Discussione:
Annullamento matrimonio cattolico
(troppo vecchio per rispondere)
Luka
2007-01-16 09:30:58 UTC
Permalink
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite

Luka
SILVEA
2007-01-16 10:05:33 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa.
Spero almeno che tu ti renda contodi quanta ipocrisia c'e'
in questa tua richiesta. Intendiamoci, non c'e' niente
di strano perche' e' un vizio tipico dei cattolici, ma se ne
fossi consapevole gia' sarebbe qualche cosa.

Saluti
Luka
2007-01-16 10:27:53 UTC
Permalink
Post by SILVEA
Spero almeno che tu ti renda contodi quanta ipocrisia c'e'
in questa tua richiesta.
Se ti riferisci al fatto che come cattolico non dovrei frequentare una
donna divorziata hai perfettamente ragione.

Luka
SILVEA
2007-01-16 10:34:38 UTC
Permalink
Post by Luka
Se ti riferisci al fatto che come cattolico non dovrei frequentare una
donna divorziata hai perfettamente ragione.
No, mi riferisco al fatto che tutti quanti sappiamo benissimo
che gli annullamenti della Sacra Rota sono solo una finzione.
Non puoi non saperlo anche tu.

Saluti
2007-01-16 10:41:35 UTC
Permalink
Post by SILVEA
Post by Luka
Se ti riferisci al fatto che come cattolico non dovrei frequentare una
donna divorziata hai perfettamente ragione.
No, mi riferisco al fatto che tutti quanti sappiamo benissimo
che gli annullamenti della Sacra Rota sono solo una finzione.
Non puoi non saperlo anche tu.
E' il divertente concetto di "matrimonio indissolubile" cattolico :)
Gridano allo scandalo contro il divorzio e promettono scomuniche a destra e
a manca, ma se paghi l'obolo alla sacra rota... per incanto e per magia, il
matrimonio religioso è scappato via .... ia ia oh!!!
Luka
2007-01-16 10:50:40 UTC
Permalink
Post by
Gridano allo scandalo contro il divorzio e promettono scomuniche a destra e
a manca, ma se paghi l'obolo alla sacra rota... per incanto e per magia, il
matrimonio religioso è scappato via
Hai perfettamente ragione, ma questa non è ipocrisia mia, ma della Chiesa
che purtroppo all'apparenza non si vuole adeguare ai cambiamenti della
società.
O se preferisci la colpa è delle persone che si avvicinano al matrimonio
religioso con troppa sufficienza. La mia domanda però è questa: se io mi
sposo in Chiesa e credo nell'indissolubilità del matrimonio, ma mia
moglie/marito se ne inpippa clamorosamente e se ne va con un altro/altra
chiedendo il divorzio, io cosa dovrei fare per la Chiesa?
Cmq filosofie a parte spero che qualcuno mi possa dare indicazioni su come
eventualmente procedere.
Grazie

Luka
2007-01-16 10:58:10 UTC
Permalink
Post by Luka
Cmq filosofie a parte spero che qualcuno mi possa dare indicazioni su come
eventualmente procedere.
Grazie
Io non posso farlo, perchè non sono cattolico.

In ogni caso ti auuro di riuscire a fare quello che ritirni la cosa giusta
per te stesso e per la tua compagna. Per come la vedo io, se un qualche Dio
esiste, è comunque troppo grande per farsi influenzare dalle regolete
inventate dagli uomini e se vivi con coerenza ciò in cui credi sei già in
Dio... checché ne dica la chiesa cattolica!

Auguri !
SILVEA
2007-01-16 11:09:45 UTC
Permalink
Post by Luka
Hai perfettamente ragione, ma questa non è ipocrisia mia, ma della Chiesa
che purtroppo all'apparenza non si vuole adeguare ai cambiamenti della
società.
Questa e' ipocrisia doppia: ammetti la colpa, pero' cerchi di scaricarla
sugli altri, ben sapendo che questo non ha senso.
Post by Luka
O se preferisci la colpa è delle persone che si avvicinano al matrimonio
religioso con troppa sufficienza. La mia domanda però è questa: se io mi
sposo in Chiesa e credo nell'indissolubilità del matrimonio, ma mia
moglie/marito se ne inpippa clamorosamente e se ne va con un altro/altra
chiedendo il divorzio, io cosa dovrei fare per la Chiesa?
Non ti devi risposare, questo mi pare ovvio, a meno che non ti
sottoponga alla finzione dell'annullamento da parte della
Sacra Rota.

Saluti
Eliyyahu
2007-01-16 11:22:10 UTC
Permalink
Post by SILVEA
Post by Luka
O se preferisci la colpa è delle persone che si avvicinano al matrimonio
religioso con troppa sufficienza. La mia domanda però è questa: se io mi
sposo in Chiesa e credo nell'indissolubilità del matrimonio, ma mia
moglie/marito se ne inpippa clamorosamente e se ne va con un altro/altra
chiedendo il divorzio, io cosa dovrei fare per la Chiesa?
Non ti devi risposare, questo mi pare ovvio, a meno che non ti
sottoponga alla finzione dell'annullamento da parte della
Sacra Rota.
Saluti
Se gia' al matrimonio lei pensava così, puoi provare a fare
l'annullamento, perché lei non voleva un matrimonio cristiano...
L
2007-01-16 10:47:09 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
A me risulta che tra le cause di annullamento più gettonate vi sia
quella per cui
-lui non voglia avere figli
-il matrimonio non sia stato consumato
-il matrimonio sia stato accolto per cause diverse dalla procreazione
(per esempio per interesse economico)
-etc.

Se non si possono vantare anomalie verso la parte considerata
inadempiente -secondo il clero- il matrimonio è valido.

Tieni inoltre conto che vi sono tempi lunghi e molti soldi per le spese
legali.

Vi consiglio il rito civile e di basare -lo scegliervi- su profonda
riflessione e amore.

Auguri,

L
2007-01-16 10:48:38 UTC
Permalink
Post by L
Tieni inoltre conto che vi sono tempi lunghi e molti soldi per le spese
legali.
Già... soprattutto quelli :)
E indovina dove vanno a finire ? :)

Astuti i "ragazzi" del vaticano, eh ?
Luka
2007-01-16 10:55:26 UTC
Permalink
Post by
Già... soprattutto quelli :)
E indovina dove vanno a finire ? :)
Astuti i "ragazzi" del vaticano, eh ?
Hai ragione, ma qui ognuno deve rispondere della propria integrità morale.
Non spetta me giudicare.

