Discussione:
Perche' si e ' o si diventa non credenti - Riepilogo.
(troppo vecchio per rispondere)
Pierfrancesco
2016-10-20 00:03:58 UTC
Permalink
Raw Message
Dopo avere visto le vostre interessanti argomentazioni mi sento di
concludere che:

Un vero credente intimamente e profondamente convinto della sua fede, a
causa di un grande dolore occorsogli o forse di una supplica importante
non andata a buon fine, trova ragionevole decidere che la divinita' non
e' piu' credibile o, addirittura ostile.
Non solo, posso anche capire che in questo caso la divinita' venga
considerata "responsabile" del fatto doloroso e percio' odiata e
pertanto rifiutata, negata o perfino dileggiata.
Del resto e' frequente per ognuno di noi cercare un responsabile quando
ci accade qualcosa di spiacevole.
In questi casi pero' io continuo a considerarlo credente.
Pertanto (ma non escludo una smentita) un vero credente non diventa MAI
non credente.
In quest'ottica sono IMO inquadrabili anche i casi dei martiri della
Fede, che, anche torturati, non hanno abiurato.
(Ammesso che sia storicamente avvenuto proprio cosi').

Quanto a coloro che sono, da sempre, non credenti, hanno mai
cercata/conosciuta la Fede ?
Perche', se non l'hanno fatto, la loro decisione e' viziata da un
errore di non conoscenza. Infatti come si puo' negare la consistenza di
cio' che non ci si cura di conoscere a fondo ?
Io credo che moltissime persone, anche colte, si trovino in questa
situazione.
Penso che molti di costoro siano convinti che l'argomento non merita
particolare interesse.
Posso anche pensare che la decisione di alcuni derivi dal disgusto nei
confronti del comportamento di certi esponenti religiosi, anche se la
cosa mi appare un po' fuori luogo.

Infine ci sono coloro (IMO pochi) che hanno onestamente cercato la Fede
senza trovarla.
E io mi chiedo: ma come e' possibile ?

Ho notizia che Indro Montanelli affermava: "Dio, perche' non mi hai
dato la Fede ?".
IMO Montanelli la Fede ce l'aveva.

IMO in questi casi la Fede c'e' ma non viene VISSUTA.

IMO viverla e' una scelta.

Puo' darsi che Dio bussi alla nostra porta, pero' (LOL) non forza la
serratura !
--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: ***@teletu.it

Pierfrancesco

--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Synth Mania
2016-10-20 08:03:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pierfrancesco
Dopo avere visto le vostre interessanti argomentazioni mi sento di
Penso che molti di costoro siano convinti che l'argomento non merita
particolare interesse.
Posso anche pensare che la decisione di alcuni derivi dal disgusto nei
confronti del comportamento di certi esponenti religiosi, anche se la
cosa mi appare un po' fuori luogo.
E la motivazione che, molto probabilmente, riguarda la stragrande
maggioranza dei casi, non ce la vogliamo proprio mettere?... :-P

S.M.

* * * * *
Pierfrancesco
2016-10-20 18:25:54 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Pierfrancesco
Dopo avere visto le vostre interessanti argomentazioni mi sento di
Penso che molti di costoro siano convinti che l'argomento non merita
particolare interesse.
Posso anche pensare che la decisione di alcuni derivi dal disgusto nei
confronti del comportamento di certi esponenti religiosi, anche se la cosa
mi appare un po' fuori luogo.
E la motivazione che, molto probabilmente, riguarda la stragrande
maggioranza dei casi, non ce la vogliamo proprio mettere?... :-P
S.M.
* * * * *
Alcuni mesi fa ho postato un argomento simile su it.media.tv: piu' di
400 commenti LOL.
Ma l'argomento che continuava a rimbalzare era: "che bisogno abbiamo di
Dio ?"
Probabilmente alludi a questo.
L'uomo, nella sua arroganza pensa di bastare a se' stesso salvo poi
lamentarsi perche' le cose non vanno mica tanto bene (per dire un
eufemismo).
--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: ***@teletu.it

