Discussione:
Gennethè anothen vuol dire "nascere di nuovo"
(troppo vecchio per rispondere)
Claudio Bianchini
2016-11-28 18:10:14 UTC
Permalink
Raw Message
<http://www.bibbiaedu.it/pls/labibbia_new_lingue/Bibbia_Greco.ricerca?Libro=Giovanni&capitolo=3&versetto_iniziale=1&versetto_finale=1&parola=&default_vers=gv+3&layout=5#VER_0>

Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione. Nascere e rinascere sono due cose distinte, la
rinascita è qualcosa che avviene almeno una seconda volta, quindi in
quella frase la ripetizione è data da anothen che può significare
"ancora, di nuovo". Se così non fosse invece che gennao ci dovrebbe
essere un verbo affine a palingenesi che sarebbe più adatto al contesto.
Rinato si dice palighenus, per esempio. Vediamo come viene, si faccia
attenzione ovviamente al dialogo in sequenza, cioè la serie domande-risposte

2 Egli andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei un
maestro venuto da Dio; nessuno infatti può fare i segni che tu fai, se
Dio non è con lui». 3 Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico,
se uno non nasce di nuovo, non può vedere il regno di Dio». 4 Gli disse
Nicodèmo: «Come può un uomo nascere quando è vecchio? Può forse entrare
una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». 5 Gli rispose
Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da
Spirito, non può entrare nel regno di Dio. 6 Quel che è nato dalla carne
è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito. 7 Non ti meravigliare
se t'ho detto: dovete nascere di nuovo.

Passo abbastanza chiaro sulla reincarnazione, anche in considerazione
del fatto che la CC va ad effettuare queste lievi alterazioni proprio
per non far capire nulla ai boccaloni che gli vanno dietro
Synth Mania
2016-11-28 18:28:58 UTC
Permalink
Raw Message
Claudio Bianchini <***@alice.it> ha scritto:
<http://www.bibbiaedu.it/pls/labibbia_new_lingue/Bibbia_Greco.ricerca?Libro=Giovanni&capitolo=3&versetto_iniziale=1&versetto_finale=1&parola=&default_vers=gv+3&layout=5#VER_0>
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione. Nascere e rinascere sono due cose distinte, la
rinascita è qualcosa che avviene almeno una seconda volta, quindi in
quella frase la ripetizione è data da anothen che può significare
"ancora, di nuovo". Se così non fosse invece che gennao ci dovrebbe
essere un verbo affine a palingenesi che sarebbe più adatto al contesto.
Rinato si dice palighenus, per esempio. Vediamo come viene, si faccia
attenzione ovviamente al dialogo in sequenza, cioè la serie domande-risposte
Appunto!...
Post by Claudio Bianchini
2 Egli andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei un
maestro venuto da Dio; nessuno infatti può fare i segni che tu fai, se
Dio non è con lui». 3 Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico,
se uno non nasce di nuovo, non può vedere il regno di Dio». 4 Gli disse
Nicodèmo: «Come può un uomo nascere quando è vecchio? Può forse entrare
una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». 5 Gli rispose
Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da
Spirito, non può entrare nel regno di Dio. 6 Quel che è nato dalla carne
è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito. 7 Non ti meravigliare
se t'ho detto: dovete nascere di nuovo.
Passo abbastanza chiaro sulla reincarnazione, anche in considerazione
del fatto che la CC va ad effettuare queste lievi alterazioni proprio
per non far capire nulla ai boccaloni che gli vanno dietro
Se lo dici tu... Io cmq non pretendo certo di convincerti a far spese qui
con me... :-P

<http://tinyurl.com/heqqt8f>

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-29 05:27:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
<http://www.bibbiaedu.it/pls/labibbia_new_lingue/Bibbia_Greco.ricerca?Libro=Giovanni&capitolo=3&versetto_iniziale=1&versetto_finale=1&parola=&default_vers=gv+3&layout=5#VER_0>
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione. Nascere e rinascere sono due cose distinte, la
rinascita è qualcosa che avviene almeno una seconda volta, quindi in
quella frase la ripetizione è data da anothen che può significare
"ancora, di nuovo". Se così non fosse invece che gennao ci dovrebbe
essere un verbo affine a palingenesi che sarebbe più adatto al contesto.
Rinato si dice palighenus, per esempio. Vediamo come viene, si faccia
attenzione ovviamente al dialogo in sequenza, cioè la serie domande-risposte
Appunto!...
Esatto, una affermazione suscita una domanda che genera una risposta,
chiamasi dialogo, anche quella parola di orgine greca. La domanda di
Nicodemo "posso tornare nel grembo e rinascere?" viene dopo
l'affermazione "se uno non nasce di nuovo non può vedere il regno di Dio".
Synth Mania
2016-11-29 08:50:08 UTC
Permalink
Raw Message
<http://www.bibbiaedu.it/pls/labibbia_new_lingue/Bibbia_Greco.ricerca?Libro=Giovanni&capitolo=3&versetto_iniziale=1&versetto_finale=1&parola=&default_vers=gv+3&layout=5#VER_0>
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione. Nascere e rinascere sono due cose distinte, la
rinascita è qualcosa che avviene almeno una seconda volta, quindi in
quella frase la ripetizione è data da anothen che può significare
"ancora, di nuovo". Se così non fosse invece che gennao ci dovrebbe
essere un verbo affine a palingenesi che sarebbe più adatto al contesto.
Rinato si dice palighenus, per esempio. Vediamo come viene, si faccia
attenzione ovviamente al dialogo in sequenza, cioè la serie domande-risposte
Appunto!...
Esatto, una affermazione suscita una domanda che genera una risposta,
chiamasi dialogo, anche quella parola di orgine greca. La domanda di
Nicodemo "posso tornare nel grembo e rinascere?" viene dopo
l'affermazione "se uno non nasce di nuovo non può vedere il regno di Dio".
..E nel seguito del dialogo è appunto spiegato chiaramente cosa si deve
intendere per "nascere di nuovo": non biologicamente, ma spiritualmente,
purificati dall'acqua ed elevati dall'azione risanatrice dello Spirito...