Luka
SILVEA
2007-01-16 13:32:56 UTC
Permalink
Post by Luka
Hai ragione, ma qui ognuno deve rispondere della propria integrità morale.
Non spetta me giudicare.
Scusa, ma come ti permetti di giudicare l'integrita'
morale degli altri, quando stai pensando di chiedere l'annullamento
di un matrimonio, sapendo in principio che quelli che te lo
concederanno si serviranno di motivazioni fasulle e lo
faranno solo per specularci sopra.
Che ci vedi di morale in tutto questo?

Saluti
2007-01-16 13:41:48 UTC
Permalink
Post by SILVEA
Che ci vedi di morale in tutto questo?
Che domande, stiamo parlando di chiesa cattolica... basta salvare la
facciata.
SILVEA
2007-01-16 14:47:31 UTC
Permalink
"Belzebu" <belzebu> ha scritto
Post by
Che domande, stiamo parlando di chiesa cattolica... basta salvare la
facciata.
Ed e' esattamente quello che volevo dire io.

Saluti
Luka
2007-01-16 10:54:29 UTC
Permalink
Post by L
Se non si possono vantare anomalie verso la parte considerata
inadempiente -secondo il clero- il matrimonio è valido.
In realtà ho letto qua e là che la maggior parte delle richieste viene
accettata, anche se le motivazioni sono un po' traballanti
Post by L
Tieni inoltre conto che vi sono tempi lunghi e molti soldi per le spese
legali.
Anche sui tempi lunghi ho trovato discordanze. Qualcuno parla di anni altri
di pratica risolvibile in pochi mesi.

Luka
Shut
2007-01-16 15:37:22 UTC
Permalink
Post by Luka
In realtà ho letto qua e là che la maggior parte delle richieste viene
accettata, anche se le motivazioni sono un po' traballanti
10mila euro e ti passa la paura. Rivolgiti ad un avvocato che cura i
rapporti con la s.r.
Raffaele Benzi
2007-01-16 16:39:12 UTC
Permalink
Post by Shut
Post by Luka
In realtà ho letto qua e là che la maggior parte delle richieste viene
accettata, anche se le motivazioni sono un po' traballanti
10mila euro e ti passa la paura. Rivolgiti ad un avvocato che cura i
rapporti con la s.r.
Non sei aggiornato sui costi reali. Non basta la parcella dell'avvocato
cassazionista ...

Raffaele
pope
2007-01-17 09:28:02 UTC
Permalink
Post by Raffaele Benzi
Non sei aggiornato sui costi reali. Non basta la parcella dell'avvocato
cassazionista ...
cassazionista vuol dire che segue le ''cassate''
Raffaele Benzi
2007-01-17 13:55:26 UTC
Permalink
Post by pope
Post by Raffaele Benzi
Non sei aggiornato sui costi reali. Non basta la parcella dell'avvocato
cassazionista ...
cassazionista vuol dire che segue le ''cassate''
Piu' cassata di un annullamento presso la sacra rota non ne conosco nella
storia...
Serve solo ad eliminare le pendenze economiche tra coniugi, in realta' ,
oltre ad arricchire il vicariato provinciale...

In ogni caso, l'avvocato abilitato a seguire le cause in Corte di
Cassazione, e' l'unico abilitato anche a trattare le cause presso il
tribunale ecclesiastico....DI qui la sua parcella.

Raffaele
pope
2007-01-17 14:14:32 UTC
Permalink
Post by Raffaele Benzi
Post by pope
cassazionista vuol dire che segue le ''cassate''
Piu' cassata di un annullamento presso la sacra rota non ne conosco nella
storia...
Serve solo ad eliminare le pendenze economiche tra coniugi, in realta' ,
oltre ad arricchire il vicariato provinciale...
In ogni caso, l'avvocato abilitato a seguire le cause in Corte di
Cassazione, e' l'unico abilitato anche a trattare le cause presso il
tribunale ecclesiastico....DI qui la sua parcella.
finchè si trovano i gonzi disposti a farsi derubare, fanno bene a
derubarli
F.M.Arouet
2007-01-16 10:57:18 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota.
Penso che uno esperto di diritto ecclesiastico (o qualcuno che sappia a
chi indirizzarti) lo trovi più facilmente
su ICC (it.cultura.cattolica) o al limite ICRC
(it.cultura.religioni.cristiana).
Se non vuoi entrare nel merito e solo avere informazioni, forse ti
conviene limitarti alle ultime 4 righe :-).
Post by Luka
Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
Ciao.Fabio.
Eliyyahu
2007-01-16 11:06:21 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
La Chiesa può "annullare" solo per modo di dire un matrimonio,
perché si limita a riconoscere che tale sacramento semplicemente
non è stato validamente celebrato; qualora si possa dimostrare
che vi erano "vizi" formali o sostanziali che lo rendevano non
possibile.
Invece, se vero matrimonio c'è stato, neanche il Papa può far
nulla: il matrimonio cristiano è per diritto divino valido
fino alla morte di uno dei due sposi.

Elijiah
Polymita
2007-01-16 15:10:05 UTC
Permalink
Post by Eliyyahu
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
La Chiesa può "annullare" solo per modo di dire un matrimonio,
perché si limita a riconoscere che tale sacramento semplicemente
non è stato validamente celebrato; qualora si possa dimostrare
che vi erano "vizi" formali o sostanziali che lo rendevano non
possibile.
Invece, se vero matrimonio c'è stato, neanche il Papa può far
nulla: il matrimonio cristiano è per diritto divino valido
fino alla morte di uno dei due sposi.
beh, non è vero che neanche il papa possare slegare un matrimonio
regolarmente celebrato e quindi sacramentale...
Polymita
2007-01-16 15:10:43 UTC
Permalink
Post by Eliyyahu
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
La Chiesa può "annullare" solo per modo di dire un matrimonio,
perché si limita a riconoscere che tale sacramento semplicemente
non è stato validamente celebrato; qualora si possa dimostrare
che vi erano "vizi" formali o sostanziali che lo rendevano non
possibile.
Invece, se vero matrimonio c'è stato, neanche il Papa può far
nulla: il matrimonio cristiano è per diritto divino valido
fino alla morte di uno dei due sposi.
beh, non è vero che neanche il papa possare slegare un matrimonio
regolarmente celebrato e quindi sacramentale...
Claudio Bianchini
2007-01-17 01:46:33 UTC
Permalink
Post by Eliyyahu
Invece, se vero matrimonio c'è stato, neanche il Papa può far
nulla: il matrimonio cristiano è per diritto divino valido
fino alla morte di uno dei due sposi.
Ecco il passo del NT dove Cristo Gesù ammette il divorzio

19A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla
terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà
sciolto nei cieli
pope
2007-01-17 09:40:24 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
Post by Eliyyahu
Invece, se vero matrimonio c'è stato, neanche il Papa può far
nulla: il matrimonio cristiano è per diritto divino valido
fino alla morte di uno dei due sposi.
Ecco il passo del NT dove Cristo Gesù ammette il divorzio
19A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla
terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà
sciolto nei cieli
Questa è la dimostrazione che Gesù è proprio come dice
Santin, ovvero un pazzo che oggi diceva una cosa e domani
il suo esatto contrario


Matteo 19,9
Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra commette adulterio


Marco 10,11
Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra commette adulterio
se la donna ripudia il marito e ne sposa un altro commette adulterio.