Pierfrancesco
Synth Mania
2016-10-20 19:25:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pierfrancesco
Post by Synth Mania
Post by Pierfrancesco
Dopo avere visto le vostre interessanti argomentazioni mi sento di
Penso che molti di costoro siano convinti che l'argomento non merita
particolare interesse.
Posso anche pensare che la decisione di alcuni derivi dal disgusto nei
confronti del comportamento di certi esponenti religiosi, anche se la cosa
mi appare un po' fuori luogo.
E la motivazione che, molto probabilmente, riguarda la stragrande
maggioranza dei casi, non ce la vogliamo proprio mettere?... :-P
S.M.
* * * * *
Alcuni mesi fa ho postato un argomento simile su it.media.tv: piu' di
400 commenti LOL.
Ma l'argomento che continuava a rimbalzare era: "che bisogno abbiamo di
Dio ?"
Probabilmente alludi a questo.
L'uomo, nella sua arroganza pensa di bastare a se' stesso salvo poi
lamentarsi perche' le cose non vanno mica tanto bene (per dire un
eufemismo).
In realtà la mia era un'allusione un po' più maliziosa che intendeva
semplicemente rispondere alla domanda del post: si è o si diventa non
credenti probabilmente perché (spesso e volentieri) è più facile che essere
credenti e/o rimanere tali; "basta non far male ad alcuno rispondendo
soltanto alla propria coscienza" (che notoriamente è assai
autoindulgente)... :-D

Synth Mania

* * * * *
Pierfrancesco
2016-10-21 23:30:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Synth Mania
Post by Pierfrancesco
Dopo avere visto le vostre interessanti argomentazioni mi sento di
Penso che molti di costoro siano convinti che l'argomento non merita
particolare interesse.
Posso anche pensare che la decisione di alcuni derivi dal disgusto nei
confronti del comportamento di certi esponenti religiosi, anche se la
cosa mi appare un po' fuori luogo.
E la motivazione che, molto probabilmente, riguarda la stragrande
maggioranza dei casi, non ce la vogliamo proprio mettere?... :-P
S.M.
* * * * *
Alcuni mesi fa ho postato un argomento simile su it.media.tv: piu' di 400
commenti LOL.
Ma l'argomento che continuava a rimbalzare era: "che bisogno abbiamo di
Dio ?"
Probabilmente alludi a questo.
L'uomo, nella sua arroganza pensa di bastare a se' stesso salvo poi
lamentarsi perche' le cose non vanno mica tanto bene (per dire un
eufemismo).
In realtà la mia era un'allusione un po' più maliziosa che intendeva
semplicemente rispondere alla domanda del post: si è o si diventa non
credenti probabilmente perché (spesso e volentieri) è più facile che essere
credenti e/o rimanere tali; "basta non far male ad alcuno rispondendo
soltanto alla propria coscienza" (che notoriamente è assai
autoindulgente)... :-D
Synth Mania
* * * * *
Si'. E vero. Peraltro tu poni una questione non da poco.
Spesso molti si trovano in questo dilemma: devo seguire il dettato
della Chiesa che da' indirizzi palesemente e ragionevolemente
inaccettabili oppure la mia coscienza, che, come fai notare, nonostante
tutta la mia buona volonta', a volte mi porta, addirittura
incosapevolmente, fuori strada ?
Un esempio ?
L'enorme problema, madre di quasi tutti gli altri problemi
dell'umanita' che e' la sovrapopolazione.
Credo che siamo tutti d'accordo che l'incremento demografico NON PUO'
continuare in questo modo.
Non dico che non dovrebbe, che e' meglio che non succeda, dico (ma lo
afferma anche qualcuno un molto piu' autorevole di me) NON PUO'
continuare a questo ritmo.
Continuando cosi', per assurdo, in qualche centinaio d'anno ci
sarebbero sulla terra solo posti in piedi.
Ma molto prima ci saranno stati enormi problemi quanto ad esaurimento
delle risorse e inquinamento, solo per dirne un paio.
Ma ancora prima solo l'accenno di problemi del genere avra' scatenato
scontri bellici importanti.
Eppure la Chiesa si ostina a non riconoscere la necessita' di un
controllo delle nascite quanto meno nei paesi piu' prolifici.
Ecco che allora molti risolvono il dilemma seguendo la propria
coscienza, perche' tutto sommato, appare piu' ragionevole.
E questo senza intaccare minimamente la propria Fede.
Pero' devi riconoscere che chi si trova in questa situazione non la
puo' vivere con serenita'.
--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: ***@teletu.it