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-29 15:44:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
<http://www.bibbiaedu.it/pls/labibbia_new_lingue/Bibbia_Greco.ricerca?Libro=Giovanni&capitolo=3&versetto_iniziale=1&versetto_finale=1&parola=&default_vers=gv+3&layout=5#VER_0>
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione. Nascere e rinascere sono due cose distinte, la
rinascita è qualcosa che avviene almeno una seconda volta, quindi in
quella frase la ripetizione è data da anothen che può significare
"ancora, di nuovo". Se così non fosse invece che gennao ci dovrebbe
essere un verbo affine a palingenesi che sarebbe più adatto al contesto.
Rinato si dice palighenus, per esempio. Vediamo come viene, si faccia
attenzione ovviamente al dialogo in sequenza, cioè la serie
domande-risposte
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Appunto!...
Esatto, una affermazione suscita una domanda che genera una risposta,
chiamasi dialogo, anche quella parola di orgine greca. La domanda di
Nicodemo "posso tornare nel grembo e rinascere?" viene dopo
l'affermazione "se uno non nasce di nuovo non può vedere il regno di Dio".
..E nel seguito del dialogo è appunto spiegato chiaramente cosa si deve
intendere per "nascere di nuovo": non biologicamente, ma spiritualmente
Ma per niente, quando dice "dovete nascere da acqua e spirito" vuol dire
che l'anima(spirito), deve riprendere possesso di un corpo
materiale(acqua), che è la cosa che viene detta nel prologo del Vangelo
di Giovanni quando dice "e il Verbo si fece carne". Se avesse detto "e
il Verbo si fece acqua" non sarebbe stato molto elegante, IMHO.

P.S.
In ogni caso nessuno mette in dubbio che la domanda di Nicodemo "può un
uomo tornare nel *GREMBO DELLA MADRE* e rinascere?" è una chiara ed
evidente domanda sulla reincranazione
Synth Mania
2016-11-29 17:03:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Esatto, una affermazione suscita una domanda che genera una risposta,
chiamasi dialogo, anche quella parola di orgine greca. La domanda di
Nicodemo "posso tornare nel grembo e rinascere?" viene dopo
l'affermazione "se uno non nasce di nuovo non può vedere il regno di Dio".
..E nel seguito del dialogo è appunto spiegato chiaramente cosa si deve
intendere per "nascere di nuovo": non biologicamente, ma spiritualmente
Ma per niente, quando dice "dovete nascere da acqua e spirito" vuol dire
che l'anima(spirito), deve riprendere possesso di un corpo
materiale(acqua), che è la cosa che viene detta nel prologo del Vangelo
di Giovanni quando dice "e il Verbo si fece carne". Se avesse detto "e
il Verbo si fece acqua" non sarebbe stato molto elegante, IMHO.
Si tratta quindi di una explicatio-hasta-canis, un po' come quando i testimoni
di genova spiegano che per "morte seconda" non si deve intendere la permanenza
del malvagio nell'inferno, ma piuttosto il suo definitivo annientamento (dopo
essere stato comunque doverosamente riportato in vita quanto basta per poter
apprendere l'allegro destino)...
Post by Claudio Bianchini
P.S.
In ogni caso nessuno mette in dubbio che la domanda di Nicodemo "può un
uomo tornare nel *GREMBO DELLA MADRE* e rinascere?" è una chiara ed
evidente domanda sulla reincranazione
A me sembra solo la stupìta domanda di una persona che chiede lumi a proposito
di un evento che ritiene impossibile...

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-29 17:44:52 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
In ogni caso nessuno mette in dubbio che la domanda di Nicodemo "può un
uomo tornare nel *GREMBO DELLA MADRE* e rinascere?" è una chiara ed
evidente domanda sulla reincranazione
A me sembra solo la stupìta domanda di una persona che chiede lumi a proposito
di un evento che ritiene impossibile...
Il modo di esprimersi cambia nel tempo, se uno scrittore italiano dei
primi del novencento tornasse e vedesse tutte le parole straniere che ci
sono sui giornali, simpaticissimi quelli che scrivono "mission",
penserebbe che siamo stati colonizzati. Nei sinottici la reincarnazione
viene indicata con la perifrasi "resurrezione dei morti" che è
contrapposta alla "resurrezione dello spirito", vedasi google
Synth Mania
2016-11-29 18:10:16 UTC
Permalink
Raw Message
...Nei sinottici la reincarnazione
viene indicata con la perifrasi "resurrezione dei morti" che è
contrapposta alla "resurrezione dello spirito", vedasi google
Ah, beh, allora è tutto chiaro, c'è solo da rimproverare l'ignoranza di Nicodemo
che non essendo sufficientemente edotto o aggiornato ha ingannato anche i
posteri... :-PPP

S.M.

* * * * *
Maurizio Pistone
2016-11-28 18:52:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione.
più che "nascere di nuovo" cioè "una seconda volta" direi un "nascere
dal principio", nel senso di una rinascita radicale, trovare nuovi
princìpi della propria esistenza (l'acqua e lo spirito) al posto del
vecchio principio (la carne)

direi quindi che qui si allude all'"uomo nuovo" che nasce col battesimo
(acqua e spirito) al posto dell'"uomo vecchio" (carne)
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Synth Mania
2016-11-28 19:51:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione.
più che "nascere di nuovo" cioè "una seconda volta" direi un "nascere
dal principio", nel senso di una rinascita radicale, trovare nuovi
princìpi della propria esistenza (l'acqua e lo spirito) al posto del
vecchio principio (la carne)
direi quindi che qui si allude all'"uomo nuovo" che nasce col battesimo
(acqua e spirito) al posto dell'"uomo vecchio" (carne)
Proprio tu, a commentare nella peggior tradizione "cattolica"?! Doppio
Boccalone!... :-DDD

S.M.

