Discussione:
la cazzata scientista del Global warming !!!
(troppo vecchio per rispondere)
a***@tiscali.it
2010-01-27 23:38:27 UTC
Permalink
http://www.romagnaoggi.it/cesena/2010/1/26/149733/
strarotfl
Mimmo
2010-01-28 11:02:38 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
http://www.romagnaoggi.it/cesena/2010/1/26/149733/
strarotfl
Emidio carissimo,
hai mai pensato di fare esperimenti sull'antigravita?
(E una energia infinitamente disponibile nell'universo.Basta invertirne la
polarita..)
pensace..
Un caro saluto.

Mimmo
ricard
2010-01-28 11:10:24 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
http://www.romagnaoggi.it/cesena/2010/1/26/149733/
strarotfl
Ti sbagli di "scientista" nel 'riscaldamento globale"
non c'e' proprio niente!

Si tratta di una comune BALLA che sta diventando una religione di
ignoranti fanatici.

Come tutte le religioni.
Gilmoth
2010-01-28 11:12:06 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
http://www.romagnaoggi.it/cesena/2010/1/26/149733/
strarotfl
Che gusto si possa trovare nel mostrare la propria immensa ignoranza a
tutta l'umanità, presente e futura, sparsa in tutto il globo terracqueo,
è e rimarrà un vero mistero della fede!

Saluti
Gilmolth
a***@tiscali.it
2010-01-28 13:16:37 UTC
Permalink
Post by Gilmoth
Post by a***@tiscali.it
http://www.romagnaoggi.it/cesena/2010/1/26/149733/
strarotfl
Che gusto si possa trovare nel mostrare la propria immensa ignoranza a
tutta l'umanità, presente e futura, sparsa in tutto il globo terracqueo, è
e rimarrà un vero mistero della fede!
1) se la Terra si riscalda o si raffredda è dovuto principalmente
all'attività solare e non alle cazzate mentali vostre ...
La discussione sul fatto che il surriscaldamento globale sia opera dell'uomo,
nota come teoria antropogenica del riscaldamento globale (anthropogenic
global warming theory AGW) è una frode deliberata di quelli che hanno
pervertito la scienza al servizio di cause sociali e politiche

http://www.misteri2012.net/alt-sezione-misteri-f7/la-truffa-del-clima-t2553.htm


2)diteci voi come controllare il sole


3) C'è gente che ha un utile evidente dalla mateficentometria mediatica del
controllo del clima

http://it.nntp2http.com/scienza/2009/12/ab1a9258c4e2e6f0b6c5b6d9b18d94ef.html
Post by Gilmoth
Saluti
Gilmolth
ricard
2010-01-28 13:48:48 UTC
Permalink
Insomma migliaia di scienziati se ne stanno occupando da tempo:

perfino la Royal society ha scritto una lettera all' ammiragliato;

Ecco quello che dice:

"un considerevole cambio climatico, inesplicabile al momento, deve
aver avuto luogo nelle regioni circumpolari, che sono state bloccate
dai ghiacci negli anni passati
e adesso sono libere dai ghiacci"

20 NOVEMBRE 1817

E si', gli scienziati dicono che il riscaldamento e' in atto ormai dai
tempi di Jefferson il primo a preoccuparsi alla fine del 1700!!

1817 ma...e le auto dove erano?

Comunque, seriamente, per chi crede ai propri occhi questo il sito che
pubblica le temperature dell'antartide Danese (la groenlandia e'
danese)
dal 1958 in poi, temperature giornaliere, come vedete NON esiste
traccia di riscaldamento globale!!

http://ocean.dmi.dk/arctic/meant80n.uk.php
a***@tiscali.it
2010-01-28 14:04:45 UTC
Permalink
§.... asps scrive...§
Insomma migliaia di scienziati se ne stanno occupando da tempo:

perfino la Royal society ha scritto una lettera all' ammiragliato;

Ecco quello che dice:

"un considerevole cambio climatico, inesplicabile al momento, deve
aver avuto luogo nelle regioni circumpolari, che sono state bloccate
dai ghiacci negli anni passati
e adesso sono libere dai ghiacci"

20 NOVEMBRE 1817

E si', gli scienziati dicono che il riscaldamento e' in atto ormai dai
tempi di Jefferson il primo a preoccuparsi alla fine del 1700!!

1817 ma...e le auto dove erano?

Comunque, seriamente, per chi crede ai propri occhi questo il sito che
pubblica le temperature dell'antartide Danese (la groenlandia e'
danese)
dal 1958 in poi, temperature giornaliere, come vedete NON esiste
traccia di riscaldamento globale!!

http://ocean.dmi.dk/arctic/meant80n.uk.php



§
ecco quello che gli eco-criminali non vogliono sentire e far sentire :-)
..............
......................
la truffa del clima
Da Alaudae il Lun Dic 07, 2009 7:42 pm

" Il surriscaldamento Globale viene spesso chiamato una burla. Non sono d'accordo
perché una burla ha un intento umoristico per smontare la vanagloria. Nella
scienza, come fu la bufala di Piltdown Man hoax***, si fa per esporre coloro
che hanno una fervente ma cieca credenza.



( ndt: ***Tra i più grandi scandali della paleontologia ci fu la scoperta
dell'Uomo di Piltdown, nel 1912, in Gran Bretagna. Fu un paleontologo
dilettante a fare la scoperta: si chiamava Charles Dawson e sperava di
conquistarsi un posto nella storia della ricerca. Nel 1912 il giovane
ricercatore Charles Dawson annuncia di aver scoperto i resti fossili di un
essere umano più antico dell'uomo di Neanderthal. La rivista «Nature» parlò
della «più importante scoperta nel suo genere mai fatta in Inghilterra»
anche perché sembrava smentire l'idea che l'umanità si fosse sviluppata in
Africa. Due scienziati autenticarono il cranio e le ossa che Dawson aveva
scoperto: risalivano al periodo Terziario (cioè da 65 milioni a 2 milioni e
mezzo di anni fa) nonostante non mostrassero punti in comune con l'homo
sapiens di cui l'uomo di Piltdown sarebbe dovuto essere il progenitore.
Dawson divenne uno stimato scienziato. Solo nel 1949 si scoprì che la
mascella dell'uomo preistorico apparteneva in realtà ad un orango e che le
altre ossa appartenevano ad animali ed erano state "invecchiate' affinché
sembrassero dei fossili. Lo scandalo fu enorme anche perché si scoprì che
Dawson aveva falsificato altri 38 ritrovamenti).



La discussione sul fatto che il surriscaldamento globale sia opera dell'uomo,
nota come teoria antropogenica del riscaldamento globale (anthropogenic
global warming theory AGW) è una frode deliberata..



Posso ora fare questa affermazione senza timore di contraddirmi, dato il
numero rimarchevole di files che gli hacker hanno svelato e che fornisce non
già una pistola fumante ma un'intera artiglieria.

Qualche hacker ha fatto incursione nei files del Climatic Research Unit
(CRU) - Unità di Ricerca Climatica- con base alla University of East Anglia
(UK). Un file molto grande (61 mb) è stato scaricato e postato sul web.

Phil Jones, il direttore del CRU ha riconosciuto che i files solo i loro.
Contengono carte documenti, lettere ed e-mails. Queste ultime sono quelle
più danneggianti e contengono schiette informazioni sul grado di
manipolazione della scienza climatica in generale e in particolare sul
pannello intergovernativo del Climate Change (il cambio climatico).

La scienza climatica dirottata e corrotta da questo piccolo gruppo di
scienziati.

I nomi principali coinvolti sono quelli che ho seguito attraverso tutta la
mia carriera ed includono Phil Jones, Benjamin Santer, Michael Mann, Kevin
Trenberth, Jonathan Overpeck, Ken Briffa and Tom Wigley.

Ho visto Ia climatologia dirottata e corrotta da questo piccolo gruppo di
scienziati. Questa piccola comunità elitaria, fu citata dal Professor Wegman
nel suo rapporto alla National Academy of Science (NAS).

Jones lamenta che i files sono stati ottenuti illegalmente, come se questo
assolvesse il contenuto. W. Hughes gli chiese in merito ai dati e al metodo
da lui adottato per la sua affermazione sull'aumento di temperatura di
0.6°C, dalla fine del 19° secolo.

Jones respose: "Abbiamo investito più o meno 25 anni nel lavoro. Perchè
dovrei renderle accessibili i dati quando il suo scopo è cercare di trovarvi
qualcosa di sbagliato?" Ha sempre giocato in difesa. La ragione principale è
perchè veniva usato come discussione chiave nei rapporti al pannello
intergovernativo sul cambio climatico(IPCC), per convincere il mondo che gli
esseri umani avevano causato un rapido surriscaldamento nel 20° secolo. Le
emails che si sono viste sono una registrazione spaventosa di arroganza e
inganno ben oltre i tentativi che già fece nel 2005.

Un altro sguardo in ciò che rivelano i files e le emails è stato il rapporto
del Professor Deming, che scrive: " Con la pubblicazione di un articolo in
Science (nel 1995) ottenni sufficiente credibilità nella comunità di
scienziati operativi nel cambio climatico. Credevano che fossi uno di loro,
qualcuno che avrebbe pervertito la scienza al servizio delle cause politiche
e sociali. Cosi uno di loro abbassò la guardia. Era una persona importante
che lavorava nell'area del cambiamento climatico e del surriscaldamento
globale che mi mandava una email sconvolgente che diceva: "Dobbiamo disfarci
del periodo caldo del Medio Evo". La persona in questione era Jonathan
Overpeck e le sue emails ancor più rivelatorie sono parte di quelle esposte
dagli hacker.

Hanno pervertito la scienza al servizio di cause sociali e politiche

Il professor Wegman mostrò come questa "comunità di scienziati" pubblicava
insieme e si scambiava revisione paritaria. Sono sempre stato sospettoso sul
perché faceva cosi tanta importanza questa revisione paritaria. Ora tutti i
miei sospetti sono confermati.

Le emails rivelano come essi controllassero il processo, inclusa la
manipolazione di alcuni dei maggiori giornali come Science and Nature.
Sappiamo che l'editore del Journal of Climate, Andrew Weaver, era uno di
questa "comunità".