Luca 16,18 ,
Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra commette adulterio
Chi sposa una donna ripudiata dal marito, commette adulterio.
2007-01-17 13:35:07 UTC
Permalink
Post by pope
Questa è la dimostrazione che Gesù è proprio come dice
Santin, ovvero un pazzo che oggi diceva una cosa e domani
il suo esatto contrario
O forse, nel tempo, gli sono state messe n bocca parole utili a giustificare
la pretesa del papa e dei preti, in genere, di rappresentare una qualche
divinità in terra. Purtroppo non sapremo mai se e cosa abbia detto il Gesù
storico... Quello che ci proprinano per "sacre scritture" sono testi che
possono aver subito ogni forma di alterazione nl tempo per giustificare il
controllo delle persone messo in atto dai vari cleri.
pope
2007-01-17 14:12:27 UTC
Permalink
Post by
O forse, nel tempo, gli sono state messe n bocca parole utili a
giustificare la pretesa del papa e dei preti, in genere, di rappresentare
una qualche divinità in terra. Purtroppo non sapremo mai se e cosa abbia
detto il Gesù storico...
gesù storico ??
Post by
Quello che ci proprinano per "sacre scritture" sono testi che possono aver
subito ogni forma di alterazione nl tempo per giustificare il controllo
delle persone messo in atto dai vari cleri.
più che altro sono testi già falsi in partenza, per di più
taroccati, falsificati e saccheggiati in tutti i tempi

Lo ha detto anche GPII
Claudio Bianchini
2007-01-17 17:25:59 UTC
Permalink
Post by pope
Matteo 19,9
Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra commette adulterio
Marco 10,11
Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra commette adulterio
se la donna ripudia il marito e ne sposa un altro commette adulterio.
Luca 16,18 ,
Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra commette adulterio
Chi sposa una donna ripudiata dal marito, commette adulterio.
E come puoi vedere manca il caso del ripudio a vicenda, cioè il caso del
divorzio consensuale
Polymita
2007-01-16 15:19:12 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito.
Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio.
Certo. Sono così bravi che riescono ad annullarti un matrimonio anche
per il solo fatto che uno dei due sposi ha dimostrato (bastano un paio
di testimoni, veri o finti che siano) di non credere
nell'indissolubilità del matrimonio. Il bello che queste scemenze
vengono generalmente accolte anche dallo Stato italiano. Ma la cosa
strabigliante è che se un matrimonio viene annullato, per la'ttuale
legge non esistono più obblighi (ovvero il famigerato assegno di
mantenimento...). Semplice e pulito. Cattolico.
Post by Luka
Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa.
Scusami, ma perchè ci tieni a sposarti in chiesa? per i fiori? per le
musichette? non mi dire per la sacralità del matrimonio...
E poi come cattolico non frequenti una parrocchia, una chiesa o
comunità simili? Perchè non chiedere li?
Raffaele Benzi
2007-01-16 16:18:40 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
Allora, c'e' una parte di tale organizzazione che viena spacciata per
funzionale per tutti a prezzi definiti popolari

Ma...

Si, c'e' un ma .
Possono dedicarsi a queste pratiche solo avvocati cassazionisti, ( di cui
penso conosca le parcelle...) , poi, la pratica per essere portata a buon
fine ha dei costi decisamente elitari. La prima domanda deve essere
accompagnata dal versamento, all'avvocato indicato, di euro 8.000 (
ottomila ) , quotazione di tre anni fa, per poi essere rimpinguata via via
da successive oblazioni per complessivi 53.000 ( cinquantatremila ) euro.
Con queste tariffe, in circa quattro - cinque anni, cumulando
testimonianze false su menzogne oltre ogni concepibile limite, si ottiene
l'annullamento, che consente di cessare il pagamento degli alimenti alla ex
vampira con cui si era sbagliato a dividere il giaciglio.

Io appena ne ho disponibilita', verso in contanti la somma dovuta e mi
piglio l'annullamento.

masu chi si sposa per la seconda volta, porrei una tassa di 500.000 euro (
cinquecentomila ) da versare in contanti , in banconote da 5 euro nelle
mani dell'ufficiale giudiziario ( perche' deve accertare l'autenticita' di
ogni banconota contestualmntee al versamento...) subito prima la cerimonia
del secondo matrimonio. Per i pochi che volessero farlo la terza volta,
porterei l'obolo consolatorio ad euro 2.500.000 (
duemilionicinquecentomila...) perche' sbagliare e' umano, ma perseverare e'
diabolico...

Raffaele

PS. Se non si fosse capito, considero il matrimonio una regressione
negativa, un errore evitabile, e, nello specifico, nella mia graduatoria
delle giornate negative, metto, in ordine di schifosita': il mio matrimonio,
la morte di mio padre, il risveglio dal mio coma..

Se accetti un consiglio, ben ponderato dall'eta', se vuole sposarti, scappa.
Se vuoi sposarti, curati.
c***@yahoo.it
2007-01-16 16:37:01 UTC
Permalink
Post by Luka
Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Forse il primo passo dovrebbe essere questo: la tua fidanzata potrebbe
chiedersi, in coscienza, se il suo matrimonio sia stato effettivamente
nullo. Per esempio, se lei riteneva l'ex marito avesse qualità sulle
quali aveva fondato la propria volontà di contrarre matrimonio, e
queste qualità si sono dimostrate inesistenti, l'errore può essere
causa di nullità. Il passo successivo è trovare un buon avvocato,
ovviamente, esperto in diritto canonico.

Elle
c***@yahoo.it
2007-01-16 16:37:43 UTC
Permalink
Post by Luka
Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Forse il primo passo dovrebbe essere questo: la tua fidanzata potrebbe
chiedersi, in coscienza, se il suo matrimonio sia stato effettivamente
nullo. Per esempio, se lei riteneva l'ex marito avesse qualità sulle
quali aveva fondato la propria volontà di contrarre matrimonio, e
queste qualità si sono dimostrate inesistenti, l'errore può essere
causa di nullità. Il passo successivo è trovare un buon avvocato,
ovviamente, esperto in diritto canonico.

