Discussione:
Si si...
(troppo vecchio per rispondere)
Araba Fenice Venerea
2006-11-16 11:43:22 UTC
Permalink
Satira sul Papa, Cossiga chiede l'intervento del governo
Giovedì, 16 novembre 2006

"Non penso che andro' all'inferno per questo". Fiorello chiude così, fra gli
applausi degli studenti, una lezione tenuta all'Universita' Cattolica di
Roma, rispondendo indirettamente alle critiche ricevute dal segretario del
Papa, don Georg, per la sua parodia radiofonica. "E' una polemica - ha detto
Fiorello - che non sta ne' in cielo ne' in terra. Facciamo tutto con spirito
goliardico, scherziamo e ci divertiamo". Ma le polemiche non si sopiscono e
il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga ha scritto una
interpellanza in merito al Senato, al presidente del Consiglio ed al
ministro delle Comunicazioni.

Cossiga chiede quale sia il giudizio del governo "sulla pesante ironia nei
confronti di Papa Benedetto XVI cui si sono ispirate e ancora si ispirano
alcune trasmissioni di intrattenimento della Rai, di proprieta' dello Stato
e concessionaria del servizio pubblico della emittenza radio-televisiva".

In particolare l'ex capo dello Stato chiede se il governo ritenga che "essa
sia pienamente lecita quale legittima espressione del diritto di critica e
di satira proprio di un regime democratico di orientamento, come due Capi
dello Stato hanno proclamato, di orientamento pienamente laico" o se
piuttosto non ritenga che "pur nell'ambito della concezione laica dello
Stato repubblicano, particolare considerazione e rispetto si debba,
particolarmente da parte del servizio pubblico, nei confronti del Capo della
Chiesa Cattolica con la quale lo Stato italiano mantiene in base a patti
garantiti dalla Costituzione della Repubblica rapporti privilegiati e che e'
anche Capo di uno Stato sovrano riconosciuto dallo Stato italiano e con la
quale si mantengono normali e amichevoli relazioni diplomatiche".

da www.rainews24.it


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
pope
2006-11-16 12:30:26 UTC
Permalink
Post by Araba Fenice Venerea
Satira sul Papa, Cossiga chiede l'intervento del governo
Giovedì, 16 novembre 2006
"Non penso che andro' all'inferno per questo". Fiorello chiude così, fra gli
applausi degli studenti, una lezione tenuta all'Universita' Cattolica di
Roma, rispondendo indirettamente alle critiche ricevute dal segretario del
Papa, don Georg, per la sua parodia radiofonica. "E' una polemica - ha detto
Fiorello - che non sta ne' in cielo ne' in terra. Facciamo tutto con spirito
goliardico, scherziamo e ci divertiamo". Ma le polemiche non si sopiscono e
il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga ha scritto una
interpellanza in merito al Senato, al presidente del Consiglio ed al
ministro delle Comunicazioni.
Cossiga chiede quale sia il giudizio del governo "sulla pesante ironia nei
confronti di Papa Benedetto XVI cui si sono ispirate e ancora si ispirano
alcune trasmissioni di intrattenimento della Rai, di proprieta' dello Stato
e concessionaria del servizio pubblico della emittenza radio-televisiva".
In particolare l'ex capo dello Stato chiede se il governo ritenga che "essa
sia pienamente lecita quale legittima espressione del diritto di critica e
di satira proprio di un regime democratico di orientamento, come due Capi
dello Stato hanno proclamato, di orientamento pienamente laico" o se
piuttosto non ritenga che "pur nell'ambito della concezione laica dello
Stato repubblicano, particolare considerazione e rispetto si debba,
particolarmente da parte del servizio pubblico, nei confronti del Capo della
Chiesa Cattolica con la quale lo Stato italiano mantiene in base a patti
garantiti dalla Costituzione della Repubblica rapporti privilegiati e che e'
anche Capo di uno Stato sovrano riconosciuto dallo Stato italiano e con la
quale si mantengono normali e amichevoli relazioni diplomatiche".
La polemica sulla satira al Vaticano l'ha scatenata il cretino di Crozza
su LA7 il quale effettivamente fa una satira di bassa lega e ha tirato
dentro tutti compresa la Littizzetto che ce l'ha con Ruini, ma
lei e Fiorello fanno battute molto spiritose e soprattutto che
non clpiscono la dignità di nessuno

Magdi Allam ieri sera ha picchiato forte dicendo che si fa la satira
sul Vaticano, stato piccolo e indifeso (sic !), ma non la si fa sull'Islam
e quindi si dimostra solo di avere paura


Il Medioevo non è ancora passato, rigurgiti di roghi
e punizioni con digiuni e astinenze e cacciate dalle città
per 10 o 15 anni o l'essere appesi al gancio
per la lingua o murati vivi in una stanza di un convento,
ritornano ingloriosamente alla memoria

ABBASSO IL PAPA IL VATICANO E CHI LI SOSTIENE
Anto
2006-11-16 13:02:18 UTC
Permalink
Post by pope
Magdi Allam ieri sera ha picchiato forte dicendo che si fa la satira
sul Vaticano, stato piccolo e indifeso (sic !), ma non la si fa sull'Islam
si dimostra di AVERE PAURA.E' più facile e remunerativo mettere alla
berlina chi non si vendica, piuttosto che uno che potrebbe metterti una
bomba sotto il sedile dell'auto.La fifa fa novanta e di pelle ne
abbiamo una sola e non vale la pena metterla in gioco per così poco.
In fondo ci divertiamo senza apparentemente fare male a nessuno. Ma è
proprio così?
Anto
http://www.laprimaparola.it
funi
2006-11-16 13:33:57 UTC
Permalink
Post by Anto
si dimostra di AVERE PAURA.E' più facile e remunerativo mettere alla
berlina chi non si vendica, piuttosto che uno che potrebbe metterti una
bomba sotto il sedile dell'auto.
quindi se uno dei comici citati facesse satira anche sugli islamici
andrebbe tutto bene? Il Vaticano accetterebbe le battute sul papa?
Leggendo dichiarazioni di questo tipo traspare sempre più un covato
sentimento di invidia nei confronti di chi può rispondere alla satira
con le bombe...ah se non ci fosse 'sto maledetto stato laico con le sue
restrizioni!