Organizzavano liste di coloro che dovevano fare le recensioni quando erano
richieste, assicurandosi che dessero all'editore solo dei nomi favorevoli.
Essi minacciarono di isolare e marginalizzare un editore che credevano fosse
recalcitrante.

Controllo Totale

Queste persone hanno controllato i dati globali del clima usati dall' IPCC
Intergovernmental Panel on Climate Change, anzi hanno controllato l' IPCC,
specialmente capitoli cruciali e specialmente la preparazione del Summary
for PolicyMakers -SPM-, (sommario per coloro che fanno le politiche).

Avevano anche un canale nel New York Times. Le emails tra Andy Revkin
(giornalista New York Times ndt) e la comunità sono molto rivelatrici e
devono porre la sua integrità giornalistica in serio rischio.

Naturalmente i rapporti dell'IPCC (pannello intergovernativo per il cambio
climatico) e soprattutto quelle dell' SPM (sommario per cloro che fanno le
politiche) sono la base per l'accordo di Kyoto e Copenhagen, ma ora sappiamo
che essi sono basati su una scienza e dei dati completamente manipolati e
falsificati.

Non è più un sospetto. Sicuramente è il rintocco funebre per il CRU, l'
IPCC, Kyoto and Copenhagen e il gioco dei crediti sul carbonio della Shell

La CO2 non è mai stata un problema e tutte le menzogne e macchinazioni messe
in luce da questi files provano che si è trattato della più grande menzogna
nella storia.

Ma nessuno sta ridendo. E' un giorno molto triste per la scienza e
soprattutto per l'area che io ho scelto: la climatologia. Come attendevo,
ora tutto è venuto alla luce, e trovo non ci sia alcun piacere nel "ve l'avevo
detto".

By Dr. Tim Ball Saturday, November 21, 2009
Dr. Ball can be reached at: ***@canadafreepress.com

Traduzione Cristina Bassi,
Fonte: http://canadafreepress.com/index.php/article/17102
§


begin 666 _.gif
K1TE&.#EA`0`!`( ``/_______R'Y! 44````+ `````!``$```("1 $`.P``
`
end

begin 666 icon_post_target.gif
M1TE&.#EA"P`)`+,-`'=W=_____GY^<;&QO[^_N[N[N3DY//S\_W]_?3T]/7U
M]<?'Q^/CXP```````````"'^.CQ#3U!9/D-O<'ER:6=H=" R,# T(%1H92!P
M:'!"0B!'<F]U<"***@06QL(%)I9VAT<R!297-E<G9E9"X`(?D$`0``#0`L````
M``L`"0``!"FP-4"IO#-HBX$654<0"$(`G: *#'H!2G(<ABL!2:$/]F0,@P6O
&4PDU(@`[
`
end
angelo
2010-01-28 15:32:49 UTC
Permalink
Miliardi di tonnellate di petrolio carbone legna e lascio perdere il
resto secondo te non modificano niente??

Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!

Oserei dire guarda i fatti ma per uno religioso come te è come dire una
bestemmia...


By

Angelo
a***@tiscali.it
2010-01-28 16:08:16 UTC
Permalink
Miliardi di tonnellate di petrolio carbone legna e lascio perdere il resto
secondo te non modificano niente??
sono una scorreggia rispetto a ciò che può fare il sole e l'attività
vulcanica
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Oserei dire guarda i fatti ma per uno religioso come te è come dire una
bestemmia...
scemi di guerra intempo di presunta pace:.....
"
Quindi siamo sotto una dominazione invisibile e che si sta rafforzando, di
cui la grande massoneria finanziaria ebraica tira le fila di questo governo
mondiale, e di cui sarebbe interessante conoscerne la storia. Le prove le
abbiamo viste e constate sia con l'aviaria, che con la suina e con il grande
falso del global Warming ,dove molti rappresentanti di governo consapevoli o
ingannati hanno venduto il prodotto confezionato da Al Gore. Anche gli
ambientalisti ci sono cascati, perchè sono emotivi e poi perché nessuno va
mai a verificare e ad ascoltare i ricercatori che sostengono la tesi
opposta. La martellante pubblicità ha fatto il resto, al punto che ha
aderito pure Greenpeace .

Poiché l' inganno recentemente è stato portato alla luce in maniera
inequivocabile da alcuni hacker

CLIMATEGATE:inganno global warming CASO HACKER ruba email a scienziati



Climatgate Report (Evidence of Conspiracy)



Climategate: Dr. Tim Ball on the hacked CRU emails





i media occidentali tutti nelle mani della lobby massonica finanziaria hanno
oscurato lo scandalo.

................. "

http://oltre130000.splinder.com/post/21955476
ricard
2010-01-28 18:01:06 UTC
Permalink
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Oserei dire guarda i fatti ma per uno religioso come te è come dire una
bestemmia...
By
Angelo
Guarda io sono ateo e alla BALLA del riscaldamento globale NON credo.
Post by angelo
Miliardi di tonnellate di petrolio carbone legna e lascio perdere il
resto secondo te non modificano niente??
No perche' sono espressi in parti per milione, in percentuale
sull'atmosfera si tratta di uno ZERO, ZERO zero etc
Li hanno espressi in parti per milione perche' in percentuale faceva
ridere.
Post by angelo
Oserei dire guarda i fatti
Si appunto i fatti sono qui:

http://ocean.dmi.dk/arctic/meant80n.uk.php

dal 1958 ad oggi le temperature NON si sono affatto inalzate.

E' un fatto, noto a tutti i geologigi, anche a quelli del ipcc, che il
clima "normale" della terra deve essere almeno 10 gradi superiore a
quello attuale.
HAL9000
2010-01-28 23:19:09 UTC
Permalink
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Ma scusami, tu pretenderesti che quell'idiota di Laureti riesca finalmente a
ragionare con il suo cervello ?
Ma ti rendi conto della cretinata che hai appena detto ? scusami, ma quando
cè vò cè vò.
Ciao

Mai contraddire una donna, un pò di tempo e lo farà da sola !!!
a***@tiscali.it
2010-01-28 23:36:04 UTC
Permalink
Post by HAL9000
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Ma scusami, tu pretenderesti che quell'idiota di Laureti riesca finalmente
a ragionare con il suo cervello ?
Ma ti rendi conto della cretinata che hai appena detto ? scusami, ma
quando cè vò cè vò.
aggiornamenti