Pierfrancesco
Synth Mania
2016-10-22 07:33:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pierfrancesco
L'enorme problema, madre di quasi tutti gli altri problemi
dell'umanita' che e' la sovrapopolazione.
Credo che siamo tutti d'accordo che l'incremento demografico NON PUO'
continuare in questo modo.
Specialmente se a crescere è una popolazione di strani animaloni brutti,
sporchi, cattivi e 'gnoranti che dopo secoli di guerre e sfruttamento avrebbero
ora l'intollerabile pretesa di non schiattare più e di trovarsi invece in
qualunque modo un sospirato posticino al sole!... :-D

S.M.

* * * * *
Pierfrancesco
2016-10-22 22:17:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
L'enorme problema, madre di quasi tutti gli altri problemi dell'umanita'
che e' la sovrapopolazione.
Credo che siamo tutti d'accordo che l'incremento demografico NON PUO'
continuare in questo modo.
Specialmente se a crescere è una popolazione di strani animaloni brutti,
sporchi, cattivi e 'gnoranti che dopo secoli di guerre e sfruttamento
avrebbero ora l'intollerabile pretesa di non schiattare più e di trovarsi
invece in qualunque modo un sospirato posticino al sole!... :-D
S.M.
* * * * *
Noto che stai scivolando su di un argomento diverso, un argomento che
io non ho neppure sfiorato e del quale possiamo pure discutere.
Avrei pero' gradito un tuo parere sulla questione che ho posto, e che
mi piacerebbe ampliare.
--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: ***@teletu.it

Pierfrancesco
Synth Mania
2016-10-22 23:53:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pierfrancesco
Post by Synth Mania
L'enorme problema, madre di quasi tutti gli altri problemi dell'umanita'
che e' la sovrapopolazione.
Credo che siamo tutti d'accordo che l'incremento demografico NON PUO'
continuare in questo modo.
Specialmente se a crescere è una popolazione di strani animaloni brutti,
sporchi, cattivi e 'gnoranti che dopo secoli di guerre e sfruttamento
avrebbero ora l'intollerabile pretesa di non schiattare più e di trovarsi
invece in qualunque modo un sospirato posticino al sole!... :-D
S.M.
* * * * *
Noto che stai scivolando su di un argomento diverso, un argomento che
io non ho neppure sfiorato e del quale possiamo pure discutere.
Avrei pero' gradito un tuo parere sulla questione che ho posto, e che
mi piacerebbe ampliare.
Quale sarebbe la "questione che hai posto"?...
L'argomento della (presunta) sovrapopolazione l'hai introdotto tu, quale "enorme
problema, madre di quasi tutti gli altri problemi dell'umanità" esempio di
divergenza che può esserci tra indirizzi della Chiesa e coscienza individuale...
laddove dal mio punto di vista l'_"enorme problema, padre di tutti gli altri (e
purtroppo ineliminabile)" sarebbe piuttosto l'egoismo e l'egocentrismo di ogni
persona e, più in generale, di quella parte di umanità che da sempre ritiene di
fare la storia, lasciandosi dietro una scia di piccole e grandi tragedie sulle
spalle della restante parte dei suoi simili...

S.M.

