistribuirlo in un qualunque altro punto del mondo.
Questo centro è già esistente da 40 anni e si chiama "Casa Universale di
Giustizia" i cui 9 membri vengono eletti a suffragio universale mondiale
da tutti i Bahà'ì del mondo ogni 5 anni secondo un metodo di elezione
particolare; esso consiste nel nostro centro amministrativo che poi si
ramifica in altri centri nazionali e comunali.
Le tassazioni oltre un certo grado sono reputabili segnale di una politica
disonesta.
E' preferibile distribuire il lavoro in modo che se uno lavori 10 ore al
giorno e un altro zero, si ripartisca in 5 e 5 anche se pare che in futuro
non sarà necessario per nessuno lavorare più di 2 o 3 ore al giorno (beati
quelli che nasceranno in futuro).
I Bahà'ì hanno comunque l'obbligo di rispettare le leggi del paese che gli
ospita anche se come in Iran queste sono fonte di persecuzione.

C'è molto altro sulla politica, se ti va ci ritorno sopra.
Post by Amadeus
Ripeto, la cosa mi ha incuriosito.
E' un metodo efficace che evita i botta e risposta inutili e diventa utile
persino per decidere quale pizzeria scegliere.
Post by Amadeus
Amadeus
======
Ciao
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Michele Amato 1956
2004-07-25 20:00:24 UTC
Permalink
Post by Amadeus
Ma siete per caso quelli col camicione arancione?
...maronna....!
(tipo Verdone nel film, per intendersi..)
ma dai... possibile che tu non ci conosca?
c'è anche il gruppo it.cultura.religioni.bahai

ciao
--
Michele Amato <michele-amato(a)people.it>
news group preferito: <news:it.cultura.religioni.bahai>
le pagine: <www.bahai.it> <www.bahaibologna.it>
<www.bahaibigarello.it>
James George Frazer
2004-07-25 18:49:53 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
E i Testi Bahà'ì confermano che noi crediamo nello stesso Dio degli
alieni.
E gli alieni vi hanno confemato la cosa, magari durante un abduction, o lo
prendete per un atto di fede ?
Il decalogo, per gli alieni, potrebbe contenere imperativi quali questo "Non
desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo astrale, né il suo
androide, né il suo aratore a propulsione atomica, né la sua astronave a
curvatura zero " ?

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Shahruz Rouholfada
2004-07-25 19:53:33 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
E gli alieni vi hanno confemato la cosa, magari durante un abduction, o lo
prendete per un atto di fede ?
Atto di fede:-))
Post by James George Frazer
Il decalogo, per gli alieni, potrebbe contenere imperativi quali questo "Non
desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo astrale, né il suo
androide, né il suo aratore a propulsione atomica, né la sua astronave a
curvatura zero " ?
Perchè no?
Le leggi sono tali perchè hanno uno scopo pragmatico, di solito limitato
in un tempo ristretto di anni. Per questo le religioni sul nostro pianeta
(ormai è d'obbligo specificare che parliamo della terra) dicono sempre
cose diverse, perchè le esigenze e i problemi umani cambiano di epoca in
epoca e di luogo in luogo.

Ciao
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
James George Frazer
2004-07-25 20:21:35 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Post by James George Frazer
Il decalogo, per gli alieni, potrebbe contenere imperativi quali questo "Non
desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo astrale, né il suo
androide, né il suo aratore a propulsione atomica, né la sua astronave a
curvatura zero " ?
Perchè no?
Le leggi sono tali perchè hanno uno scopo pragmatico, di solito limitato
in un tempo ristretto di anni. Per questo le religioni sul nostro pianeta
(ormai è d'obbligo specificare che parliamo della terra) dicono sempre
cose diverse, perchè le esigenze e i problemi umani cambiano di epoca in
epoca e di luogo in luogo.
Esiste un limite spazio-temporale di validita' alla parte legislativa delle
religioni ?
Chiaramente negli USA dei nostri giorni, impegnati in uno sforzo bellico e
ossessionati dalla produttivita', l'accento sara' sulla regolamentazione
della sessualita'. Lo stessa cosa che successe nella Roma repubblicana e
nell'Inghilterra vittoriana.
Partendo dalla tua asserzione, i 613 precetti della ebraismo ortodosso
risultano essere alieni tanto ad un esquimese tanto quanto ad un ipotetico
abitatore di Alfa Centauri.
Allo stesso modo buona parte delle norme legate alla sessualita', sorte in
un periodo in cui dati 15 figli nati ne soppravvivevano 2 sarebbero oggi da
considerarsi sorpassate mentre sarebbe di attualita' un sistema come quello
cinese in cui il numero di figli e' predeterminato.
Dato questo non si capisce se siano la divinita' a richiedere o gli uomini
ad attribuire il nome di divinita' alle leggi.
Shahruz Rouholfada
2004-07-25 21:28:34 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
Esiste un limite spazio-temporale di validita' alla parte legislativa delle
religioni ?
Di norma la religione ha influenza nel luogo in cui appare fino
all'avvento della religione successiva che conserva le leggi ancora
"utili" ne abroga quelle inutili e ne emana di nuove per far fronte alle
condizioni sociali nuove o che si manifesteranno a breve.

Nota che le religioni rivelate annunciano sempre un futuro "update" e sono
sempre annunciate da altre prima di loro.
Post by James George Frazer
Chiaramente negli USA dei nostri giorni, impegnati in uno sforzo bellico e
ossessionati dalla produttivita', l'accento sara' sulla regolamentazione
della sessualita'. Lo stessa cosa che successe nella Roma repubblicana e
nell'Inghilterra vittoriana.
Partendo dalla tua asserzione, i 613 precetti della ebraismo ortodosso
risultano essere alieni tanto ad un esquimese tanto quanto ad un ipotetico
abitatore di Alfa Centauri.
Allo stesso modo buona parte delle norme legate alla sessualita', sorte in
un periodo in cui dati 15 figli nati ne soppravvivevano 2 sarebbero oggi da
considerarsi sorpassate mentre sarebbe di attualita' un sistema come quello
cinese in cui il numero di figli e' predeterminato.
Gli esempi che riporti sono interessanti ed esplicativi:
per fare un esempio i precetti ebraici originari potrebbero essere
inapplicabili o cmq non "pragmatici" persino agli ebrei stessi in quanto
si tratta di un messaggio di quasi 4000 anni fa. Storicamente per chi
crede, l'ebraismo doveva tramutarsi in cristianesimo...allo stesso modo il
cristianesimo doveva confluire nell'Islam e quest'ultimo nel Babismo e poi
nella fede Bahà'ì. Ma il fatto di aver mantenuto culture religiose diverse
parallelamente in periodi storici e geografici che non erano quelli di
riferimento ha fatto in modo che le religioni abbiano snaturato il loro
messaggio principale contaminandosi tra loro per "sopravvivere".
Post by James George Frazer
Dato questo non si capisce se siano la divinita' a richiedere o gli uomini
ad attribuire il nome di divinita' alle leggi.
Concettualmente sono le divinità/Dio a dire all'uomo quali sono le norme
adatte per l'epoca di riferimento e l'uomo credente si adegua a seguirle.
La particolarità passata era che ogni popolo viveva isolato
geograficamente e si creavano notevoli differenze tra una cultura
all'altra e numerose religioni venivano rivelate contemporaneamente in
ogni angolo del globo; ora ciò non accade più e una sola religione viene
rivelata per la totalità del pianeta con programmi sociali,economici e
politici a livello globale.

Certo le differenze culturali rimarranno un patrimonio dell'uomo, ma
religioni o meno è innegabile che oggi non si possano più applicare
pratiche o politiche economiche "settarie", pena il rallentamento del
progresso del pianeta e rischio di sopravvivenza. Di conseguenza una
religione che faciliti gli interessi solo degli Usa o solo della Cina non
è pensabile nè produttivo che ci sia.

Puoi pensare come in Star Trek, sebbene le razze aliene siano diverse per
forza di cose hanno imparato a convivere collaborando reciprocamente. Oggi
l'uomo lo sta imparando a fare con sommi sacrifici tra diverse razze di
esseri umani. Per questo una Fede unica a livello mondiale è stata
rivelata.

Ciao

Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
James George Frazer
2004-07-26 07:04:42 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Puoi pensare come in Star Trek, sebbene le razze aliene siano diverse per
forza di cose hanno imparato a convivere collaborando reciprocamente. Oggi
l'uomo lo sta imparando a fare con sommi sacrifici tra diverse razze di
esseri umani. Per questo una Fede unica a livello mondiale è stata
rivelata.
La Fede unica sarebbe il bahismo ?
Ho letto i vostri precetti e non vi vedo cosi' evoluti rispetto al resto
delle religioni monoteiste.
Di sicuro non vedo , se si parla di adattamento di religione alla
necessita', nessun cambiamento radicale rispetto alle altre religioni
monoteiste.
In comune con loro avete l'idea di essere LA religione, una lunga serie di
precetti sessuali e via discorrendo.
E' d'altronde vero che, qualsiasi cosa si definisca unica, contiene un
pericoloso germe che porta tutto il resto ad essere dichiarato non valido e,
pertanto, perseguibile.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Shahruz Rouholfada
2004-07-26 10:16:13 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
La Fede unica sarebbe il bahismo ?
Intesa come Fede mondiale, non come l'unica vera mai esistita.
A conti fatti è stata sicuramente la "prima" (non so se dopo ce ne siano
state altre) a dichiarare un simile ruolo, e questo è storicamente vero.
Post by James George Frazer
Ho letto i vostri precetti e non vi vedo cosi' evoluti rispetto al resto
delle religioni monoteiste.
Azz...
Premesso che la religione Bahà'ì non è composta da un libricino di 200
pagine ma da un insieme di scritti pari ad oltre 100 volumi, più i
commentari e le interpretazioni autorizzate e molto altro ancora.

Non so quante religioni monoteiste parlassero prima del 1844 d.C. (ma
anche uomini in generale) di parità dei diritti tra uomo e donna,
abolizione dei pregiudizi di razza e in generale, istituzione di un
governo mondiale (nella metà del XIX secolo), un tribunale e un esercito
mondiale, una moneta unica e una lingua ausiliare comune all'intero
pianeta, divisione degli utili tra gli operai di una azienda, abolizione
degli estremi di ricchezza e povertà ad opera di un'economia sbilanciata,
istruzione obbligatoria ecc...
Considerando che appunto i libri Bahà'ì sono in quantità spropositata, è
facile dedurre che tutti questi obiettivi abbiano anche le istruzioni sul
come essere messi in pratica. Ti anticipo che la violenza non è ammessa,
anzi addirittura sarebbe un processo più lento per prevalere:-)
Post by James George Frazer
Di sicuro non vedo , se si parla di adattamento di religione alla
necessita', nessun cambiamento radicale rispetto alle altre religioni
monoteiste.
Per vederlo ci vorrebbe uno studio molto mirato, per esempio si potrebbe
scegliere un ambito e vedere che cambiamenti porta la fede Bahà'ì rispetto
al passato o anche ai contemporanei senza estrazione religiosa.
I cambiamenti sono radicali cmq.
Post by James George Frazer
In comune con loro avete l'idea di essere LA religione, una lunga serie di
precetti sessuali e via discorrendo.
Più tutto il resto di cui giustamente non potevi essere a conoscenza.
Post by James George Frazer
E' d'altronde vero che, qualsiasi cosa si definisca unica, contiene un
pericoloso germe che porta tutto il resto ad essere dichiarato non valido e,
pertanto, perseguibile.
Questo è falso:-)
E' più probabile che tutti quelli che vogliono sopraffare gli altri
cercheranno il modo a loro più consono per riuscirci, religiosamente o
semplicemente in modo laico.