Elle
Claudio Bianchini
2007-01-17 01:37:17 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa.
Io invece ci terrei a sapere un'altra cosa. Mettiamo che tu viva in un
grosso centro, non sarai conosciuto in tutte le parrocchie, nè la tua
fidanzata immagino. Quindi se vi sceglieste una parrocchia dove il prete non
vi conosce non gli dite nulla e vi sposate lì dentro. A me non sembra ci sia
nessun reato se questa situazione si verificasse perchè, per quel poco che
ho capito delle legge sul divorzio, il matrimonio religioso per lo stato non
ha valore. Ovviamente per la legge dovreste poi sposarvi in municipio
Raffaele Benzi
2007-01-18 18:02:43 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa.
Io invece ci terrei a sapere un'altra cosa. Mettiamo che tu viva in un
grosso centro, non sarai conosciuto in tutte le parrocchie, nè la tua
fidanzata immagino. Quindi se vi sceglieste una parrocchia dove il prete
non vi conosce non gli dite nulla e vi sposate lì dentro. A me non sembra
ci sia nessun reato se questa situazione si verificasse perchè, per quel
poco che ho capito delle legge sul divorzio, il matrimonio religioso per
lo stato non ha valore. Ovviamente per la legge dovreste poi sposarvi in
municipio
Se facessero cio' il matrimonio sarebbe nullo. Una divorziata non puo'
contrarre matrimonio religioso.

Una volta che i documenti avessero seguito la loro strada, al Vicariato
scoppierebbe la bomba ed i due rprobi sarebbro convocati per la reprimenda e
per la comunicazione di nullita' della cerimonia.

Io penso che gli addebiterebbero anche un sacco di soldi, oltre che
cazziarli brutalmente. ( una volta li avrebbero fatti arrosto...)

Raffaele
Claudio Bianchini
2007-01-18 18:48:09 UTC
Permalink
Post by Raffaele Benzi
Post by Claudio Bianchini
Io invece ci terrei a sapere un'altra cosa. Mettiamo che tu viva in un
grosso centro, non sarai conosciuto in tutte le parrocchie, nè la tua
fidanzata immagino. Quindi se vi sceglieste una parrocchia dove il prete
non vi conosce non gli dite nulla e vi sposate lì dentro. A me non sembra
ci sia nessun reato se questa situazione si verificasse perchè, per quel
poco che ho capito delle legge sul divorzio, il matrimonio religioso per
lo stato non ha valore. Ovviamente per la legge dovreste poi sposarvi in
municipio
Se facessero cio' il matrimonio sarebbe nullo. Una divorziata non puo'
contrarre matrimonio religioso.
Sarebbe nullo il matrimonio religioso, ma essi avrebbero avuto tutto il
contorno della cerimonia, la chiesa con le navate, l'organo, la passerella
tra i banchi. IMHO se ci tengono così tanto alla scenografia una piccola
bugia è in fondo un piccolo peccato
Post by Raffaele Benzi
Una volta che i documenti avessero seguito la loro strada, al Vicariato
scoppierebbe la bomba ed i due rprobi sarebbro convocati per la reprimenda
e per la comunicazione di nullita' della cerimonia.
Come come? Convocati al Vicariato? E magari anche accompagnati dai
carabinieri?
Post by Raffaele Benzi
Io penso che gli addebiterebbero anche un sacco di soldi, oltre che
cazziarli brutalmente. ( una volta li avrebbero fatti arrosto...)
Hai detto giusto...una volta :-DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

P.S.
Ora però mi viene un'altra curiosità. Tu dici che i documenti arriverebbero
al Vicariato, ma poi sei sicuro che si accorgerebbero della truffa? Se non
hanno banche dati informatizzate secondo me è difficile che lo scoprano
pope
2007-01-17 09:14:22 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Guarda che quella non è la Sacra R(u)ota della Fortuna

basta avere tanti soldi e si ottengono tutti gli annullamenti che vuoi
Mauro
2007-01-21 11:41:09 UTC
Permalink
Post by Luka
Siccome io sono cattolico
se oltre a essere cattolico sei anche cristiano
dovresti chiederti se veramente il matrimonio precedente
di chi vuoi sposare e' valido o no.
L'infedelta del precedente marito non e' un valido motivo,
mentre un valido motivo per l'annullamento
e' il non credere alla indissolubita' del matrimonio da parte di uno dei due
coniugi,
Prova questo, e paga, e avrai l'annullamento.


Mauro
maurizio
2007-03-01 10:16:55 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
Ho risposto anche al tuo post su it.c.c.
Volevo avvertirti su 2 cose per diretta esperienza personale:

1) E' tutta una truffa legalizzata, mia moglie ha proceduto a tale
iter per il suo precedente matrimonio da annullare: mia moglie era
disoccupata e disabile, il tribunale e l'avvocato rotale hanno preteso
circa 6000€ in 6 anni di causa ecclesiastica (che ho pagato io) senza
mai concedere il patrocinio gratuito.
Il matrimonio da "annullare" era durato per ben 6 anni e mia moglie è
stata ascoltata (a deporre) solo 10 minuti....(10 minuti per giudicare
6 anni di matrimonio con prole)?????
Non si riusciva mai a parlare con cancellieri o
presidenti....chiamavano solo loro quando bisognava versare i soldi
via c/c postale.
Dopo 5 anni arriva la sentenza (inviata dalla segreteria del tribunale
ecclesiastico all'indirizzo sbagliato...con grave violazione della
privacy per i contenuti svelati a persone conoscenti).
Ebbene la sentenza che ha concesso la nullità era tutta
sbagliata!!!!!!!!!!!
Anche se il matrimonio è stato sciolto, ciò è stato giudicato su
deposizioni sbagliate cioè forse prese da altri incartamenti di alre
cause...INCREDIBILE...una sentenza "fatta con i piedi" anzicchè con la
testa.
Chiedendo spiegazioni al presidente ci sentiamo rispondere "....il
vecchio Decano ha sbagliato a trascrivere le deposizioni, può
accadere...è molto anziano....".....no comment.
Se questo deve essere fatto per coscienza medita un pò sugli "andazzi"
di tali procedimenti, è vero che la giustizia italiana fa acqua da
tutte le parti ma quella vaticana ecclesiastica punta solo ai soldi.
Abbiamo fatto 13 Racc. A/R per ricorrere a tale superficialità che si
avvicina più ad una truffa ma sono slo arrivate le ricevute di ritorno
senza alcuna risposta.
Ci siamo rivolti ad un penalista per individuare se ci sono gli
estremi di una querela per truffa e violazione privacy ma il legale
italiano ci ha risposto che non si può agire in uno stato estero
sovrano in quanto il tribunale ecclesiastico fa parte di un altro
stato estero.