La fifa fa novanta e di pelle ne
Post by Anto
abbiamo una sola e non vale la pena metterla in gioco per così poco.
e non vedo in effetti motivo per farlo
Post by Anto
In fondo ci divertiamo senza apparentemente fare male a nessuno. Ma è
proprio così?



\saluti
Surak
2006-11-16 13:50:52 UTC
Permalink
Post by funi
Leggendo dichiarazioni di questo tipo traspare sempre più un covato
sentimento di invidia nei confronti di chi può rispondere alla satira
con le bombe...ah se non ci fosse 'sto maledetto stato laico con le sue
restrizioni!
...Sì, ma loro lo chiamano "riscoprire il Ssenso del Ssacro", che suona
meglio... ^__-

Saluti riscoperti,
Surak
karman
2006-11-16 14:08:41 UTC
Permalink
"funi" <***@virgilio.it> ha scritto nel messaggio news:***@h54g2000cwb.googlegroups.com...
quindi se uno dei comici citati facesse satira anche sugli islamici
andrebbe tutto bene? Il Vaticano accetterebbe le battute sul papa?

Tu stai totalmente rivoltando la frittata.
IO sono per il diritto di satira, ( perche' penso che chi non ha il senso
dell'umorismo..si perde della vita la sua parte piu bella: quella
dell'ironia.)...ma il discorso e' un altro: far la satira contro chi non ci
fa un " mazzo ",e' semplice, ed anche comodo..!Contro chi ci fa un mazzo
diventa pericoloso..ed il comico e' anche lui uno che.. tiene famiglia ..!
Tutto qui.....
Post by Anto
In fondo ci divertiamo senza apparentemente fare male a nessuno. Ma è
proprio così?



\saluti
Polymita
2006-11-16 16:26:46 UTC
Permalink
On Thu, 16 Nov 2006 15:08:41 +0100, "karman" <***@alice.it>
wrote:

Ciao a tutti. Colgo l'occasione di questo mio primo post per salutare
il ng.
Post by funi
quindi se uno dei comici citati facesse satira anche sugli islamici
andrebbe tutto bene? Il Vaticano accetterebbe le battute sul papa?
far la satira contro chi non ci
fa un " mazzo ",e' semplice, ed anche comodo..!
Siamo sicuri che chi fa satira sul clero (non sulla dottrina ma sulle
persone) non abbia notevoli conseguenze? La prima (inteso come
avvertimento) mi pare sia già stata resa pubblica. Avvenire, il
Giornale, e tutta l'accozzaglia di clero-devoti hanno aperto il fuoco
mediatico. Il prossima passo sarà l'entrata in scena dei soliti Pera,
Buttiglione, Volontè, Binetti e devoti vari e stai sicuro che loro
conoscono chi conosce chi comanda questo o quel media. Gli attori
rispondono ad un datore di lavoro e questi subisce influenze pressioni
varie a seconda delle circostanze. Basta pensare a come potrà reagire
il cda della Rai alla vicenda. Non vorrei ricordare come il potere
abbia reagito emanando editti bulgari...
E poi fino a prova contraria, un attuale vice presidente del Senato
(una delle cariche istituzionali più alte) ed ex ministro della
Repubblica Italiana (pseudo)-laica in nome della libertà di
espressione, nonchè di una viscerale islamofobia (come mostrato a Otto
e mezzo), si presenti con una maglietta con le famose vignette
anti-islamiche (per cui a malncuore lo hanno dovuto cacciare a
pedate). Oppureci si è già dimenticati che sempre un ex-ministro del
governo Berlusconi abbia dato dei nazisti all'intera Olanda (con
conseguente gaffe diplomatica)? Altro che Ucoii... stiamo parlando non
di showman, comici ma di ministri della Repubblica. Loro quale danno
hanno ricevuto? Tutti riconfermati. Strano eh... Basti vedere come
nelle ultime elezioni l'unico che abbia vinto sia stato Ruini. A
destra come a sinistra il pensiero unico (e censorio) cattolico è in
assoluta maggioranza (ed i fatti lo dimostrano). Inoltre in Italia
risulta che circa il 90% della popolazione è classificato come
cattolica (senza ovviamente esserlo) a fronte di uno spauruto 1% di
musulmani. Come dire: invece di fare satira sui potenti (Berlusconi,
Prodi) la si vorrebbe fare sul consgliere comunale di Vibo Valencia.
La Chiesa, grazie ad un meccanismo stranamente favorevole, si prende
qualcosa come 900 milioni di euro dall'8 pm mentre i musulmani non
prendono neanche un centesimo. Ogni virgola del papa è riportata da
qualsiasi media come se la mondo esistesse solo lui. E con tutto ciò
su chi si vorrebbe far satira? Su un clero islamico che a parte
qualche episodio isolato non ha praticamnete nessun potere? Perchè
allora non si fanno battute sui buddisti? Sui raeliani? Affermare che
la Chiesa non abbia influenza è voler negare la realtà. D'altronde è
evidente far tacere qualcono con una censura (magari autoimposta dal
sistema) è molto più efficace che mettere bombe e minacciare
clamorosamente (ormai sono metodi assolutamente inefficaci e
controproducenti). L'effetto finale è sempre quello. Il silenzio ma
nel primo caso è molto più subdolo perchè comunque si può sempre dire
che si è liberi anche se riesci a comunicare nulla perchè nessuno te
ne offre l'opportunità.
Comunque è ovvio che si debba avere la libertà di fare satira su tutto
e tutti, in primis, sulla Chiesa.
Mimmo.
2006-11-16 16:57:57 UTC
Permalink
Post by Polymita
Ciao a tutti. Colgo l'occasione di questo mio primo post per salutare
il ng.
Post by funi
quindi se uno dei comici citati facesse satira anche sugli islamici
andrebbe tutto bene? Il Vaticano accetterebbe le battute sul papa?
far la satira contro chi non ci
fa un " mazzo ",e' semplice, ed anche comodo..!
Siamo sicuri che chi fa satira sul clero (non sulla dottrina ma sulle
persone) non abbia notevoli conseguenze?
Che fa? Viene Ruini a tagliarti le..P....)))) ???