* * * * *
Maurizio Pistone
2016-11-28 21:37:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Proprio tu, a commentare nella peggior tradizione "cattolica"?! Doppio
Boccalone!...
ma che risposta del cazzo

plonk
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Synth Mania
2016-11-28 22:15:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Synth Mania
Proprio tu, a commentare nella peggior tradizione "cattolica"?! Doppio
Boccalone!...
ma che risposta del cazzo
Ma quale risposta, semmai un commento (tanto per cambiare capito al contrario!)...
Post by Maurizio Pistone
plonk
ROTFL!

Poveri noi, tutte volpi, in questo NG (del cazzo)!...

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-29 05:38:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione.
più che "nascere di nuovo" cioè "una seconda volta" direi un "nascere
dal principio", nel senso di una rinascita radicale, trovare nuovi
princìpi della propria esistenza (l'acqua e lo spirito) al posto del
vecchio principio (la carne)
direi quindi che qui si allude all'"uomo nuovo" che nasce col battesimo
(acqua e spirito) al posto dell'"uomo vecchio" (carne)
Proprio tu, a commentare nella peggior tradizione "cattolica"?! Doppio
Boccalone!... :-DDD
Fino a che non troverete un significato allegorico per *GREMBO* vi
farete solo delle grandissime seghe mentali
Synth Mania
2016-11-29 08:39:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione.
più che "nascere di nuovo" cioè "una seconda volta" direi un "nascere
dal principio", nel senso di una rinascita radicale, trovare nuovi
princìpi della propria esistenza (l'acqua e lo spirito) al posto del
vecchio principio (la carne)
direi quindi che qui si allude all'"uomo nuovo" che nasce col battesimo
(acqua e spirito) al posto dell'"uomo vecchio" (carne)
Proprio tu, a commentare nella peggior tradizione "cattolica"?! Doppio
Boccalone!... :-DDD
Fino a che non troverete un significato allegorico per *GREMBO* vi
farete solo delle grandissime seghe mentali
Non si può pretendere più di tanto da chi, evidentemente, è già stato
debilitato da quelle classiche... (A)

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-29 15:39:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione.
più che "nascere di nuovo" cioè "una seconda volta" direi un "nascere
dal principio", nel senso di una rinascita radicale, trovare nuovi
princìpi della propria esistenza (l'acqua e lo spirito) al posto del
vecchio principio (la carne)
direi quindi che qui si allude all'"uomo nuovo" che nasce col battesimo
(acqua e spirito) al posto dell'"uomo vecchio" (carne)
Proprio tu, a commentare nella peggior tradizione "cattolica"?! Doppio
Boccalone!... :-DDD
Fino a che non troverete un significato allegorico per *GREMBO* vi
farete solo delle grandissime seghe mentali
Non si può pretendere più di tanto da chi, evidentemente, è già stato
debilitato da quelle classiche... (A)
Che in astratto sono anche meglio visto che prevengono il cancro alla
prostata
Synth Mania
2016-11-29 16:50:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Fino a che non troverete un significato allegorico per *GREMBO* vi
farete solo delle grandissime seghe mentali
Non si può pretendere più di tanto da chi, evidentemente, è già stato
debilitato da quelle classiche... (A)
Che in astratto sono anche meglio visto che prevengono il cancro alla
prostata
L'avevo sempre sospettato che la perfida matrigna (CC), millantando la
prevenzione della cecità, volesse in realtà procurarmi qualche altro più grave
accidente...

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-29 05:33:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Non può essere "rinascere dall'alto" in quel contesto, Gv 3-3 e 3-7
debbono essere tradotti con "nascere di nuovo" perchè gennao non ha in
sè la ripetizione.
più che "nascere di nuovo" cioè "una seconda volta" direi un "nascere
dal principio", nel senso di una rinascita radicale, trovare nuovi
princìpi della propria esistenza (l'acqua e lo spirito) al posto del
vecchio principio (la carne)
direi quindi che qui si allude all'"uomo nuovo" che nasce col battesimo
(acqua e spirito) al posto dell'"uomo vecchio" (carne)
Neanche tu fai caso alla "sequenza" dialogica. Come fai in un dialogo a
estrapolare una frase se non citi quella che l'ha suscitata? Poi nei
vocabolari di greco antico reperibili in rete anothen si può tradurre
con "di nuovo" ed è tradotto così anche in quel passo nelle versioni
inglese e frencese "non ti meravigliare se ti ho detto dovete nascere di
nuovo". Il tuo discorso avrebbe senso se non ci fosse quella *TERRIBILE*
domanda di Nicodemo "posso tornare nel *GREMBO* e rinascere?" Grembo
come lo interpreti? In maniera allegorica?
Maurizio Pistone
2016-11-29 07:14:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Neanche tu fai caso alla "sequenza" dialogica. Come fai in un dialogo a
estrapolare una frase se non citi quella che l'ha suscitata? Poi nei
vocabolari di greco antico reperibili in rete anothen si può tradurre
con "di nuovo" ed è tradotto così anche in quel passo nelle versioni
inglese e frencese "non ti meravigliare se ti ho detto dovete nascere di
nuovo". Il tuo discorso avrebbe senso se non ci fosse quella *TERRIBILE*
domanda di Nicodemo "posso tornare nel *GREMBO* e rinascere?" Grembo
come lo interpreti? In maniera allegorica?
la paola "grembo" non è di Gesù, ma di Nicodemo