http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
Post by HAL9000
Ciao
Mai contraddire una donna, un pò di tempo e lo farà da sola !!!
HAL9000
2010-01-29 00:14:30 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
Post by HAL9000
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Ma scusami, tu pretenderesti che quell'idiota di Laureti riesca
finalmente a ragionare con il suo cervello ?
Ma ti rendi conto della cretinata che hai appena detto ? scusami, ma
quando cè vò cè vò.
aggiornamenti
http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
Sei patetico.... squallido essere !!!
a***@tiscali.it
2010-01-29 00:46:48 UTC
Permalink
Post by HAL9000
Post by a***@tiscali.it
Post by HAL9000
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Ma scusami, tu pretenderesti che quell'idiota di Laureti riesca
finalmente a ragionare con il suo cervello ?
Ma ti rendi conto della cretinata che hai appena detto ? scusami, ma
quando cè vò cè vò.
aggiornamenti
http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
Sei patetico.... squallido essere !!!
feccia http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
ricard
2010-01-29 08:44:06 UTC
Permalink
Post by HAL9000
Post by a***@tiscali.it
Post by HAL9000
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Ma scusami, tu pretenderesti che quell'idiota di Laureti riesca
finalmente a ragionare con il suo cervello ?
Ma ti rendi conto della cretinata che hai appena detto ? scusami, ma
quando cè vò cè vò.
aggiornamenti
http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
Sei patetico.... squallido essere !!!
fecciahttp://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
ma questi son matti!
HAL9000
2010-01-29 19:39:36 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
Post by HAL9000
Post by a***@tiscali.it
Post by HAL9000
Post by angelo
Ma impara a ragionare un po' con il tuo cervello e a non berti
continuamente puttanate!!
Ma scusami, tu pretenderesti che quell'idiota di Laureti riesca
finalmente a ragionare con il suo cervello ?
Ma ti rendi conto della cretinata che hai appena detto ? scusami, ma
quando cè vò cè vò.
aggiornamenti
http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
Sei patetico.... squallido essere !!!
feccia http://www.asps.it/ateiscientisti.htm#manfred
Sei patetico.... squallido essere !!!
ansel
2010-01-30 14:23:06 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
§.... asps scrive...§
perfino la Royal society ha scritto una lettera all' ammiragliato;
"un considerevole cambio climatico, inesplicabile al momento, deve
aver avuto luogo nelle regioni circumpolari, che sono state bloccate
dai ghiacci negli anni passati
e adesso sono libere dai ghiacci"
20 NOVEMBRE 1817
E si', gli scienziati dicono che il riscaldamento e' in atto ormai dai
tempi di Jefferson il primo a preoccuparsi alla fine del 1700!!
1817 ma...e le auto dove erano?
Comunque, seriamente, per chi crede ai propri occhi questo il sito che
pubblica le temperature dell'antartide Danese (la groenlandia e'
danese)
dal 1958 in poi, temperature giornaliere, come vedete NON esiste
traccia di riscaldamento globale!!
http://ocean.dmi.dk/arctic/meant80n.uk.php
§
 ecco quello che gli eco-criminali non vogliono sentire e far sentire :-)
..............
......................
la truffa del clima
 Da Alaudae il Lun Dic 07, 2009 7:42 pm
" Il surriscaldamento Globale viene spesso chiamato una burla. Non sono d'accordo
perché una burla ha un intento umoristico per smontare la vanagloria. Nella
scienza, come fu la bufala di Piltdown Man hoax***, si fa per esporre coloro
che hanno una fervente ma cieca credenza.
( ndt: ***Tra i più grandi scandali della paleontologia ci fu la scoperta
dell'Uomo di Piltdown, nel 1912, in Gran Bretagna. Fu un paleontologo
dilettante a fare la scoperta: si chiamava Charles Dawson e sperava di
conquistarsi un posto nella storia della ricerca. Nel 1912 il giovane
ricercatore Charles Dawson annuncia di aver scoperto i resti fossili di un
essere umano più antico dell'uomo di Neanderthal. La rivista «Nature» parlò
della «più importante scoperta nel suo genere mai fatta in Inghilterra»
anche perché sembrava smentire l'idea che l'umanità si fosse sviluppata in
Africa. Due scienziati autenticarono il cranio e le ossa che Dawson aveva
scoperto: risalivano al periodo Terziario (cioè da 65 milioni a 2 milioni e
mezzo di anni fa) nonostante non mostrassero punti in comune con l'homo
sapiens di cui l'uomo di Piltdown sarebbe dovuto essere il progenitore.
Dawson divenne uno stimato scienziato. Solo nel 1949 si scoprì che la
mascella dell'uomo preistorico apparteneva in realtà ad un orango e che le
altre ossa appartenevano ad animali ed erano state "invecchiate' affinché
sembrassero dei fossili. Lo scandalo fu enorme anche perché si scoprì che
Dawson aveva falsificato altri 38 ritrovamenti).
La discussione sul fatto che il surriscaldamento globale sia opera dell'uomo,
nota come teoria antropogenica del riscaldamento globale (anthropogenic
global warming theory AGW) è una frode deliberata..
Posso ora fare questa affermazione senza timore di contraddirmi, dato il
numero rimarchevole di files che gli hacker hanno svelato e che fornisce non
già una pistola fumante ma un'intera artiglieria.
Qualche hacker ha fatto incursione nei files del Climatic Research Unit
(CRU) - Unità di Ricerca Climatica- con base alla University of East Anglia
(UK). Un file molto grande (61 mb) è stato scaricato e postato sul web.
Phil Jones, il direttore del CRU ha riconosciuto che i files solo i loro.
Contengono carte documenti, lettere ed e-mails. Queste ultime sono quelle
più danneggianti e contengono schiette informazioni sul grado di
manipolazione della scienza climatica in generale e in particolare sul
pannello intergovernativo del Climate Change (il cambio climatico).
La scienza climatica dirottata e corrotta da questo piccolo gruppo di
scienziati.
I nomi principali coinvolti sono quelli che ho seguito attraverso tutta la
mia carriera ed includono Phil Jones, Benjamin Santer, Michael Mann, Kevin
Trenberth, Jonathan Overpeck, Ken Briffa and Tom Wigley.
Ho visto Ia climatologia dirottata e corrotta da questo piccolo gruppo di
scienziati. Questa piccola comunità elitaria, fu citata dal Professor Wegman
nel suo rapporto alla National Academy of Science (NAS).
Jones lamenta che i files sono stati ottenuti illegalmente, come se questo
assolvesse il contenuto. W. Hughes gli chiese in merito ai dati e al metodo
da lui adottato per la sua affermazione sull'aumento di temperatura di
0.6°C, dalla fine del 19° secolo.
Jones respose: "Abbiamo investito più o meno 25 anni nel lavoro. Perchè
dovrei renderle accessibili i dati quando il suo scopo è cercare di trovarvi
qualcosa di sbagliato?" Ha sempre giocato in difesa. La ragione principale è
perchè veniva usato come discussione chiave nei rapporti al pannello
intergovernativo sul cambio climatico(IPCC), per convincere il mondo che gli
esseri umani avevano causato un rapido surriscaldamento nel 20° secolo. Le
emails che si sono viste sono una registrazione spaventosa di arroganza e
inganno ben oltre i tentativi che già fece nel 2005.
Un altro sguardo in ciò che rivelano i files e le emails è stato il rapporto
del Professor Deming, che scrive: " Con la pubblicazione di un articolo in
Science (nel 1995) ottenni sufficiente credibilità nella comunità di
scienziati operativi nel cambio climatico. Credevano che fossi uno di loro,
qualcuno che avrebbe pervertito la scienza al servizio delle cause politiche
e sociali. Cosi uno di loro abbassò la guardia. Era una persona importante
che lavorava nell'area del cambiamento climatico e del surriscaldamento
globale che mi mandava una email sconvolgente che diceva: "Dobbiamo disfarci
del periodo caldo del Medio Evo". La persona in questione era Jonathan
Overpeck e le sue emails ancor più rivelatorie sono parte di quelle esposte
dagli hacker.
Hanno pervertito la scienza al servizio di cause sociali e politiche
Il professor Wegman mostrò come questa "comunità di scienziati" pubblicava
insieme e si scambiava revisione paritaria. Sono sempre stato sospettoso sul
perché faceva cosi tanta importanza questa revisione paritaria. Ora tutti i
miei sospetti sono confermati.
Le emails rivelano come essi controllassero il processo, inclusa la
manipolazione di alcuni dei maggiori giornali come Science and Nature.
Sappiamo che l'editore del Journal of Climate, Andrew Weaver, era uno di
questa "comunità".
Organizzavano liste di coloro che dovevano fare le recensioni quando erano
richieste, assicurandosi che dessero all'editore solo dei nomi favorevoli.
Essi minacciarono di isolare e marginalizzare un editore che credevano fosse
recalcitrante.
Controllo Totale
Queste persone hanno controllato i dati globali del clima usati dall' IPCC
Intergovernmental Panel on Climate Change, anzi hanno controllato l' IPCC,
specialmente capitoli cruciali e specialmente la preparazione del Summary
for PolicyMakers -SPM-, (sommario per coloro che fanno le politiche).
Avevano anche un canale nel New York Times. Le emails tra Andy Revkin
(giornalista New York Times ndt) e la comunità sono molto rivelatrici e
devono porre la sua integrità giornalistica in serio rischio.
Naturalmente i rapporti dell'IPCC (pannello intergovernativo per il cambio
climatico) e soprattutto quelle dell' SPM (sommario per cloro che fanno le
politiche) sono la base per l'accordo di Kyoto e Copenhagen, ma ora sappiamo
che essi sono basati su una scienza e dei dati completamente manipolati e
falsificati.
Non è più un sospetto. Sicuramente è il rintocco funebre per il CRU, l'
IPCC, Kyoto and Copenhagen e il gioco dei crediti sul carbonio della Shell
La CO2 non è mai stata un problema e tutte le menzogne e macchinazioni messe
in luce da questi files provano che si è trattato della più grande menzogna
nella storia.
Ma nessuno sta ridendo. E' un giorno molto triste per la scienza e
soprattutto per l'area che io ho scelto: la climatologia. Come attendevo,
ora tutto è venuto alla luce, e trovo non ci sia alcun piacere nel "ve l'avevo
detto".
By Dr. Tim Ball Saturday, November 21, 2009
Traduzione Cristina Bassi,
Fonte:http://canadafreepress.com/index.php/article/17102
  §
begin 666 _.gif
K1TE&.#EA`0`!`( ``/_______R'Y! 44````+ `````!``$```("1 $`.P``
`
end
begin 666 icon_post_target.gif
M1TE&.#EA"P`)`+,-`'=W=_____GY^<;&QO[^_N[N[N3DY//S\_W]_?3T]/7U
M]<?'Q^/CXP```````````"'^.CQ#3U!9/D-O<'ER:6=H=" R,# T(%1H92!P
`
end
Caro mio, tempo fa hai sollevato la medesima questione, io ti ho
risposto come puoi vedere qui sotto.
Vediamo se sei in grado di argomentare usando la zucca.
Ciao.
Gino
Post by a***@tiscali.it
Finiamola con la sciocchezza delle tasse sul CO2, prima che ci facciano
pagare anche per respirare!
Se il riscaldamento è una balla o se dipende da fenomeni naturali io
no lo sò.
Però i combustibili fossili presto o tardi finiranno, sicuramente
inquinano e sicuramente sono causa di molti casini e guerre in giro
per il mondo.

Serve qualcosa di più per dire che bisogna tentare di far qualcosa e
alla svelta?

Possibile che non riesca mai ad avere una visione generale deei
problemi?

Buon anno
ricard
2010-02-01 11:45:08 UTC
Permalink
Post by ansel
Se il riscaldamento è una balla o se dipende da fenomeni naturali io
no lo sò.
Però i combustibili fossili presto o tardi finiranno,
Ma cosi' tardi che preoccuparsene e' una cretinata, ma peggio, una
truffa.
Post by ansel
inquinano
Non piu' delle foglie, degli escrementi di vacca e inoltre non
trasportano batteri.
Post by ansel
e sicuramente sono causa di molti casini e guerre in giro
per il mondo.
Questo lo fanno credere a te, di fatto il petrolio non ha valore se
non per quelli che lo consumano,
di riffa o di raffa finisce nei distributori dei paesi
industrializzati che se ne fregano di chi li produce
(gheddafi e chavez docet)
Post by ansel
Serve qualcosa di più per dire che bisogna tentare di far qualcosa e
alla svelta?
Possibile che non riesca mai ad avere una visione generale deei
problemi?
Si, possibile che si debba per forza credere alle balle che
raccontano, non e' obbligatorio!
Post by ansel
Buon anno
ansel
2010-02-01 13:01:02 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by ansel
Se il riscaldamento è una balla o se dipende da fenomeni naturali io
no lo sò.
Però i combustibili fossili presto o tardi finiranno,
Ma cosi' tardi che preoccuparsene e' una cretinata, ma peggio, una
truffa.
Sei tu stesso medesimo o il portavoce di asps?
Da quale fonte accreditata hai ricavato la stima delle risorse
disponibili?
Post by ricard
Post by ansel
inquinano
Non piu' delle foglie, degli escrementi di vacca e inoltre non
trasportano batteri.
Certo che se l'attuale parco macchine funzionasse a bovazze
l'atmosfera sarebbe ancor più irrespirabile.
Ma dove sono le bovazze necessarie?
Non credi che se, puta caso, si potesse fare energia nucleare pulita a
buon prezzo non sarebbero più pulite le auto elettriche?
Post by ricard
Post by ansel
e sicuramente sono causa di molti casini e guerre in giro
per il mondo.
Questo lo fanno credere a te, di fatto il petrolio non ha valore se
non per quelli che lo consumano,
di riffa o di raffa finisce nei distributori dei paesi
industrializzati che se ne fregano di chi li produce
(gheddafi e chavez docet)
Esatto e la guerra in Iraq l'hanno fatta proprio a causa delle bombe
di distruzione di massa.
Post by ricard
Post by ansel
Serve qualcosa di più per dire che bisogna tentare di far qualcosa e
alla svelta?
Possibile che non riesca mai ad avere una visione generale deei
problemi?
Si, possibile che si debba per forza credere alle balle che
raccontano, non e' obbligatorio!
Aspetto la stima delle risorse disponibili e la fonte relativa.
Ciao
ricard
2010-02-01 17:21:10 UTC
Permalink
Post by ansel
Certo che se l'attuale parco macchine funzionasse a bovazze
l'atmosfera sarebbe ancor più irrespirabile.
Ma dove sono le bovazze necessarie?
Non credi che se, puta caso, si potesse fare energia nucleare pulita a
buon prezzo non sarebbero più pulite le auto elettriche?
Si.
Anche se l'uranio sarebbe cosi' costoso da rendere il petrolio ancora
piu' conveniente.
Il problema non sono le auto, ma i riscaldamenti.
Post by ansel
Esatto e  la guerra in Iraq l'hanno fatta proprio a causa delle bombe
di distruzione di massa.
Non certo per avere il petrolio, di riffa o di raffa, ripeto, arriva
nelle pompe d'europa e degli usa
sia che lo produca Gheddafi o Mr Blair..I contratti sono standard e se
qualcuno viene rapinato, semmai, sono
le compagnie petrolifere e gli utenti finali
Post by ansel
Aspetto la stima delle risorse disponibili e la fonte relativa.
Ciao
Volentieri ecco le riserve:

http://www.eia.doe.gov/emeu/international/reserves.html

Questa invece i dati sulla produzione, che, come saprai sono uguali a
quelli del consumo (l'olio e' come l'acqua da bere ne serve di piu'
apri il rubinetto, di meno chiudi il rubinetto)

http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_oil_production

e questo il coefficente per cui devi moltiplicare le riserve per
ottenere un valore (ancora per difetto) piu' aderente alla realta' (in
realta' il campo produrrebbe il doppio ma anche questo basta per farti
capire).

http://www.slb.com/content/services/resources/casestudies/ipm/dacion_venezuela.asp
ansel
2010-02-03 14:03:37 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by ansel
Certo che se l'attuale parco macchine funzionasse a bovazze
l'atmosfera sarebbe ancor più irrespirabile.
Ma dove sono le bovazze necessarie?
Non credi che se, puta caso, si potesse fare energia nucleare pulita a
buon prezzo non sarebbero più pulite le auto elettriche?
Si.
Anche se l'uranio sarebbe cosi' costoso da rendere il petrolio ancora
piu' conveniente.
Il problema non sono le auto, ma i riscaldamenti.
Post by ansel
Esatto e  la guerra in Iraq l'hanno fatta proprio a causa delle bombe
di distruzione di massa.
Non certo per avere il petrolio, di riffa o di raffa, ripeto, arriva
nelle pompe d'europa e degli usa
sia che lo produca Gheddafi o Mr Blair..I contratti sono standard e se
qualcuno viene rapinato, semmai, sono
le compagnie petrolifere e gli utenti finali
Post by ansel
Aspetto la stima delle risorse disponibili e la fonte relativa.
Ciao
http://www.eia.doe.gov/emeu/international/reserves.html
Questa invece i dati sulla produzione, che, come saprai sono uguali a
quelli del consumo (l'olio e' come l'acqua da bere ne serve di piu'
apri il rubinetto, di meno chiudi il rubinetto)
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_oil_production
e questo il coefficente per cui devi moltiplicare le riserve per
ottenere un valore (ancora per difetto) piu' aderente alla realta' (in
realta' il campo produrrebbe il doppio ma anche questo basta per farti
capire).
http://www.slb.com/content/services/resources/casestudies/ipm/dacion_...
Mi fido delle riserve che dichiari però hai dimenticato che si
consumano (se ben ricordo) 20-30 miliardi di barili di petrolio ogni
hanno, quindi fra 50 anni saremo a secco. Ricordo d'aver letto su "le
Scienze" di pochi anni fa che le riserve erano sui 30 anni, stima
confermata da molte altre fonti (e se ci metti lo sviluppo di Cina,
India & Co finiranno prima). Comunque anche se fossero per 100 anni,
che femo? Diciamo che s'arrangeranno quelli che ci saranno? ...
E intanto siamo d'accordo che a petrolio o a bovazze l'atmosfera
l'inquiniamo per benino. Questo avrà un peso o no?
Quanto al nucleare mi riferivo alla "fusione" ... che è tutta da
dimostrare, quindi è urgentissimo vedere se la strada è percorribile.
Altrimenti non restano che le rinnovabili o l'orribile carbone.
Continuo a meravigliarmi di come la gente non sia capace di fare
riflessioni articolate.
Ciao
ricard
2010-02-03 15:56:27 UTC
Permalink
Post by ansel
Mi fido delle riserve che dichiari però hai dimenticato che si
consumano (se ben ricordo) 20-30 miliardi di barili di petrolio ogni
hanno, quindi fra 50 anni saremo a secco.
43 per l'esattezza, e sono 43 anni dal 1970, comunque, per il modo in
cui sono calcolate, puoi tranquillamente moltiplicare per due questo
valore.
Dopodiche' applica lo stesso incremento (che e' un dato
"conservativo") di Dacion
e moltiplica il valore ottenuto per 4 volte. ottieni un bel 320 anni.
Post by ansel
Ricordo d'aver letto su "le
Scienze" di pochi anni fa che le riserve erano sui 30 anni, stima
confermata da molte altre fonti (e se ci metti lo sviluppo di Cina,
India & Co finiranno prima).
La Cina consuma adesso come il Giappone (e' grande ma va a carbone e
continuera' ad andare a carbone)
Quindi circa 3 volte l'Italia.
Post by ansel
Comunque anche se fossero per 100 anni,
che femo? Diciamo che s'arrangeranno quelli che ci saranno? ...
Si!

O che il comandante Nelson doveva preoccuparsi del consumo della
canapa per vele del 2010?
Post by ansel
E intanto siamo d'accordo che a petrolio o a bovazze l'atmosfera
l'inquiniamo per benino.
No. E' un prodotto organico biodegradabile, quello che per te e' cacca
per altri organismi e' un dessert.
Se anche abolissi riscaldamenti e auto i tuoi PM10 te li troveresti
alti ugualmente per via delle piante.
Post by ansel
Quanto al nucleare mi riferivo alla "fusione" ... che è tutta da
dimostrare, quindi è urgentissimo vedere se la strada è percorribile.
La fusione equivale alle preghiere a Lourdes per ora.
Post by ansel
Altrimenti non restano che le rinnovabili o l'orribile carbone.
Le "rinnovabili" non ci fai andare le fonderie, il carbone, meglio il
petrolio,
costa meno, e' piu' abbondante.
Post by ansel
Continuo a meravigliarmi di come la gente non sia capace di fare
riflessioni articolate.
Io invece mi meraviglio come la gente non guardi ai numeri e si beva
tutto
senza riflettere, confondendo la propaganda politica con la realta'.
ansel
2010-02-03 16:21:17 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by ansel
Mi fido delle riserve che dichiari però hai dimenticato che si
consumano (se ben ricordo) 20-30 miliardi di barili di petrolio ogni
hanno, quindi fra 50 anni saremo a secco.
43 per l'esattezza, e sono 43 anni dal 1970, comunque, per il modo in
cui sono calcolate, puoi tranquillamente moltiplicare per due questo
valore.
Dopodiche' applica lo stesso incremento (che e' un dato
"conservativo") di Dacion
e moltiplica il valore ottenuto per 4 volte. ottieni un bel 320 anni.
Post by ansel
Ricordo d'aver letto su "le
Scienze" di pochi anni fa che le riserve erano sui 30 anni, stima
confermata da molte altre fonti (e se ci metti lo sviluppo di Cina,
India & Co finiranno prima).
La Cina consuma adesso come il Giappone (e' grande ma va a carbone e
continuera' ad andare a carbone)
Quindi circa 3 volte l'Italia.
Post by ansel
Comunque anche se fossero per 100 anni,
che femo? Diciamo che s'arrangeranno quelli che ci saranno? ...
Si!
O che il comandante Nelson doveva preoccuparsi del consumo della
canapa per vele del 2010?
Post by ansel
E intanto siamo d'accordo che a petrolio o a bovazze l'atmosfera
l'inquiniamo per benino.
No. E' un prodotto organico biodegradabile, quello che per te e' cacca
per altri organismi e' un dessert.
Se anche abolissi riscaldamenti e auto i tuoi PM10 te li troveresti
alti ugualmente per via delle piante.
Post by ansel
Quanto al nucleare mi riferivo alla "fusione" ... che è tutta da
dimostrare, quindi è urgentissimo vedere se la strada è percorribile.
La fusione equivale alle preghiere a Lourdes per ora.
Post by ansel
Altrimenti non restano che le rinnovabili o l'orribile carbone.
Le "rinnovabili" non ci fai andare le fonderie, il carbone, meglio il
petrolio,
costa meno, e' piu' abbondante.
Post by ansel
Continuo a meravigliarmi di come la gente non sia capace di fare
riflessioni articolate.
Io invece mi meraviglio come la gente non guardi ai numeri e si beva
tutto
senza riflettere, confondendo la propaganda politica con la realta'.
Io confondo proprio poco, anzi sono contento che comincino a dire
quanto pensavo da molto tempo.
Auguriamoci di campare almeno altri 20 anni (ma io faccio fatica) e
poi ci risentiamo eh?
Tieni presente che a fine anni 30 dicevano fossero necessari 20-30
anni per l'energia nucleare, poi,col pippaculo di Hitler, ne sono
bastati 2 o 3.
Ciao imprudente egoista generazionale!
ricard
2010-02-03 16:30:12 UTC
Permalink
Post by ansel
Io confondo proprio poco, anzi sono contento che comincino a dire
quanto pensavo da molto tempo.
Auguriamoci di campare almeno altri 20 anni (ma io faccio fatica) e
poi ci risentiamo eh?
Tieni presente che a fine anni 30 dicevano fossero necessari 20-30
anni per l'energia nucleare, poi,col pippaculo di Hitler,  ne  sono
bastati 2 o 3.
Ciao imprudente egoista generazionale!
una costante, quando si fa notare come i numeri non supportino
il catastrofismo ecomunista e' il passaggio al tono apocalittico....