2) Se ci sono figli nati dal matrimonio da annullare io non consiglio
di procedere in tal senso. La figlia del primo matrimonio annullato di
mia moglie ne ha pagato le conseguenze: la separazione consensuale non
stabiliva correttamente la suddivisione delle spese straordinarie e un
adeguato assegno di alimenti, ne l'assegnazione della casa coniugale,
le spese ludiche o sportive o di studio ecc. ecc.
Con la automatica delibazione della sentenza di nullità (Corte
d'appello con validità nello stato italiano) si verifica che la
sentenza di separazione o di divorzio viene "travolta" (termine
giuridico). Ebbene non si possono più apportare modifiche o aggiunte,
nei riguardi dei figli rimane ciò che veniva (o non veniva) stabilito.
Pertanto se l'ex coniuge non ottempera a doveri di mantenimento (non
previsti adeguatamente o aggiornati o spese straordinarie per salute o
altro) non è possibile intervenire sulla base di un'adeguamento di una
sentenza travolta....occorre fare causa civile con i suoi tempi e i
suoi costi legali (a differenz di un divorzio le cui condizioni nei
riguardi dei figli possono essere cambiate anche anno per anno....ma
quando avviene una nullità ciò viene travolto).....è come se i figli
sono nati fuori da un matrimonio.

Informatevi bene da un legale (non rotale, ma civile prima) sulle
conseguenze.
Io sono cattolico, ho sposato una persona che ha ottenuto la nullità
matrimoniale precedente, esro celibe ma mi auto-astengo dal ricevere i
sacramenti per una mia coscienza personale alla luce di come è stato
giudicato tale procedimento di nullità, forse una procedura di
divorzoi civile sarebbe stata meno superficiale e meno
"truffaldina" (giudica tu se si può stabilire se 6 anni di matrimonio
con prole in soli 7 minuti di deposizione si stabilisce una nullità
con una senteza di sole 30 paginette "rigo si- rigo no").

Se tornassi indietro alla luce dell'esperienza vissuta avrei 8000€ in
più in tasca (tanto mi è costato: pagamento del rotale, del tribunale
di 1° e 2° grado, regisrtazioni degli atti, notifiche, trascrizioni ai
vari comuni di nascita e dove è avvenuto il matrimonio, corte
d'appello e delibazione con altro legale civile italiano ecc.
ecc......un'odissea.
QUesti 8000€ li avrei investiti in qualcos'altro di più profiquo e la
figlia mese per mese 8ormai maggiorenne) avrebbe avuto un'assegno più
consono e gli sarebbero state pagate le spese starordinarie mediche,
ludiche e sportive di cui necessitava da 4 a 22 anni.

Salve.

Maurizio.
pope
2007-03-01 10:24:29 UTC
Permalink
Post by Luka
Buongiorno, vorrei chiedere a qualche esperto di diritto ecclesiastico info
a proposito di annullamento di un matrimonio presso la Sacra Rota. La
situazione è questa. La mia fidanzata (35 enne) si è sposata a 20 anni e
dopo solo due anni si è separata con conseguente divorzo civile a causa
dell'infedeltà del suo ex marito. Siccome io sono cattolico ci terrei
tantissimo a sposarmi in chiesa. Ho letto su internet che è possibile
chedere alla Sacra Rota l'annullamento del precedente matrimonio. Qualcuno
sa indicarmi i passi da seguire?
Grazie infinite
Luka
Ho risposto anche al tuo post su it.c.c.
Volevo avvertirti su 2 cose per diretta esperienza personale:

1) E' tutta una truffa legalizzata, mia moglie ha proceduto a tale
iter per il suo precedente matrimonio da annullare: mia moglie era
disoccupata e disabile, il tribunale e l'avvocato rotale hanno preteso
circa 6000? in 6 anni di causa ecclesiastica (che ho pagato io) senza
mai concedere il patrocinio gratuito.
Il matrimonio da "annullare" era durato per ben 6 anni e mia moglie è
stata ascoltata (a deporre) solo 10 minuti....(10 minuti per giudicare
6 anni di matrimonio con prole)?????
Non si riusciva mai a parlare con cancellieri o
presidenti....chiamavano solo loro quando bisognava versare i soldi
via c/c postale.
Dopo 5 anni arriva la sentenza (inviata dalla segreteria del tribunale
ecclesiastico all'indirizzo sbagliato...con grave violazione della
privacy per i contenuti svelati a persone conoscenti).
Ebbene la sentenza che ha concesso la nullità era tutta
sbagliata!!!!!!!!!!!
Anche se il matrimonio è stato sciolto, ciò è stato giudicato su
deposizioni sbagliate cioè forse prese da altri incartamenti di alre
cause...INCREDIBILE...una sentenza "fatta con i piedi" anzicchè con la
testa.
Chiedendo spiegazioni al presidente ci sentiamo rispondere "....il
vecchio Decano ha sbagliato a trascrivere le deposizioni, può
accadere...è molto anziano....".....no comment.
Se questo deve essere fatto per coscienza medita un pò sugli "andazzi"
di tali procedimenti, è vero che la giustizia italiana fa acqua da
tutte le parti ma quella vaticana ecclesiastica punta solo ai soldi.
Abbiamo fatto 13 Racc. A/R per ricorrere a tale superficialità che si
avvicina più ad una truffa ma sono slo arrivate le ricevute di ritorno
senza alcuna risposta.
Ci siamo rivolti ad un penalista per individuare se ci sono gli
estremi di una querela per truffa e violazione privacy ma il legale
italiano ci ha risposto che non si può agire in uno stato estero
sovrano in quanto il tribunale ecclesiastico fa parte di un altro
stato estero.


2) Se ci sono figli nati dal matrimonio da annullare io non consiglio
di procedere in tal senso. La figlia del primo matrimonio annullato di
mia moglie ne ha pagato le conseguenze: la separazione consensuale non
stabiliva correttamente la suddivisione delle spese straordinarie e un
adeguato assegno di alimenti, ne l'assegnazione della casa coniugale,
le spese ludiche o sportive o di studio ecc. ecc.
Con la automatica delibazione della sentenza di nullità (Corte
d'appello con validità nello stato italiano) si verifica che la
sentenza di separazione o di divorzio viene "travolta" (termine
giuridico). Ebbene non si possono più apportare modifiche o aggiunte,
nei riguardi dei figli rimane ciò che veniva (o non veniva) stabilito.
Pertanto se l'ex coniuge non ottempera a doveri di mantenimento (non
previsti adeguatamente o aggiornati o spese straordinarie per salute o
altro) non è possibile intervenire sulla base di un'adeguamento di una
sentenza travolta....occorre fare causa civile con i suoi tempi e i
suoi costi legali (a differenz di un divorzio le cui condizioni nei
riguardi dei figli possono essere cambiate anche anno per anno....ma
quando avviene una nullità ciò viene travolto).....è come se i figli
sono nati fuori da un matrimonio.