* * * * *
Pierfrancesco
2016-10-23 23:16:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Synth Mania
Post by Synth Mania
L'enorme problema, madre di quasi tutti gli altri problemi dell'umanita'
che e' la sovrapopolazione.
Credo che siamo tutti d'accordo che l'incremento demografico NON PUO'
continuare in questo modo.
Specialmente se a crescere è una popolazione di strani animaloni brutti,
sporchi, cattivi e 'gnoranti che dopo secoli di guerre e sfruttamento
avrebbero ora l'intollerabile pretesa di non schiattare più e di trovarsi
invece in qualunque modo un sospirato posticino al sole!... :-D
Vediamo di capirci:
. animaloni ?? sono persone come noi;
. brutti: non mi pare; piu' o meno come noi, forse qualcuno di noi e'
(purtroppo per lui) piu' brutto;
. sporchi: non che io sappia;
. cattivi: piu' o meno come noi;
. 'gnoranti: non saprei, io ci dialogo a volte e mi rispondono
perfettamente a tono.
Post by Synth Mania
Post by Synth Mania
S.M.
* * * * *
Noto che stai scivolando su di un argomento diverso, un argomento che io
non ho neppure sfiorato e del quale possiamo pure discutere.
Avrei pero' gradito un tuo parere sulla questione che ho posto, e che mi
piacerebbe ampliare.
Quale sarebbe la "questione che hai posto"?...
L'argomento della (presunta) sovrapopolazione l'hai introdotto tu, quale
"enorme problema, madre di quasi tutti gli altri problemi dell'umanità"
esempio di divergenza che può esserci tra indirizzi della Chiesa e
coscienza individuale... laddove dal mio punto di vista l'_"enorme
problema, padre di tutti gli altri (e purtroppo ineliminabile)" sarebbe
piuttosto l'egoismo e l'egocentrismo di ogni persona
Bene entriamo in dettaglio: "ogni persona" cioe' anch'io: cosa potrei
fare io per risolvere il problema del terzo mondo ? Tieni presente che
ho (anche) una famiglia a cui pensare.
Mi risulta anche che i paesi industrializzati a livello statale fanno
degli stanziamenti per il terzo mondo.
Mi risulta anche che ne accogliamo (bene) un bel po'.
Allora dimmi cosa altro intendi.
Post by Synth Mania
e, più in generale, di quella parte di umanità che da sempre ritiene di
fare la storia, lasciandosi dietro una scia di piccole e grandi tragedie
sulle spalle della restante parte dei suoi simili...
Se alludi alle grandi potenze e' purtroppo vero, ma quali rimedi
concretamente attuabili proponi ?

Per quanto riguarda la mia affermazione che hai cambiato argomento mi
riferisco all'argomento di partenza che e' la contraddizione fra quello
che mi dice la mia coscienza e quello che propone la Chiesa, ed a mo'
di esempio ho portato la questione dell'incremento demografico del
terzo mondo.
Quindi una cosa e' l'incremento demografico ed altra cosa e' che il
terzo mondo e' in condizione degradata a causa del mondo evoluto (che
peraltro sia l'unica causa e' tutto da dimostrare).
--
Questo post vuole essere solo uno spunto di riflessione.
per contatti: ***@teletu.it

Pierfrancesco
francesco
2016-10-20 16:10:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pierfrancesco
Dopo avere visto le vostre interessanti argomentazioni mi sento di
Un vero credente intimamente e profondamente convinto della sua fede, a
causa di un grande dolore occorsogli o forse di una supplica importante
non andata a buon fine, trova ragionevole decidere che la divinita' non
e' piu' credibile o, addirittura ostile.
Intimamente e profondamente convinto...

Se appena nati ci nutrissero solo col formaggino Mio, nei supermercati
vendessero solo formaggino Mio, se l'unica pubblicità ammessa fosse
quella del formaggino Mio, a scuola ci fosse un'ora di scuola la
settimana per esaltare le proprietà del formaggino Mio, fosse
diffusamente diffusa la voce che chi non mangia il formaggino Mio non
avrà pace in eterno, e per 1300 anni chi avesse mangiato qualcosa di
diverso dal formaggino Mio fosse stato messo all'indice, e magari anche
perseguito giudizialmente, pure bruciato vivo..,temo che sarebbe molto
diffusa la convinzione che tutto il resto non vale la pena di essere
nemmeno assaggiato.

E' quello che succede con la pubblicità, non certo cosi ossessiva, che
convince i consumatori a pagare spesso il doppio i "prodotti di marca",
del tutto identici a quelli da discount.

Probabilmente subentrano modifiche neuronali che fanno accettare
l'irrazionale, in menti predisposte...

Peraltro, visto che da qualche decennio la pressione non è più
giudiziale/militare, ma solo economico/mediatica, ci sono "assaggiatori"
in discreta misura, e tutto mi fa pensare che aumenteranno, man mano che
le proprietà del formaggino Mio verranno , diciamo, " svelate" nella
loro essenza.

Di latte cagliato...


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Loading...