La prima (inteso come
Post by Polymita
avvertimento) mi pare sia già stata resa pubblica. Avvenire, il
Giornale, e tutta l'accozzaglia di clero-devoti hanno aperto il fuoco
mediatico.
Son stati poco " Lungimiranti.)..)))
Io al Posto di del Papa.. avrei Prima fatto un "..Pernacchione Papale
Papale.".sonorissimo, all'indirizzo dei "Comicioni" del piffero.....da far
tremare tutta Piazza san Pietro, poi, avrei pregato per i miei
"Satireggiatori ".)))..
Indi avrei ripreso il mio compito di Pastore come se nulla " Fudesse"...)).
aha aha aha....


Il prossima passo sarà l'entrata in scena dei soliti Pera,
Post by Polymita
Buttiglione, Volontè, Binetti e devoti vari e stai sicuro che loro
conoscono chi conosce chi comanda questo o quel media. Gli attori
rispondono ad un datore di lavoro e questi subisce influenze pressioni
varie a seconda delle circostanze. Basta pensare a come potrà reagire
il cda della Rai alla vicenda. Non vorrei ricordare come il potere
abbia reagito emanando editti bulgari...
E poi fino a prova contraria, un attuale vice presidente del Senato
(una delle cariche istituzionali più alte) ed ex ministro della
Repubblica Italiana (pseudo)-laica in nome della libertà di
espressione, nonchè di una viscerale islamofobia (come mostrato a Otto
e mezzo), si presenti con una maglietta con le famose vignette
anti-islamiche (per cui a malncuore lo hanno dovuto cacciare a
pedate). Oppureci si è già dimenticati che sempre un ex-ministro del
governo Berlusconi abbia dato dei nazisti all'intera Olanda (con
conseguente gaffe diplomatica)? Altro che Ucoii..
Ma guarda che io mi fido piu dell ' Ucoi che di certi miei colleghi..
parrocchiani" .cattobigotti....)).).




. > La Chiesa, grazie ad un meccanismo stranamente favorevole, si prende
Post by Polymita
qualcosa come 900 milioni di euro dall'8 pm mentre i musulmani non
prendono neanche un centesimo. Ogni virgola del papa è riportata da
qualsiasi media come se la mondo esistesse solo lui. E con tutto ciò
su chi si vorrebbe far satira? Su un clero islamico che a parte
qualche episodio isolato non ha praticamnete nessun potere?
Beh si potrebbe far varare una legge per destinare l'otto per mille anche a
loro.
(Non ne capisco nulla.. ma un Musulmano cittadino Italiano, non potrebbe
farlo?
Giriamo la proposta a Prodi.)))..



Io comunque . non riesco a ridere della fede altrui
perche' , per natura..trovo in me tantissimi di quei lati comici che mi ci
divertono da matti..!( e mi sganascio dalle risa da solo..)..
(e COSI, anche se mi " Offendo " da solo..non lo do' manco vedere.))) !

SULLA PORTA DELL'ANTRO DELLA SIBILLA CUMANA, C'ERA SCRITTO:
" GNOSE SE AUTON "

(Chi si intende di " Misteri" sapra' cosa significhi. Ed io , pur
Cristianissimo, trovo quel motto SPLENDIDO.!
ciao