Gesù, come fa spesso, non risponde direttamente alla domanda, ma sposta
il discorso su un altro piano: Nicodemo parla di "grembo", Gesù risponde
"acqua e spirito"; questa volta per venirgli un po' incontro aggiunge
esplicitamente che non è un rinascere "nella carne" (appunto nel
"grembo")
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-11-29 15:38:55 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Neanche tu fai caso alla "sequenza" dialogica. Come fai in un dialogo a
estrapolare una frase se non citi quella che l'ha suscitata? Poi nei
vocabolari di greco antico reperibili in rete anothen si può tradurre
con "di nuovo" ed è tradotto così anche in quel passo nelle versioni
inglese e frencese "non ti meravigliare se ti ho detto dovete nascere di
nuovo". Il tuo discorso avrebbe senso se non ci fosse quella *TERRIBILE*
domanda di Nicodemo "posso tornare nel *GREMBO* e rinascere?" Grembo
come lo interpreti? In maniera allegorica?
la paola "grembo" non è di Gesù, ma di Nicodemo
E quindi? Tra l'altro il testo dice "grembo di sua madre", chiara ed
evidente domanda sulla reincarnazione che se fosse stata negata da Gesù
avrebbe dato una risposta un pò diversa da "non meravigliarti se ti dico
che dovete rinascere di nuovo"
Post by Maurizio Pistone
Gesù, come fa spesso, non risponde direttamente alla domanda, ma sposta
il discorso su un altro piano: Nicodemo parla di "grembo", Gesù risponde
"acqua e spirito"
Aridaje. Ecco la sequenza dialogica, cioè di causa-effetto

1) «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti
può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui».

2) «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce di nuovo, non può
vedere il regno di Dio»

3) «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una
seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?»

4) «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e
Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne
è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti
se ti ho detto: dovete nascere di nuovo. Il vento soffia dove vuole e ne
senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è
nato dallo Spirito»

Quindi la (3) nasce dalla (2), poichè la (3) è una chiara domanda sulla
reincarnazione è evidente che nella (2) Gesù stava parlando proprio di
quel fenomeno lì quando dice "se uno non nasce di nuovo non può vedere
il Regno dio Dio" Se così non fosse sarebbe un dialogo come questo

1) scusi, mi fa un caffè macchiato?

2) l'autobus parte alle 14 davanti all'edicola lì

3) no scusi, io le ho chiesto un caffè macchiato, non a che ora parte
l'autobus

4) mi spiace ma i biglietti li ho finiti, ma li può fare sull'autobus credo
Maurizio Pistone
2016-11-29 17:14:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
1) «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti
può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui».
2) «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce di nuovo, non può
vedere il regno di Dio»
3) «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una
seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?»
4) «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e
Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne
è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti
se ti ho detto: dovete nascere di nuovo. Il vento soffia dove vuole e ne
senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è
nato dallo Spirito»
Quindi la (3) nasce dalla (2), poichè la (3) è una chiara domanda sulla
reincarnazione è evidente che nella (2) Gesù stava parlando proprio di
quel fenomeno lì quando dice "se uno non nasce di nuovo non può vedere
il Regno dio Dio" Se così non fosse sarebbe un dialogo come questo
vuol dire che Nicodemo non ha capito, fa una domanda che parla d'altro,
e Gesù gli risponde: "no, guarda, non hai capito, non è di quello che
sto parlando"
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-11-29 17:46:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
1) «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti
può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui».
2) «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce di nuovo, non può
vedere il regno di Dio»
3) «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una
seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?»
4) «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e
Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne
è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti
se ti ho detto: dovete nascere di nuovo. Il vento soffia dove vuole e ne
senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è
nato dallo Spirito»
Quindi la (3) nasce dalla (2), poichè la (3) è una chiara domanda sulla
reincarnazione è evidente che nella (2) Gesù stava parlando proprio di
quel fenomeno lì quando dice "se uno non nasce di nuovo non può vedere
il Regno dio Dio" Se così non fosse sarebbe un dialogo come questo
vuol dire che Nicodemo non ha capito, fa una domanda che parla d'altro,
e Gesù gli risponde: "no, guarda, non hai capito, non è di quello che
sto parlando"
Se la (3) venisse prima della (2), ma così non è
Maurizio Pistone
2016-11-29 19:48:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Maurizio Pistone
vuol dire che Nicodemo non ha capito, fa una domanda che parla d'altro,
e Gesù gli risponde: "no, guarda, non hai capito, non è di quello che
sto parlando"
Se la (3) venisse prima della (2), ma così non è
continui a immaginare un dialogo che non esiste. Il dialogo vero è
questo:

1. Arriva Nicodemo: "Ciao Rabbi"

2. Gesù: "Ciao Nicodemo. Devi rinascere"

3. "Come sarebbe a dire? Devo rientrare nel grembo di mia madre?"

4. "Ma quale grembo. Sto parlando di acqua e spirito, non di carne"
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-11-30 05:36:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Post by Maurizio Pistone
vuol dire che Nicodemo non ha capito, fa una domanda che parla d'altro,
e Gesù gli risponde: "no, guarda, non hai capito, non è di quello che
sto parlando"
Se la (3) venisse prima della (2), ma così non è
continui a immaginare un dialogo che non esiste. Il dialogo vero è
1. Arriva Nicodemo: "Ciao Rabbi"
2. Gesù: "Ciao Nicodemo. Devi rinascere"
3. "Come sarebbe a dire? Devo rientrare nel grembo di mia madre?"
4. "Ma quale grembo. Sto parlando di acqua e spirito, non di carne"
Non hai capito, la (3) è suscitata dalla (2), Nicodemo quando sente
quella affermazione di Gesù capisce subito a cosa si sta riferendo. Un
pò come due che parlassero con un linguaggio semicifrato. Cmq, visto che
hai parlato di carne e io ho detto che con "acqua" Gesù intende proprio
la materia ti faccio notare che la parola carne in quel dialogo c'è

In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito,
non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne è carne,
e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti se ti ho
detto: dovete nascere di nuovo

Allora...che vor dì "quello che nasce dalla carne è carne"? Frase che
viene dopo "se uno non nasce da acqua e spirito". Mi pare anche qui ci
sia una chiara equivalenza, cioè acqua=carne=materia. Frase *SUSCITATA*
dalla domanda di Nicodemo "può un uomo rientrare nel *GREMBO DELLA
MADRE* e rinascere?" E che ripete il concetto che troviamo nel Prologo,
*E IL VERBO SI FECE CARNE*? Please...fate attenzione a fare l'analisi
dei testi per non rimediare figure di palta...
Synth Mania
2016-11-30 10:42:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Allora...che vor dì "quello che nasce dalla carne è carne"? Frase che
viene dopo "se uno non nasce da acqua e spirito". Mi pare anche qui ci
sia una chiara equivalenza, cioè acqua=carne=materia. Frase *SUSCITATA*
dalla domanda di Nicodemo "può un uomo rientrare nel *GREMBO DELLA
MADRE* e rinascere?" E che ripete il concetto che troviamo nel Prologo,
*E IL VERBO SI FECE CARNE*? Please...fate attenzione a fare l'analisi
dei testi per non rimediare figure di palta...
Noto un certo disinvolto mestare di concetti ed interpretazioni...