Informatevi bene da un legale (non rotale, ma civile prima) sulle
conseguenze.
Io sono cattolico, ho sposato una persona che ha ottenuto la nullità
matrimoniale precedente, esro celibe ma mi auto-astengo dal ricevere i
sacramenti per una mia coscienza personale alla luce di come è stato
giudicato tale procedimento di nullità, forse una procedura di
divorzoi civile sarebbe stata meno superficiale e meno
"truffaldina" (giudica tu se si può stabilire se 6 anni di matrimonio
con prole in soli 7 minuti di deposizione si stabilisce una nullità
con una senteza di sole 30 paginette "rigo si- rigo no").

Se tornassi indietro alla luce dell'esperienza vissuta avrei 8000? in
più in tasca (tanto mi è costato: pagamento del rotale, del tribunale
di 1° e 2° grado, regisrtazioni degli atti, notifiche, trascrizioni ai
vari comuni di nascita e dove è avvenuto il matrimonio, corte
d'appello e delibazione con altro legale civile italiano ecc.
ecc......un'odissea.
QUesti 8000? li avrei investiti in qualcos'altro di più profiquo e la
figlia mese per mese 8ormai maggiorenne) avrebbe avuto un'assegno più
consono e gli sarebbero state pagate le spese starordinarie mediche,
ludiche e sportive di cui necessitava da 4 a 22 anni.

Salve.

Maurizio.
--------------------------------------------------------------------




la madre degli imbecilli è sempre incinta
maurizio
2007-03-01 10:47:21 UTC
Permalink
Post by pope
--------------------------------------------------------------------
la madre degli imbecilli è sempre incinta
Hai ragione in parte.
Occorre semmai capire per cui un soggetto si rivolge a tali organismi
di truffa legalizzati.

Se si va per fede o credendo nella validità di tali iter si corre il
rischio di essere truffati anche se qualcuno non lo saprà mai.

Se invece si va per non pagare gli alimenti all'ex coniuge, o
teatralmente per avere l'abito bianco in chiesa per una seconda volta,
bene, è un'ottima costosa soluzione.

Vedi a proposito l'indagine della rai:

http://www.report.rai.it/RE_stampa/0,11516,90143,00.html

Salve.

Maurizio.
pope
2007-03-02 07:23:31 UTC
Permalink
Post by pope
--------------------------------------------------------------------
la madre degli imbecilli è sempre incinta
Hai ragione in parte.
Occorre semmai capire per cui un soggetto si rivolge a tali organismi
di truffa legalizzati.
perchè è un imbecille - se si fosse informato prima
di mettersi nelle loro sozze mani, avrebbe appreso
in quale genere di truffa sarebbe capitato
Post by pope
Se si va per fede o credendo nella validità di tali iter si corre il
rischio di essere truffati anche se qualcuno non lo saprà mai.
la fede è sinonimo di imbecillità
Post by pope
Se invece si va per non pagare gli alimenti all'ex coniuge, o
teatralmente per avere l'abito bianco in chiesa per una seconda volta,
bene, è un'ottima costosa soluzione.
La peggior imbecillità si dimostra nel voler ancora seguire quell'orda di
truffatori in abito talare nero dopo essersi accorti di essere
stati presi ingiro, truffati e depredati
maurizio
2007-03-02 07:38:20 UTC
Permalink
Post by pope
Post by pope
la madre degli imbecilli è sempre incinta
Hai ragione in parte.
Occorre semmai capire per cui un soggetto si rivolge a tali organismi
di truffa legalizzati.
perchè è un imbecille - se si fosse informato prima
di mettersi nelle loro sozze mani, avrebbe appreso
in quale genere di truffa sarebbe capitato
Il problema nasce più a monte, gli avvocati predisposti a ciò (cioè i
rotali) sanno consigliare molto bene in tal senso.
Ti spiegano tutti i vantaggi, ti danno sicurezza al 100% sul fatto di
ottenere la sentenza, ti inventano loro stessi le motivazioni (e ti
chiedono immediatamente un paio di miagiaia di euro per iniziare
l'iter).

Pertanto sono anche gli avvocati che ci guadagnano e ti consigliano.

Salve.

Maurizio.
pope
2007-03-03 07:40:42 UTC
Permalink
Post by maurizio
Il problema nasce più a monte, gli avvocati predisposti a ciò (cioè i
rotali) sanno consigliare molto bene in tal senso.
Ti spiegano tutti i vantaggi, ti danno sicurezza al 100% sul fatto di
ottenere la sentenza, ti inventano loro stessi le motivazioni (e ti
chiedono immediatamente un paio di miagiaia di euro per iniziare
l'iter).
Pertanto sono anche gli avvocati che ci guadagnano e ti consigliano.
Quando sono nato, la prima parola che mi hanno insegnato
fu ''NO avvocati''

Il mestiere degli avvocati non è quello di andare in tribunale
a depositare qualche scartoffia, ma quello di tirare alle lunghe
qualsiasi cosa gli capiti tra le mani: più lunghi sono i tempi
più soldi ti rubano, indipendentemente che uno abbia ragione
o torto o avvii una causa di separazione consensuale

Nella vita poi c'è sempre qualche amico che ha avuto
la tua stessa disavventura prima di te e puo' quindi ''consigliarti''

Andare allo sbaraglio non è mai conveniente
Claudio Bianchini
2007-03-03 18:32:39 UTC
Permalink
"maurizio" <***@inwind.it> ha scritto nel messaggio

Occorre semmai capire per cui un soggetto si rivolge a tali organismi
di truffa legalizzati.

Se si va per fede o credendo nella validità di tali iter si corre il
rischio di essere truffati anche se qualcuno non lo saprà mai.