Chi vivra' vedra'.....fra vent'anni poi....non si puo' continuare
cosi'
....le generazioni future...i giovani sono il nostro futuro....
non ci sono le mezze stagioni.....quando c'era lui i treni.....

(Che il petrolio sarebbe finito nel 1992 lo dicevano nel 1974, pensa
un po', in una ricerca dell'ENI, evidentemente
uscita fuori tempo massimo, per giustificare l'
austerrrritii......fonte autorevolissima...ma il petrolio e' ancora
li' malgrado ENI dicesse che stava per finire)

Ciao....plagiato ecologista.
gino
2010-02-03 19:30:56 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by ansel
Io confondo proprio poco, anzi sono contento che comincino a dire
quanto pensavo da molto tempo.
Auguriamoci di campare almeno altri 20 anni (ma io faccio fatica) e
poi ci risentiamo eh?
Tieni presente che a fine anni 30 dicevano fossero necessari 20-30
anni per l'energia nucleare, poi,col pippaculo di Hitler,  ne  sono
bastati 2 o 3.
Ciao imprudente egoista generazionale!
una costante, quando si fa notare come i numeri non supportino
il catastrofismo ecomunista e' il passaggio al tono apocalittico....
Chi vivra' vedra'.....fra vent'anni poi....non si puo' continuare
cosi'
....le generazioni future...i giovani sono il nostro futuro....
non ci sono le mezze stagioni.....quando c'era lui i treni.....
(Che il petrolio sarebbe finito nel 1992 lo dicevano nel 1974, pensa
un po', in una ricerca dell'ENI, evidentemente
uscita fuori tempo massimo, per giustificare l'
austerrrritii......fonte autorevolissima...ma il petrolio e' ancora
li' malgrado ENI dicesse che stava per finire)
Ciao....plagiato ecologista.
Sì, cerchiamo di vivere e vedremo.
Io ero ecologista almeno quarant'anni fa e per un sacco di anni quasi
tutti hanno negato ci fossero problemi energetici.
I tuoi coeff x2 e x4 non sono accreditati da fonti autorevoli (ma
ammetto che le fonti autorevoli a tempi nostri scarseggiano assai)
Che l'uso di fonti fossili inquini enormemente di più del nucleare,
dell'idroelettrico, delle rinnovabili è cosa più che certa. Che ciò
faccia male ai polmoni è più che sicuro, che riscaldi l'atmosfera è
certo, che in passato ci sia stato più caldo di oggi nonostante l'uomo
non ci fosse è pure certissimo, ma visto che ci siamo mi pare che ci
convenga cercare di contrastare le robe che ci possono nuocere.
E visto che abbiamo un sacco di scienziati a spasso o occupati far
cose costosissime e di dubbia utilità a Ginevra o impegnati a studiare
gli amori delle foche, non ci converrebbe dirottarli a cercare fonti
energetiche più furbe di quelle attuali? E se i soldi mancassero io li
stamperei (ti ricorderai spero di Keynes).
Ciao
ricard
2010-02-04 13:58:14 UTC
Permalink
Post by gino
Post by ricard
Post by ansel
Io confondo proprio poco, anzi sono contento che comincino a dire
quanto pensavo da molto tempo.
Auguriamoci di campare almeno altri 20 anni (ma io faccio fatica) e
poi ci risentiamo eh?
Tieni presente che a fine anni 30 dicevano fossero necessari 20-30
anni per l'energia nucleare, poi,col pippaculo di Hitler,  ne  sono
bastati 2 o 3.
Ciao imprudente egoista generazionale!
una costante, quando si fa notare come i numeri non supportino
il catastrofismo ecomunista e' il passaggio al tono apocalittico....
Chi vivra' vedra'.....fra vent'anni poi....non si puo' continuare
cosi'
....le generazioni future...i giovani sono il nostro futuro....
non ci sono le mezze stagioni.....quando c'era lui i treni.....
(Che il petrolio sarebbe finito nel 1992 lo dicevano nel 1974, pensa
un po', in una ricerca dell'ENI, evidentemente
uscita fuori tempo massimo, per giustificare l'
austerrrritii......fonte autorevolissima...ma il petrolio e' ancora
li' malgrado ENI dicesse che stava per finire)
Ciao....plagiato ecologista.
Sì, cerchiamo di vivere e vedremo.
Io ero ecologista almeno quarant'anni fa e per un sacco di anni quasi
tutti hanno negato ci fossero problemi energetici.
I tuoi coeff x2 e x4 non sono accreditati da fonti autorevoli
Tipo l' IPCC?? ;))
Post by gino
Che l'uso di fonti fossili inquini enormemente di più del nucleare,
dell'idroelettrico, delle rinnovabili è cosa più che certa.
Non ci metterei la firma:

Idroelettrico: modifica del bacino, interramento degli alvei, disturbo
delle migrazioni ittiche in
bacini enormi.

Nucleare....scorie, problemi nel trattamento di grandi quantita' del
materiale etc etc

Eolico.....qui siamo al ridicolo: occorrono 80, dico 80 pale per fare
una piccola turbina a olio pesante.

Pannelli solari........ottimi per camper e barche, stesso discorso, ma
in grande che per l'eolico:
occorrerebbe coprire la Campania di pannelli per ottenere meta' del
consumi italiano (favorevole solo la Lega) :)


Che ciò
Post by gino
faccia male ai polmoni è più che sicuro, che riscaldi l'atmosfera è
certo, che in passato ci sia stato più caldo di oggi nonostante l'uomo
non ci fosse è pure certissimo, ma visto che ci siamo mi pare che ci
convenga cercare di contrastare le robe che ci possono nuocere.
Si, infatti e' sconsigliato chiudersi in garage con l'auto accesa! ;)
Post by gino
E visto che abbiamo un sacco di scienziati a spasso o occupati far
cose costosissime e di dubbia utilità a Ginevra o impegnati a studiare
gli amori delle foche,  non ci converrebbe dirottarli a cercare fonti
energetiche più furbe di quelle attuali? E se i soldi mancassero io li
stamperei (ti ricorderai spero di Keynes).
Ciao
Si ricoro Keynes e il debito pubblico italiano che e' figlio dei
Keynesiani
come Amato, Craxi etc etc

Si potrebbero pagare con banconote del monopoli, cosa ne dici?

Alla lunga hanno lo stesso valore.
ansel
2010-02-04 16:00:00 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by gino
Post by ricard
Post by ansel
Io confondo proprio poco, anzi sono contento che comincino a dire
quanto pensavo da molto tempo.
Auguriamoci di campare almeno altri 20 anni (ma io faccio fatica) e
poi ci risentiamo eh?
Tieni presente che a fine anni 30 dicevano fossero necessari 20-30
anni per l'energia nucleare, poi,col pippaculo di Hitler,  ne  sono
bastati 2 o 3.
Ciao imprudente egoista generazionale!
una costante, quando si fa notare come i numeri non supportino
il catastrofismo ecomunista e' il passaggio al tono apocalittico....
Chi vivra' vedra'.....fra vent'anni poi....non si puo' continuare
cosi'
....le generazioni future...i giovani sono il nostro futuro....
non ci sono le mezze stagioni.....quando c'era lui i treni.....
(Che il petrolio sarebbe finito nel 1992 lo dicevano nel 1974, pensa
un po', in una ricerca dell'ENI, evidentemente
uscita fuori tempo massimo, per giustificare l'
austerrrritii......fonte autorevolissima...ma il petrolio e' ancora
li' malgrado ENI dicesse che stava per finire)
Ciao....plagiato ecologista.
Sì, cerchiamo di vivere e vedremo.
Io ero ecologista almeno quarant'anni fa e per un sacco di anni quasi
tutti hanno negato ci fossero problemi energetici.
I tuoi coeff x2 e x4 non sono accreditati da fonti autorevoli
Tipo l' IPCC?? ;))
Post by gino
Che l'uso di fonti fossili inquini enormemente di più del nucleare,
dell'idroelettrico, delle rinnovabili è cosa più che certa.
Idroelettrico: modifica del bacino, interramento degli alvei, disturbo
delle migrazioni ittiche in
bacini enormi.
Nucleare....scorie, problemi nel trattamento di grandi quantita' del
materiale etc etc
Eolico.....qui siamo al ridicolo: occorrono 80, dico 80 pale per fare
una piccola turbina a olio pesante.
Pannelli solari........ottimi per camper e barche, stesso discorso, ma
occorrerebbe coprire la Campania di pannelli per ottenere meta' del
consumi italiano (favorevole solo la Lega) :)
Che ciò
Post by gino
faccia male ai polmoni è più che sicuro, che riscaldi l'atmosfera è
certo, che in passato ci sia stato più caldo di oggi nonostante l'uomo
non ci fosse è pure certissimo, ma visto che ci siamo mi pare che ci
convenga cercare di contrastare le robe che ci possono nuocere.
Si, infatti e' sconsigliato chiudersi in garage con l'auto accesa!  ;)
Post by gino
E visto che abbiamo un sacco di scienziati a spasso o occupati far
cose costosissime e di dubbia utilità a Ginevra o impegnati a studiare
gli amori delle foche,  non ci converrebbe dirottarli a cercare fonti
energetiche più furbe di quelle attuali? E se i soldi mancassero io li
stamperei (ti ricorderai spero di Keynes).
Ciao
Si ricoro Keynes e il debito pubblico italiano che e' figlio dei
Keynesiani
come Amato, Craxi etc etc
Si potrebbero pagare con banconote del monopoli, cosa ne dici?
Alla lunga hanno lo stesso valore.- Nascondi testo citato
- Mostra testo citato -
Ha scusa, Gino è lo stesso che Ansel (ho risposto da un altro PC)
Non so cosa sia lo IPPC
Chiaramernte non abbiano la stessa opinione, il problema credo dipenda
dalle fonti e di tutte le fonti c'è da dubitare. Perciò si va anche a
"simpatia" e qui è facile divergere.
L'unica cosa da fare mi par proprio cercare di campare vent'anni e poi
risentirci :-)

A proposito: m'ero scordato dei casini politici legati al petrolio.