Non è che scrivendo in altro intervento che la tua vita "è tutto un approfittare
delle caxxate altrui" intendevi per caso dire che ti si potrebbe trovare la
domenica a Portaportese che arringhi dietro a un estemporaneo banchetto
circondato di polli e di compari?... :-D :-D :-D

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-30 15:52:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Allora...che vor dì "quello che nasce dalla carne è carne"? Frase che
viene dopo "se uno non nasce da acqua e spirito". Mi pare anche qui ci
sia una chiara equivalenza, cioè acqua=carne=materia. Frase *SUSCITATA*
dalla domanda di Nicodemo "può un uomo rientrare nel *GREMBO DELLA
MADRE* e rinascere?" E che ripete il concetto che troviamo nel Prologo,
*E IL VERBO SI FECE CARNE*? Please...fate attenzione a fare l'analisi
dei testi per non rimediare figure di palta...
Noto un certo disinvolto mestare di concetti ed interpretazioni...
E non si risponde...
Synth Mania
2016-11-30 16:21:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Allora...che vor dì "quello che nasce dalla carne è carne"? Frase che
viene dopo "se uno non nasce da acqua e spirito". Mi pare anche qui ci
sia una chiara equivalenza, cioè acqua=carne=materia. Frase *SUSCITATA*
dalla domanda di Nicodemo "può un uomo rientrare nel *GREMBO DELLA
MADRE* e rinascere?" E che ripete il concetto che troviamo nel Prologo,
*E IL VERBO SI FECE CARNE*? Please...fate attenzione a fare l'analisi
dei testi per non rimediare figure di palta...
Noto un certo disinvolto mestare di concetti ed interpretazioni...
E non si risponde...
Non mi sembra che ci sia molto altro spazio di "manovra"!...

Il passo in questione io l'ho sempre tradotto e trovato spiegato come ho
scritto, se poi dover (nuovamente) "nascere d'acqua e spirito" significa come
sostieni doversi reincarnare, allora non c'è ragionamento che tenga, si tratta
di interpretazioni sostanzialmente divergenti (anche se vagamente parallele), in
pratica vera e propria faccenda di "fede" (diversa)...

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-11-30 20:09:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Allora...che vor dì "quello che nasce dalla carne è carne"? Frase che
viene dopo "se uno non nasce da acqua e spirito". Mi pare anche qui ci
sia una chiara equivalenza, cioè acqua=carne=materia. Frase *SUSCITATA*
dalla domanda di Nicodemo "può un uomo rientrare nel *GREMBO DELLA
MADRE* e rinascere?" E che ripete il concetto che troviamo nel Prologo,
*E IL VERBO SI FECE CARNE*? Please...fate attenzione a fare l'analisi
dei testi per non rimediare figure di palta...
Noto un certo disinvolto mestare di concetti ed interpretazioni...
E non si risponde...
Non mi sembra che ci sia molto altro spazio di "manovra"!...
Il passo in questione io l'ho sempre tradotto e trovato spiegato come ho
scritto
E' ovvio che è spiegato male....tu ti devi abbeverare alla vera Fonte
della Conoscenza
Post by Synth Mania
se poi dover (nuovamente) "nascere d'acqua e spirito" significa come
sostieni doversi reincarnare
"può un uomo tornare nel grembo della madre e rinascere?"
Synth Mania
2016-11-30 23:43:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Allora...che vor dì "quello che nasce dalla carne è carne"? Frase che
viene dopo "se uno non nasce da acqua e spirito". Mi pare anche qui ci
sia una chiara equivalenza, cioè acqua=carne=materia. Frase *SUSCITATA*
dalla domanda di Nicodemo "può un uomo rientrare nel *GREMBO DELLA
MADRE* e rinascere?" E che ripete il concetto che troviamo nel Prologo,
*E IL VERBO SI FECE CARNE*? Please...fate attenzione a fare l'analisi
dei testi per non rimediare figure di palta...
Noto un certo disinvolto mestare di concetti ed interpretazioni...
E non si risponde...
Non mi sembra che ci sia molto altro spazio di "manovra"!...
Il passo in questione io l'ho sempre tradotto e trovato spiegato come ho
scritto
E' ovvio che è spiegato male....tu ti devi abbeverare alla vera Fonte
della Conoscenza
Chi mi garantisce che la tua sorgente è meno inquinata della mia e che il
demiurgo non l'abbia scambiata per la sua latrina?
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
se poi dover (nuovamente) "nascere d'acqua e spirito" significa come
sostieni doversi reincarnare
"può un uomo tornare nel grembo della madre e rinascere?"
Poniamo pure che generalmente non è possibile, tantomeno lo era a quei tempi, e
allora? Significa a maggior ragione che non si stava discutendo di rinascite
biologiche, secondo la "carne", quindi nemmeno di re-incarnazioni... :-)