Se anche si presentasse l'occasione, i Testi Bahà'ì proibiscono come
secondo emendamento di intervenire nei confronti di chi "eventualmente"
dichiarasse false investiture dal cielo, mentre come terzo emendamento ha
abolito la guerra santa per sempre.(ne ho fatti due ma potrei farne
centinaia di esempi contro questo problema che denunci).
A questo punto o uno è Bahà'ì e quindi non c'è pericolo, o non lo è e
allora tutto può succedere, ma perchè si crei una situazione simile ci
sarebbe bisogno che avvenissero degli scismi religiosi notevoli tra chi la
pensa in un modo e chi in un altro.
Storicamente non è mai stato possibile che ad ogni svolta cruciale questa
fede si sia divisa, ed è ancora l'unica nella storia dell'uomo a non
risentire di scissioni interne. In pratica esiste ancora oggi un'unica e
sola Fede Bahà'ì.
Chi esce da questa di solito si autoisola dal resto e nessuno lo segue.

Saluti

Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
James George Frazer
2004-07-26 12:11:55 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
Post by James George Frazer
Ho letto i vostri precetti e non vi vedo cosi' evoluti rispetto al resto
delle religioni monoteiste.
[snip]
Post by Shahruz Rouholfada
Non so quante religioni monoteiste parlassero prima del 1844 d.C. (ma
anche uomini in generale) di parità dei diritti tra uomo e donna,
abolizione dei pregiudizi di razza e in generale, istituzione di un
governo mondiale (nella metà del XIX secolo), un tribunale e un esercito
mondiale, una moneta unica e una lingua ausiliare comune all'intero
pianeta, divisione degli utili tra gli operai di una azienda, abolizione
degli estremi di ricchezza e povertà ad opera di un'economia sbilanciata,
istruzione obbligatoria ecc...
Leggendo una storia delle eresie occidentali si può vedere che alcuni dei
concetti che furono gia' proposti nel medioevo.
Difficilmente troverai qualcosa di politica mondiale prima dell'ottocento
visto che, precedentemente, esisteva il concetto d'impero o di singola
nazione.
Sono pero' piu' asserzioni di stampo politico-mondano che di tipo mistico.

[snip]
Post by Shahruz Rouholfada
Storicamente non è mai stato possibile che ad ogni svolta cruciale questa
fede si sia divisa, ed è ancora l'unica nella storia dell'uomo a non
risentire di scissioni interne. In pratica esiste ancora oggi un'unica e
sola Fede Bahà'ì.
Chi esce da questa di solito si autoisola dal resto e nessuno lo segue.
Storicamente la fede bahai e' rimasta minoritaria per cui, anche volendo,
non avrebbe la forza necessaria di fare alcunche'.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Shahruz Rouholfada
2004-07-26 12:54:31 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
Leggendo una storia delle eresie occidentali si può vedere che alcuni dei
concetti che furono gia' proposti nel medioevo.
Sì alcuni sì, ma le trovi per esempio anche nello zoroastrismo che si
distanzia parecchio come tempi dalle eresie medievali.
Altre cose sono del tutto nuove e poi riprese "dopo" anni dalle altre
religioni a noi contemporanee.
Post by James George Frazer
Difficilmente troverai qualcosa di politica mondiale prima dell'ottocento
visto che, precedentemente, esisteva il concetto d'impero o di singola
nazione.
Sono pero' piu' asserzioni di stampo politico-mondano che di tipo mistico.
Sono esempi pratici di ciò che differenzia la fede Bahà'ì da altre
religioni passate, e direi anche dai politici dell'epoca.

Le asserzioni di stampo mistico ci sono a volontà, ma in quelle come si fa
a rilevare le differenze se richiedono esperienza diretta?

il fatto che una religione sia solo mistica è una convinzione abbastanza
occidentale/cristiana.
Direi che è una concezione alquanto vetusta e che non risponde più al vero
da oltre un millennio.
Post by James George Frazer
Storicamente la fede bahai e' rimasta minoritaria per cui, anche volendo,
non avrebbe la forza necessaria di fare alcunche'.
Ti sbagli, per quanto riguarda gli scismi religiosi l'islam si è diviso in
due quando il corpo di Maometto era ancora caldo si dice. Dunque subito
dopo la morte del Profeta c'era già il seme degli sciiti e dei sunniti.

Storicamente la fede Bahà'ì è nata da zero (come tutte le altre religioni,
infatti non è una setta dell'islam) ed è giunta a circa 50.000 credenti
alla morte del Suo Fondatore. Un numero ragguardevole e sufficiente per
destare problemi all'occorrenza, infatti tutti sono pronti a considerare i
primi islamici come dei guerriglieri facinorosi come se fossero stati
chissà quanti. Be non dovevano essere più di così.
In secondo luogo, sempre storicamente la fede Bahà'ì è una delle religioni
col tasso di crescita maggiore attualmente, la dodicesima numericamente
con 7 milioni di credenti, e la seconda più diffusa al mondo
geograficamente; significa che i Bahà'ì non formano comitive ma si
sparpagliano ovunque volutamente. Se i Bahà'ì avessero avuto intenzioni
violente 7 milioni sono un considerevole esercito oppure avrebbero potuto
riunirsi in una metropoli stile popolo ebraico.

Gentilmente sto solo cercando di evitarti dubbi e pensieri perchè se un
gruppo religioso è malvagio non serve un grosso numero(i terroristi non
sono mica un miliardo e 200milioni di musulmani), e i Bahà'ì non sono
neanche così pochi e sono ovunque(anche dietro casa tua magari).
Fortuna ha voluto che non sia nelle intenzione dei Bahà'ì guerra e
violenza ma che anzi il primario obiettivo da conseguire sia la pace
mondiale.

Ciao
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 12:59:18 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
Leggendo una storia delle eresie occidentali si può vedere che alcuni dei
concetti che furono gia' proposti nel medioevo.
Sì alcuni sì, ma le trovi per esempio anche nello zoroastrismo che si
distanzia parecchio come tempi dalle eresie medievali.
Altre cose sono del tutto nuove e poi riprese "dopo" anni dalle altre
religioni a noi contemporanee.
Post by James George Frazer
Difficilmente troverai qualcosa di politica mondiale prima dell'ottocento
visto che, precedentemente, esisteva il concetto d'impero o di singola
nazione.
Sono pero' piu' asserzioni di stampo politico-mondano che di tipo mistico.
Sono esempi pratici di ciò che differenzia la fede Bahà'ì da altre
religioni passate, e direi anche dai politici dell'epoca.

Le asserzioni di stampo mistico ci sono a volontà, ma in quelle come si fa
a rilevare le differenze se richiedono esperienza diretta?

il fatto che una religione sia solo mistica è una convinzione abbastanza
occidentale/cristiana.
Direi che è una concezione alquanto vetusta e che non risponde più al vero
da oltre un millennio.
Post by James George Frazer
Storicamente la fede bahai e' rimasta minoritaria per cui, anche volendo,
non avrebbe la forza necessaria di fare alcunche'.
Ti sbagli, per quanto riguarda gli scismi religiosi l'islam si è diviso in
due quando il corpo di Maometto era ancora caldo si dice. Dunque subito
dopo la morte del Profeta c'era già il seme degli sciiti e dei sunniti.

Storicamente la fede Bahà'ì è nata da zero (come tutte le altre religioni,
infatti non è una setta dell'islam) ed è giunta a circa 50.000 credenti
alla morte del Suo Fondatore. Un numero ragguardevole e sufficiente per
destare problemi all'occorrenza, infatti tutti sono pronti a considerare i
primi islamici come dei guerriglieri facinorosi come se fossero stati
chissà quanti. Be non dovevano essere più di così.
In secondo luogo, sempre storicamente la fede Bahà'ì è una delle religioni
col tasso di crescita maggiore attualmente, la dodicesima numericamente
con 7 milioni di credenti, e la seconda più diffusa al mondo
geograficamente; significa che i Bahà'ì non formano comitive ma si
sparpagliano ovunque volutamente. Se i Bahà'ì avessero avuto intenzioni
violente 7 milioni sono un considerevole esercito oppure avrebbero potuto
riunirsi in una metropoli stile popolo ebraico.

Gentilmente sto solo cercando di evitarti dubbi e pensieri perchè se un
gruppo religioso è malvagio non serve un grosso numero(i terroristi non
sono mica un miliardo e 200milioni di musulmani), e i Bahà'ì non sono
neanche così pochi e sono ovunque(anche dietro casa tua magari).
Fortuna ha voluto che non sia nelle intenzione dei Bahà'ì guerra e
violenza ma che anzi il primario obiettivo da conseguire sia la pace
mondiale.

Ciao
Shahruz
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Shahruz Rouholfada
2004-07-26 13:55:52 UTC
Permalink
per cui tu non sei costretto a credere come temevi
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
James George Frazer
2004-07-26 14:12:46 UTC
Permalink
Post by Shahruz Rouholfada
il fatto che una religione sia solo mistica è una convinzione abbastanza
occidentale/cristiana.
I Sufi sono originari della Persia ma in Raabia o in Farid al-Din 'Attar non
si trovano accenni ad una commistione tra politica e mistica.
Lo stessa cosa, per quel che ne so, e' negli Upanishad o nella Bhagavad
Gita.
Post by Shahruz Rouholfada
Direi che è una concezione alquanto vetusta e che non risponde più al vero
da oltre un millennio.
In Europa il collegamento diretto tra politica e religione risale all'epoca
di Teodosio e ha prodotto abbastanza danni all'idea stessa di religione.

[snip]
Post by Shahruz Rouholfada
Gentilmente sto solo cercando di evitarti dubbi e pensieri perchè se un
gruppo religioso è malvagio non serve un grosso numero(i terroristi non
sono mica un miliardo e 200milioni di musulmani), e i Bahà'ì non sono
neanche così pochi e sono ovunque(anche dietro casa tua magari).
Fortuna ha voluto che non sia nelle intenzione dei Bahà'ì guerra e
violenza ma che anzi il primario obiettivo da conseguire sia la pace
mondiale.
Il dubbio che i bahai potessero essere dei terroristi non mi sfiorava
minimante. Era l'utilizzare spesso la parola "globale" a suscitare dei
dubbi.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Vuk Zlatan
2004-07-25 19:55:38 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
Il decalogo, per gli alieni, potrebbe contenere imperativi quali questo "Non
desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo astrale, né il suo
androide, né il suo aratore a propulsione atomica, né la sua astronave a
curvatura zero " ?
"Non grokkare la donna d'altri".

Vuk Zlatan in terra straniera.
--
My: ICQ#50817865
My Blog: http://wolfstep.splinder.it
La mia Volonta' e' potere senza prepotenza.
James George Frazer
2004-07-25 19:59:53 UTC
Permalink
Post by Vuk Zlatan
Post by James George Frazer
Il decalogo, per gli alieni, potrebbe contenere imperativi quali questo "Non
desiderare la casa del tuo prossimo, né il suo campo astrale, né il suo
androide, né il suo aratore a propulsione atomica, né la sua astronave a
curvatura zero " ?
"Non grokkare la donna d'altri".
"Non teletrasporterai alcuno senza prima averglielo chiesto" potrebbe
essere un'altra idea.
Post by Vuk Zlatan
Vuk Zlatan in terra straniera.
Vittima di un abduction ?
Vuk Zlatan
2004-07-26 15:01:39 UTC
Permalink
Post by James George Frazer
Post by Vuk Zlatan
Vuk Zlatan in terra straniera.
Vittima di un abduction ?
Ho litigato con Mike: somiglio troppo a Jubal Harshaw come carattere.