* § K A R M A N * §
Polymita
2006-11-17 13:21:51 UTC
Permalink
Post by Mimmo.
Post by Polymita
Post by funi
quindi se uno dei comici citati facesse satira anche sugli islamici
andrebbe tutto bene? Il Vaticano accetterebbe le battute sul papa?
far la satira contro chi non ci
fa un " mazzo ",e' semplice, ed anche comodo..!
Siamo sicuri che chi fa satira sul clero (non sulla dottrina ma sulle
persone) non abbia notevoli conseguenze?
Che fa? Viene Ruini a tagliarti le..P....)))) ???
Troppo rozzo ed inefficace. Basta mandarti a casa senza stipendio.
Semplice, efficace e sopratutto democratico...
Post by Mimmo.
. > La Chiesa, grazie ad un meccanismo stranamente favorevole, si prende
Post by Polymita
qualcosa come 900 milioni di euro dall'8 pm mentre i musulmani non
prendono neanche un centesimo. Ogni virgola del papa è riportata da
qualsiasi media come se la mondo esistesse solo lui. E con tutto ciò
su chi si vorrebbe far satira? Su un clero islamico che a parte
qualche episodio isolato non ha praticamnete nessun potere?
Beh si potrebbe far varare una legge per destinare l'otto per mille anche a
loro.
No, il parlamento non c'entra nulla. E' questione del Ministero degli
interni (ergo adesso di Amato) e prima dei ministri precedenti.
Post by Mimmo.
(Non ne capisco nulla.. ma un Musulmano cittadino Italiano, non potrebbe
farlo?
No. O dà la sua quota dell'8pm allo Stato oppure alle altre
confessioni cristiane. Molto, molto laico...
Post by Mimmo.
Giriamo la proposta a Prodi.)))..
Il cattolico Ruini-dipendete Prodi? Quello che risponde alla Binetti,
Mastella, Rutelli? Suvvia.
Post by Mimmo.
Io comunque . non riesco a ridere della fede altrui
Infatti non la fede altrui non c'entra nulla. A meno che il
cattolicesimo non sia diventato papismo, clericismo, etc. Come già
detto si faceva satira sul papa, non su Cristo, la madonna, etc.
karmagnak.
2006-11-17 19:24:08 UTC
Permalink
Post by Polymita
Post by Mimmo.
Post by Polymita
Post by funi
quindi se uno dei comici citati facesse satira anche sugli islamici
andrebbe tutto bene? Il Vaticano accetterebbe le battute sul papa?
far la satira contro chi non ci
fa un " mazzo ",e' semplice, ed anche comodo..!
Siamo sicuri che chi fa satira sul clero (non sulla dottrina ma sulle
persone) non abbia notevoli conseguenze?
Che fa? Viene Ruini a tagliarti le..P....)))) ???
Troppo rozzo ed inefficace. Basta mandarti a casa senza stipendio.
Semplice, efficace e sopratutto democratico...
Post by Mimmo.
. > La Chiesa, grazie ad un meccanismo stranamente favorevole, si prende
Post by Polymita
qualcosa come 900 milioni di euro dall'8 pm mentre i musulmani non
prendono neanche un centesimo. Ogni virgola del papa è riportata da
qualsiasi media come se la mondo esistesse solo lui. E con tutto ciò
su chi si vorrebbe far satira? Su un clero islamico che a parte
qualche episodio isolato non ha praticamnete nessun potere?
Beh si potrebbe far varare una legge per destinare l'otto per mille anche a
loro.
No, il parlamento non c'entra nulla. E' questione del Ministero degli
interni (ergo adesso di Amato) e prima dei ministri precedenti.
Post by Mimmo.
(Non ne capisco nulla.. ma un Musulmano cittadino Italiano, non potrebbe
farlo?
No. O dà la sua quota dell'8pm allo Stato oppure alle altre
confessioni cristiane. Molto, molto laico...
Post by Mimmo.
Giriamo la proposta a Prodi.)))..
Il cattolico Ruini-dipendete Prodi? Quello che risponde alla Binetti,
Mastella, Rutelli? Suvvia.
Post by Mimmo.
Io comunque . non riesco a ridere della fede altrui
Infatti non la fede altrui non c'entra nulla. A meno che il
cattolicesimo non sia diventato papismo, clericismo, etc. Come già
detto si faceva satira sul papa, non su Cristo, la madonna, etc.
Mi hai chiarito delle cose che non sapevo.
(a me della politica non mi e MAI fregato nulla..!)
" Timeo danaos et dona ferentes.."
Il mio rapporto col Cristo, la Sua meravigliosa Mamma e Dio padre, non
passa per Ruini, e manco per Papa Ratzinger,,
ma e' Un rapporto da Creatura a " Creatore,da amico ad amico( Gesu) ,. da
Mamma a figlio (Maria )
Vedo e comprendo le " vostre" posizioni, e sinceramente penso che in uno
stato democratico il cittadino Italiano di fede Musulmana devrebbe avere gli
stessi diritti ( E DOVERI) DI QUALSIASI ALTRO CITTADINO DI QULSIVOGLIA
FEDE..
Mi dicon che son fuori dal mondo.ed hanno ragione..!
Io vivo per i tre quarti delle mie giornate insieme ai miei amati congiunti
( DI lA'..)(CHE TRA L'ALTRO SON SEMPRE ACCANTO A ME DI " QUA". Sono
preparatissimo ad andarmene, so cosa faro' una volta li', e so anche quando
( e come) lascero' sto mondo..per cui. di Mastella, Rutelli, Ruini, Bossi,
Bush, Bin landen, Amato etc etc etc.... mi curo poco..quel tanto che mi
serve per non tediarmi del tutto in un mondo che sinceramente non sento piu'
mio..ormai da tempo.)))
uUn saluto