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-12-01 08:08:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Il passo in questione io l'ho sempre tradotto e trovato spiegato come ho
scritto
E' ovvio che è spiegato male....tu ti devi abbeverare alla vera Fonte
della Conoscenza
Chi mi garantisce che la tua sorgente è meno inquinata della mia e che il
demiurgo non l'abbia scambiata per la sua latrina?
Ovvio, tutto può essere, anche tu non esista e sia solo una creazione
fittizia inventata per illudermi, come anche il resto del mondo
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
"può un uomo tornare nel grembo della madre e rinascere?"
Poniamo pure che generalmente non è possibile, tantomeno lo era a quei tempi, e
allora?
Sono le espressioni che venivano usate a quel tempo e in quel luogo per
un certo argomento, come per esempio quando Gesù inizia un discorso
dicendo "In verità, in verità vi dico...". Che ti abbiano fatto credere
che quella domanda deve essere intesa in senso letterale è un altra
prova della mistificazione attuata dalla CC
Post by Synth Mania
Significa a maggior ragione che non si stava discutendo di rinascite
biologiche, secondo la "carne", quindi nemmeno di re-incarnazioni... :-)
No, è proprio una domanda sulla reincarnazione, ci fu anche un concilio
in cui se ne discusse. Ovviamente se la reincarnazione venisse accettata
viene a cadere l'intermediazione umana, il prete a quel punto diventa un
essere umano come un altro, non può agevolare in nessun modo la salvezza
dell'anima, con tutti gli scandali avvenuti negli anni scorsi qualche
dubbio dovrebbe esserti venuto
Maurizio Pistone
2016-12-01 10:55:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Che ti abbiano fatto credere
che quella domanda deve essere intesa in senso letterale è un altra
prova della mistificazione attuata dalla CC
perché "una domanda intesa in senso letterale" deve essere per forza una
mistificazione?

(lascio a te decidere se questa mia domanda deve essere intesa in senso
letterale)
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-12-01 14:23:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Che ti abbiano fatto credere
che quella domanda deve essere intesa in senso letterale è un altra
prova della mistificazione attuata dalla CC
perché "una domanda intesa in senso letterale" deve essere per forza una
mistificazione?
Perchè è chiaramente assurda, ora tu puoi veramente credere che un alto
sacerdote del Sinedrio chiedesse una cosa simile pensando che fosse
vera? Non è che sto dicendo che tutte le domande di quel tipo lo siano,
sto dicendo che lo è quella lì
Maurizio Pistone
2016-12-01 14:41:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Perchè è chiaramente assurda, ora tu puoi veramente credere che un alto
sacerdote del Sinedrio chiedesse una cosa simile pensando che fosse
vera?
infatti lui fa quella domanda proprio perché pensa che non sia vera
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-12-01 15:15:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Perchè è chiaramente assurda, ora tu puoi veramente credere che un alto
sacerdote del Sinedrio chiedesse una cosa simile pensando che fosse
vera?
infatti lui fa quella domanda proprio perché pensa che non sia vera
http://tinyurl.com/hrfrvc6
Synth Mania
2016-12-01 12:16:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Il passo in questione io l'ho sempre tradotto e trovato spiegato come ho
scritto
E' ovvio che è spiegato male....tu ti devi abbeverare alla vera Fonte
della Conoscenza
Chi mi garantisce che la tua sorgente è meno inquinata della mia e che il
demiurgo non l'abbia scambiata per la sua latrina?
Ovvio, tutto può essere, anche tu non esista e sia solo una creazione
fittizia inventata per illudermi, come anche il resto del mondo
Sinceramente, non riesco a trovare le ragioni per cui dovrei considerare
l'ipotesi "demiurgo" attendibile e razionale quanto quella del biblico creatore
o addirittura di più; può darsi che mi sfuggano dei particolari, ma anche qui
non riesco a capire quali possano essere (anche se naturalmente arrivo a
comprendere che una viscerale avversione nei riguardi del cristianesimo
tradizionale e di quello cattolico in particolare possa colmare grosse lacune
logiche)... :-)
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
"può un uomo tornare nel grembo della madre e rinascere?"
Poniamo pure che generalmente non è possibile, tantomeno lo era a quei tempi, e
allora?
Sono le espressioni che venivano usate a quel tempo e in quel luogo per
un certo argomento, come per esempio quando Gesù inizia un discorso
dicendo "In verità, in verità vi dico...". Che ti abbiano fatto credere
che quella domanda deve essere intesa in senso letterale è un altra
prova della mistificazione attuata dalla CC
.. E neppure capisco perché continui ad accusare di più o meno certe
mistificazioni del testo biblico la solita Chiesa cattolica, quando il Nuovo
Testamento accettato è pressoché lo stesso per la stragrande maggioranza delle
confessioni cristiane...
Tra l'altro non mi sembra proprio che le idee dei vangeli canonici siano
facilmente compatibili con quelle dello gnosticismo (anche paracristiano),
laddove i personaggi che si agitano nei vari racconti den NT più che credere in
una reincarnazione sembrano semmai scettici circa una possibile resurrezione o
addirittura sull'esistenza di un'anima...
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Significa a maggior ragione che non si stava discutendo di rinascite
biologiche, secondo la "carne", quindi nemmeno di re-incarnazioni... :-)
No, è proprio una domanda sulla reincarnazione, ci fu anche un concilio
in cui se ne discusse. Ovviamente se la reincarnazione venisse accettata
viene a cadere l'intermediazione umana, il prete a quel punto diventa un
essere umano come un altro, non può agevolare in nessun modo la salvezza
dell'anima, con tutti gli scandali avvenuti negli anni scorsi qualche
dubbio dovrebbe esserti venuto
Ogni religione che si rispetti ha la sua casta di intermediari, comprese le fedi
che ammettono la reincarnazione; nei credi più personali si può perfino
diventare sacerdoti di se stessi... :-P