Vuk Zlatan
--
My: ICQ#50817865
My Blog: http://wolfstep.splinder.it
La mia Volonta' e' potere senza prepotenza.
James George Frazer
2004-07-26 15:42:09 UTC
Permalink
Post by Vuk Zlatan
Post by James George Frazer
Vittima di un abduction ?
Ho litigato con Mike: somiglio troppo a Jubal Harshaw come carattere.
Per un attimo ho pensato facesse parte di un test di conoscenza avanzata
per trekker :o)
Poi ho trovato questo: "My dear, I used to think that I was serving
humanity... and I pleasured in the thought. Then I discovered that humanity
does not want to be served; on the contrary it resents any attempt to serve
it. So now I do what pleases Jubal Harshaw."
Ammetto di non conoscere Heinlein. Scambio conoscenza di questo autore con
consiglio su Fritz Leiber, ciclo di Fafhrd e del Grey Mouser (cui mi
premuro di assomigliare)
Nyarlathotep
2004-07-25 17:34:46 UTC
Permalink
Post by Lallo©
...ci crede agli alieni ?
A Lallè...iniziate le vacanze? Settimino mi ha raccontato che fai degli
turni massacranti a UnoMattina Estate...
Certo che se ti rilassi trollando...


Nya
Forlorn Clown
2004-07-25 18:00:07 UTC
Permalink
On Sun, 25 Jul 2004 14:49:03 GMT, in
Post by Lallo©
...ci crede agli alieni ?
Boh. In compenso ci sono religioni che credono negli alieni e non in
dio (Raeliani)...
Post by Lallo©
Insomma, si tratta sempre di qualcosa di cui non
abbiamo prova della sua esistenza...
...che non abbiamo mai visto...
..ma che molti danno per scontato esistano...
..proprio come il vostro dio...
...sbaglio qualcosa in questo ragionamento ?
Io non sono credente, e _non credo_ all'esistenza nè di dio nè degli
alieni.

Ma certo, dovendo fare delle ipotesi, ritengo l'esistenza di dio molto
improbabile, e quella degli alieni molto probabile. In fondo se noi
stiamo qua su questo pianeta è abbastanza verosimile che da qualche
altra parte ci siano altrer forme di vita, no? Molto più difficile è
trovare plausibile l'esistenza di uno o più dei. Alla fine è un
discorso di probabilità, ma il ragionamento di fondo è lo stesso.

Il problema sono quelle persone che pur non avendo prove, decide lo
stesso di credere..
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Amadeus
2004-07-25 18:52:48 UTC
Permalink
"Forlorn Clown" <***@myrealmailboxisonmy.signature> ha scritto nel
messaggio
Post by Forlorn Clown
Io non sono credente, e _non credo_ all'esistenza nè di dio nè degli
alieni.
Dicon tutti così, poi nel momento dell' estrema unzione
cambiano sempre idea...
A meno che non muoiano improvvisamente.

Amadeus
======
Forlorn Clown
2004-07-25 19:23:36 UTC
Permalink
On Sun, 25 Jul 2004 18:52:48 GMT, in
Post by Amadeus
Post by Forlorn Clown
Io non sono credente, e _non credo_ all'esistenza nè di dio nè degli
alieni.
Dicon tutti così, poi nel momento dell' estrema unzione
cambiano sempre idea...
Palle.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Amadeus
2004-07-25 19:30:07 UTC
Permalink
Post by Forlorn Clown
On Sun, 25 Jul 2004 18:52:48 GMT, in
Post by Amadeus
Post by Forlorn Clown
Io non sono credente, e _non credo_ all'esistenza nè di dio nè degli
alieni.
Dicon tutti così, poi nel momento dell' estrema unzione
cambiano sempre idea...
Palle.
Te le sei toccate, eh?
Rotfl!
Post by Forlorn Clown
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
Ciao, Bubu.


Amadeus
======
Post by Forlorn Clown
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Forlorn Clown
2004-07-25 19:49:37 UTC
Permalink
On Sun, 25 Jul 2004 19:30:07 GMT, in
Post by Amadeus
Post by Forlorn Clown
Palle.
Te le sei toccate, eh?
Rotfl!
Lol!

Comunque sì, me le sono toccate.

Ma per annusarle, come ogni vero uomo.
Post by Amadeus
Ciao, Bubu.
Ciao.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Amadeus
2004-07-25 20:37:59 UTC
Permalink
"Forlorn Clown" <***@myrealmailboxisonmy.signature> ha scritto nel
messaggio
Post by Forlorn Clown
On Sun, 25 Jul 2004 19:30:07 GMT, in
Post by Amadeus
Te le sei toccate, eh?
Comunque sì, me le sono toccate.
Eh eh eh...
Post by Forlorn Clown
Ma per annusarle, come ogni vero uomo.
E ti sei rassicurato in merito?


Ciao.
Amadeus
======
Forlorn Clown
2004-07-26 08:07:07 UTC
Permalink
On Sun, 25 Jul 2004 20:37:59 GMT, in
Post by Amadeus
Post by Forlorn Clown
Ma per annusarle, come ogni vero uomo.
E ti sei rassicurato in merito?
Sì. Sai com'è, è una delle poche certezze della vita.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Amadeus
2004-07-26 10:28:31 UTC
Permalink
"Forlorn Clown" <***@myrealmailboxisonmy.signature> ha scritto nel
messaggio
Post by Forlorn Clown
On Sun, 25 Jul 2004 20:37:59 GMT, in
Post by Amadeus
Post by Forlorn Clown
Ma per annusarle, come ogni vero uomo.
E ti sei rassicurato in merito?
Sì. Sai com'è, è una delle poche certezze della vita.
E' vero. A volte, i coglioni si annusano anche senza toccarli cmq.
Già da distanza ragguardevole.
Ne hai riprova in questo e altri ng.

Amadeus
======
Forlorn Clown
2004-07-26 11:08:24 UTC
Permalink
On Mon, 26 Jul 2004 10:28:31 GMT, in
Post by Amadeus
E' vero. A volte, i coglioni si annusano anche senza toccarli cmq.
Già da distanza ragguardevole.
Ne hai riprova in questo e altri ng.
Sante parole.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Antonio Fanelli
2004-07-26 13:00:43 UTC
Permalink
Post by Amadeus
Dicon tutti così, poi nel momento dell' estrema unzione
cambiano sempre idea...
su questo di solito c'è solo la parole del prete.
Voltaire spiegava la cosa in modo esemplare nel suo dizionario
filosofico.
--
La libertà è figlia primogenita della scienza. T. Jefferson
Antonio Fanelli
2004-07-26 12:59:57 UTC
Permalink
On Sun, 25 Jul 2004 18:00:07 GMT, Forlorn Clown
Post by Forlorn Clown
Ma certo, dovendo fare delle ipotesi, ritengo l'esistenza di dio molto
improbabile, e quella degli alieni molto probabile.
diciamo che l'esistenza di altre forme di vita in altri punti
dell'universo è molto più probabile dell'esistenza di una divinità.
--
La libertà è figlia primogenita della scienza. T. Jefferson
science believer
2004-07-26 13:09:20 UTC
Permalink
Post by Antonio Fanelli
On Sun, 25 Jul 2004 18:00:07 GMT, Forlorn Clown
Post by Forlorn Clown
Ma certo, dovendo fare delle ipotesi, ritengo l'esistenza di dio molto
improbabile, e quella degli alieni molto probabile.
diciamo che l'esistenza di altre forme di vita in altri punti
dell'universo è molto più probabile dell'esistenza di una divinità.
veramente, dato il numero elevatissimo di stelle e di possibili pianeti,
l'esistenza di altre forme di vita è molto più probabile (almeno date le
congetture fatte sempre in modo parziale) di tanti altri fenomeni che
avvengono regolarmente sulla Terra. Questo potrebbe indicare due cose: o
che veramente esistono tantissime forme intelligenti, addirittura
tecnologicamente avanzate quanto la nostra o di più (e saprai anche che è
più probabile che vi sia molta differenza in termini di millenni di
evoluzione piuttosto che trovare una civiltà con lo stesso grado di
civilizzazione della nostra), oppure che al solito, una scienza esatta
come la statistica non funziona più così bene, nemmeno con i grandi numeri
(si vede che non sono abbastanza grandi) quando si rapporta con la realtà
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 13:20:04 UTC
Permalink
Post by Antonio Fanelli
On Sun, 25 Jul 2004 18:00:07 GMT, Forlorn Clown
Post by Forlorn Clown
Ma certo, dovendo fare delle ipotesi, ritengo l'esistenza di dio molto
improbabile, e quella degli alieni molto probabile.
diciamo che l'esistenza di altre forme di vita in altri punti
dell'universo è molto più probabile dell'esistenza di una divinità.
veramente, dato il numero elevatissimo di stelle e di possibili pianeti,
l'esistenza di altre forme di vita è molto più probabile (almeno date le
congetture fatte sempre in modo parziale) di tanti altri fenomeni che
avvengono regolarmente sulla Terra. Questo potrebbe indicare due cose: o
che veramente esistono tantissime forme intelligenti, addirittura
tecnologicamente avanzate quanto la nostra o di più (e saprai anche che è
più probabile che vi sia molta differenza in termini di millenni di
evoluzione piuttosto che trovare una civiltà con lo stesso grado di
civilizzazione della nostra), oppure che al solito, una scienza esatta
come la statistica non funziona più così bene, nemmeno con i grandi numeri
(si vede che non sono abbastanza grandi) quando si rapporta con la realtà
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:25:07 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Antonio Fanelli
Post by Forlorn Clown
Ma certo, dovendo fare delle ipotesi, ritengo l'esistenza di dio molto
improbabile, e quella degli alieni molto probabile.
diciamo che l'esistenza di altre forme di vita in altri punti
dell'universo è molto più probabile dell'esistenza di una divinità.
veramente, dato il numero elevatissimo di stelle e di possibili pianeti,
l'esistenza di altre forme di vita è molto più probabile (almeno date le
congetture fatte sempre in modo parziale) di tanti altri fenomeni che
avvengono regolarmente sulla Terra. Questo potrebbe indicare due cose: o
che veramente esistono tantissime forme intelligenti, addirittura
tecnologicamente avanzate quanto la nostra o di più (e saprai anche che è
più probabile che vi sia molta differenza in termini di millenni di
evoluzione piuttosto che trovare una civiltà con lo stesso grado di
civilizzazione della nostra), oppure che al solito, una scienza esatta
come la statistica non funziona più così bene, nemmeno con i grandi numeri
(si vede che non sono abbastanza grandi) quando si rapporta con la realtà
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:27:04 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Antonio Fanelli
Post by Forlorn Clown
Ma certo, dovendo fare delle ipotesi, ritengo l'esistenza di dio molto
improbabile, e quella degli alieni molto probabile.
diciamo che l'esistenza di altre forme di vita in altri punti
dell'universo è molto più probabile dell'esistenza di una divinità.
veramente, dato il numero elevatissimo di stelle e di possibili pianeti,
l'esistenza di altre forme di vita è molto più probabile (almeno date le
congetture fatte sempre in modo parziale) di tanti altri fenomeni che
avvengono regolarmente sulla Terra. Questo potrebbe indicare due cose: o
che veramente esistono tantissime forme intelligenti, addirittura
tecnologicamente avanzate quanto la nostra o di più (e saprai anche che è
più probabile che vi sia molta differenza in termini di millenni di
evoluzione piuttosto che trovare una civiltà con lo stesso grado di
civilizzazione della nostra), oppure che al solito, una scienza esatta
come la statistica non funziona più così bene, nemmeno con i grandi numeri
(si vede che non sono abbastanza grandi) quando si rapporta con la realtà
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
Francesco Rossi
2004-07-25 18:49:44 UTC
Permalink
Post by Lallo©
...ci crede agli alieni ?
Per forza. A meno che tu non pensi che Dio sia un terrestre :)
Post by Lallo©
Insomma, si tratta sempre di qualcosa di cui non
abbiamo prova della sua esistenza...
Al contrario: è l'unico di cui abbiamo le prove di esistenza.
Post by Lallo©
...che non abbiamo mai visto...
Questo è vero.
Post by Lallo©
..ma che molti danno per scontato esistano...
Anche più scontata dell'esistenza di uno scrittore quando ci si trova
di fronte ad un suo libro. E' una cosa normale.
Post by Lallo©
...sbaglio qualcosa in questo ragionamento ?
Alcune cose: quelle che ho segnalato poco sopra.
Post by Lallo©
Lallo©
Francesco.
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Lallo©
2004-07-25 18:58:03 UTC
Permalink
Post by Francesco Rossi
Anche più scontata dell'esistenza di uno scrittore quando ci si trova
di fronte ad un suo libro. E' una cosa normale.
Francesco.
...la religione si basa proprio su questo: il voler credere e far credere
a tutti i costi che tante stronzate scritte dagli uomini siano state dettate
da
dio"... sapete perfettamente che è tutta una buffonata, ma vi ostinate
ad infinocchiare tanti altri polli...