Mimmus..
pope
2006-11-16 20:03:03 UTC
Permalink
Post by pope
Magdi Allam ieri sera ha picchiato forte dicendo che si fa la satira
sul Vaticano, stato piccolo e indifeso (sic !), ma non la si fa sull'Islam
si dimostra di AVERE PAURA.E' più facile e remunerativo mettere alla
berlina chi non si vendica, piuttosto che uno che potrebbe metterti una
bomba sotto il sedile dell'auto.La fifa fa novanta e di pelle ne
abbiamo una sola e non vale la pena metterla in gioco per così poco.
In fondo ci divertiamo senza apparentemente fare male a nessuno. Ma è
proprio così?
Anto
-------------------------------


complimenti, tu si che sei piena di amore e di carità cristiana
funi
2006-11-16 13:25:07 UTC
Permalink
"pur nell'ambito della concezione laica dello
Post by Araba Fenice Venerea
Stato repubblicano, particolare considerazione e rispetto si debba,
particolarmente da parte del servizio pubblico, nei confronti del Capo della
Chiesa Cattolica con la quale lo Stato italiano mantiene in base a patti
garantiti dalla Costituzione della Repubblica rapporti privilegiati
...ma l'ex presedente tra le tante domande non si chiede anche il
perchè di questi *rapporti privilegiati* in uno stato che si proclama
laico?


\saluti
Polymita
2006-11-16 16:32:41 UTC
Permalink
Post by Araba Fenice Venerea
In particolare l'ex capo dello Stato chiede se il governo ritenga che "essa
sia pienamente lecita quale legittima espressione del diritto di critica e
di satira proprio di un regime democratico di orientamento, come due Capi
dello Stato hanno proclamato, di orientamento pienamente laico" o se
piuttosto non ritenga che "pur nell'ambito della concezione laica dello
Stato repubblicano, particolare considerazione e rispetto si debba,
particolarmente da parte del servizio pubblico, nei confronti del Capo della
Chiesa Cattolica con la quale lo Stato italiano mantiene in base a patti
garantiti dalla Costituzione della Repubblica rapporti privilegiati e che e'
anche Capo di uno Stato sovrano riconosciuto dallo Stato italiano e con la
quale si mantengono normali e amichevoli relazioni diplomatiche".
Quindi l'italia è laica, ovvero nessuna religione o confessione deve
avere privilegi rispetto le altre, però, contemporaneamente si possono
avere rapporti privilegiati con una confessione... Sbaglio o c'è
qualcosa che non funziona?
Giuliano R.I.
2006-11-16 18:05:55 UTC
Permalink
Post by Polymita
Quindi l'italia è laica, ovvero nessuna religione o confessione deve
avere privilegi rispetto le altre, però, contemporaneamente si possono
avere rapporti privilegiati con una confessione... Sbaglio o c'è
qualcosa che non funziona?
cossiga non parla di religione, ma di un capo di stato sitematicamente preso
di mira dalla televisione di stato italiana.

suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro che
lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un televisore,
venga usato per pagare lauti emolumenti a persone che prendono per il culo i
loro rappresentati e quello in cui credono.

questo vale per i cattolici e per qualsiasi altra confessione, restando il
fatto che se la satira è fatta da un giornale, da una tv privata (a
pagamento), o in un teatro ha pieno diritto di poter prendere per il culo
chiunque compreso il papa o maometto.

ma come ben si sa gli eroici difensori della satira contro il papa sono solo
capaci di fare il gioco delle tre scimmiette quando si parla di islam
karman
2006-11-16 18:17:46 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
Post by Polymita
Quindi l'italia è laica, ovvero nessuna religione o confessione deve
avere privilegi rispetto le altre, però, contemporaneamente si possono
avere rapporti privilegiati con una confessione... Sbaglio o c'è
qualcosa che non funziona?
cossiga non parla di religione, ma di un capo di stato sitematicamente
preso di mira dalla televisione di stato italiana.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro che
lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un televisore,
venga usato per pagare lauti emolumenti a persone che prendono per il culo
i loro rappresentati e quello in cui credono.
aha aha aha....
.))
bella...))))
questo vale per i cattolici e per qualsiasi altra confessione, restando il
Post by Giuliano R.I.
fatto che se la satira è fatta da un giornale, da una tv privata (a
pagamento), o in un teatro ha pieno diritto di poter prendere per il culo
chiunque compreso il papa o maometto.
Concorde azz.... Boeing,,.azz. Elicottero...
boh son d'accordo....))))
Post by Giuliano R.I.
ma come ben si sa gli eroici difensori della satira contro il papa sono
solo capaci di fare il gioco delle tre scimmiette quando si parla di islam
IO fossi papa .l'ho detto cosa farei:
Un pernacchione Papale P apalea chi mi sfotte...))) ..e non mi scomporrei
per nulla.)))
Dai ci son cose piu serie..nella vita.)))))..
Ciao


* § K A R M A N *§
Leonardo Broseghini
2006-11-17 06:26:58 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro che
lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un televisore,
Se è per questo io non gradisco affatto che i soldi che pago per il canone
TV vengano buttati per realizzare spettacoli di dubbio gusto come la
trasmissione della messa domenicale.
Post by Giuliano R.I.
ma come ben si sa gli eroici difensori della satira contro il papa sono
solo capaci di fare il gioco delle tre scimmiette quando si parla di islam
Cazzate.
Voi fanatici religiosi siete tutti uguali, e questo è tutto.