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-12-01 14:38:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Chi mi garantisce che la tua sorgente è meno inquinata della mia e che il
demiurgo non l'abbia scambiata per la sua latrina?
Ovvio, tutto può essere, anche tu non esista e sia solo una creazione
fittizia inventata per illudermi, come anche il resto del mondo
Sinceramente, non riesco a trovare le ragioni per cui dovrei considerare
l'ipotesi "demiurgo" attendibile e razionale quanto quella del biblico creatore
o addirittura di più
Perché il mondo è assurdo, sono le leggi con le quali è governato che
provano che è il parto di una mente malata
Post by Synth Mania
può darsi che mi sfuggano dei particolari
Come mai ci sono tutte queste lingue? Perché nulla è gratis e tutto
costa fatica? Come mai si può imparare solo un mestiere e molti neanche
quello? Perché il corpo umano ha quelle incredibili limitazioni? Come
mai esso può essere affetto da migliaia di malattie? Perchè così pochi
riescono ad avere talento artistico e scientifico? Perchè la maggior
parte degli individui è brutta e sgraziata? Debbo continuare?
Post by Synth Mania
ma anche qui
non riesco a capire quali possano essere (anche se naturalmente arrivo a
comprendere che una viscerale avversione nei riguardi del cristianesimo
tradizionale
No l'avversione, che non c'è in fondo anche quelle sono anime perse, è
nata dopo che mi sono reso conto di chi ero veramente. Togliti dalla
mente che io possa essere anticlericale
Post by Synth Mania
.. E neppure capisco perché continui ad accusare di più o meno certe
mistificazioni del testo biblico la solita Chiesa cattolica, quando il Nuovo
Testamento accettato è pressoché lo stesso per la stragrande maggioranza delle
confessioni cristiane...
La mistificazione è l'interpretazione errata che se ne dà
Post by Synth Mania
Tra l'altro non mi sembra proprio che le idee dei vangeli canonici siano
facilmente compatibili con quelle dello gnosticismo (anche paracristiano)
I testi gnostici del NT sono il Vangelo di Giovanni, il capotispite e il
testo paradigmatico di tutta la gnosi, le tre Lettere di Giovanni,
l'Apocalisse, le Lettere di Paolo e la Lettera di Giacomo
Post by Synth Mania
Ogni religione che si rispetti ha la sua casta di intermediari, comprese le fedi
che ammettono la reincarnazione
E' la CC che è l'eccezione, tutte le altre religioni ammettono che il
fedele possa rapportarsi al divino senza intermediari, per esempio
l'Islam fin dall'ìinizio disse che lo studio del Corano è aperto a
chiunque mentre la CC nel Medio Evo vietava che i semplici fedeli
potessero avere accesso alle Scritture. Poi venne Lutero che tradusse la
Bibbia in volgare e la rese disponibile a chiunque
Synth Mania
2016-12-01 18:26:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Chi mi garantisce che la tua sorgente è meno inquinata della mia e che il
demiurgo non l'abbia scambiata per la sua latrina?
Ovvio, tutto può essere, anche tu non esista e sia solo una creazione
fittizia inventata per illudermi, come anche il resto del mondo
Sinceramente, non riesco a trovare le ragioni per cui dovrei considerare
l'ipotesi "demiurgo" attendibile e razionale quanto quella del biblico creatore
o addirittura di più
Perché il mondo è assurdo, sono le leggi con le quali è governato che
provano che è il parto di una mente malata
E' un mondo creato, perciò non corrisponde a Dio ed è limitato, ma tuttavia
dotato di leggi adeguate; forse a te sembrerà un caos, per me rimane nonostante
tutto un cosmos... Di assurdo trovo soprattutto il comportamento delle persone,
che si danno incessantemente da fare per renderlo peggiore di quello che
potrebbe essere anche con tutti i suoi limiti oggettivi (compresi e per primi i
nostri). Se si vuole, anche il mio è un credere destato, *anche* ma non di certo
principalmente, da una evidente "assurdità", che però non attribuisco all'intero
mondo, ma soltanto alle vicende umane e terrestri.
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
può darsi che mi sfuggano dei particolari
Come mai ci sono tutte queste lingue? Perché nulla è gratis e tutto
costa fatica? Come mai si può imparare solo un mestiere e molti neanche
quello? Perché il corpo umano ha quelle incredibili limitazioni? Come
mai esso può essere affetto da migliaia di malattie? Perchè così pochi
riescono ad avere talento artistico e scientifico? Perchè la maggior
parte degli individui è brutta e sgraziata? Debbo continuare?
Per chi si mette alla guida d'un veicolo, un antipatico e oscurantista "codice
stradale" prevederebbe una nutrita serie di norme tutt'altro che peregrine,
imponendone la scrupolosa osservanza insieme alla massima attenzione e prudenza,
tuttavia c'è sempre qualcuno che fa finta di dimenticarsene col risultato di
distribuire magnifiche frittate per tutte le strade: vetri (e sangue)
sull'asfalto, lacrime e lamenti dentro le lamiere contorte, costi da risarcire
oppure, quando va bene, l'immancabile dose di bestemmie e recriminazioni...
Colpa del mondo "assurdo" creato dal folle Demiurgo, o dell'inescusabile
imbecillità umana?!...
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
ma anche qui
non riesco a capire quali possano essere (anche se naturalmente arrivo a
comprendere che una viscerale avversione nei riguardi del cristianesimo
tradizionale
No l'avversione, che non c'è in fondo anche quelle sono anime perse, è
nata dopo che mi sono reso conto di chi ero veramente. Togliti dalla
mente che io possa essere anticlericale
D'accordo, non sei anticlericale (o forse sì, almeno un po', ma anche qui è una
questione di malintesi e interpretazioni)! Cosa ti sei reso conto di essere,
dunque?...
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
.. E neppure capisco perché continui ad accusare di più o meno certe
mistificazioni del testo biblico la solita Chiesa cattolica, quando il Nuovo
Testamento accettato è pressoché lo stesso per la stragrande maggioranza delle
confessioni cristiane...
La mistificazione è l'interpretazione errata che se ne dà
Non proprio, di norma la mistificazione è un'interpretazione sbagliata di
qualcosa, però costruita o riproposta appositamente per raggiungere determinati
scopi, quasi sempre illeciti...
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Tra l'altro non mi sembra proprio che le idee dei vangeli canonici siano
facilmente compatibili con quelle dello gnosticismo (anche paracristiano)
I testi gnostici del NT sono il Vangelo di Giovanni...
Non mi sembra poi tanto diverso dagli altri tre, anche se viene ritenuto il più
teologico di tutti...
Post by Claudio Bianchini
...il capotispite e il
testo paradigmatico di tutta la gnosi, le tre Lettere di Giovanni,
l'Apocalisse, le Lettere di Paolo e la Lettera di Giacomo
In pratica, secondo la tua interpretazione... "gnostica" sarebbe... buona parte
del NT dottrinale! A quale incompresa esegesi "metaletterale" dovremmo ricorrere
per sostenere questo genere di spiegazione?...
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Ogni religione che si rispetti ha la sua casta di intermediari, comprese le fedi
che ammettono la reincarnazione
E' la CC che è l'eccezione, tutte le altre religioni ammettono che il
fedele possa rapportarsi al divino senza intermediari, per esempio
l'Islam fin dall'ìinizio disse che lo studio del Corano è aperto a
chiunque mentre la CC nel Medio Evo vietava che i semplici fedeli
potessero avere accesso alle Scritture. Poi venne Lutero che tradusse la
Bibbia in volgare e la rese disponibile a chiunque
Infatti vediamo bene cosa significa permettere a chiunque di farsi traduzioni e
soprattutto interpretazioni a propria comprensione e convenienza: divisioni e
sbudellamenti assicurati sia col cristianesimo che con qualsiasi altra religione
o umana ideologia!... :-D