..è terribile...


--
Lallo©
Francesco Rossi
2004-07-25 23:31:14 UTC
Permalink
Post by Lallo©
Post by Francesco Rossi
Anche più scontata dell'esistenza di uno scrittore quando ci si trova
di fronte ad un suo libro. E' una cosa normale.
Francesco.
...la religione si basa proprio su questo: il voler credere e far credere
a tutti i costi che tante stronzate scritte dagli uomini siano state dettate
da
dio"...
Ma no ... non hai capito. Scritte da mani di uomini a loro volta
ispirati
da Dio.
Post by Lallo©
sapete perfettamente che è tutta una buffonata, ma vi ostinate
ad infinocchiare tanti altri polli...
..è terribile...
Questa tua reazione è dovuta all'incomprensione a cui ho fatto cenno
poco
sopra. Solo tu ed alcuni altri polli non comprendono quanto sopra, o
fingono di non comprenderlo.
Post by Lallo©
Lallo©
Francesco.

"Per quanto si voglia guardare, non troviamo da nessuna parte, tra
religione e scienza, una contraddizione, ma precisamente, nei punti più
decisivi, perfetta concordanza. La religione e le scienze naturali non
si
escludono a vicenda, come molti oggi credono o temono, ma si completano
e si connettono reciprocamente."

Max Planck (fisico)
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
LUPO
2004-07-26 09:15:41 UTC
Permalink
Post by Lallo©
...ci crede agli alieni ?
Insomma, si tratta sempre di qualcosa di cui non
abbiamo prova della sua esistenza...
...che non abbiamo mai visto...
..ma che molti danno per scontato esistano...
..proprio come il vostro dio...
...sbaglio qualcosa in questo ragionamento ?
Si, non hai tenuto conto che Dio E' un alieno.
science believer
2004-07-26 09:34:31 UTC
Permalink
....ci crede agli alieni ?
Insomma, si tratta sempre di qualcosa di cui non
abbiamo prova della sua esistenza...
....che non abbiamo mai visto...
...ma che molti danno per scontato esistano...
...proprio come il vostro dio...
....sbaglio qualcosa in questo ragionamento ?
Sì. Sbagli perché non credere in Dio non è come non credere a Babbo
Natale. Ha delle conseguenze per quanto riguarda il significato, l'inizio,
la fine dell'universo. L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Forlorn Clown
2004-07-26 10:14:21 UTC
Permalink
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Sono d'accordo.

E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
C.M.Bertotti
2004-07-26 10:45:28 UTC
Permalink
"Forlorn Clown" <***@myrealmailboxisonmy.signature> ha scritto nel
messaggio
Post by Forlorn Clown
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Fosse così se ne sentirebbe almeno l' aroma.

Amadeus
======
science believer
2004-07-26 10:51:11 UTC
Permalink
Post by Amadeus
messaggio
Post by Forlorn Clown
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Fosse così se ne sentirebbe almeno l' aroma.
Perché, adesso la scienza ha gli strumenti per sentire tutti gli aromi
dell'universo?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Semi True Doc Serg1
2004-07-26 10:53:18 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Amadeus
messaggio
Post by Forlorn Clown
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Fosse così se ne sentirebbe almeno l' aroma.
Perché, adesso la scienza ha gli strumenti per sentire tutti gli aromi
dell'universo?
A futurama han detto di si
Semi True Doc Serg1
2004-07-26 10:51:52 UTC
Permalink
Post by Amadeus
messaggio
Post by Forlorn Clown
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Fosse così se ne sentirebbe almeno l' aroma.
oppure la lazio.
science believer
2004-07-26 10:58:40 UTC
Permalink
Post by Semi True Doc Serg1
Post by Amadeus
messaggio
Post by Forlorn Clown
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Fosse così se ne sentirebbe almeno l' aroma.
oppure la lazio.
Forse intendevi l'alazio
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Amadeus
2004-07-26 10:59:41 UTC
Permalink
Post by Semi True Doc Serg1
Post by Amadeus
messaggio
Post by Forlorn Clown
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato, aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Fosse così se ne sentirebbe almeno l' aroma.
oppure la lazio.
Inter/vendo per dirti che ho riso.
-))

Amadeus
======
science believer
2004-07-26 10:49:40 UTC
Permalink
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Sono d'accordo.
E' a questo punto inevitabile, anche se scontato,
dici?
Post by Forlorn Clown
aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Con la "piccola" differenza che l'universo ha effettivamente avuto un
inizio, almeno da quanto ci dice la scienza, il fatto che debba avere
avuto un inizio anche Dio è una tua affermazione, basata su un modo
scientifico quindi umano di osservare la realtà
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Forlorn Clown
2004-07-26 11:06:47 UTC
Permalink
Post by science believer
dici?
yeah.
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Con la "piccola" differenza che l'universo ha effettivamente avuto un
inizio, almeno da quanto ci dice la scienza,
Oh no, non lo dice affatto. Lo suppone.

E, tanto per continuare, anche se fosse certo (e non lo è) che
l'universo abbia avuto un inizio, questo NON implica che sia stato
creato, NON implica l'esistenza di una, o più di una, entità cosciente
creatrice, e NON implica che tale entità non abbia bisogno di essere
stata creata.

Poi certo, tu sei libero di pensarla come ti pare, volevo solo farti
notare che se lo fai lo fai perchè ti va di farlo, non certo perchè ci
siano motivi validi a supporto.
Post by science believer
il fatto che debba avere
avuto un inizio anche Dio è una tua affermazione, basata su un modo
scientifico quindi umano di osservare la realtà
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
science believer
2004-07-26 12:16:23 UTC
Permalink
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
dici?
yeah.
I don't buy it
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
aggiungere che anche
dio, senza qualcosa o qualcuno che l'abbia creato, è solo un ammasso
di merda fumante.
Con la "piccola" differenza che l'universo ha effettivamente avuto un
inizio, almeno da quanto ci dice la scienza,
Oh no, non lo dice affatto. Lo suppone.
va bene, almeno da quanto suppone la scienza
Post by Forlorn Clown
E, tanto per continuare, anche se fosse certo (e non lo è) che
l'universo abbia avuto un inizio, questo NON implica che sia stato
creato, NON implica l'esistenza di una, o più di una, entità cosciente
creatrice, e NON implica che tale entità non abbia bisogno di essere
stata creata.
Dato che la scienza postula il principio di causalità, vi deve essere
stata , secondo la scienza, una causa che ha prodotto l'universo.
Post by Forlorn Clown
Poi certo, tu sei libero di pensarla come
ti pare, volevo solo farti
notare che se lo fai lo fai perchè ti va di farlo, non certo perchè ci
siano motivi validi a supporto.
I motivi che adducevo per dire che l'universo sarebbe un ammasso di merda
fumante non sono atti a fare funzionare razionalmente qualche teoria
scientifica, ma dal punto di vista umano, della coscienza. Sarà un punto
di vista molto parziale, ma del resto lo è anche la prospettiva e il
linguaggio che ci offre la scienza. Ammettere che l'universo sia frutto
del caso e l'uomo è solo un prodotto di secondaria importanza che crede di
avere coscienza in un pianeta di secondaria importanza in un sistema
solare ecc. ecc., che tutto ciò per cui viviamo, tutte le nostre
preoccupazioni e sofferenze, tutto ciò che possiamo immaginare, sono privi
di significato e spariranno con la nostra parvenza di coscienza appena
cesseremo di vivere, e cioè molto poco rispetto ad una semplice era
geologica, per quanto mi riguarda rende l'universo un ammasso di merda
fumante, molto più di quanto lo sarebbe se tutto ciò fosse stato concepito
da una coscienza più grande di quella nostra e quindi a noi incomprensibile
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
il fatto che debba avere
avuto un inizio anche Dio è una tua affermazione, basata su un modo
scientifico quindi umano di osservare la realtà
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra. Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza ha contribuito
a diffondere secondo il quale dovremmo potere provare, sempre in modo
scientifico, tutto ciò che ci interessa o che possiamo considerare vero o
realtà. Peccato che se veramente dovessimo fare in questo modo resterebbe
ben poco, e inoltre anche la scienza stessa dovrebbe giustificare certi
suoi postulati, come ad es. la validità dell'osservazione sperimentale e
il fatto di potere generalizzare delle osservazioni, sia pur numerose, a
principi. Non credo che vivere in una società di "vulcaniani", esseri
perfettamente razionali e privi di qualunque emotività, sarebbe molto
interessante.

Comunque se vai a vedere il titolo del thread, non c'è un credente che sta
criticando gli atei, bensì un ateo che tenta di mettere in discussione la
fede religiosa con argomenti scientifici. La scienza è un linguaggio
inventato dall'uomo per leggere l'universo. Sarebbe quindi come dire:
nella mia lingua non esiste un termine o una frase per descrivere
quest'oggetto o questo concetto, quindi l'oggetto o il concetto non
esiste, e comunque non ha senso parlarne o tentare di definirlo così come
non ha senso definire qualunque altro concetto non previsto dalla mia
lingua. Mi sembra un po' limitativo, non meno di quanto possa esserlo un
qualunque altro dogma.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Francesco Rossi
2004-07-26 12:38:59 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Poi certo, tu sei libero di pensarla come
ti pare, volevo solo farti
notare che se lo fai lo fai perchè ti va di farlo, non certo perchè ci
siano motivi validi a supporto.
I motivi che adducevo per dire che l'universo sarebbe un ammasso di merda
fumante non sono atti a fare funzionare razionalmente qualche teoria
scientifica, ma dal punto di vista umano, della coscienza. Sarà un punto
di vista molto parziale, ma del resto lo è anche la prospettiva e il
linguaggio che ci offre la scienza.
E' un punto di vista molto razionale. E' la ragione, non la scienza,
che ci suggerisce il principio di causa-effetto.
Post by science believer
Ammettere che l'universo sia frutto
del caso
è molto stupido.

Come diceva Einstein: "Credere che la vita sia nata da una scarica
elettrica su una
data materia inerte, è lo stesso che credere che se cade un fulmine in
una miniera di ferro possa uscirne una locomotiva"
Albert Einstein (fisico)
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
il fatto che debba avere
avuto un inizio anche Dio è una tua affermazione, basata su un modo
scientifico quindi umano di osservare la realtà
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra. Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza
Ecco il punto! Chi ha *abusato* della scienza. Non la scienza in sé.
Chi veramente ha fatto scienza, mi riferisco ai grandi geni, non diceva
le paurose cazzate che dicono i materialisti o come dice Forlorn Clown
sui puffi e Dio :-)
Essi sapevano bene, insieme anche ai maggiori filosofi della storia,
che quella su Dio rappresenta una questione completamente distinta
dall'esistenza di presunti "dei" o idoli o ipotetiche altre creature.
Post by science believer
La scienza è un linguaggio
nella mia lingua non esiste un termine o una frase per descrivere
quest'oggetto o questo concetto, quindi l'oggetto o il concetto non
esiste, e comunque non ha senso parlarne o tentare di definirlo così come
non ha senso definire qualunque altro concetto non previsto dalla mia
lingua. Mi sembra un po' limitativo, non meno di quanto possa esserlo un
qualunque altro dogma.
E' il dogma dello scientismo e del materialismo, ed è il dogma più
antiscientifico che esista.