Il debito pubblico poi dipende dalle ruberie dei politici, non da
Keynes.
Se tu fai un debito che ti costa il 5% e ti rende il 2% dopo un po'
vai in rovina (peggio naturalmente se te lo sputtani come fecero
democristi e socialoidi). Ma se ti rende il 6% fai una furbata.
Ma non ci hai fatto caso che per ripianare le cazzate e le ruberie dei
banchieri angloamericani hanno subito stampato dei bei soldini?
Quadratura di bilancio per noi, Keynes per loro (loro che ci predicano
la quadratura). E quei soldini fra l'altro a noi non ci rendono un
fico.
Ragazzi, perchè non ve la mangiarte quella fetta di prosciutto che
c'avete davanti agli occhi? Riconosco però che siete in buona e
numerosa compagnia.
Salute a tutti
Ansel-Gino
PS. Ovviamente la politica economico-monetaria richiederebbe qualche
pagina in più, ma questa non è la sede.
Se interessasse la mia opinione
http://digilander.libero.it/selmigino/Moneta.doc
ricard
2010-02-05 09:25:10 UTC
Permalink
Post by ansel
Il debito pubblico poi dipende dalle ruberie dei politici, non da
Keynes
C'e' della verita' ma non tutta.
E' come il cemento armato in architettura, puoi farci delle cose
egregie
o delle mostruosita', dipende da chi lo usa.
Ma rimane il fatto che Keynes ha dato l'alibi per poter usare soldi
pubblici (che ancora il "pubblico" non possiede)
per scopi privati, ruberie o consenso.
Di fatto oggi, in tutto il mondo, i governi sono la prima fonte di
inflazione e la prima sorgente
di espansione della base monetaria.
Post by ansel
Ma non ci hai fatto caso che per ripianare le cazzate e le ruberie dei
banchieri angloamericani hanno subito stampato dei bei soldini?
Quadratura di bilancio per noi, Keynes per loro (loro che ci predicano
la quadratura).
E qui ti sbagli:
il TARP non e' altro che una enorme mistificazione
per evitare alle banche di ricorrere al cap 11 (fallimento e
ristrutturazione).
Di fatto NON e' stato stampato denaro.
Rifletti:
1) esiste una legge che obbliga le banche ad avere un corretto
rapporto indebitamento/mezzi propri.
2) il debito del governo finisce nelle banche per ristabilire questo
debito.
3) questo debito NON PUO" uscire dalle banche (come prestiti) che in
minima parte pena il ritorno
alla fase di pre-default.

Quindi un debito che per sua natura non puo' essere negoziato e' solo
un numero scritto su un foglio di carta
non e' denaro, non crea inflazione (infatti non esiste inflazione).
Piu' problematico il programma futuro di spesa pubblica di Obama.
Fortunatamente non verra' rieletto.
Post by ansel
Ragazzi, perchè non ve la mangiarte quella fetta di prosciutto che
c'avete davanti agli occhi? Riconosco però che siete in buona e
numerosa compagnia.
Salute a tutti
Ansel-Gino
PS. Ovviamente la politica economico-monetaria richiederebbe qualche
pagina in più, ma questa non è la sede.
Se interessasse la mia opinionehttp://digilander.libero.it/selmigino/Moneta.doc
Ho dato una scorsa e sono assolutamente in disaccordo.
I governi NON devono essere proprietari del denaro.
Non ha funzionato in russia, a Cuba, in Cina...
Funziona in un solo caso (interessante) qualora la moneta emessa fosse
in ORO.
(ma nerone ha insegnato a taroccarlo e quindi...)

Ma non ne esiste un quantitativo sufficiente nel mondo.
ansel
2010-02-05 14:04:46 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by ansel
Il debito pubblico poi dipende dalle ruberie dei politici, non da
Keynes
C'e' della verita' ma non tutta.
E' come il cemento armato in architettura, puoi farci delle cose
egregie
o delle mostruosita', dipende da chi lo usa.
Ma rimane il fatto che Keynes ha dato l'alibi per poter usare soldi
pubblici (che ancora il "pubblico" non possiede)
per scopi privati, ruberie o consenso.
Di fatto oggi, in tutto il mondo, i governi sono la prima fonte di
inflazione e la prima sorgente
di espansione della base monetaria.
Post by ansel
Ma non ci hai fatto caso che per ripianare le cazzate e le ruberie dei
banchieri angloamericani hanno subito stampato dei bei soldini?
Quadratura di bilancio per noi, Keynes per loro (loro che ci predicano
la quadratura).
il TARP non e' altro che una enorme mistificazione
per evitare alle banche di ricorrere al cap 11 (fallimento e
ristrutturazione).
Di fatto NON e' stato stampato denaro.
1) esiste una legge che obbliga le banche ad avere un corretto
rapporto indebitamento/mezzi propri.
2) il debito del governo finisce nelle banche per ristabilire questo
debito.
3) questo debito NON PUO" uscire dalle banche (come prestiti) che in
minima parte pena il ritorno
alla fase di pre-default.
Quindi un debito che per sua natura non puo' essere negoziato e' solo
un numero scritto su un foglio di carta
non e' denaro, non crea inflazione (infatti non esiste inflazione).
Piu' problematico il programma futuro di spesa pubblica di Obama.
Fortunatamente non verra' rieletto.
Post by ansel
Ragazzi, perchè non ve la mangiarte quella fetta di prosciutto che
c'avete davanti agli occhi? Riconosco però che siete in buona e
numerosa compagnia.
Salute a tutti
Ansel-Gino
PS. Ovviamente la politica economico-monetaria richiederebbe qualche
pagina in più, ma questa non è la sede.
Se interessasse la mia opinionehttp://digilander.libero.it/selmigino/Moneta.doc
Ho dato una scorsa e sono assolutamente in disaccordo.
I governi NON devono essere proprietari del denaro.
Non ha funzionato in russia, a Cuba, in Cina...
Funziona in un solo caso (interessante) qualora la moneta emessa fosse
in ORO.
(ma nerone ha insegnato a taroccarlo e quindi...)
Ma non ne esiste un quantitativo sufficiente nel mondo.
Alcune riflessioni (ma non vorrei scocciare visto che non siamo nella
sede giusta).
1 - Giustissimo che non siano i Governi ad emettere mezzi monetari, ma
nenche che ci pensi una combriccola internazionale semiprivata che si
autocontrolla. Questo è mestiere per un potere democratico (separato
dagli altri poteri legislativo-amministrativo-giurisdizionale)
controllato tanto dagli altri poteri, quanto direttamente dalla gente
(ovvio che servirebbe una rivoluzione).
2 - Non è necessaro stampare danaro per emetterne di nuovo.
3 - Il sistema bancario ha abbandonato le vecchie e più sagge regole
precedenti e bisonerebbe tornare indietro (ti ricordo la Banca
Romana).
4 - Bisognerebbe afferrare bene il concetto che la moneta oggi è solo
una registrazione contabile.
5 - Quel che passa sotto il nome di teorie keynesiane sarebbero cose
giuste a patto che si prevedesse di eliminare denaro (prelevandolo
dalle tasse) qualora si verificasse inflazione. Ovviamente servirebbe
anche un "nuovo modello di sviluppo" ecc.ecc.
4 - Le cose si giudicano dai fatti: hanno combinato un casino della
malora e lo dicono tanto Obama quanto Tremonti (e stai pur certo che
non dicono TUTTA la verità).
Comunque non credo valga la pena di ragionare sull'esistente.
A un certo punto le pezze non tengono più.
Io ci ho riflettuto per un paio d'anni e tu mi bocci dopo averci dato
una sola occhiata?
Dovresti dire quali errori logici ho commesso oppure cosa ho
trascurato di sostanziale.
Però forse ho sbagliato link.
Questo dice la sostanza senza ingarbugliarsi col casino del sistema
oggi in essere (e vorrebbe anche essere divertente)
http://digilander.libero.it/selmigino/Piramiderid.doc
ricard
2010-02-05 17:35:39 UTC
Permalink
Post by ansel
Alcune riflessioni (ma non vorrei scocciare visto che non siamo nella
sede giusta).
1 - Giustissimo che non siano i Governi ad emettere mezzi monetari, ma
nenche che ci pensi una combriccola internazionale semiprivata che si
autocontrolla. Questo è mestiere per un potere democratico (separato
dagli altri poteri legislativo-amministrativo-giurisdizionale)
controllato tanto dagli altri poteri, quanto direttamente dalla gente
(ovvio che servirebbe una rivoluzione).
Non sono d'accordo per l'ovvia ragione che nessun potere e' svincolato
dall'interesse privato.
Potendo scegliere preferisco che a garantire la ricchezza nazionale
sia una banca centrale
che e', appunto, un po' meno vincolata al potere (lo e' ugualmente ma
obbedisce a regole di bilancio
e non a demagogie o utopie)
Post by ansel
2 - Non è necessaro stampare danaro per emetterne di nuovo.
e questo e' sempre stato
Post by ansel
3 - Il sistema bancario ha abbandonato le vecchie e più sagge regole
precedenti e bisonerebbe tornare indietro (ti ricordo la Banca
Romana).
Quello italiano non mi sembra, quello USA sicuramente si e, appunto,
in un'ottica demagogica. I subprime hanno permesso non un indebito
arricchimento
ma ad una fetta "proletaria" degli USA di costruirsi o comprare casa.
Semmai da condannare e' la gestione incompetente delle banche usa che
si sono riempite la
bocca di Value at Risk senza capire cosa volesse dire.
la vera emergenza planetaria e' l'ignoranza!
Dei media e delle s(q)uole che non insegnano altro che giochetti
intelettualoidi
Post by ansel
4 - Bisognerebbe afferrare bene il concetto che la moneta oggi è solo
una registrazione contabile.
Ed e' vero.
Post by ansel
5 - Quel che passa sotto il nome di teorie keynesiane sarebbero cose
giuste a patto che si prevedesse  di eliminare denaro (prelevandolo
dalle tasse) qualora si verificasse inflazione.
No le tasse servono per fare qualcosa, investimenti, spese correnti
non per
gestire la massa monetaria di un paese, questo "incesto" ha gia'
provocato
troppi danni.
Ti ricordo che una democrazia "utopica" e' null'altro che un
condominio
in cui le spese sono ripartite fra i condomini, APPROVATE dai
condomini,
e equamente a favore dei condomini.
Qualsiasi altro intervento e' arbitrario, e, infatti crea scontento.
Sopra il 52% di rapina fiscale i governanti vengono ghigliottinati.
In Italia non e' (ancora) avvenuto perche' tutti hanno in casa un
babypensionato.
Post by ansel
Ovviamente servirebbe
anche un "nuovo modello di sviluppo" ecc.ecc.
Si ma non quello che credi tu: occorre licenziare in massa gli
insegnanti dei licei
e mettere al loro posto le persone che sono a fine carriera
lavorativa.
Post by ansel
4 - Le cose si giudicano dai fatti: hanno combinato un casino della
malora e lo dicono tanto Obama quanto Tremonti (e stai pur certo che
non dicono TUTTA la verità).
La realta' della crisi non la conosce nessuno, avendo evitato il cap
11
non lo sapremo mai.
Post by ansel
Comunque non credo valga la pena di ragionare sull'esistente.
A un certo punto le pezze non tengono più.
Io ci ho riflettuto per un paio d'anni e tu mi bocci dopo averci dato
una sola occhiata?
lo boccio perche' sono cose gia' sentite e non certo nuove.
Sono la pratica marxista, in russia non esisteva credito e il governo
erogava
crediti e moneta, indovina a chi?
A chi garantiva un "diverso modello di sviluppo"
Post by ansel
Dovresti dire quali errori logici ho commesso oppure cosa ho
trascurato di sostanziale.
ci provo.
ricard
2010-02-05 18:10:24 UTC
Permalink
On Feb 5, 2:04 pm, ansel <***@alice.it> wrote:

Scrivi:
"Praticamente lo Stato autorizza le Banche Centrali a generare la
moneta di
cui i mercati hanno bisogno e lascia alle banche la stessa moneta in
usufrutto
(cosa che in gergo è chiamata “signoraggio”) con l’intesa che se a
fine d'anno
avanzasse qualcosa dei guadagni fatti, li si devono girare allo Stato
(vedi art. 39
dello Statuto della Banca d’Italia)."
L'errore sta nella frase:
"lascia alle banche la stessa moneta in usufrutto"

Non e' cosi' la Banca D'Italia (e cosi' le altre banche centrali)
generano un credito cioe' del denaro che esce dalla Banca centrale
(immagina che siano monete d'oro)
e finisce in un'altra cassaforte.
In base alla richiesta, o in risposta a particolari problemi
economici, viene stabilito un "costo"
(libor) che copre il rischio di insolvenza e i costi di gestione del
credito.
Non esiste del denaro che sta nelle casse della Banca d'Italia.

Ti ricordo inoltre che il bilancio della banca d'italia sta qui:
http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel07/rel07it/bilancio/rel07_23_bilancio.pdf

Ho dato una lettura al resto del programma del partito ed e' pieno di
belle intenzioni che ricorrono
ad ogni campagna elettorale in ogni partito.
ma poi si scontrano con un esercito di dipendenti statali, di
babypensionati e contro un sistema pensionistico
che per oltre 80 anni non ha accumulato ricchezza ma, anzi, l'ha
distrutta distribuendola in modo clientelare.

Se mi permetti le tue ricette trascurano proprio questo fatto.
In una societa' liberista perfetta tutte le tue ricette sono giuste
(perfino l'elettivita' del governatore della banca centrale che,
dopotutto, assomma prerogative da magistrato)
ma la societa' liberista, dal colpo si stato di Costantino del 300
DC , e' sparita.
Ed e' con questa che si deve fare i conti.

La realta' italiana e quella di una societa' profondamente ignorante,
drogata da uno stato pervasivo e clientelare
con una burocrazia abituata, da secoli, ad opprimere e regolare tutto
(e questa tendenza la si nota anche nel tuo programmino dell'utopia)
E non pensare che quella Inglese o francese stiano meglio.

In cima al tuo programma avresti dovuto scrivere come prerequisito:

a) Sospensione del pagamento delle pensioni a tutti coloro che non
hanno compiuto i 62 anni anagrafici.
b) Licenziamento del 50% dei dipendenti pubblici e di TUTTO il
personale scolastico, sostituito da chi ha compiuto i 58 anni di eta'
che, per 4 anni sostituira' gli insegnanti.
c) Le risorse liberate in questo modo direttamente in busta paga e a
rimpiunguare la redditivita' delle aziende.
d) Il denaro per la pensione futura solo investito in attivita'
"reali".
gino
2010-02-06 09:30:07 UTC
Permalink
Gino-Ansel risponde a ricard
Post by ricard
Post by ansel
Alcune riflessioni (ma non vorrei scocciare visto che non siamo nella
sede giusta).
1 - Giustissimo che non siano i Governi ad emettere mezzi monetari, ma
nenche che ci pensi una combriccola internazionale semiprivata che si
autocontrolla. Questo è mestiere per un potere democratico (separato
dagli altri poteri legislativo-amministrativo-giurisdizionale)
controllato tanto dagli altri poteri, quanto direttamente dalla gente
(ovvio che servirebbe una rivoluzione).
Non sono d'accordo per l'ovvia ragione che nessun potere e' svincolato
dall'interesse privato.
Potendo scegliere preferisco che a garantire la ricchezza nazionale
sia una banca centrale
che e', appunto, un po' meno vincolata al potere (lo e' ugualmente ma
obbedisce a regole di bilancio
e non a demagogie o utopie)
Io obietto sul modo con cui viene nominato (e controllato) il capo
della banca centrale.
Post by ricard
Post by ansel
3 - Il sistema bancario ha abbandonato le vecchie e più sagge regole
precedenti e bisonerebbe tornare indietro (ti ricordo la Banca
Romana).
Quello italiano non mi sembra, quello USA sicuramente si e, appunto,
in un'ottica demagogica. I subprime hanno permesso non un indebito
arricchimento
ma ad una fetta "proletaria" degli USA di costruirsi o comprare casa.
Semmai da condannare e' la gestione incompetente delle banche usa che
si sono riempite la
bocca di Value at Risk senza capire cosa volesse dire.
la vera emergenza planetaria e' l'ignoranza!
Dei media e delle s(q)uole che non insegnano altro che giochetti
intelettualoidi
Ti riferisci ai pelatoni vestiti di nero con scarpe n° 54 eh?
Verissimo, ci hanno rovinato, loro e i loro pseudoprofessori deficenti
(ne ho avuti per compagni di squola). Le banche italiane in effetti
hanno fatto meno danni delle altre perchè erano “rimaste indietro”, ma
è dagli anni 80 (con la liberalizzazione degli sportelli, coi fondi
comuni ecc) che le cose sono cambiate (in peggio). Oggi le banche
tendono a far correre il rischio del credito che loro concedono alle
vecchierelle e ai pensionati pappandosi la loro sicura commissione
(vedi Parmalat, Cirio ecc) inoltre si sono messe a spendere da matte
(soprattutto per le tasche dei dirigenti).
Post by ricard
Post by ansel
5 - Quel che passa sotto il nome di teorie keynesiane sarebbero cose
giuste a patto che si prevedesse di eliminare denaro (prelevandolo
dalle tasse) qualora si verificasse inflazione.
No le tasse servono per fare qualcosa, investimenti, spese correnti
non per
gestire la massa monetaria di un paese, questo "incesto" ha gia'
provocato
troppi danni.
Ti ricordo che una democrazia "utopica" e' null'altro che un
condominio
in cui le spese sono ripartite fra i condomini, APPROVATE dai
condomini,
e equamente a favore dei condomini.
Qualsiasi altro intervento e' arbitrario, e, infatti crea scontento.
Sopra il 52% di rapina fiscale i governanti vengono ghigliottinati.
In Italia non e' (ancora) avvenuto perche' tutti hanno in casa un
babypensionato.
Nel mio secondo link c’è spiegato tutto per benino. In sintesi: il
“deficit spendig” può essere opportuno quando ci sono risorse
inutilizzate e necessità insoddisfatte. Poiché però possono capitare
tensioni inflazionistiche occorre preventivare la possibilità di
ridurre i mezzi monetari. Naturalmente se uno Stato spende male,
quanto più spende quanto più combina casini. A questo occorre trovare
rimedio, deficit o non deficit spending.
Post by ricard
Post by ansel
Ovviamente servirebbe
anche un "nuovo modello di sviluppo" ecc.ecc.
Si ma non quello che credi tu: occorre licenziare in massa gli
insegnanti dei licei
e mettere al loro posto le persone che sono a fine carriera
lavorativa.
E’ un’idea … ma io intendevo dire che se per garantire l’occupazione
occorre stimolare i consumi e se abbiamo già troppe automobili (e
lasciamo stare il petrolio) forse ci conviene stimolare invece il
teatro, la cura dei boschi, la cultura, l’assistenza medica, le
scuole, l’agricoltura, l’arte, i ristoranti ecc. ecc.
Post by ricard
Post by ansel
4 - Le cose si giudicano dai fatti: hanno combinato un casino della
malora e lo dicono tanto Obama quanto Tremonti (e stai pur certo che
non dicono TUTTA la verità).
La realta' della crisi non la conosce nessuno, avendo evitato il cap
11
non lo sapremo mai.
Post by ansel
Comunque non credo valga la pena di ragionare sull'esistente.
A un certo punto le pezze non tengono più.
Io ci ho riflettuto per un paio d'anni e tu mi bocci dopo averci dato
una sola occhiata?
lo boccio perche' sono cose gia' sentite e non certo nuove.
Sono la pratica marxista, in russia non esisteva credito e il governo
erogava
crediti e moneta, indovina a chi?
A chi garantiva un "diverso modello di sviluppo"
Io ho votato liberale fino a che ci sono stati, ma è vero che tempo fa
sono stato sorpassato da destra dagli ex-comunisti (guardarsi dai neo-
convertiti!).