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-12-01 18:37:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
I testi gnostici del NT sono il Vangelo di Giovanni...
Non mi sembra poi tanto diverso dagli altri tre, anche se viene ritenuto il più
teologico di tutti...
E' radicalmente diverso dagli altri tre, è il vangelo che impedì la
nascita del vangelo canonico, cioè un unico vangelo che non avesse le
denominazioni che conosciamo. E' diverso nella struttura, nello stile,
nella conoscenza degli avvenimenti
Synth Mania
2016-12-01 19:28:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Post by Synth Mania
Post by Claudio Bianchini
I testi gnostici del NT sono il Vangelo di Giovanni...
Non mi sembra poi tanto diverso dagli altri tre, anche se viene ritenuto il più
teologico di tutti...
E' radicalmente diverso dagli altri tre, è il vangelo che impedì la
nascita del vangelo canonico, cioè un unico vangelo che non avesse le
denominazioni che conosciamo. E' diverso nella struttura, nello stile,
nella conoscenza degli avvenimenti
Certo che è diverso dai tre sinottici, ma non vi si contrappone, li conferma e
integra raccontando le vicende del medesimo personaggio: Gesù di Nazaret,
"figlio di Dio", redentore dell'umanità, morto in croce e poi risorto; non c'è
nessun esplicito accenno a demiurghi, monadi, eoni, reincarnazioni e altre
amenità del genere; né in questo vangelo, né in nessun altro degli scritti che
secondo te costituirebbero il lascito cripto-gnostico del Nuovo Testamento; la
stessa Apocalisse, nonostante tutte le sue ambiguità e difficoltà
d'interpretazione, rimane sostanzialmente coerente con tutto il resto della
teologia biblico-cristiana: non a caso al termine del libro ricompare
quell'Albero della Vita che nell'Eden del Genesi si contrapponeva a quello della
conoscenza del Bene e del Male...

S.M.

* * * * *
Claudio Bianchini
2016-12-01 20:12:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
nessun esplicito accenno a demiurghi
Il principe di questo mondo
Post by Synth Mania
monadi
In principio egli era il Verbo
Post by Synth Mania
eoni
Questo sta più in Paolo effettivamente
Post by Synth Mania
reincarnazioni
E il Verbo si fece carne
Post by Synth Mania
né in questo vangelo, né in nessun altro degli scritti che
secondo te costituirebbero il lascito cripto-gnostico del Nuovo Testamento
In Paolo termini come "pienezza" e "principati" dovrebbero essere
correttamente tradotti con "pleroma", "arconti"
Claudio Bianchini
2016-12-01 20:18:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
la
stessa Apocalisse, nonostante tutte le sue ambiguità e difficoltà
d'interpretazione, rimane sostanzialmente coerente con tutto il resto della
teologia biblico-cristiana
Pare che l'Apocalisse entrò a far parte del Canone stabilmente solo nel
IV sec.

Maurizio Pistone
2016-11-30 12:43:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
Non hai capito, la (3) è suscitata dalla (2), Nicodemo quando sente
quella affermazione di Gesù capisce subito a cosa si sta riferendo. Un
pò come due che parlassero con un linguaggio semicifrato.
ah be' se parliamo di linguaggio semicifrato...
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-11-30 16:00:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
Non hai capito, la (3) è suscitata dalla (2), Nicodemo quando sente
quella affermazione di Gesù capisce subito a cosa si sta riferendo. Un
pò come due che parlassero con un linguaggio semicifrato.
ah be' se parliamo di linguaggio semicifrato...
Ma non si risponde mai nel merito...anyway ho fatto l'esempio del
linguaggio che muta, con tutti gli anglicismi che usiamo uno di inizio
900 quasi non capirebbe alcuni articoli di giornale
Maurizio Pistone
2016-11-30 12:43:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio Bianchini
la materia ti faccio notare che la parola carne in quel dialogo c'è
esatto: Nicodemo parla di grembo, e Gesù risponde: non mi interessa il
grembo, che è fatto di carne, sei tu che hai capito male, dalla carne
avrai solo carne, io parlo di spirito, se vuoi spirito devi partire
dallo spirto e dall'acqua
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Claudio Bianchini
2016-11-30 16:03:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Claudio Bianchini
la materia ti faccio notare che la parola carne in quel dialogo c'è
esatto: Nicodemo parla di grembo, e Gesù risponde: non mi interessa il
grembo, che è fatto di carne, sei tu che hai capito male, dalla carne
avrai solo carne, io parlo di spirito, se vuoi spirito devi partire
dallo spirto e dall'acqua
Proprio non mi sembra così, anche tu pipponi mentali vedo, il testo dice
"ciò che è carne è carne e ciò che è spirito è spirito", è lo stesso
concetto che noi siamo anime incarnate. Se non ci fosse questa dicotomia
materia-spirito le religioni non avrebbero ragione di esistere
Loading...