Ciao,
Francesco.

"La meravigliosa disposizione ed armonia dello spazio possono essersi
formate solo sulla base del piano di un Essere onnipotente: questa è la
somma delle mie conoscenze."

Isahac Newton (astronomo-fisico)
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
science believer
2004-07-26 12:50:24 UTC
Permalink
Post by Francesco Rossi
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Poi certo, tu sei libero di pensarla come
ti pare, volevo solo farti
notare che se lo fai lo fai perchè ti va di farlo, non certo perchè ci
siano motivi validi a supporto.
I motivi che adducevo per dire che l'universo sarebbe un ammasso di merda
fumante non sono atti a fare funzionare razionalmente qualche teoria
scientifica, ma dal punto di vista umano, della coscienza. Sarà un punto
di vista molto parziale, ma del resto lo è anche la prospettiva e il
linguaggio che ci offre la scienza.
E' un punto di vista molto razionale. E' la ragione, non la scienza,
che ci suggerisce il principio di causa-effetto.
Direi che tutti principi sui quali è fondata la scienza partono da
concetti intuitivi o verificati sperimentalmente, sia pure un numero per
forza limitato di volte. Ma del resto anche i postulati della geometria
Post by Francesco Rossi
Post by science believer
Ammettere che l'universo sia frutto
del caso
è molto stupido.
Come diceva Einstein: "Credere che la vita sia nata da una scarica
elettrica su una
data materia inerte, è lo stesso che credere che se cade un fulmine in
una miniera di ferro possa uscirne una locomotiva"
Albert Einstein (fisico)
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
il fatto che debba avere
avuto un inizio anche Dio è una tua affermazione, basata su un modo
scientifico quindi umano di osservare la realtà
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra. Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza
Ecco il punto! Chi ha *abusato* della scienza. Non la scienza in sé.
Chi veramente ha fatto scienza, mi riferisco ai grandi geni, non diceva
le paurose cazzate che dicono i materialisti o come dice Forlorn Clown
sui puffi e Dio :-)
Essi sapevano bene, insieme anche ai maggiori filosofi della storia,
che quella su Dio rappresenta una questione completamente distinta
dall'esistenza di presunti "dei" o idoli o ipotetiche altre creature.
Sì, sono d'accordo su questa distinzione. Ma bisogna allora essere
d'accordo sul fatto che questo vale anche per la religione o per altre
ideologie. Non si possono avere due pesi e due misure. Se accusiamo la
religione e i tutti credenti di essere complici degli oscurantisti e di
chi ha messo al rogo la gente, come molti oggigiorno sono pronti a fare,
allora di contro si potrebbero accusare tutti gli scienziati o chiunque si
occupi di scienza di essere gli artefici della bomba atomica,
dell'inquinamento, degli OGM, delle mine anti-uomo e del buco nell'ozono.
E chi più ne ha più ne metta.
Post by Francesco Rossi
Post by science believer
La scienza è un linguaggio
nella mia lingua non esiste un termine o una frase per descrivere
quest'oggetto o questo concetto, quindi l'oggetto o il concetto non
esiste, e comunque non ha senso parlarne o tentare di definirlo così come
non ha senso definire qualunque altro concetto non previsto dalla mia
lingua. Mi sembra un po' limitativo, non meno di quanto possa esserlo un
qualunque altro dogma.
E' il dogma dello scientismo e del materialismo, ed è il dogma più
antiscientifico che esista.
Il fatto è che è così che poi viene divulgata e viene compresa la scienza
dalla maggior parte dei profani (e non solo). Sono pochi grandi quelli che
hanno sempre in mente che anche la scienza ha dei limiti, neanche quelli
ben definiti
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Francesco Rossi
2004-07-26 12:59:59 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Francesco Rossi
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
il fatto che debba avere
avuto un inizio anche Dio è una tua affermazione, basata su un modo
scientifico quindi umano di osservare la realtà
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra. Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza
Ecco il punto! Chi ha *abusato* della scienza. Non la scienza in sé.
Chi veramente ha fatto scienza, mi riferisco ai grandi geni, non diceva
le paurose cazzate che dicono i materialisti o come dice Forlorn Clown
sui puffi e Dio :-)
Essi sapevano bene, insieme anche ai maggiori filosofi della storia,
che quella su Dio rappresenta una questione completamente distinta
dall'esistenza di presunti "dei" o idoli o ipotetiche altre creature.
Sì, sono d'accordo su questa distinzione. Ma bisogna allora essere
d'accordo sul fatto che questo vale anche per la religione o per altre
ideologie. Non si possono avere due pesi e due misure. Se accusiamo la
religione e i tutti credenti di essere complici degli oscurantisti e di
chi ha messo al rogo la gente, come molti oggigiorno sono pronti a fare,
allora di contro si potrebbero accusare tutti gli scienziati o chiunque si
occupi di scienza di essere gli artefici della bomba atomica,
dell'inquinamento, degli OGM, delle mine anti-uomo e del buco nell'ozono.
E chi più ne ha più ne metta.
Ma perché dire una caz--ta sulla scienza solo perché molti dicono
caz--te sulla religione? Non forniremmo un buon servizio alla cultura.
Cerchiamo di essere realisti sia sulla scienza che sulla religione.
Altrimenti ne viene fuori un battibecco inutile e distruttivo, invece
che un'analisi costruttiva.
Post by science believer
Post by Francesco Rossi
Post by science believer
La scienza è un linguaggio
nella mia lingua non esiste un termine o una frase per descrivere
quest'oggetto o questo concetto, quindi l'oggetto o il concetto non
esiste, e comunque non ha senso parlarne o tentare di definirlo così come
non ha senso definire qualunque altro concetto non previsto dalla mia
lingua. Mi sembra un po' limitativo, non meno di quanto possa esserlo un
qualunque altro dogma.
E' il dogma dello scientismo e del materialismo, ed è il dogma più
antiscientifico che esista.
Il fatto è che è così che poi viene divulgata e viene compresa la scienza
dalla maggior parte dei profani (e non solo). Sono pochi grandi quelli che
hanno sempre in mente che anche la scienza ha dei limiti, neanche quelli
ben definiti
Infatti dice bene il fisico Zichichi quando afferma che oggi non viviamo
l'"era della scienza". C'è pochissima scientificità in questi tempi.

Ciao,
Francesco.

"Per quanto si voglia guardare, non troviamo da nessuna parte, tra
religione e scienza, una contraddizione, ma precisamente, nei punti più
decisivi, perfetta concordanza. La religione e le scienze naturali non
si
escludono a vicenda, come molti oggi credono o temono, ma si completano
e si connettono reciprocamente."

Max Planck (fisico)
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Surak
2004-07-26 14:59:38 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
E, tanto per continuare, anche se fosse certo (e non lo è) che
l'universo abbia avuto un inizio, questo NON implica che sia stato
creato, NON implica l'esistenza di una, o più di una, entità cosciente
creatrice, e NON implica che tale entità non abbia bisogno di essere
stata creata.
Dato che la scienza postula il principio di causalità, vi deve essere
stata , secondo la scienza, una causa che ha prodotto l'universo.
Ammesso, appunto, 1) che sia stato prodotto e 2) che non sia stato prodotto
all'interno di una realtà naturale più ampia, a sua volta eterna e non
prodotta. Ma finché non si dimostrano i punti 1) e 2), parlare di entità
coscienti creatrici è una mera petizione di principio
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra. Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza ha contribuito
a diffondere secondo il quale dovremmo potere provare, sempre in modo
scientifico, tutto ciò che ci interessa o che possiamo considerare vero o
realtà.
Attento: il discorso sui Puffi serve semplicemente a mettere in luce che
siamo di fronte a entità la cui esistenza non è provata. E ciò vale tanto
per i Puffi, quanto per gli Dei o il Dio. Il che non significa essere legati
ad abusi della scienza ecc. ecc. (che è la solita obiezione fatta da chi è a
corto di argomenti, e non può far altro che bollare come "scientista"
l'interlocutore per chiudere prudentemente il discorso), significa soltanto
chiedere le ragioni delle affermazioni che uno fa: e ciò vale tanto per i
Puffi, quanto per Dio, quanto per qualunque altra ipotetica entità di cui
uno può mettersi a parlare. Finché queste ragioni non emergono, non si vede
perché mai bisognerebbe attribuire un qualche status privilegiato all'entità
ipotetica "Dio" rispetto all'entità ipotetica "Puffo". Anzi, per dirla
tutta, l'entità ipotetica "Puffo" è perlomeno ben definita, mentre l'entità
ipotetica "Dio", oltre a essere ipotetica, è anche molto vaga, visto che
nella storia della filosofia - oltre che in quella delle religioni - si è
detto tutto e il contrario di tutto su come dovrebbe essere questo Dio o
questi Dei, e spesso con la pretesa di averlo "dimostrato": così, per
esempio, Aristotele ha "dimostrato" che esistono cinquantacinque motori
immobili divini, Platone ha "dimostrato" che esiste un Demiurgo subordinato
al Mondo Divino delle Idee, gli Stoici hanno "dimostrato" che esiste uno
Pneuma Divino immanente all'universo, Tommaso ha "dimostrato" che esiste un
unico Dio creatore dell'universo, Spinoza ha "dimostrato" che Dio e Natura
coincidono, e chi più ne ha più ne metta... Tutte cose rigorosamente
"dimostrate", of course, con il piccolo inconveniente che tutti queste forme
di Divinità rigorosamente "dimostrate" si elidono a vicenda, e quello che
"dimostra" uno è la confutazione di quello che ha "dimostrato" l'altro...
Ergo, non vedo proprio nulla di strano nel fatto di chiedere qualche ragione
a chi afferma queste strane cose; che poi questa richiesta non piaccia, è un
altro discorso, e resta comunque il diritto per ciascuno di credere a tutto
ciò che vuole - solo, non pretenda poi che la sua credenza valga qualcosa in
più delle altre, e non si alteri se qualcuno glielo fa gentilmente notare...
^___-