Ciao, Leo
Giuliano R.I.
2006-11-17 17:46:29 UTC
Permalink
Post by Leonardo Broseghini
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro
che lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un
televisore,
Se è per questo io non gradisco affatto che i soldi che pago per il canone
TV vengano buttati per realizzare spettacoli di dubbio gusto come la
trasmissione della messa domenicale.
neppure io, ma nella messa domenicale "io ateo" non vengo insultato, e
comunque "noi atei" che ci piaccia o meno, siamo una piccola minoranza del
pubblico che paga il canone, e dato che la tv di stato è un servizio
pubblico (almeno cosi dicono), deve servire il maggior numero di utenti
possibili.

quale sia poi il senso odierno di un servizio pubblico come la rai, è
un'altra faccenda.
Leonardo Broseghini
2006-11-17 22:03:40 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
Post by Leonardo Broseghini
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro
che lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un
televisore,
Se è per questo io non gradisco affatto che i soldi che pago per il
canone TV vengano buttati per realizzare spettacoli di dubbio gusto come
la trasmissione della messa domenicale.
neppure io, ma nella messa domenicale "io ateo" non vengo insultato, e
Parlavi dell'uso del denaro pubblico....
Quanto all'insulto, è la religione che viene insultata, non gli atei o i
cattolici.
Altrimenti dovrei desumere che ogni volta che un cattolico cita il primo
comandamento mi sta insultando.
Post by Giuliano R.I.
comunque "noi atei" che ci piaccia o meno, siamo una piccola minoranza del
pubblico che paga il canone, e dato che la tv di stato è un servizio
I cattolici, che gli piaccia o meno, sono una minoranza fra noi italiani.

Ciao, Leo
pope
2006-11-18 07:39:26 UTC
Permalink
Post by Leonardo Broseghini
I cattolici, che gli piaccia o meno, sono una minoranza fra noi italiani.
nel senso che sono dei minorati ?
Leonardo Broseghini
2006-11-18 10:24:48 UTC
Permalink
Post by pope
nel senso che sono dei minorati ?
Nel senso che sono pochi, meno dei non cattolici. Sono molto rumorosi ed
invadenti (pensa solo agli schiamazzi che provocano la domenica mattina) ed
hanno un sostanziale controllo dei mezzi d'informazione, ma rimangono
minoranza.

Ciao, Leo
pope
2006-11-18 07:37:05 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
neppure io, ma nella messa domenicale "io ateo" non vengo insultato, e
comunque "noi atei" che ci piaccia o meno, siamo una piccola minoranza del
pubblico che paga il canone, e dato che la tv di stato è un servizio
pubblico (almeno cosi dicono), deve servire il maggior numero di utenti
possibili.
allora al pari della messa dovrebbe trasmettere la preghiera
dell'imam, la cerimonia della sinagoga e tutti i riti
di ortodossi ,protestanti, indù ecc ecc
Post by Giuliano R.I.
quale sia poi il senso odierno di un servizio pubblico come la rai, è
un'altra faccenda.
farti pagare il canone per mantenere una serie infinita
di parassiti
karmagnak.
2006-11-18 19:24:42 UTC
Permalink
Post by Leonardo Broseghini
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro
che lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un
televisore,
Se è per questo io non gradisco affatto che i soldi che pago per il
canone TV vengano buttati per realizzare spettacoli di dubbio gusto come
la trasmissione della messa domenicale.
Se c'e qualcosa di " dubbio gusto" e' solo la tua definizione sulla
trasmissione della Messa come "spettacolodi dubbio gusto"
Ti esorto ad essere piu' cortese, con chi ama il Dio, lo Onora e lo Venera
(edi io sono fra costoro e non accetto le tue skifose ed insultanti "
Uscite" te capi..? Ciccio????
(ed ora Sparisci: kill file!!!)

* § K A R M A N§ *
Leonardo Broseghini
2006-11-18 23:30:06 UTC
Permalink
Post by karmagnak.
Se c'e qualcosa di " dubbio gusto" e' solo la tua definizione sulla
trasmissione della Messa come "spettacolodi dubbio gusto"
Vedi come tutto è soggettivo ? Ciò che può essere piacevole per me (la
satira) tu lo vorresti vietare.
perchè non dovrei fare io la stessa cosa nei tuoi confronti ?
Post by karmagnak.
(ed ora Sparisci: kill file!!!)
Tanto non funziona: sarà la centesima volta che mi metti nel tuo kill file,
eppure continui a rispondermi.

Ciao, Leo
Surak
2006-11-17 11:08:52 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro che
lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un televisore,
venga usato per pagare lauti emolumenti a persone che prendono per il culo
i loro rappresentati e quello in cui credono.
Neanch'io non gradisco affatto che il denaro che lo stato si prende per
darmi il privilegio di possedere un televisore venga usato per trasmettere
gli sproloqui di Ruini & Co. che offendono il laicismo. Epperò, mi rendo
anche conto che o si vieta del tutto la libertà d'espressione (perché ci
sarà sempre qualcuno che non gradisce affatto che venga trasmesso qualcosa),
e non si trasmette più nulla, oppure se si vuole che si continui a
trasmettere ognuno deve accettare che vengano trasmesse anche cose che non
gradisce: come si suol dire, prende incarta e porta a casa (o, più
banalmente, cambia canale).

Saluti trasmessi,
Surak
karmagnak.
2006-11-17 11:53:44 UTC
Permalink
Post by Surak
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro
che lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un
televisore, venga usato per pagare lauti emolumenti a persone che
prendono per il culo i loro rappresentati e quello in cui credono.
gradisce: come si suol dire, prende incarta e porta a casa (o, più
banalmente, cambia canale).
Hai dimenticato il " pesa"...))
prendi..pesa.. incarta e porta a casa.
Saluti pesati,
karmagnak..))
Post by Surak
Saluti trasmessi,
Surak
Surak
2006-11-17 12:34:42 UTC
Permalink
Post by karmagnak.
Hai dimenticato il " pesa"...))
prendi..pesa.. incarta e porta a casa.
Ma no, mi fido del commerciante... ^__-

Saluti fidati,
Surak
Mauro
2006-11-17 22:42:43 UTC
Permalink
Post by Surak
Neanch'io non gradisco affatto che il denaro che lo stato si prende per
darmi il privilegio di possedere un televisore venga usato per trasmettere
gli sproloqui di Ruini & Co. che offendono il laicismo.
e che offendono pure il relativismo,
dove per relativismo si intende il pensiero di coloro che
possono esistere verita' diverse da quelle dei cattolici.