Se invece si va per non pagare gli alimenti all'ex coniuge, o
teatralmente per avere l'abito bianco in chiesa per una seconda volta,
bene, è un'ottima costosa soluzione.
_______________________________________________________

E ho già spiegato che in un grosso centro questo scoglio si può evitare
semplicemente non dicendo al prete che si è divorziati. Difficilmente al
Vaticano dispongono di database dove poter controllare. Si va da un prete,
ci si inventa una qualche scusa tipo "da poco ci siamo trasferiti in questo
quartiere" e la "suggegstiva" cerimonia può avere inizio
maurizio
2007-03-03 21:43:21 UTC
Permalink
Post by maurizio
Occorre semmai capire per cui un soggetto si rivolge a tali organismi
di truffa legalizzati.
Se si va per fede o credendo nella validità di tali iter si corre il
rischio di essere truffati anche se qualcuno non lo saprà mai.
Se invece si va per non pagare gli alimenti all'ex coniuge, o
teatralmente per avere l'abito bianco in chiesa per una seconda volta,
bene, è un'ottima costosa soluzione.
_______________________________________________________
E ho già spiegato che in un grosso centro questo scoglio si può evitare
semplicemente non dicendo al prete che si è divorziati. Difficilmente al
Vaticano dispongono di database dove poter controllare. Si va da un prete,
ci si inventa una qualche scusa tipo "da poco ci siamo trasferiti in questo
quartiere" e la "suggegstiva" cerimonia può avere inizio
Ti sbagli ancora, per il rito concordatario occorre l'estratto di
nascita con il riporto di eventuali sentenze di divorzio o matrimoni
avvenuti.....non si scappa.

Salve.

Maurizio.
Claudio Bianchini
2007-03-07 00:24:23 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
E ho già spiegato che in un grosso centro questo scoglio si può evitare
semplicemente non dicendo al prete che si è divorziati. Difficilmente al
Vaticano dispongono di database dove poter controllare. Si va da un prete,
ci si inventa una qualche scusa tipo "da poco ci siamo trasferiti in questo
quartiere" e la "suggegstiva" cerimonia può avere inizio
Ti sbagli ancora, per il rito concordatario occorre l'estratto di
nascita con il riporto di eventuali sentenze di divorzio o matrimoni
avvenuti.....non si scappa.
________________________________________

Urca...ma allora si potrebbe riattare una chiesa sconsacrata e assumere un
attore che faccia il prete per poter avere la "suggestiva cerimonia". Se c'è
questo bisogno da parte del mercato ci si potrebbero fare bei soldini
Claudio Bianchini
2007-03-03 18:27:15 UTC
Permalink
"maurizio" <***@inwind.it> ha scritto nel messaggio

1) E' tutta una truffa legalizzata, mia moglie ha proceduto a tale
iter per il suo precedente matrimonio da annullare: mia moglie era
disoccupata e disabile, il tribunale e l'avvocato rotale hanno preteso
circa 6000? in 6 anni di causa ecclesiastica (che ho pagato io) senza
mai concedere il patrocinio gratuito.
Il matrimonio da "annullare" era durato per ben 6 anni e mia moglie è
stata ascoltata (a deporre) solo 10 minuti....(10 minuti per giudicare
6 anni di matrimonio con prole)?????
Non si riusciva mai a parlare con cancellieri o
presidenti....chiamavano solo loro quando bisognava versare i soldi
via c/c postale.
Dopo 5 anni arriva la sentenza (inviata dalla segreteria del tribunale
ecclesiastico all'indirizzo sbagliato...con grave violazione della
privacy per i contenuti svelati a persone conoscenti).
Ebbene la sentenza che ha concesso la nullità era tutta
sbagliata!!!!!!!!!!!
Anche se il matrimonio è stato sciolto, ciò è stato giudicato su
deposizioni sbagliate cioè forse prese da altri incartamenti di alre
cause...INCREDIBILE...una sentenza "fatta con i piedi" anzicchè con la
testa.
Chiedendo spiegazioni al presidente ci sentiamo rispondere "....il
vecchio Decano ha sbagliato a trascrivere le deposizioni, può
accadere...è molto anziano....".....no comment.
Se questo deve essere fatto per coscienza medita un pò sugli "andazzi"
di tali procedimenti, è vero che la giustizia italiana fa acqua da
tutte le parti ma quella vaticana ecclesiastica punta solo ai soldi.
Abbiamo fatto 13 Racc. A/R per ricorrere a tale superficialità che si
avvicina più ad una truffa ma sono slo arrivate le ricevute di ritorno
senza alcuna risposta.
Ci siamo rivolti ad un penalista per individuare se ci sono gli
estremi di una querela per truffa e violazione privacy ma il legale
italiano ci ha risposto che non si può agire in uno stato estero
sovrano in quanto il tribunale ecclesiastico fa parte di un altro
stato estero.
______________________________________________________