Saluti gentili,
Surak
science believer
2004-07-26 15:35:33 UTC
Permalink
Post by Surak
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
E, tanto per continuare, anche se fosse certo (e non lo è) che
l'universo abbia avuto un inizio, questo NON implica che sia stato
creato, NON implica l'esistenza di una, o più di una, entità cosciente
creatrice, e NON implica che tale entità non abbia bisogno di essere
stata creata.
Dato che la scienza postula il principio di causalità, vi deve essere
stata , secondo la scienza, una causa che ha prodotto l'universo.
Ammesso, appunto, 1) che sia stato prodotto e 2) che non sia stato prodotto
all'interno di una realtà naturale più ampia, a sua volta eterna e non
prodotta. Ma finché non si dimostrano i punti 1) e 2), parlare di entità
coscienti creatrici è una mera petizione di principio
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra. Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza ha contribuito
a diffondere secondo il quale dovremmo potere provare, sempre in modo
scientifico, tutto ciò che ci interessa o che possiamo considerare vero o
realtà.
Attento: il discorso sui Puffi serve semplicemente a mettere in luce che
siamo di fronte a entità la cui esistenza non è provata. E ciò vale tanto
per i Puffi, quanto per gli Dei o il Dio. Il che non significa essere legati
ad abusi della scienza ecc. ecc. (che è la solita obiezione fatta da chi è a
corto di argomenti, e non può far altro che bollare come "scientista"
l'interlocutore per chiudere prudentemente il discorso),
ti assicuro che non sono a corto di argomenti. Definire scientista non
l'interlocutore ma almeno queste affermazioni è lecito perché ciò che
viene richiesto è la prova scientifica, usando appunto mezzi e strumenti
scientifici, dell'esistenza di Dio, ed essere nell'impossibilità di usarli
dovrebbe implicare che dio non esiste e non ha senso porsi il problema, o
almeno che tale problema ha la stessam importanza dei puffi, il che
significa ignorare secoli di storia e la necessità dell'uomo di cercare
qualcosa, una risposta che la scienza o l'estensione della percezione
sensoriale non è in grado di fornire
Post by Surak
significa soltanto
chiedere le ragioni delle affermazioni che uno fa: e ciò vale tanto per i
Puffi, quanto per Dio, quanto per qualunque altra ipotetica entità di cui
uno può mettersi a parlare.
Questo è un approccio estremamente sperimentale dal punto di vista
scientifico. Tu neghi che qualcuno possa sentire la Fede nel proprio io,
nella propria coscienza, e che voglia ricercare questo al di fuori dei
confini dell'approccio sperimentale.
Post by Surak
Finché queste ragioni non emergono,
Ma tu quali ragioni vorresti? Di che tipo? Le ragioni sno da ricercare
nella propria esigenza, strettamente individuale, di cercare qualcosa che
possa spiegare la coscienza e possa fornire delle spiegazioni più
universali sull'amore, sul significato del mondo, di quanto non possa fare
la scienza. Ma se stai cercando qualcosa al di fuori della scienza, non
puoi pretendere poi che sia questa a fornire il mezzo per farlo.
Post by Surak
non si vede
perché mai bisognerebbe attribuire un qualche status privilegiato all'entità
ipotetica "Dio" rispetto all'entità ipotetica "Puffo".
Sei tu che non riesci a distaccarti dalla visione del mondo e della
percezione dell'universo fornita dalla scienza, per la quale appunto
qualunque concetto non verificabile e confrontabile con le sue premesse
(in primis la verifica e ripetibilità sperimentale) è un'ipotesi da
scartare.
Post by Surak
Anzi, per dirla
tutta, l'entità ipotetica "Puffo" è perlomeno ben definita, mentre l'entità
ipotetica "Dio", oltre a essere ipotetica, è anche molto vaga, visto che
nella storia della filosofia - oltre che in quella delle religioni - si è
detto tutto e il contrario di tutto
E cosa vuoi l'equazione del moto? O la composizione chimica? In quanto
entità non comprensibile e non percepibile direttamente dall'uomo, mi
sembra che non si possa pretendere di averne una visione e una percezione
vivida come della realtà che osserviamo quotidianamente. Non lo si può
misurare o osservare con un telescopio, altrimenti non ci sarebbe questa
eterna disputa fra credenti e non credenti
Post by Surak
su come dovrebbe essere questo Dio o
questi Dei, e spesso con la pretesa di averlo "dimostrato": così, per
esempio, Aristotele ha "dimostrato" che esistono cinquantacinque motori
immobili divini, Platone ha "dimostrato" che esiste un Demiurgo subordinato
al Mondo Divino delle Idee, gli Stoici hanno "dimostrato" che esiste uno
Pneuma Divino immanente all'universo, Tommaso ha "dimostrato" che esiste un
unico Dio creatore dell'universo, Spinoza ha "dimostrato" che Dio e Natura
coincidono, e chi più ne ha più ne metta... Tutte cose rigorosamente
"dimostrate", of course, con il piccolo inconveniente che tutti queste forme
di Divinità rigorosamente "dimostrate" si elidono a vicenda, e quello che
"dimostra" uno è la confutazione di quello che ha "dimostrato" l'altro...
Of course un tubo. La religione parla di fede, quindi afferma che
l'eistenza di Dio non è dimostrabile. Che poi ci sia stato qualcuno che
abbia esagerato, quello avviene quotidianamente anche nel mondo
cientifico. Oppure credete che la scienza sia fatta solo di grandi
scoperte e teorie?
Post by Surak
Ergo, non vedo proprio nulla di strano nel fatto di chiedere qualche ragione
a chi afferma queste strane cose;
Tu non puoi sbarcare dalla luna dopo millenni di storia e liquidare la
religione a "strane cose". La religione è un bisogno dell'uomo che è nato
molto prima dell'approccio scientifico, e non può essere affatto essere
sostituita dalla scienza perché non si occupa solo della conoscenza
dell'universo, ma della coscienza umana, del significato dell'esistenza e
della morale.
Post by Surak
che poi questa richiesta non piaccia, è un
altro discorso, e resta comunque il diritto per ciascuno di credere a tutto
ciò che vuole
Anche chi crede nel materialismo assoluto ha il diritto di farlo

- solo, non pretenda poi che la sua credenza valga qualcosa in
Post by Surak
più delle altre, e non si alteri se qualcuno glielo fa gentilmente notare...
Mah, veramente ultimamente mi sembra che chi pretende di insegnare di più
agli altri siano degli improvvisati pseudoscienziati alla stregua di Piero
Angela che esaltano il materialismo assoluto e la filosofia del "credo
solo a quello che vedo". Peccato che la scienza stessa non sa ancora
spiegare quello che vede e quanto vede della realtà
Post by Surak
Saluti gentili,
Ricambio i saluti e la gentilezza
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Surak
2004-07-26 16:23:24 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Surak
Attento: il discorso sui Puffi serve semplicemente a mettere in luce che
siamo di fronte a entità la cui esistenza non è provata. E ciò vale tanto
per i Puffi, quanto per gli Dei o il Dio. Il che non significa essere legati
ad abusi della scienza ecc. ecc. (che è la solita obiezione fatta da chi è a
corto di argomenti, e non può far altro che bollare come "scientista"
l'interlocutore per chiudere prudentemente il discorso),
ti assicuro che non sono a corto di argomenti. Definire scientista non
l'interlocutore ma almeno queste affermazioni è lecito perché ciò che
viene richiesto è la prova scientifica, usando appunto mezzi e strumenti
scientifici, dell'esistenza di Dio, ed essere nell'impossibilità di usarli
dovrebbe implicare che dio non esiste e non ha senso porsi il problema, o
almeno che tale problema ha la stessam importanza dei puffi, il che
significa ignorare secoli di storia e la necessità dell'uomo di cercare
qualcosa, una risposta che la scienza o l'estensione della percezione
sensoriale non è in grado di fornire
No no, nessuno ha parlato di risposte che debbano per forza essere
*scientifiche* (non lo aveva scritto Forlorn Clown, e tantomeno l'ho scritto
io): questa è un'aggiunta tua. Se ci fossero altre prove - filosofiche, per
esempio - che fossero effettivamente concludenti e non smontabili in due
minuti, per me andrebbero benissimo. Mica dico che debbano essere per forza
prove scientifiche fatte con tanto di bilancino. Il problema è che queste
prove effettive - non solo scientifiche - non ci sono.
Post by science believer
Post by Surak
significa soltanto
chiedere le ragioni delle affermazioni che uno fa: e ciò vale tanto per i
Puffi, quanto per Dio, quanto per qualunque altra ipotetica entità di cui
uno può mettersi a parlare.
Questo è un approccio estremamente sperimentale dal punto di vista
scientifico. Tu neghi che qualcuno possa sentire la Fede nel proprio io,
nella propria coscienza, e che voglia ricercare questo al di fuori dei
confini dell'approccio sperimentale.
Nisba. Come ti dico sopra, l'aggiunta "sperimentale" è cosa tua, io non ti
ho chiesto questo. Quanto al sentire la Fede nel tuo io, sei certo libero di
sentire nel tuo io tutto quello che vuoi. Solo, non pretendere poi che
questo qualcosa, per il semplice motivo che lo senti tu nel tuo io (cosa che
sei liberissimo di fare), debba essere considerato dagli altri come qualcosa
in qualche modo privilegiato rispetto a tante altre Fedi che un altro può
ugualmente sentire nel suo io: c'è chi sente la Fede negli Alieni, chi sente
la Fede nella trasmigrazione delle anime, chi sente la Fede nella Forza dei
Cavalieri Jedi (ebbene sì, da un paio d'anni c'è anche questa religione) e
via discorrendo. Non vedo proprio perché quello che senti tu nel tuo io
debba valere di più di quello che possono sentire gli altri nel loro. E'
solo quando avanzi questa pretesa che uno ti chiede le ragioni.
Post by science believer
Post by Surak
Finché queste ragioni non emergono,
Ma tu quali ragioni vorresti? Di che tipo? Le ragioni sno da ricercare
nella propria esigenza, strettamente individuale, di cercare qualcosa che
possa spiegare la coscienza e possa fornire delle spiegazioni più
universali sull'amore, sul significato del mondo, di quanto non possa fare
la scienza. Ma se stai cercando qualcosa al di fuori della scienza, non
puoi pretendere poi che sia questa a fornire il mezzo per farlo.
Guarda, a me basterebbe una semplice ragione filosofica del perché io debba
ammettere che un Dio esista e un Puffo no. Se mi parli di esigenze
soggettive personali, io non ho niente da dirti: seguile pure fin che vuoi,
ma tieni presente che sono solo, appunto, tue esigenze soggettive personali;
altri non le hanno, e altri ne hanno di diverse. Se mi parli di
"spiegazioni", devi invece giustificare che cosa spiegherebbero
effettivamente queste ipotesi e come. Perché altrimenti, stando su questo
stesso piano, io ti posso anche dire che la "spiegazione" del fatto che non
trovo più il primo volume degli scritti di logica di Leibniz è perché è
venuto nottetempo Puffo Quattrocchi e me lo ha portato via: anche questa è
una "spiegazione" di un fatto, solo non so se tu, in questo caso, la
riterresti valida...
Post by science believer
Sei tu che non riesci a distaccarti dalla visione del mondo e della
percezione dell'universo fornita dalla scienza, per la quale appunto
qualunque concetto non verificabile e confrontabile con le sue premesse
(in primis la verifica e ripetibilità sperimentale) è un'ipotesi da
scartare.
E dagli...
Post by science believer
Post by Surak
Anzi, per dirla
tutta, l'entità ipotetica "Puffo" è perlomeno ben definita, mentre l'entità
ipotetica "Dio", oltre a essere ipotetica, è anche molto vaga, visto che
nella storia della filosofia - oltre che in quella delle religioni - si è
detto tutto e il contrario di tutto
E cosa vuoi l'equazione del moto? O la composizione chimica? In quanto
entità non comprensibile e non percepibile direttamente dall'uomo, mi
sembra che non si possa pretendere di averne una visione e una percezione
vivida come della realtà che osserviamo quotidianamente. Non lo si può
misurare o osservare con un telescopio, altrimenti non ci sarebbe questa
eterna disputa fra credenti e non credenti
Ma se mi dici che questa entita non è comprensibile e non è percepibile, io
sono pienamente d'accordo con te. Soltanto aggiungo: credici pure fin che
vuoi, ma non pretendere che questa tua fede debba per forza esser ritenuta
valida anche dagli altri. Come, del resto, gli altri non vengono da te a
pretendere che tu ritenga credibile il fatto che Puffo Quattrocchi si aggira
di notte a portare via i libri di Leibniz.
Post by science believer
Post by Surak
su come dovrebbe essere questo Dio o
questi Dei, e spesso con la pretesa di averlo "dimostrato": così, per
esempio, Aristotele ha "dimostrato" che esistono cinquantacinque motori
immobili divini, Platone ha "dimostrato" che esiste un Demiurgo subordinato
al Mondo Divino delle Idee, gli Stoici hanno "dimostrato" che esiste uno
Pneuma Divino immanente all'universo, Tommaso ha "dimostrato" che esiste un
unico Dio creatore dell'universo, Spinoza ha "dimostrato" che Dio e Natura
coincidono, e chi più ne ha più ne metta... Tutte cose rigorosamente
"dimostrate", of course, con il piccolo inconveniente che tutti queste forme
di Divinità rigorosamente "dimostrate" si elidono a vicenda, e quello che
"dimostra" uno è la confutazione di quello che ha "dimostrato" l'altro...
Of course un tubo. La religione parla di fede, quindi afferma che
l'eistenza di Dio non è dimostrabile. Che poi ci sia stato qualcuno che
abbia esagerato, quello avviene quotidianamente anche nel mondo
cientifico. Oppure credete che la scienza sia fatta solo di grandi
scoperte e teorie?
E dagli con 'sta scienza... E poi, guarda che se tu mi parli semplicemente
di una fede tua, per quel che mi riguarda il discorso è già finito qui: non
ho certo intenzione di dirti di non credere a qualcosa.
Post by science believer
Post by Surak
Ergo, non vedo proprio nulla di strano nel fatto di chiedere qualche ragione
a chi afferma queste strane cose;
Tu non puoi sbarcare dalla luna dopo millenni di storia e liquidare la
religione a "strane cose". La religione è un bisogno dell'uomo che è nato
molto prima dell'approccio scientifico, e non può essere affatto essere
sostituita dalla scienza perché non si occupa solo della conoscenza
dell'universo, ma della coscienza umana, del significato dell'esistenza e
della morale.
Embé? Libera ovviamente la religione di occuparsi di ciò che vuole, compreso
il significato dell'esistenza e della morale e della coscienza umana (di
cui, tra parentesi, ci si occupa non solo in ambito religioso). Soltanto,
non vedo perché mai dovrei considerare valide le risposte che una religione
(tra parentesi, quale religione?, perché anche qui le risposte che danno
sono le più disparate) dà a queste domande. Stessa libertà, ovviamente,
anche per chi crede al woodo, alla magia, agli oroscopi o ai Puffi
Quattrocchi che portano via i libri di Leibniz; finché uno non viene a
rompere le scatole a me pretendendo che io ritenga credibili le sue teorie
di questo genere al contrario delle altre che si possono accampare in
proposito, non è un problema mio.