Mauro
Mauro
2006-11-17 22:43:41 UTC
Permalink
Post by Surak
Neanch'io non gradisco affatto che il denaro che lo stato si prende per
darmi il privilegio di possedere un televisore venga usato per trasmettere
gli sproloqui di Ruini & Co. che offendono il laicismo.
e che offendono pure il relativismo,
dove per relativismo si intende il pensiero di coloro che
credono che possono esistere verita' diverse da quelle dei cattolici.

Mauro
Polymita
2006-11-17 13:10:25 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
Post by Polymita
Quindi l'italia è laica, ovvero nessuna religione o confessione deve
avere privilegi rispetto le altre, però, contemporaneamente si possono
avere rapporti privilegiati con una confessione... Sbaglio o c'è
qualcosa che non funziona?
cossiga non parla di religione, ma di un capo di stato sitematicamente preso
di mira dalla televisione di stato italiana.
Ma finiamola con questa storia del capo di Stato... Il cattolicesimo è
l'unica religione al mondo che ha uno stato. L'unica (l'Arabia Saudita
ad esempio è uno stato teocratico, non una confessione nazionale...).
E questo perchè qualche galantuomo aveva deciso di chiudere (con
evidenti ritorni politici) la questione romana.
Ricordiamoci anche che la questione del capo di stato è stata molto
utile a B16 quando ha dovuto eviatre di affronatre un processo negli
Usa accusato di aver coperto per decenni la pedofilia cattolica in
quel paese...
Inoltre non vedo perchè si debba fare satira sul presidente della
Repubblica Italiana o del Governo (Ciampi, Napolitano e Berlusconi
imitati ad esempio da Fiorello)... O tutti o nessuno...
Il "sistematicamente" poi me lo devi spiegare... L'unica trasmissione
satirica su B16 è stata (forse addirittura l'unica dopo decenni)
quella di Crozza mentre quella di Fiorello solamente anti-curiale.
Post by Giuliano R.I.
suppongo che i credenti cattolici non gradiscano affatto che il denaro che
lo stato si prende per dar loro il privilegio di possedere un televisore,
venga usato per pagare lauti emolumenti a persone che prendono per il culo i
loro rappresentati e quello in cui credono.
Allora immagino si debba abolire la satira anche sulle altre religioni
e confessioni? A questo punto neanche più la satira sui politici.
Ricordo inoltre che gli esempi di satira citati (Crozza e Fiorello)
avevano come soggetto le *persone* non certo la fede...
Post by Giuliano R.I.
questo vale per i cattolici e per qualsiasi altra confessione, restando il
fatto che se la satira è fatta da un giornale, da una tv privata (a
pagamento), o in un teatro ha pieno diritto di poter prendere per il culo
chiunque compreso il papa o maometto.
Disdire l'abbonamento rai?. Non è mica obbligatorio possedere una tv.
Post by Giuliano R.I.
ma come ben si sa gli eroici difensori della satira contro il papa sono solo
capaci di fare il gioco delle tre scimmiette quando si parla di islam
L'Islam? Quello che rappresenta l'1% della popolazione contro il 90%
dei cosidetti cattolici? per la serie: si guarda la pagliuzza ma non
la trave...
Giuliano R.I.
2006-11-17 18:38:41 UTC
Permalink
Post by Polymita
Post by Giuliano R.I.
cossiga non parla di religione, ma di un capo di stato sitematicamente preso
di mira dalla televisione di stato italiana.
Ma finiamola con questa storia del capo di Stato... Il cattolicesimo è
l'unica religione al mondo che ha uno stato.
sara anche l'unica, ma lo stato esiste, ed esiste un reciproco
riconoscimento, e norme che regolano i rapporti tra stati.
Post by Polymita
Inoltre non vedo perchè si debba fare satira sul presidente della
Repubblica Italiana o del Governo (Ciampi, Napolitano e Berlusconi
imitati ad esempio da Fiorello)... O tutti o nessuno...
Il "sistematicamente" poi me lo devi spiegare... L'unica trasmissione
satirica su B16 è stata (forse addirittura l'unica dopo decenni)
quella di Crozza mentre quella di Fiorello solamente anti-curiale.
anche sui politici trovo sbagliato fare satira DALLA TV DI STATO dovrebbero
farla in pari condizioni secondo il peso elettorale e magari valutando
l'efficacia delle battute. situazione ridicola, ma del resto è quello che
fanno per la cosi detta informazione politica.

piu pertinente alla discussione è il caso del capo dello stato, nonostate io
non sia dalla parte politica che ha eletto napolitano, data la carica che
ricopre e l'impossibilita dello stesso a rispondere per le rime, troverei
molto sgradevole e al limite passibile di denuncia chi facesse satira contro
il rappresentante e il garante delle istituzioni e del popolo italiano.