Ammesso che quello che leggo sia tutto vero mi sorge una domanda. E' una
coglioneria tutta italiana quella di pretendere l'annullamento del
matrimonio da parte della Chiesa? Se io andassi in Francia troverei anche lì
un congruo numero di imbecilli che dopo aver divorziato civilmente
pretendono anche l'annullamento del rito religioso? Perchè per quello che ho
capito se la Chiesa Universale vieta il divorzio è ovvio che per la legge il
rito religioso non può avere valore alcuno altrimenti nessun tribunale dello
stato potrebbe sciogliere quel vincolo, al più la considera una
manifestazione culturale e tradizionale, come la "Festa de noantri" a
Trastevere. Quindi per la legge il matrimonio religioso è come se non ci
fosse, la coppia che si sposa in chiesa credo debba ripetere il rito in
comune per poter essere dichiarata tale dal Codice Civile
maurizio
2007-03-03 21:41:46 UTC
Permalink
Post by maurizio
1) E' tutta una truffa legalizzata, mia moglie ha proceduto a tale
iter per il suo precedente matrimonio da annullare: mia moglie era
disoccupata e disabile, il tribunale e l'avvocato rotale hanno preteso
circa 6000? in 6 anni di causa ecclesiastica (che ho pagato io) senza
mai concedere il patrocinio gratuito.
Il matrimonio da "annullare" era durato per ben 6 anni e mia moglie è
stata ascoltata (a deporre) solo 10 minuti....(10 minuti per giudicare
6 anni di matrimonio con prole)?????
Non si riusciva mai a parlare con cancellieri o
presidenti....chiamavano solo loro quando bisognava versare i soldi
via c/c postale.
Dopo 5 anni arriva la sentenza (inviata dalla segreteria del tribunale
ecclesiastico all'indirizzo sbagliato...con grave violazione della
privacy per i contenuti svelati a persone conoscenti).
Ebbene la sentenza che ha concesso la nullità era tutta
sbagliata!!!!!!!!!!!
Anche se il matrimonio è stato sciolto, ciò è stato giudicato su
deposizioni sbagliate cioè forse prese da altri incartamenti di alre
cause...INCREDIBILE...una sentenza "fatta con i piedi" anzicchè con la
testa.
Chiedendo spiegazioni al presidente ci sentiamo rispondere "....il
vecchio Decano ha sbagliato a trascrivere le deposizioni, può
accadere...è molto anziano....".....no comment.
Se questo deve essere fatto per coscienza medita un pò sugli "andazzi"
di tali procedimenti, è vero che la giustizia italiana fa acqua da
tutte le parti ma quella vaticana ecclesiastica punta solo ai soldi.
Abbiamo fatto 13 Racc. A/R per ricorrere a tale superficialità che si
avvicina più ad una truffa ma sono slo arrivate le ricevute di ritorno
senza alcuna risposta.
Ci siamo rivolti ad un penalista per individuare se ci sono gli
estremi di una querela per truffa e violazione privacy ma il legale
italiano ci ha risposto che non si può agire in uno stato estero
sovrano in quanto il tribunale ecclesiastico fa parte di un altro
stato estero.
______________________________________________________
Ammesso che quello che leggo sia tutto vero mi sorge una domanda. E' una
coglioneria tutta italiana quella di pretendere l'annullamento del
matrimonio da parte della Chiesa? Se io andassi in Francia troverei anche lì
un congruo numero di imbecilli che dopo aver divorziato civilmente
pretendono anche l'annullamento del rito religioso? Perchè per quello che ho
capito se la Chiesa Universale vieta il divorzio è ovvio che per la legge il
rito religioso non può avere valore alcuno altrimenti nessun tribunale dello
stato potrebbe sciogliere quel vincolo, al più la considera una
manifestazione culturale e tradizionale, come la "Festa de noantri" a
Trastevere. Quindi per la legge il matrimonio religioso è come se non ci
fosse, la coppia che si sposa in chiesa credo debba ripetere il rito in
comune per poter essere dichiarata tale dal Codice Civile
Non è in Italia.
L'annullamento matrimoniale religioso (chiesa cattolica) viene
sentenziato in Vaticano, (Stato estero sovrano). Per l'Italia, la
Francia e qualsiasi altro stato europeo o extra si tratta di una
sentenza straniera.

Ti faccio un esempio che esula dalla religione:

Un italiano sposa una donna francese in francia, vive per anni in
francia e poi "divorzia in francia", torna in italia e per far valere
la sentenza di divorzio initalia deve fare la cosidetta "delibazione"
che si tratta di un procedimento giuridico atto a far valere la
sentenza "straniera" anche in Italia e se ne occupa la Corte
d'Appello.
Quando un matrimonio si celebra in modo concordatario (chiesa
cattolica + comune) se si annulla il matrimonio dal punto di vista
religioso (cattolico) la Corte d'Appello (come tutte le sentenze
straniere che coinvolgono un cittadino italiano) può delibare la
sentenza "vaticana" Annullando di fatto anche la valdità civile se la
sentenza non si difforma dalla normativa Italiana (esempio il
matrimonio nullo per inconsumazione contrasta con la normativa
italiana e pertanto la Corte d'Appello non lo tiene in
considerazione).

Salve.

Maurizio.
Antonio toto Fanelli
2007-03-04 13:09:09 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
Ammesso che quello che leggo sia tutto vero mi sorge una domanda. E' una
coglioneria tutta italiana quella di pretendere l'annullamento del
matrimonio da parte della Chiesa?
non ne ho idea.
Ne so se anche all'estero l'annullamento di un matrimonio ha effetto
anche sul matrimonio civile.
--
Cordy: " You can bet if someone ordered a male body part for religious sacrifice
the world would be atheist (snaps her fingers) like that."
http://ateopigro.blogspot.com/
maurizio
2007-03-04 13:38:29 UTC
Permalink
Post by Antonio toto Fanelli
Post by Claudio Bianchini
Ammesso che quello che leggo sia tutto vero mi sorge una domanda. E' una
coglioneria tutta italiana quella di pretendere l'annullamento del
matrimonio da parte della Chiesa?
non ne ho idea.
Ne so se anche all'estero l'annullamento di un matrimonio ha effetto
anche sul matrimonio civile.
--
Cordy: " You can bet if someone ordered a male body part for religious sacrifice
the world would be atheist (snaps her fingers) like that."http://ateopigro.blogspot.com/
In tutti gli stati europei ha valorre dopo la "delibazione" cioè dopo
che gli organismi deputati al riconoscimento della sentenza straniera
nel paese stesso, in italia è la Corte d'Appello a svolgere questo
ruolo.

vedi pag. 9 del diritto internazionale privato:
http://www.semplicesemplice.it/servizi/guide/download/STATO_CIVILE_DIP2.pdf


Salve.

Maurizio.
Claudio Bianchini
2007-03-07 00:25:55 UTC
Permalink
Post by Antonio toto Fanelli
Post by Claudio Bianchini
Ammesso che quello che leggo sia tutto vero mi sorge una domanda. E' una
coglioneria tutta italiana quella di pretendere l'annullamento del
matrimonio da parte della Chiesa?
non ne ho idea.
Ne so se anche all'estero l'annullamento di un matrimonio ha effetto
anche sul matrimonio civile.
Non hai capito. Chiedevo se a livello popolare anche in altri paesi si
sentisse il bisogno di avere l'annullamento da parte della Chiesa
maurizio
2007-03-07 19:34:44 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
Post by Antonio toto Fanelli
Post by Claudio Bianchini
Ammesso che quello che leggo sia tutto vero mi sorge una domanda. E' una
coglioneria tutta italiana quella di pretendere l'annullamento del
matrimonio da parte della Chiesa?
non ne ho idea.
Ne so se anche all'estero l'annullamento di un matrimonio ha effetto
anche sul matrimonio civile.
Non hai capito. Chiedevo se a livello popolare anche in altri paesi si
sentisse il bisogno di avere l'annullamento da parte della Chiesa
I tribunali ecclesiastici vaticani sono sparsi in tutto il mondo, sia
in europa che oltre oceano in america.

Pertanto se ci sono significa che c'è qualcuno che si rivolge a loro.

Salve.

Maurizio.
Claudio Bianchini
2007-03-08 00:35:41 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
Non hai capito. Chiedevo se a livello popolare anche in altri paesi si
sentisse il bisogno di avere l'annullamento da parte della Chiesa
I tribunali ecclesiastici vaticani sono sparsi in tutto il mondo, sia
in europa che oltre oceano in america.

Pertanto se ci sono significa che c'è qualcuno che si rivolge a loro.
____________________________________________________

Nella stessa misura come da noi?

Continua a leggere su narkive:
Loading...