Saluti liberi,
Surak
Forlorn Clown
2004-07-26 17:08:52 UTC
Permalink
Post by science believer
Definire scientista non
l'interlocutore ma almeno queste affermazioni è lecito perché ciò che
viene richiesto è la prova scientifica, usando appunto mezzi e strumenti
scientifici, dell'esistenza di Dio, ed essere nell'impossibilità di usarli
dovrebbe implicare che dio non esiste e non ha senso porsi il problema,
E chi lo ha mai detto? Qui dentro troverai pochissime persone disposte
a negare l'esistenza di dio. Io stesso non nego che un qualche dio
possa esistere, ma non per questo non ci credo. Semplicemente ritengo
inutile preoccuparmente, perchè è una questione al momento senza fine.
Post by science believer
o
almeno che tale problema ha la stessam importanza dei puffi, il che
significa ignorare secoli di storia e la necessità dell'uomo di cercare
qualcosa, una risposta che la scienza o l'estensione della percezione
sensoriale non è in grado di fornire
Che l'uomo abbia questa necessità è una bugia. Che la scienza non
sappia dare le risposte è verissimo, la vera domanda è, chi gliele
chiede? Tu vuoi avere risposte a domande senza risposta? Benissimo,
cercati una religione e credi alle risposte che tale religione si è
inventata, ma non venirmi a dire che dovrei farlo anch'io, perchè non
è vero.
Post by science believer
Questo è un approccio estremamente sperimentale dal punto di vista
scientifico. Tu neghi che qualcuno possa sentire la Fede nel proprio io,
nella propria coscienza, e che voglia ricercare questo al di fuori dei
confini dell'approccio sperimentale.
Nessuno lo nega.
Post by science believer
Post by Surak
Finché queste ragioni non emergono,
Ma tu quali ragioni vorresti? Di che tipo? Le ragioni sno da ricercare
nella propria esigenza, strettamente individuale, di cercare qualcosa che
possa spiegare la coscienza e possa fornire delle spiegazioni più
universali sull'amore, sul significato del mondo, di quanto non possa fare
la scienza. Ma se stai cercando qualcosa al di fuori della scienza, non
puoi pretendere poi che sia questa a fornire il mezzo per farlo.
Qua nessuno vuole ragioni, qua tutti vivono benissimo senza porsi il
problema di dio. Tu vuoi credere in dio? Credici, nessuno ti ferma.
Post by science believer
Post by Surak
non si vede
perché mai bisognerebbe attribuire un qualche status privilegiato all'entità
ipotetica "Dio" rispetto all'entità ipotetica "Puffo".
Sei tu che non riesci a distaccarti dalla visione del mondo e della
percezione dell'universo fornita dalla scienza, per la quale appunto
qualunque concetto non verificabile e confrontabile con le sue premesse
(in primis la verifica e ripetibilità sperimentale) è un'ipotesi da
scartare.
Non è da scartare, ma nemmeno da prendere in considerazione. E' un
ipotesi da lasciare in sospeso. Ti stai chiedendo il perchè? Perchè se
non facessimo così, dovremmo coerentemente credere a tutte le ipotesi
di quel tipo, che sono infinite.
Post by science believer
Of course un tubo. La religione parla di fede, quindi afferma che
l'eistenza di Dio non è dimostrabile
Ed infatti nessuno (o quasi) pretende di dimostrare che dio non
esiste. Sei tu che sembri pretendere come naturale credere in dio,
quando non lo è affatto.
Post by science believer
Tu non puoi sbarcare dalla luna dopo millenni di storia e liquidare la
religione a "strane cose".
La religione è un bisogno dell'uomo che è nato
molto prima dell'approccio scientifico
La religione è figlia dell'ignoranza dell'uomo. Guardacaso nell'ultimo
secolo l'uomo è molto meno ignorante, e le religioni perdono qua è la
potere, un caso?
Post by science believer
, e non può essere affatto essere
sostituita dalla scienza
E chi ha detto che la scienza dovrebbe sostituire la religione? La
religione è superflua per molte persone, non serve sostituirla con
niente, è sufficiente non averla.
Post by science believer
perché non si occupa solo della conoscenza
dell'universo, ma della coscienza umana, del significato dell'esistenza e
della morale.
Appunto, cose superflue. La morale poi la si ha anche senza religione.
Il significato della vita ognuno se lo sceglie come gli pare, se vuole
seguire quello che dice una delle migliaia di religioni, faccia pure,
ma non venirmi a dire che è necessario farlo perchè non è vero.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Forlorn Clown
2004-07-26 16:57:04 UTC
Permalink
On Mon, 26 Jul 2004 14:59:38 GMT, in
Post by Surak
Attento: il discorso sui Puffi serve semplicemente a mettere in luce che
siamo di fronte a entità la cui esistenza non è provata. [...]
Naturalmente sottoscrivo tutto, mi hai risparmiato un pò di kb di
precisazioni :)
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Forlorn Clown
2004-07-26 16:54:08 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Post by science believer
Con la "piccola" differenza che l'universo ha effettivamente avuto un
inizio, almeno da quanto ci dice la scienza,
Oh no, non lo dice affatto. Lo suppone.
va bene, almeno da quanto suppone la scienza
Perfetto. E bada che questa è una ENORME differenza.
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
E, tanto per continuare, anche se fosse certo (e non lo è) che
l'universo abbia avuto un inizio, questo NON implica che sia stato
creato, NON implica l'esistenza di una, o più di una, entità cosciente
creatrice, e NON implica che tale entità non abbia bisogno di essere
stata creata.
Dato che la scienza postula il principio di causalità, vi deve essere
stata , secondo la scienza, una causa che ha prodotto l'universo.
SE l'universo ha avuto un inizio, vi si può ravvisare una causa.

Se poi questa supposta "causa" rientri nella definizione comune di
dio, in cui credono i religiosi, questo è tutt'altro paio di maniche,
e non è, per ora, alla portata di nessuno.
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Poi certo, tu sei libero di pensarla come
ti pare, volevo solo farti
notare che se lo fai lo fai perchè ti va di farlo, non certo perchè ci
siano motivi validi a supporto.
I motivi che adducevo per dire che l'universo sarebbe un ammasso di merda
fumante non sono atti a fare funzionare razionalmente qualche teoria
scientifica, ma dal punto di vista umano, della coscienza. Sarà un punto
di vista molto parziale, ma del resto lo è anche la prospettiva e il
linguaggio che ci offre la scienza. Ammettere che l'universo sia frutto
del caso e l'uomo è solo un prodotto di secondaria importanza che crede di
avere coscienza in un pianeta di secondaria importanza in un sistema
solare ecc. ecc., che tutto ciò per cui viviamo, tutte le nostre
preoccupazioni e sofferenze, tutto ciò che possiamo immaginare, sono privi
di significato e spariranno con la nostra parvenza di coscienza appena
cesseremo di vivere, e cioè molto poco rispetto ad una semplice era
geologica, per quanto mi riguarda rende l'universo un ammasso di merda
fumante, molto più di quanto lo sarebbe se tutto ciò fosse stato concepito
da una coscienza più grande di quella nostra e quindi a noi incomprensibile
Tu lo vedi come un ammasso di merda fumante, io la vedo come splendida
natura. Punti di vista.
Post by science believer
Post by Forlorn Clown
Sai com'è, quando si parla di dio, o dei puffi, sei libero di dire
quelli che ti pare, tanto restano sempre affermazioni non
falsificabili, che personalmente non prendo in considerazione.
Non accetto che parlare di dio sia la stessa cosa che parlare dei puffi,
per i motivi che ho detto sopra.
Sono entrambe affermazioni che non possiamo verificare. Se io dico che
Grande Puffo ha creato l'universo, tu non puoi dire niente. Un dio a
caso, mettiamo quello cristiano, e qualsiasi altra ipotesi che tu ti
inventi, hanno probabilità simili di essere vere, dato che in entrambi
i casi mancano elementi per valutarne la veridicità.
Post by science believer
Purtroppo tu sei legato ad un
materialismo che la scienza o chi ha abusato della scienza ha contribuito
a diffondere secondo il quale dovremmo potere provare, sempre in modo
scientifico, tutto ciò che ci interessa o che possiamo considerare vero o
realtà.
Io non sono affatto legato al materialismo. Io non escludo che Grande
Puffo abbia creato l'universo, come non escludo che sia stato
qualsiasi altro dio. Semplicemente io trovo stupido "crederci", perchè
non ci sono motivi validi per farlo, supporto psicologico a parte.
Quindi se vogliamo prendere in mano delle ipotesi, facciamolo, ma
crederci, eh no, non è intelligente.
Post by science believer
Peccato che se veramente dovessimo fare in questo modo resterebbe
ben poco,
Falso.
Post by science believer
e inoltre anche la scienza stessa dovrebbe giustificare certi
suoi postulati, come ad es. la validità dell'osservazione sperimentale e
il fatto di potere generalizzare delle osservazioni, sia pur numerose, a
principi. Non credo che vivere in una società di "vulcaniani", esseri
perfettamente razionali e privi di qualunque emotività, sarebbe molto
interessante.
E chi ha detto che debba essere così? Non devi fare l'errore di
contrapporre scienza e religione, che se uno non è religioso allora è
per forza uno scienziato.
Si vive benissimo senza religione, senza per questo essere dei freddi
automi razionali. Le nostre emozioni ci restano, e non è certo
riconducendo tutto ad un ipotetico dio che viviamo meglio.
Post by science believer
Comunque se vai a vedere il titolo del thread, non c'è un credente che sta
criticando gli atei, bensì un ateo che tenta di mettere in discussione la
fede religiosa con argomenti scientifici. La scienza è un linguaggio
nella mia lingua non esiste un termine o una frase per descrivere
quest'oggetto o questo concetto, quindi l'oggetto o il concetto non
esiste, e comunque non ha senso parlarne o tentare di definirlo così come
non ha senso definire qualunque altro concetto non previsto dalla mia
lingua. Mi sembra un po' limitativo, non meno di quanto possa esserlo un
qualunque altro dogma.
Quello che dici tu sarebbe limitativo, ma infatti non è questo
l'approcio scientifico. La scienza è sostanzialmente agnostica, solo
che a volte vengono fatte delle approssimazioni a fini pratici, tutto
qua, l'importante è ricordarsi di averle fatte.
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 11:22:13 UTC
Permalink
"science believer" <***@faith.it> ha scritto nel messaggio news:ce2nk4$357$***@news.newsland.it...