il "sistematicamente" non te lo so spiegare, mi sembrava di aver capito che
non si trattava di un caso isolato, ma confesso di non avere il (dis)
piacere di seguire quelle trasmissioni.
Post by Polymita
Disdire l'abbonamento rai?. Non è mica obbligatorio possedere una tv.
non disdire, ma abolire! per tutti.
Post by Polymita
Post by Giuliano R.I.
ma come ben si sa gli eroici difensori della satira contro il papa sono solo
capaci di fare il gioco delle tre scimmiette quando si parla di islam
L'Islam? Quello che rappresenta l'1% della popolazione contro il 90%
dei cosidetti cattolici? per la serie: si guarda la pagliuzza ma non
la trave...
fortunatamente i cattolici praticanti non sono il 90%, ma sfortunatamente i
mussulmani non sono l'1%
e comunque non vedo con quale logica non si possa criticare o prendere per
il culo qualcuno se questo non è la maggioranza, mentre vedo fin troppo
chiaramente qual'è la ragione pratica per non farlo.
Polymita
2006-11-18 16:24:59 UTC
Permalink
Post by Giuliano R.I.
Post by Polymita
Post by Giuliano R.I.
cossiga non parla di religione, ma di un capo di stato sitematicamente preso
di mira dalla televisione di stato italiana.
Ma finiamola con questa storia del capo di Stato... Il cattolicesimo è
l'unica religione al mondo che ha uno stato.
sara anche l'unica, ma lo stato esiste, ed esiste un reciproco
riconoscimento, e norme che regolano i rapporti tra stati.
Certo, quindi? C'è una norma anti-satira nel Concordato? O forse è
meglio non turbare troppo l'egemonia oltretevere? E poi a proposito di
stati anche con la Serbia all'epoca di Milosevic esisteva un reciproco
riconoscimento. Ma non per questo non l'hanno bombardata.
Post by Giuliano R.I.
Post by Polymita
Inoltre non vedo perchè si debba fare satira sul presidente della
Repubblica Italiana o del Governo (Ciampi, Napolitano e Berlusconi
imitati ad esempio da Fiorello)... O tutti o nessuno...
Il "sistematicamente" poi me lo devi spiegare... L'unica trasmissione
satirica su B16 è stata (forse addirittura l'unica dopo decenni)
quella di Crozza mentre quella di Fiorello solamente anti-curiale.
anche sui politici trovo sbagliato fare satira DALLA TV DI STATO dovrebbero
farla in pari condizioni secondo il peso elettorale e magari valutando
l'efficacia delle battute. situazione ridicola, ma del resto è quello che
fanno per la cosi detta informazione politica.
A parte che la satira non è informazione cmq prendo atto delle tue
riflessioni.
Post by Giuliano R.I.
piu pertinente alla discussione è il caso del capo dello stato, nonostate io
non sia dalla parte politica che ha eletto napolitano, data la carica che
ricopre e l'impossibilita dello stesso a rispondere per le rime, troverei
molto sgradevole e al limite passibile di denuncia chi facesse satira contro
il rappresentante e il garante delle istituzioni e del popolo italiano.
Ed allora come te lo spieghi che nessuno abbia sentito il dovere
morale di "difendere" il presidente della repubblica? Ah, già
Napolitano è un comunista (e prima di lui Ciampi con cui cmq il
rapporti con il Polo erano sempre tesisissimi)... Due pesi e due
misure?
Post by Giuliano R.I.
Post by Polymita
Disdire l'abbonamento rai?. Non è mica obbligatorio possedere una tv.
non disdire, ma abolire! per tutti.
Su questo non posso che concordare anche se si va on pò OT
Post by Giuliano R.I.
Post by Polymita
Post by Giuliano R.I.
ma come ben si sa gli eroici difensori della satira contro il papa sono solo
capaci di fare il gioco delle tre scimmiette quando si parla di islam
L'Islam? Quello che rappresenta l'1% della popolazione contro il 90%
dei cosidetti cattolici? per la serie: si guarda la pagliuzza ma non
la trave...
fortunatamente i cattolici praticanti non sono il 90%
Praticanti o non praticanti poco ci importa (e poco importa al
vaticano che difatti ogni anno spaccia per cattolici tutti quelli che
sono stati battezzati in chiesa. Come vedi i numeri vengono manipolati
ben bene).
Post by Giuliano R.I.
, ma sfortunatamente i
mussulmani non sono l'1%
Bene, se non sono circa l'1% allora sono curioso di sapere la cifra
approssimativa (e possibilmente anche la fonte).
Post by Giuliano R.I.
e comunque non vedo con quale logica non si possa criticare o prendere per
il culo qualcuno se questo non è la maggioranza, mentre vedo fin troppo
chiaramente qual'è la ragione pratica per non farlo.
Quindi non hai mai visto la satira come sberleffo del potere? Aspetto
solo che tu mi dica che i musulmani sono più "potere" della Chiesa...
Giuliano R.I.
2006-11-19 17:25:45 UTC
Permalink
"Polymita" <***@x.x> ha scritto nel messaggio news:***@4ax.com...

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Crozza, è la risposta alle polemiche sull'imitazione del Papa?

«No. Sto provando il monologo per lunedì. Sa cosa mi ha stupito? Tanta
gente che ha dichiarato: "Non ho visto l'imitazione, ma mi offende". Mi
ricorda chi ci dice come fare sesso e non fa sesso, come educare i figli e
non fa figli».
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

come gia detto, confesso di non aver visto la trasmissione,
di conseguenza ammetto di aver parlato solo sul "sentito dire"........
Continua a leggere su narkive:
Loading...