Comunque cazzate e robe giuste ne diciamo tutti: occorre cercare una
ricetta ben fatta utilizzando il buon senso ovunque si trovi. Occhio
che una “buona ricetta” è cosa molto diversa da un’accozzaglia di
“buoni ingredienti”
Post by ricard
Post by ansel
Dovresti dire quali errori logici ho commesso oppure cosa ho
trascurato di sostanziale.
ci provo.
"Praticamente lo Stato autorizza le Banche Centrali a generare la
moneta di
cui i mercati hanno bisogno e lascia alle banche la stessa moneta in
usufrutto
(cosa che in gergo è chiamata “signoraggio”) con l’intesa che se a
fine d'anno
avanzasse qualcosa dei guadagni fatti, li si devono girare allo Stato
(vedi art. 39
dello Statuto della Banca d’Italia)."
"lascia alle banche la stessa moneta in usufrutto"
Non e' cosi' la Banca D'Italia (e cosi' le altre banche centrali)
generano un credito cioe' del denaro che esce dalla Banca centrale
(immagina che siano monete d'oro)
e finisce in un'altra cassaforte.
In base alla richiesta, o in risposta a particolari problemi
economici, viene stabilito un "costo"
(libor) che copre il rischio di insolvenza e i costi di gestione del
credito.
Non esiste del denaro che sta nelle casse della Banca d'Italia.
Le Banche Centrali generano danaro e normalmente lo usano per
comperare titoli di Stato (li comperano sul mercato, ma solo se
vogliono, quindi indirettamente limitano le voglie pazze dei Governi).
I titoli fruttano cedole; quando scadono sono soldi che ritornano alle
banche centrali le quali, se vogliono, li usano per comprare nuovi
titoli, incassano nuove cedole e così via. Quindi tutto il denaro
generato genera in eterno interessi a favore delle banche centrali, le
quali, pagate le loro spesucce dovrebbero girarli allo Stato (art 39).
Trascrivo un pezzetto dal mio primo link:

“Nel bilancio 2005 della Banca d’Italia il conto “Moneta in
circolazione” era attorno agli 95.000 milioni di euro e ciò avrà
determinato un giro equivalente di titoli; i tassi dei bot allora mi
pare fossero sul 2% e avranno generato interessi per 2.000 milioni di
euro. I costi di gestione Della Banca d’Italia risultarono molto
simili con un ritorno allo Stato di miseri 30 milioni. Come volevasi
dimostrare.”

Inutile aggiungere che quei 2000 di utili andarono in buona parte a
coprire le spese di gestione
Post by ricard
Ho dato una lettura al resto del programma del partito ed e' pieno di
belle intenzioni che ricorrono
ad ogni campagna elettorale in ogni partito.
ma poi si scontrano con un esercito di dipendenti statali, di
babypensionati e contro un sistema pensionistico
che per oltre 80 anni non ha accumulato ricchezza ma, anzi, l'ha
distrutta distribuendola in modo clientelare.
Se mi permetti le tue ricette trascurano proprio questo fatto.
In una societa' liberista perfetta tutte le tue ricette sono giuste
(perfino l'elettivita' del governatore della banca centrale che,
dopotutto, assomma prerogative da magistrato)
Intendi quindi dire che sono belle utopie, ma utopie.
Sono d’accordo: ci vorrebbe un miracolo.
Oppure un disastro immane che ci costringa a rinsavire (che ne diresti
della “fine del petrolio”?)
Post by ricard
ma la societa' liberista, dal colpo si stato di Costantino del 300
DC , e' sparita.
Ed e' con questa che si deve fare i conti.
Esagerato! non credo fossero rose e viole neanche al tempo dell’impero
romano.



La realta' italiana e quella di una societa' profondamente ignorante,
Post by ricard
drogata da uno stato pervasivo e clientelare
con una burocrazia abituata, da secoli, ad opprimere e regolare tutto
(e questa tendenza la si nota anche nel tuo programmino dell'utopia)
E non pensare che quella Inglese o francese stiano meglio.
L’illuminismo qualcosa ha fatto: peccato che in occidente ci si sia
occupati solo della libertè, in Russia dell’egalitè e in Vaticano
della fraternitè.

Come dicevo prima, occorre una buona ricetta e di una buona ricetta
non puoi trascurare nessuno degli ingredienti.
Post by ricard
a) Sospensione del pagamento delle pensioni a tutti coloro che non
hanno compiuto i 62 anni anagrafici.
b) Licenziamento del 50% dei dipendenti pubblici e di TUTTO il
personale scolastico, sostituito da chi ha compiuto i 58 anni di eta'
che, per 4 anni sostituira' gli insegnanti.
c) Le risorse liberate in questo modo direttamente in busta paga e a
rimpiunguare la redditivita' delle aziende.
d) Il denaro per la pensione futura solo investito in attivita'
"reali".
E’ una buona idea, ma da fare con gradualità … e assieme a tutto il
resto necessario

Ciao
ricard
2010-02-08 11:18:36 UTC
Permalink
Post by gino
Gino-Ansel risponde a ricard
“Nel bilancio 2005 della Banca d’Italia il conto “Moneta in
circolazione” era attorno agli 95.000 milioni di euro e ciò avrà
determinato un giro equivalente di titoli;
perche' mai, la moneta e il debito non coincidono.
altrimenti avremmo la bancarotta.
Immagina sempre che quello che esce dalla banca siano monete d'oro.
Post by gino
i tassi dei bot allora mi
pare fossero sul 2% e avranno generato interessi per 2.000 milioni di
euro.
denaro che finisce nei conti dei cittadini NON della banca d'Italia.
La banca d'Italia sottoscrive il debito in maniera marginale e solo
in funzione di sostegno alle politiche "monetarie" (tassi) del
momento.
Di fatto, poi, se ne libera e il debito dello stato (e' il tesoro che
emette il debito)
finisce nelle mani dei cittadini come stipendi (consumi).
Di fatto, quello che succede e' che un risparmio (quello dei cittadini
risparmiatori) viene trasformato
in spesa corrente (e cioe' moneta) dal governo (finisce nelle mani dei
cittadini spendaccioni).
Maggiore e' la spesa del governo, piu' risparmio viene destinato ai
consumi (pubblici),
cioe' allocato in maniera NON ottimale, cioe' finisce in consumi che
sostengono attivita'
produttive "parassite" della spesa pubblica e che, da questa,
dipendono.

Diverso sarebbe se il denaro raccolto dallo stato finisse in attivita'
produttive all'estero
generanno un flusso valutario positivo (come i fondi sovrani del medio
oriente)
In questo modo la spesa corrente dovrebbe essere finanziata
esclusivamente
con le tasse (e alle tasse raccolte questa dovrebbe essere
parametrata, non viceversa)
ansel
2010-02-08 15:24:29 UTC
Permalink
Post by ricard
Post by gino
Gino-Ansel risponde a ricard
“Nel bilancio 2005 della Banca d’Italia il conto “Moneta in
circolazione” era attorno agli 95.000 milioni di euro e ciò avrà
determinato un giro equivalente di titoli;
perche' mai, la moneta e il debito non coincidono.
altrimenti avremmo la bancarotta.
Immagina sempre che quello che esce dalla banca siano monete d'oro.
Post by gino
i tassi dei bot allora mi
pare fossero sul 2% e avranno generato interessi per 2.000 milioni di
euro.
denaro che finisce nei conti dei cittadini NON della banca d'Italia.
La banca d'Italia sottoscrive il debito in maniera marginale e solo
in funzione di sostegno alle politiche "monetarie" (tassi) del
momento.
Di fatto, poi, se ne libera e il debito dello stato (e' il tesoro che
emette il debito)
finisce nelle mani dei cittadini come stipendi (consumi).
Di fatto, quello che succede e' che un risparmio (quello dei cittadini
risparmiatori) viene trasformato
in spesa corrente (e cioe' moneta) dal governo (finisce nelle mani dei
cittadini spendaccioni).
Maggiore e' la spesa del governo, piu' risparmio viene destinato ai
consumi (pubblici),
cioe' allocato in maniera NON ottimale, cioe' finisce in consumi che
sostengono attivita'.
produttive "parassite"  della spesa pubblica e che, da questa,
dipendono.
Diverso sarebbe se il denaro raccolto dallo stato finisse in attivita'
produttive all'estero
generanno un flusso valutario positivo (come i fondi sovrani del medio
oriente)
In questo modo la spesa corrente dovrebbe essere finanziata
esclusivamente
con le tasse (e alle tasse raccolte questa dovrebbe essere
parametrata, non viceversa)
Secondo me siamo finiti a parlare di cose diverse. Tu dell'intera
spesa pubblica, io del meccanismo di generazione dei mezzi monetari.
Eravamo partiti discutendo sulle fonti energetiche. Tu dicevi non
necessario cercare nuove fonti energetiche. Io invece dicevo fosse
cosa necessaria e che, mancando i soldi, si poteva ricorrere al
deficit spending. Certo hai ragione di dire che se lo Stato
sperperasse di meno, non ci sarebbe bisogno d'andare in deficit.

Comunque è vero che la maggior parte del debito pubblico è in mani
private, ma una parte corrispondente grossomodo al conto moneta emessa
(nel 2005 euro 95.000 milioni su un debito allora di circa 1.600.000
milioni) è nelle mani della banca d'Italia la quale si pappa i
relativi interessi, come si può vedere in bilancio.

In allegato al mio primo link ci trovi anche la spiegazione
dettagliata del meccanismo espresso per via contabile + microcorso di
partita doppia per chi non la conoscesse.

Se t'interessasse la mia opinione sul deficit spending, la trovi
espressa più chiaramente nel secondo link.

Ciao

Baron d'Holbach ~1723-1789~
2010-01-28 19:32:13 UTC
Permalink
Post by a***@tiscali.it
1) se la Terra si riscalda o si raffredda è dovuto principalmente
all'attività solare e non alle cazzate mentali vostre ...
certo, perche' il concetto di "serra" e' troppo complicato da
comprendere LOL
--
"Ho passato una serata veramente meravigliosa. Ma non era questa."
ricard
2010-01-28 20:30:38 UTC
Permalink
On Jan 28, 7:32 pm, Baron d'Holbach ~1723-1789~
Post by Baron d'Holbach ~1723-1789~
Post by a***@tiscali.it
1) se la Terra si riscalda o si raffredda è dovuto principalmente
all'attività solare e non alle cazzate mentali vostre ...
certo, perche' il concetto di "serra" e' troppo complicato da
comprendere LOL
--
"Ho passato una serata veramente meravigliosa. Ma non era questa."
Serra non con l'aumento dello 0, qualcosa nella quantita' di CO2

E' piu' colpevole il vapore acqueo.
Continua a leggere su narkive:
Loading...