L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
science believer
2004-07-26 11:47:12 UTC
Permalink
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Pensaci su invece di emozionarti e vedrai che anche tu capirai il
significato di ciò che ho detto. Dai non fare il pianeta delle scimmie
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 11:49:59 UTC
Permalink
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Pensaci su invece di emozionarti e vedrai che anche tu capirai il
significato di ciò che ho detto. Dai non fare il pianeta delle scimmie
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
science believer
2004-07-26 12:21:18 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Pensaci su invece di emozionarti e vedrai che anche tu capirai il
significato di ciò che ho detto. Dai non fare il pianeta delle scimmie
Siccome dicevi a forte impatto emotivo, mi pareva che ti fossi emozionato.
Ma no quello lo fa solo il "cervelletto debole". Io so' forte aho, so'
proprio forte... ma quanto durerà? Fra qualche decennio sarà come se non
fossimo mai esistiti, ti rendi conto?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 12:50:11 UTC
Permalink
Siccome dicevi a forte impatto emotivo, mi pareva che ti fossi emozionato.
Ma no quello lo fa solo il "cervelletto debole". Io so' forte aho, so'
proprio forte... ma quanto durerà? Fra qualche decennio sarà come se non
fossimo mai esistiti, ti rendi conto?

Ma me posso emozionà co cazzate come quelle che scrivi tu?
Ma nun ce penso proprio...
Quanto durerà?
E chi lo sa?
Se nasce,se vive e se more..
Naturale..
Ma quando se nasce se deve pensa a nasce..
Quando se vive se deve pensa a vive..
E quando se more se deve pensa a mori..
Senza illusioni su anime e vite eterne..
Che so pe li bambini..
Ricordati che devi morire..
E certo che me ricordo..
Ma nun vedo che c'entra col fatto che mò so vivo..
O no?
Se sentimo eh..

Joaquim Peirò

(animale terreno e copnsapevole che finchè si è vivi,
si ha da pensare a vivere,seguendo il proprio naturale
istinto di sopravvivenza..)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
science believer
2004-07-26 13:01:21 UTC
Permalink
Post by science believer
Siccome dicevi a forte impatto emotivo, mi pareva che ti fossi emozionato.
Ma no quello lo fa solo il "cervelletto debole". Io so' forte aho, so'
proprio forte... ma quanto durerà? Fra qualche decennio sarà come se non
fossimo mai esistiti, ti rendi conto?
Ma me posso emozionà co cazzate come quelle che scrivi tu?
Già perché le tue so' intelligenti...e tutta sta intelligenza sprecata, si
perderà nel nulla. Come se non fosse mai esistita. Quasi quasi dovrei
dispiacermi per te. Ma una domanda: te la spassi sempre o ogni tanto fai
qualcosa per il futuro, del tipo studiare, cercare un lavoro (onesto
intendo), mettere qualche soldo da parte? E se lo fai, perché?
Post by science believer
Ma nun ce penso proprio...
Quanto durerà?
E chi lo sa?
Se nasce,se vive e se more..
Naturale..
ah, ho capito, ti pareva che stavo dicendo qualcosa tipo "se stava mejo
quanno se stava pejo" oppure "meglio l'uovo oggi che la gallina domani".
Buon divertimento!
Post by science believer
Ma quando se nasce se deve pensa a nasce..
postulato N.1
Post by science believer
Quando se vive se deve pensa a vive..
postulato N.2
Post by science believer
E quando se more se deve pensa a mori..
postulato N.3
Post by science believer
Senza illusioni su anime e vite eterne..
e 4. Olè
Post by science believer
Che so pe li bambini..
Certo fino a quando non si provano certi dolori non si capisce come mai
qualcuno se ne proccupa. Sei gagliardo, tu eh?
Post by science believer
Ricordati che devi morire..
E certo che me ricordo..
Ma nun vedo che c'entra col fatto che mò so vivo..
O no?
Se sentimo eh..
Spera per te di conservare questa positività fino alla fine...
mi sembra come dire: che me ne fraga che domani mi crolla il palazzo
addosso? Io per ora continuo a costruire, anche se devo fare qualche
sacrificio e non sempre mi diverto
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 11:51:32 UTC
Permalink
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
science believer
2004-07-26 13:28:26 UTC
Permalink
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
E che è sta cosa? Hai scoperto che fare il disco incantato è più in
armonia con il tuo ruolo naturale nell'evoluzione dell'universo? In fondo
hai ragione. Se siamo qui per caso, non siamo certamente più importanti di
un disco incantato. Per quanto mi riguarda, credo che opterò per fare il
soprammobile
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:31:23 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
E che è sta cosa? Hai scoperto che fare il disco incantato è più in
armonia con il tuo ruolo naturale nell'evoluzione dell'universo? In fondo
hai ragione. Se siamo qui per caso, non siamo certamente più importanti di
un disco incantato. Per quanto mi riguarda, credo che opterò per fare il
soprammobile
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:32:47 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
E che è sta cosa? Hai scoperto che fare il disco incantato è più in
armonia con il tuo ruolo naturale nell'evoluzione dell'universo? In fondo
hai ragione. Se siamo qui per caso, non siamo certamente più importanti di
un disco incantato. Per quanto mi riguarda, credo che opterò per fare il
soprammobile
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:37:32 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
E che è sta cosa? Hai scoperto che fare il disco incantato è più in
armonia con il tuo ruolo naturale nell'evoluzione dell'universo? In fondo
hai ragione. Se siamo qui per caso, non siamo certamente più importanti di
un disco incantato. Per quanto mi riguarda, credo che opterò per fare il
soprammobile
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:39:24 UTC
Permalink
Post by science believer
Post by science believer
L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
E che è sta cosa? Hai scoperto che fare il disco incantato è più in
armonia con il tuo ruolo naturale nell'evoluzione dell'universo? In
fondo
Post by science believer
hai ragione. Se siamo qui per caso, non siamo certamente più
importanti
di
Post by science believer
un disco incantato. Per quanto mi riguarda, credo che opterò per fare il
soprammobile
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
science believer
2004-07-26 13:41:41 UTC
Permalink
come al solito non hai capito una mazza di ciò che intendevo. Ma vuoi
semplicemente spassartela famo pure. Mettiamo che faccio lo spacciatore o
il rapinatore, hai qualcosa in contrario? E se sì, perché? Siamo materia,
animali semicoscienti, perché non posso fare anche questo? Oppure ora mi
vuoi venire a parlare di morale, del concetto di bene e di male?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:43:06 UTC
Permalink
Post by science believer
come al solito non hai capito una mazza di ciò che intendevo. Ma vuoi
semplicemente spassartela famo pure. Mettiamo che faccio lo spacciatore o
il rapinatore, hai qualcosa in contrario? E se sì, perché? Siamo materia,
animali semicoscienti, perché non posso fare anche questo? Oppure ora mi
vuoi venire a parlare di morale, del concetto di bene e di male?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
science believer
2004-07-26 13:49:10 UTC
Permalink
È proprio la fine del monno
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:51:53 UTC
Permalink
Post by science believer
È proprio la fine del monno
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:53:04 UTC
Permalink
Post by science believer
È proprio la fine del monno
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
science believer
2004-07-26 13:59:21 UTC
Permalink
usi la candeggina?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 14:01:37 UTC
Permalink
"science believer" <***@faith.it> ha scritto nel messaggio news:ce32np$6cb$***@news.newsland.it...
Come hai fatto a schiarirti le idee?
Post by science believer
usi la candeggina?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 14:03:12 UTC
Permalink
Post by L'alieno de Fanelli
Come hai fatto a schiarirti le idee?
Post by science believer
usi la candeggina?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
science believer
2004-07-26 14:21:42 UTC
Permalink
Post by L'alieno de Fanelli
Come hai fatto a schiarirti le idee?
Post by science believer
usi la candeggina?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
science believer
2004-07-26 13:57:24 UTC
Permalink
Ma cosa fa adesso, si scandalizza? Tanto fra alcuni decenni non esisteremo
più e anche se qualcuno dovesse ancora parlare di noi, non potremo
accorgercene. Saremo nel nulla assoluto anche se adesso non possiamo
immaginarci l'assenza di coscienza. Ad es. Hitler non ha mai saputo di
essere ancora ricordato come un mostro
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
L'alieno de Fanelli
2004-07-26 13:59:52 UTC
Permalink
Post by science believer
Ma cosa fa adesso, si scandalizza? Tanto fra alcuni decenni non esisteremo
più e anche se qualcuno dovesse ancora parlare di noi, non potremo
accorgercene. Saremo nel nulla assoluto anche se adesso non possiamo
immaginarci l'assenza di coscienza. Ad es. Hitler non ha mai saputo di
essere ancora ricordato come un mostro
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
science believer
2004-07-26 14:19:46 UTC
Permalink
Ma quella che balli tu di chi è?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 14:23:30 UTC
Permalink
"science believer" <***@faith.it> ha scritto nel messaggio news:ce33u2$jho$***@news.newsland.it...
Ma quella che balli tu di chi è?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Joaquim Peirò
2004-07-26 14:25:40 UTC
Permalink
"science believer" <***@faith.it> ha scritto nel messaggio news:ce33u2$jho$***@news.newsland.it...
Ma quella che balli tu di chi è?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
science believer
2004-07-26 14:29:26 UTC
Permalink
vuoi o non vuoi?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
science believer
2004-07-26 14:27:46 UTC
Permalink
che c'è altra gente che fa altrettanto, nonostante la pensi diversamente
da te? Se proprio vuoi illuminare qualcuno, permettigli di proiettare la
sua ombra
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Forlorn Clown
2004-07-26 20:05:18 UTC
Permalink
Post by science believer
come al solito non hai capito una mazza di ciò che intendevo. Ma vuoi
semplicemente spassartela famo pure. Mettiamo che faccio lo spacciatore o
il rapinatore, hai qualcosa in contrario? E se sì, perché? Siamo materia,
animali semicoscienti, perché non posso fare anche questo? Oppure ora mi
vuoi venire a parlare di morale, del concetto di bene e di male?
Ma a te, per capire che fare lo spacciatore ed il rapinatore non è un
bene per la società in cui tu stesso vivi, e di conseguenza anche per
te, ti serve una religione?
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
SILVEA
2004-07-26 21:06:23 UTC
Permalink
... L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Se uno accetta questo, deve pure concludere che il
creatore, senza qualcuno che l'abbia creato, e' solo
un ammasso di merda fumante?

Saluti
Forlorn Clown
2004-07-26 21:10:26 UTC
Permalink
On Mon, 26 Jul 2004 23:06:23 +0200, in
Post by SILVEA
... L'universo senza qualcosa o qualcuno che l'abbia
creato è solo un ammasso di merda fumante.
Se uno accetta questo, deve pure concludere che il
creatore, senza qualcuno che l'abbia creato, e' solo
un ammasso di merda fumante?
Ha! C'ero arrivato prima io ;-)))))))
--
Forlorn Clown
(ero Bubu, ho cambiato nome)
"You didn't hurt me nothing can hurt me" NIN
forlornclown(a)interfree.it
Continua a leggere su narkive:
Loading...